Cloud Seeding

North American Weather Consultants

NAWC Services CLOUD SEEDING/WEATHER MODIFICATION: Snow and RainAugmentation Fog Dissipation Feasibility Studies Design/Evaluation Studies Cloud Physics/Tracer Studies Technology andEquipment Transfer APPLIED METEOROLOGICAL SERVICES: Hurricane ForecastSupport Probable MaximumPrecipitation (PMP)Studies Climate Studies Forensic Meteorology/Expert Testimony Specialized Forecasting Meteorology Monitoring Data Retrieval Radar-Derived Rainfall Estimates AIR QUALITY SERVICES: Ambient Monitoring Meteorology Monitoring Tracer Studies NAWC Ads Take a look at our ads!

//cdn.embedly.com/widgets/platform.js

Questo è il sito di una società americana che opera il cloud seeding civile ed illustra chiaramente a cosa ci si riferisce con cloud seeding civile ed i servizi praticati:

Aumento delle precipitazioni nevose e delle precipitazioni
Nebulizzazione / Dissipazione della nebbia
Studi di fattibilità / progettazione / valutazione
Fisica delle nuvole disperse nell’aria e studi sui tracer
Attrezzature per trasferimento tecnologico / semina
Modifiche dell’aeromobile e certificazioni FAA statunitensi
Aumento delle precipitazioni nevose e delle precipitazioni
I consulenti meteorologici nordamericani hanno condotto più di 200 progetti di modifica del tempo che coinvolgono nevicate o aumenti delle precipitazioni in tutto il mondo dal 1950. Questi programmi sono stati progettati per aumentare le precipitazioni naturali o le nevicate in un’area target selezionata utilizzando agenti di seeding delle nuvole per aumentare l’efficienza del processo di precipitazione naturale. L’agente di semina più comune è costituito da particelle microscopiche di ioduro d’argento. Queste particelle di ioduro d’argento sono disperse dal suolo o dagli aerei. Abbiamo anche esperienza nell’uso di materiali di semina meno comuni per applicazioni specializzate. I tipici aumenti delle precipitazioni dai programmi variano dal 10 al 15 percento (nelle zone a clima freddo invernale) al 20-25 percento (in più regioni tropicali marittime) rispetto a ciò che sarebbe accaduto naturalmente. Gli utenti di questa tecnologia spaziano da distretti di irrigazione, comuni, impianti idroelettrici e aree ricreative (aree sciistiche). È disponibile un breve riassunto delle basi scientifiche per il cloud seeding QUI .

Informazioni.

Nebulizzazione / Dissipazione della nebbia
Esistono due tipi principali di nebbia: nebbia calda e fredda. Questi tipi di nebbia si differenziano per temperatura, con nebbia calda che si verifica a 32° F (0° C) o superiore e nebbia fredda a temperature inferiori a 32° F (0° C). Entrambi i tipi sono composti da goccioline d’acqua. La nebbia calda è la più comune delle due nella maggior parte del mondo, è microfisicamente stabile e difficile da modificare. La nebbia fredda, d’altra parte, è microfisicamente instabile e può essere modificata molto più facilmente tramite la semina della nebbia. Le gocce d’acqua in queste nebbie possono essere congelate con l’introduzione di un agente di semina eterogeneo come ioduro d’argento o agenti omogenei come ghiaccio secco (anidride carbonica solida) o propano liquefatto. Queste tecniche di semina sono comunemente note come “schiarimento della nebbia” o “dispersione della nebbia”. Le apparecchiature a terra possono essere utilizzate per erogare ioduro d’argento o per sfiatare propano liquefatto. Gli aerei possono essere utilizzati per far cadere nella nebbia piccole particelle di ghiaccio secco. L’applicazione tipica di questa tecnologia è quella di migliorare la visibilità in prossimità degli aeroporti.

Un altro metodo per la riduzione della nebbia super raffreddata prevede l’introduzione di anidride carbonica liquida nella nebbia da terra. L’anidride carbonica liquida può essere dispersa nella nebbia spostando i veicoli, in una quantità sufficiente a ridurre la nebbia super raffreddata. Il metodo ha un potenziale valore nelle attività in cui la scarsa visibilità a causa della presenza di nebbia raffreddata è un fattore vincolante (ad esempio le operazioni aeroportuali invernali). Vi preghiamo di contattarci per ulteriori informazioni.

Studi di fattibilità / progettazione / valutazione
North American Weather Consultants non solo conduce programmi operativi di seeding di cloud, ma è stato anche intimamente coinvolto in numerosi programmi di seeding di cloud orientati alla ricerca dalla metà degli anni ’50. Questa esperienza operativa e di ricerca combinata ci consente di valutare la fattibilità di condurre un programma di seeding delle nuvole per nevicate o aumenti delle precipitazioni in una determinata area, progettare un programma efficace e un metodo di valutazione se un programma sembra essere fattibile, e valutare l’efficacia della seeding delle nuvole programmi.

Fisica delle nuvole disperse nell’aria e studi sui tracer
Le osservazioni sopra la superficie della terra sono spesso di interesse per una varietà di utenti. Negli studi meteorologici e nella ricerca sulle modifiche meteorologiche, i consulenti meteorologici nordamericani hanno utilizzato gli aeromobili per ottenere misurazioni all’interno delle nuvole, tra cui temperatura, punto di rugiada, contenuto d’acqua, concentrazione di particelle di ghiaccio, direzione e velocità del vento. Inoltre, un tracciante atmosferico, ad esempio esafluoruro di zolfo, può essere rilasciato da una posizione terrestre o aerea, quindi seguito da un aereo dotato di uno speciale analizzatore in tempo reale in grado di rilevare minime concentrazioni di esafluoruro di zolfo sottovento per decine di chilometri dal fonte.

Queste osservazioni aerotrasportate possono essere utilizzate per valutare il potenziale di semina di diverse forme nuvolose che interessano una determinata area. L’uso di un tracciante atmosferico rilasciato sopravento di queste forme di nuvole può essere usato per valutare l’efficacia delle diverse posizioni di semina. Sono state inoltre condotte misurazioni del tracciante aerotrasportato per affrontare i problemi di qualità dell’aria e di dispersione degli inquinanti, in un contesto di aria ambiente e nei punti di tracciamento / sorgenti della struttura.

Attrezzature per trasferimento tecnologico / semina
I programmi di seeding cloud possono essere progettati per soddisfare specifiche condizioni meteorologiche e le esigenze dei clienti. Il personale qualificato del cliente può lavorare con il nostro personale imparando le tecniche di seeding del cloud. Dato l’addestramento incrociato adeguato del personale, il personale del cliente può acquisire le competenze necessarie che alla fine consentiranno loro di assumersi la responsabilità permanente di condurre un programma di seeding cloud di successo.

Negli anni di coinvolgimento nella conduzione di programmi di seeding cloud, abbiamo sviluppato e installato una varietà di apparecchiature specializzate e software per computer. Gli esempi includono generatori di ioduro d’argento a terra manuali o controllati a distanza e distributori pirotecnici di ioduro d’argento dispersi nell’aria. Le attrezzature possono essere progettate e fabbricate per i clienti che desiderano acquisire attrezzature per condurre programmi gestiti dal loro personale o sotto contratto con i consulenti meteorologici nordamericani. 

Pubblicazioni relative alla modifica del tempo 
Mappa dei progetti operativi di cloud seeding NAWC negli Stati Uniti occidentali (1950-2014) Ulteriori informazioni su seeding cloud e modifica del tempo sono disponibili sui seguenti siti Web:
Divisione Utah delle risorse idriche – Cloud Seeding ProgramsAssociazione di modifica del tempo Pagina di semina del cloud del Desert Research Institute Ulteriori pubblicazioni sul cloud seeding sono disponibili presso la Weather Modification Association in questa pagina: Weathermod.org/publications
North American Weather Consultants


Il seeding di nuvole (noto anche come modifica del tempo)   è il trattamento deliberato di determinate nuvole o sistemi cloud con l’intento di influenzare il processo (i) di precipitazione (e) all’interno di tali nuvole.   L’applicazione di questa tecnologia sta aumentando in tutto il mondo.   Questa pagina affronta alcune domande chiave relative al cloud seeding e ai suoi usi pratici. I riferimenti sono forniti alla fine di questo documento, codificati in numeri alla fine degli argomenti evidenziati. Un breve riassunto delle basi scientifiche per il cloud seeding è disponibile qui.

Quando è iniziata l’ applicazione della moderna tecnologia di seeding cloud?

Tentativi di modificare il tempo sono stati condotti per secoli.   Tuttavia, la moderna semina delle nuvole risale alla fine degli anni ’40, scaturita da una scoperta presso i laboratori della General Electric di Schenectady, New York nel 1946.   La capacità dei trucioli di ghiaccio secco di convertire le goccioline di acqua super raffreddata (quelle esistenti come acqua a temperature più fredde del congelamento) ai cristalli di ghiaccio è stato osservato durante lo svolgimento di un esperimento non correlato.   La successiva considerazione di tali osservazioni ha portato a una serie di prove di laboratorio che hanno dimostrato le proprietà nucleante di vari materiali in determinate condizioni di nuvola fredda .   Seguirono presto esperimenti nell’atmosfera e circa 1950 iniziarono i programmi operativi di cloud seeding.

            Riferimento: 1, 2.

Quali sono le applicazioni più comuni della tecnologia di cloud seeding?

Gli effetti previsti più comuni della semina delle nuvole includono aumento delle precipitazioni (pioggia e / o neve), dispersione della nebbia (miglioramento della visibilità) e soppressione della grandine.   Di questi, la maggior parte dei progetti operativi si concentra sull’aumento delle precipitazioni.

            Riferimento: 1, 2.

Il cloud seeding è efficace?

Prove condotte da vari ricercatori in condizioni di laboratorio hanno documentato gli effetti dei materiali di semina delle nuvole.   Numerosi esperimenti scientifici sono stati condotti per studiare / dimostrare gli effetti prodotti dalla semina delle nuvole nell’atmosfera su vari tipi di nuvole in una varietà di regioni climatiche.   Sono state fatte valutazioni (generalmente statistiche) di molti programmi operativi.   I risultati di molti di questi sforzi sono stati pubblicati nella letteratura scientifica e nelle riviste di settore

Riassumendo le prove collettive dei vari studi e progetti operativi, le dichiarazioni di capacità sono state pubblicate dalla Weather Modification Association, dalla American Meteorological Society e dalla World Meteorological Organization.   Per quanto riguarda l’aumento delle precipitazioni, l’entità accettabile dell’aumento che ci si aspetta da programmi ben progettati e adeguatamente condotti varia dal 5% al ​​20% per le precipitazioni invernali nelle regioni continentali e dal 5% al ​​30% per le aree costiere.    Per l’aumento delle precipitazioni durante la stagione calda, esperimenti a nuvola singola hanno indicato aumenti fino al 100%.   Gli aumenti dell’area su un’area del progetto variano con la frequenza di occorrenza e la copertura spaziale di adeguati sistemi cloud, oltre alla capacità di trattare tutte le nuvole favorevoli.   L’efficacia della soppressione della grandine, sulla base dei dati sulla grandine superficiale, è stimata in una riduzione del 20-50%.

            Riferimento: 3.

Chi svolge le attività di seeding delle nuvole?

La grande maggioranza dei progetti di cloud seeding è condotta da una manciata di società commerciali altamente specializzate, che lavorano sotto contratto con una varietà di sponsor.   Alcune agenzie idriche e società di generazione di energia idroelettrica conducono i propri programmi.   I ricercatori continuano a condurre prove occasionali nell’ambito di progetti sperimentali attentamente progettati e controllati, cercando di comprendere meglio i vari effetti in-cloud del cloud seeding e di affinare le stime quantitative dell’efficacia del seeding cloud. 

Ci sono anche (e sopratutto) progetti militari per la modifica del meteo sul campo di battaglia:

Il tempo come moltiplicatore di forza – Possedere il tempo nel 2025

https://www.scribd.com/doc/260467613/Weather-as-a-Force-Multiplier-Owning-the-Weather-in-2025


Descrizione: 2025 è uno studio progettato per conformarsi a una direttiva del capo dello staff dell’Aeronautica per esaminare i concetti, le capacità e le tecnologie che gli Stati Uniti richiederanno per rimanere la forza aerea e spaziale dominante in futuro. Presentato il 17 giugno 1996, questo rapporto è stato prodotto nell’ambiente scolastico del Dipartimento della Difesa della libertà accademica e nell’interesse di avanzare concetti relativi alla difesa nazionale. Le opinioni espresse in questo rapporto sono quelle degli autori e non riflettono la politica ufficiale o la posizione dell’Aeronautica degli Stati Uniti, del Dipartimento della Difesa o del governo degli Stati Uniti. Questo rapporto contiene rappresentazioni immaginarie di situazioni / scenari futuri. Eventuali somiglianze con persone o eventi reali, diversi da quelli specificamente citati, sono involontari e sono solo a scopo illustrativo. Questa pubblicazione è stata esaminata dalle autorità di sicurezza e di revisione delle politiche, non è stata classificata ed è stata approvata per il rilascio pubblico.

            Riferimento: 4.

Chi sono gli sponsor più comuni dei progetti di cloud seeding?

Gli sponsor più comuni dei progetti di seeding di cloud includono agenzie idriche, comuni, operatori di impianti idroelettrici, interessi agricoli o di ranch, aeroporti e interessi ricreativi come le aree sciistiche.   Un numero crescente di sponsor sta incorporando il cloud seeding come parte integrante delle loro strategie di gestione delle risorse idriche in corso.

            Riferimento: 5.

Perché il cloud seeding è così attraente per il numero crescente di sponsor?

Il cloud seeding è una tecnologia altamente portatile e flessibile.   Non richiede la costruzione di strutture grandi, permanenti e costose, come dighe o sistemi di trasporto dell’acqua.   I progetti possono essere mobilitati rapidamente e le operazioni possono essere regolate in base alle esigenze idriche o sospese molto rapidamente se si sviluppano condizioni meteorologiche pericolose.   Laboratori completi e studi sul campo non hanno indicato impatti ambientali significativi.   Inoltre, i rapporti costi / benefici associati alla maggior parte dei progetti di seeding delle nuvole sono in genere molto favorevoli, che vanno fino a 25-30: 1, a seconda, nel caso di applicazioni con aumento delle precipitazioni, sul valore dell’acqua.

            Riferimento: 5, 6, 7.

 Quanto è ampiamente utilizzata / accettata la tecnologia di seeding cloud?

Nel corso della sua storia di 50 anni, il cloud seeding moderno ha coinvolto progetti di vario tipo in quasi 50 paesi in tutto il mondo.   Alcuni progetti individuali sono stati in funzione quasi ininterrottamente per decenni, con alcuni in corso per quasi cinquant’anni.   Man mano che le esigenze idriche aumenteranno in tutto il mondo, aumenterà anche la domanda di servizi di modifica meteorologica.   Un simile aumento della domanda avverrà nelle regioni soggette a grandine.

            Riferimento: 5, 8.

 Come si realizza il cloud seeding?

I materiali per la semina delle nuvole vengono rilasciati tramite sistemi terrestri e/o aerei (vedi foto ).   La determinazione del metodo o della combinazione di metodi più adatti per un determinato progetto si basa sulla valutazione di una varietà di fattori.   I materiali di semina vengono applicati alle nuvole (a volte mirati con molta attenzione in porzioni molto specifiche di nuvole) in modo che il materiale abbia tempo sufficiente per influenzare il processo di precipitazione, quindi l’effetto sarà focalizzato sull’area geografica prevista.

            Riferimento: 1, 4, 5.

Quali sono i materiali di semina più comunemente usati?

I materiali utilizzati nella semina delle nuvole comprendono due categorie principali, legate al tipo di processo di precipitazione coinvolto.   Una categoria comprende quelli che agiscono come agenti glaciogenici (che formano il ghiaccio), come ioduro d’argento, ghiaccio secco e propano liquido compresso o anidride carbonica, che sono appropriati nei sistemi a nuvola in cui il processo di precipitazione è principalmente freddo (più freddo del congelamento). Tra i materiali che formano il ghiaccio, il più comunemente usato è lo ioduro d’argento. La seconda categoria principale è focalizzata sui sistemi cloud in cui prevale il processo caldo (coalescenza). In tali ambienti, è possibile utilizzare materiali igroscopici (che attirano l’acqua) come sale, urea e nitrato di ammonio.         Dei materiali igroscopici, i più comunemente usati sono i sali.

            Riferimento: 5.

Come funziona il seeding di cloud freddo ?

Nella semina fredda delle nuvole. l’introduzione di un agente nucleante che forma il ghiaccio, ad esempio ioduro d’argento, nelle opportune regioni nuvolose provoca il congelamento di goccioline di acqua liquida super raffreddate.   Una volta che queste goccioline si congelano, gli embrioni di ghiaccio iniziali crescono a spese delle goccioline d’acqua che li circondano (sublimazione) e attraverso il contatto con queste goccioline d’acqua vicine (riming).   Questi embrioni, se rimangono in condizioni favorevoli di nuvole, si trasformeranno in fiocchi di neve, cadendo in superficie sotto forma di neve se le temperature superficiali sono inferiori o vicine allo zero o come gocce di pioggia a temperature superficiali più calde.  Questo processo imita la natura in cui determinate sostanze trasportate dall’aria, ad esempio particelle di terreno, hanno la capacità di agire come nuclei che formano il ghiaccio e iniziare il processo di congelamento.   Può verificarsi un effetto secondario di questo processo, in cui il congelamento delle goccioline d’acqua rilascia calore latente di fusione nella nuvola.   Questa aggiunta di calore, nelle giuste circostanze, può far crescere le nuvole trattate e durare più a lungo di quanto si sarebbe verificato naturalmente. 

Il primo processo di congelamento viene spesso definito effetto di seeding statico , aumentando l’efficienza del processo di precipitazione all’interno del volume della nube seeded.   Il secondo processo di congelamento, derivante dal rilascio di calore aggiuntivo nella nuvola, viene spesso chiamato effetto dinamico , per cui le nuvole trattate vengono rinvigorite, elaborando così più umidità.

Sebbene inizialmente si possa sviluppare l’impressione che il seeding di nuvole fredde sia strettamente appropriato alle nuvole invernali, può funzionare ugualmente bene durante l’estate quando il processo di formazione delle precipitazioni è attivo nelle parti superiori (più fredde) delle nubi cumuliformi e quantità adeguate di goccioline d’acqua raffreddate sono disponibili.

            Riferimento: 1, 2, 5.

  Come funziona il seeding cloud caldo?

La natura può produrre precipitazioni dalle nuvole più calde del gelo.   Piccole goccioline d’acqua che si formano durante la condensazione e definiscono la nuvola possono crescere mentre si scontrano tra loro all’interno della nuvola.   Questo processo è noto come collisione / coalescenza.   La semina di nuvole di questo tipo di nuvola comporta l’introduzione di ulteriori nuclei di condensa (ad esempio particelle di sale) che possono causare la condensazione di ulteriori gocce d’acqua all’interno della nuvola. Vari studi di modellistica e di ricerca hanno indicato che questo tipo di semina è efficace nelle nuvole continentali, ma inefficace nelle nuvole marittime.  

            Riferimento: 1, 2, 5.

 I materiali di semina comunemente usati comportano rischi diretti per la salute o l’ambiente?

Sono stati condotti numerosi studi dettagliati per rispondere a queste domande.   Questi sforzi hanno spaziato dal lavoro incentrato sulla chimica a ricerche ambientali ad ampio raggio.   La linea di fondo è che non sono stati osservati effetti ambientali significativi.   I materiali di semina vengono applicati in quantità molto ridotte rispetto alla dimensione delle aree geografiche interessate, quindi le concentrazioni dei materiali di semina nell’acqua piovana o nella neve sono molto basse.   Utilizzando come esempio lo ioduro d’argento (il materiale di semina più comune), la concentrazione tipica di argento nell’acqua piovana o nella neve proveniente da sistemi a nuvola seminata è inferiore a 0,1 microgrammi per litro.   Questo è molto al di sotto del servizio sanitario pubblico statunitense =s ha dichiarato una concentrazione accettabile di 50 microgrammi per litro.   Come altro esempio, la concentrazione di iodio nell’acqua piovana dalle nuvole seminate è molto al di sotto della concentrazione trovata nel comune sale iodato da tavola. 

            Riferimento: 1, 2, 5, 9.

 Il cloud seeding rapina Peter per pagare Paul?

La risposta a questa domanda comune è no, o forse si: la pioggia si può rubare.   Dell’umidità atmosferica totale che passa su qualsiasi punto, la percentuale che cade come precipitazione naturale è piuttosto piccola, in genere inferiore al 10-15%.   Gli aumenti delle precipitazioni nell’ordine del 5-30% indotti dalla semina delle nuvole producono ancora una piccola percentuale complessiva (<20%) dell’umidità totale disponibile che raggiunge il suolo.   Inoltre, specialmente quando sono presenti nuvole cumuliformi e su terreni montuosi in cui l’aria è costretta a salire, lo strato di nuvole dell’atmosfera subisce un rifornimento di umidità quasi continuo.   Le analisi dei dati di precipitazione provenienti dalle aree sottovento di numerosi progetti di seeding delle nuvole hanno indicato un aumento percentuale delle precipitazioni in piccola percentuale estendendosi fino a 100 miglia sottovento rispetto alle aree di effetto previste su progetti che avevano indicazioni di aumenti nell’area target prevista.

            Riferimento: 1, 10, 11, 12, 13.

  Le attività di seeding del cloud sono soggette a regolamentazione o controllo?

Valido per gli USA

In molte giurisdizioni, le agenzie governative sono responsabili della regolamentazione del cloud seeding nell’interesse pubblico.   Queste agenzie generalmente richiedono licenze e/o permessi per il seeding del cloud, per aiutare a garantire che i progetti siano adeguatamente progettati e che coloro che conducono tali operazioni siano adeguatamente qualificati.   Negli Stati Uniti, ad esempio, quasi i due terzi dei cinquanta stati hanno sviluppato regole e regolamenti specifici per le attività di seeding delle nuvole.   Questi gruppi regolatori generalmente mantengono anche registrazioni delle attività di seeding cloud.

            Riferimento: 5.

Quanto costa il cloud seeding?

Il costo del cloud seeding varia notevolmente, a seconda di un gran numero di fattori, quali metodi e materiali di seeding appropriati per un’applicazione specifica, la frequenza delle condizioni di semina, la dimensione dell’area di effetto prevista e la durata del progetto .   La maggior parte dei progetti di cloud seeding presenta rapporti benefici / costi favorevoli, che in alcuni casi vanno oltre 20: 1.   Le domande sui costi vengono affrontate al meglio tramite una discussione diretta con una società / consulente di seeding cloud altamente qualificata.

Cosa riserva il futuro per il cloud seeding field e i suoi sponsor? 

Poiché le esigenze idriche aumentano costantemente in tutto il mondo, aumenterà anche la domanda di servizi di modifica meteorologica.   Gli sforzi di ricerca mirati continueranno a fornire perfezionamenti incrementali alla tecnologia.   Gli sponsor godranno sempre più dei vantaggi del cloud seeding con rapporti benefici / costi molto interessanti e un numero crescente di tali sponsor incorporerà il cloud seeding come parte integrante delle loro strategie di gestione delle risorse idriche in corso.

                  Riferimenti

                  1.          Dennis, AS, 1980: modifica del tempo mediante Cloud Seeding.   Academic Press,   New York.

2.          Hess, WN, 1974: modifica del tempo e del clima.   John Wiley & Sons, New   York. 

3. Associazione per la modifica del tempo, 1992: Dichiarazione sulla capacità di modifica del tempo. Journal of Weather Modification, vol. 24, n . 1.               

4.          Associazione per la modifica del tempo, 1997: alcuni fatti sulla semina delle nuvole.   Fresno, California. 

5. American Society of Civil Engineers, 1995: Linee guida per il cloud seeding per aumentare le precipitazioni. Manuali e rapporti ASCE sulla pratica ingegneristica n. 81 ..            

6.          Griffith, DA e ME Solak, 1999: un programma di cloud seeding per migliorare la produzione di energia idroelettrica dal drenaggio di El Cajon, Honduras.   Settima    conferenza sulla modifica del tempo, Chiang Mai, Tailandia, 17-22 febbraio 1999. 

7.          Stauffer, NE e K.   Williams, 2000: Utah Cloud Seeding Program, aumento del deflusso / analisi dei costi.   Rapporto tecnico, Dipartimento delle risorse naturali dello Utah,   divisione delle risorse idriche. 

8.          Comitato consultivo per la modifica delle condizioni meteorologiche, 1978: la gestione delle risorse meteorologiche .   Rapporto al segretario al commercio, 2 volumi. 

9.          Klien, DA, 1978: Impatti ambientali degli agenti artificiali di dissodamento del ghiaccio.   Dowden, Hutchinson & Ross, Inc., Stronsburg, Pennsylvania. 

               10.          Brown, KJ, RD Elliot e MW Edelstein, 1978: Transazioni di effetti sull’area totale della modifica del tempo.   Riferisci alla National Science Foundation in un seminario che si terrà dall’8 al 12 agosto 1977 a Fort Collins, Colorado. 

               11.          Brown, KJ, RD Elliott e JR Thompson, 1974: The Seeding of Conveection Bands.   Quarta conferenza AMS sulla modifica del tempo, Ft. Lauderdale, Florida, 18-21 novembre 1974.

               12.          Long, AB, 2001: Review of Persistence Effects of Silver Iodide Cloud Seeding. Journal of Weather Modification, vol. 33, n . 1.       

               13.          Solak, ME, DP Yorty e DA Griffith, 2003: Stime degli effetti di semina di nuvole sottovento nello Utah. Journal of Weather Modification, vol. 35, n . 1.       

http://www.nawcinc.com/index.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: