Programmi di modifica clandestini – Avvelenamento da metalli pesanti e lesioni cerebrali


Questo documento è un po’ datato. Ho dovuto ricostruire i link in quanto dei siti risultano chiusi e quindi non raggiungibili. La fortuna è che c’è una rete di attivisti e stiti internet dedicati a questo spinoso e ultra decennale problema, che lo hanno salvato e pubblicato. L’articolo descrive quanto succedeva un decennio fa in USA e Canada ma l’atmosfera non ha confini politici, l’aria permea l’intero pianeta e quindi tutti ne respiriamo i veleni in essa contenuti. L’Europa non è da meno, anzi in questo ultimo decennio abbiamo tutti visto (quelli che si sono preoccupati di guardare il cielo) come siano aumentate le operazioni di geoingegneria clandestina e di conseguenza l’inquinamento da nano particolati metallici. Ho aggiunto anche dei link dove necessitava un approfondimento aggiornato e dove trovare i libri citati. L’articolo originale in lingua inglese è conservato nella sezione documenti del sito geoengineeringwatch. Buona lettura.

7 maggio 2010

© A cura della dott.ssa Ilya Sandra Perlingieri

Da decenni sappiamo che i metalli pesanti e le sostanze chimiche possono causare gravi danni fisici. Tornando a “Silent Spring” di Rachel Carson, abbiamo conosciuto e siamo stati ampiamente avvertiti delle gravi conseguenze dell’uso o dell’esposizione a questi veleni nelle nostre attività quotidiane. Migliaia di questi sono agenti cancerogeni ben documentati.

Basandoci sulla ricerca innovativa di Carson, sappiamo anche che alcuni tipi di sostanze chimiche possono e distruggono l’intero sistema immunitario umano [e di altri animali]. A partire da 30 anni, i ricercatori stavano studiando ciò che divenne noto come sostanze chimiche che alterano l’ormone [endocrino] e come stavano influenzando le rane [che a volte avevano cinque zampe o caratteristiche ermafrodite], altri animali acquatici e mammiferi. Questi animali erano i canarini proverbiali nella miniera di carbone. In un altro libro pionieristico, “Il nostro futuro rubato”, gli autori Dr. Theo Colburn, Dianne Dumanoski e John Peterson Myers dimostrano chiaramente che 1 + 1 sostanze chimiche che alterano l’ormone non erano uguali a 2. Piuttosto, in un incubo di proporzioni matematiche, questi veleni ha agito in sinergia; e 1 + 1 potrebbe essere pari a 1.600 volte la dose originale. Inoltre, siamo regolarmente esposti a oltre 100.000 sostanze chimiche. Molte di loro non sono mai stati testate per la sicurezza umana. Quindi, quasi nulla è stato fatto per ridurre l’esposizione umana a una miriade di sostanze chimiche pericolose. In effetti, nell’ultimo decennio, l’amministrazione Bush ha smantellato molte leggi ambientali in vigore per 30 anni, per liberare le società dal proverbiale gancio. [Guarda cosa sta succedendo nel Golfo con la fuoriuscita di petrolio della BP.]

Sebbene queste informazioni, sui pericoli della distruzione degli ormoni, siano ora più ampiamente disponibili sui siti Internet, non sono ancora ben conosciute dalla persona media che riceve notizie principalmente dai media tradizionali. (1) La maggior parte di queste sostanze chimiche altamente tossiche sono invisibili; e, quindi, sono facilmente fuori dal nostro radar collettivo. Con l’elevato livello di stress creato dalla crisi finanziaria deliberatamente orchestrata – in cui milioni di persone hanno perso il lavoro e le case – un ambiente degradato/collassato o gravi problemi di salute non sono prioritari, in particolare se nelle notizie principali si registra ben poco. Questo scenario disastroso fa parte del quadro più ampio di ciò di cui Naomi Klein scrive nel suo libro “The Shock Doctrine”. Abbiamo così tante gravi crisi, una dopo l’altra, che è difficile tenere il passo con la routine quotidiana – solo avere il tempo di leggere e considerare le ramificazioni tossicologiche sulla salute di enormi quantità di migliaia di metalli pesanti e sostanze chimiche che hanno avvelenato la nostra intera catena alimentare e, quindi, la nostra presunta “salute”. Noi siamo in cima a questa catena alimentare distrutta.

Ora, tuttavia, esiste un altro livello molto più insidioso di tossicità che non viene affatto affrontato in nessuna delle notizie principali, controllate dalle imprese, e sta influenzando la nostra stessa sopravvivenza. Tuttavia, viene sempre più affrontato da ricercatori indipendenti che dispongono di prove a sostegno dei loro rapporti su Internet.

Per più di un decennio, prima gli Stati Uniti e poi i cittadini canadesi sono stati sottoposti a un attacco di aerosol di 24/7/365 giorni sulle nostre teste a causa di una miscela tossica di metalli pesanti velenosi, sostanze chimiche e altri ingredienti pericolosi. Niente di tutto ciò è stato riportato da alcun media mainstream. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti [DOD] e le forze armate hanno sistematicamente coperto tutti i nostri cieli con ciò che sono noti come Chemtrails (noto anche come geoingegneria aerosol stratosferica). (2)

Questi differiscono notevolmente dalle solite scie aeree che evaporano piuttosto rapidamente nel cielo. Le scie chimiche non si dissipano. Piuttosto, gli aerei (dotati di ugelli speciali) rilasciano “linee” di aerosol nel cielo che non evaporano. Più piani sono dispiegati, volando in parallelo (o spesso motivi a “scacchiera”) in alto; e presto il cielo è ricoperto da molte linee bianco-grigiastre [miglia e miglia lunghe, anche se questo sta cambiando]. Inizialmente, queste linee sono sottili; ma presto si espandono e, in breve tempo, si fondono insieme.

Il nostro cielo un tempo azzurro è svanito ed è stato sostituito da una foschia tossica bianco-grigiastra che si schiarisce e diminuisce notevolmente il nostro solito sole.

Aerei militari e commerciali sono coinvolti in oltre 60 operazioni segrete. L’anno scorso, quando ho attraversato il paese, ho visto un jet della United Airlines (volare sotto di noi a circa 37.000 piedi) che spruzzava un aerosol nero che attraversava il cielo per miglia e miglia. Questo programma clandestino ora include aerei a spruzzo di aerosol in Nord America, Europa, Australia e Nuova Zelanda [tutti i paesi della NATO]. Centinaia (se non migliaia) di persone hanno chiamato e scritto i propri funzionari pubblici per ottenere risposte.

Non ci sono risposte da parte di funzionari statunitensi e canadesi; o, se rispondono, le domande vengono respinte. Questo rimane un insabbiamento continuo e deliberato. Nessuno è ritenuto responsabile, mentre continuavamo ad essere avvelenati ogni giorno. Non è la prima volta, tuttavia, che i cittadini vengono utilizzati come soggetti sperimentali di laboratorio. Il governo americano e i suoi militari hanno una storia molto lunga e sordida nell’usare noi, senza consenso informato, in questo modo illegale. Come osserva Carole Pellatt:


L’esercito degli Stati Uniti ha spruzzato armi chimiche e biologiche nei test all’aria aperta sulle popolazioni civili sin dagli anni ’40. Sono chiamati “test di vulnerabilità”. Questa non è una dichiarazione controversa. I militari hanno ammesso questa pratica in molte occasioni e ci sono molti documenti da parte del governo per confermarla. Esiste anche la documentazione di rilasci intenzionali e sperimentali di radiazioni su popolazioni civili. Sfortunatamente, questa informazione tende a emergere molto tempo dopo che avrebbe potuto salvare delle vite o alleviare la sofferenza delle vittime. (3)

Nell’ultimo decennio, test indipendenti di scie chimiche in tutto il paese hanno mostrato una miscela pericolosa ed estremamente velenosa che include: bario, nano vetroresina rivestita in alluminio [noto come CHAFF], torio radioattivo, cadmio, cromo, nichel, sangue essiccato, spore di muffa , micotossine fungine gialle, dibromuro di etilene e fibre polimeriche. Il bario può essere paragonato alla tossicità dell’arsenico. (4)
Il bario è noto per influire negativamente sul cuore. L’alluminio ha una storia di dannose funzioni cerebrali. Ricercatori e laboratori indipendenti continuano a mostrare livelli fuori scala di questi veleni. Alcuni funzionari “anonimi” hanno riconosciuto questo continuo spruzzo di aerosol. (5)
Numerosi test sono stati effettuati per verificare che questi veleni siano fuori scala nella loro tossicità. Sono documentati nella nostra acqua, nel nostro suolo e nella nostra aria. Per più di 10 anni, il ricercatore Clifford Carnicom ha riferito in modo valoroso e sistematico sui vari aspetti dannosi di questi aerosol e su ciò che stanno facendo al nostro intero ambiente, così come al nostro sangue. (6) Anche vari gruppi di “sky watch” ho documentato attentamente e riferito diligentemente su questi assalti quotidiani. (7)

Con tutti questi veleni che circondano ogni nostro respiro, non è sorprendente vedere un drammatico aumento delle malattie. Esistono numerose segnalazioni sull’aumento delle morti cardiache e delle malattie respiratorie superiori (asma, bronchite cronica, cancro ai polmoni e spesso malattie croniche multiple). La tossicità delle scie chimiche ha già notevolmente influenzato il nostro deterioramento della “salute collettiva”. Il significativo aumento delle malattie cardiache e di varie malattie delle vie respiratorie superiori è stato collegato a un notevole aumento del “particolato” nella nostra aria. Questo può essere visto da alcune statistiche rivelatrici:

  1. La malattia coronarica è ora la principale causa di morte negli Stati Uniti. Secondo il CDC, nel 2006, 631.636 sono deceduti per malattie cardiache. Ciò significa che 1 su 5 americani è interessato. (8)
    In Canada, ogni sette minuti qualcuno muore di malattie cardiache. (9)
  2. Asma e malattie respiratorie superiori. Tra 100 e 150 milioni di persone soffrono di asma in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, 16,4 milioni di adulti hanno l’asma e 7 milioni di bambini lo hanno. Bronchite cronica ed enfisema: 9,8 milioni di americani sono stati diagnosticati con bronchite cronica l’anno scorso; per l’enfisema la cifra è di 3,8 milioni. (10) Totale: 37 milioni di americani afflitti.
    In Canada, 2,4 milioni sono stati diagnosticati con asma.
  3. Particolato nell’inquinamento atmosferico. Il particolato [PM] è costituito da minuscole particelle di 10 micron o meno. [1 micron ha uno spessore di circa 1/70 di un singolo capello umano.] Queste particelle possono depositarsi nella parte più profonda dei polmoni; e per un periodo di tempo, possono danneggiare la funzione polmonare. Questo tipo di inquinamento, che respiriamo quotidianamente, può e causa varie malattie delle vie respiratorie superiori, coronaropatia e invecchiamento precoce e morte. Il particolato può anche esacerbare qualsiasi malattia esistente. (11) Domande senza risposta: il particolato pericoloso agisce in modo sinergico nei corpi umani (come fanno le sostanze chimiche dannose per il sistema endocrino)? In che modo il PM colpisce milioni di persone che hanno già più malattie croniche?

Danno cerebrale

Anche con l’aumento delle malattie prevenibili, il problema che non è stato collegato o affrontato – con ciò che Clifford Carnicom chiama giustamente “crimini aerosol” – è il deterioramento della funzione cognitiva. Il nostro sistema immunitario è già sotto assedio ogni giorno; e questo ha provocato milioni (forse miliardi) di persone con non solo una malattia, ma spesso più di una. La pelle, l’organo più grande del nostro corpo, è una membrana permeabile. Ciò significa che le tossine invisibili nella nostra aria, comprese le scie chimiche e altre sostanze chimiche altamente pericolose, entrano direttamente nella nostra pelle. L’acqua piovana avvelenata (o la neve che tocca la nostra pelle) fa la stessa cosa. Quando l’aria che respiriamo è piena di un pericoloso assortimento di tossine, ad ogni respiro che facciamo, questi veleni attaccano il nostro intero sistema immunitario. Questi veleni influenzano anche il nostro cervello e, quindi, la nostra funzione cognitiva.
L’alluminio è un componente importante in questi aerosol. Sebbene sia il metallo più abbondante del nostro pianeta, il nostro corpo non ne ha bisogno biologico. Pesticide Action Network North America [PANNA] lo elenca come “tossico per l’uomo, tra cui cancerogenicità, tossicità per la riproduzione e lo sviluppo, neurotossicità e tossicità acuta”. (12) Tuttavia, l’alluminio è comunemente usato [questa è una lista molto breve] nei vaccini , deodoranti e antitraspiranti, farmaci da banco, bibite e lattine di birra [sanguisughe di alluminio dalle lattine], lievito in polvere, miscele di dolci, formaggi lavorati e altri prodotti alimentari e additivi. Nel corso degli anni, l’alluminio si accumula nel cervello, nei tessuti e, in misura minore, nelle ossa. Causa degenerazione cerebrale, disfunzione e danni dovuti al blocco e alla riduzione del flusso sanguigno e dell’ossigeno delle arterie cerebrali.
Il cervello si restringe, mentre le cellule cerebrali muoiono. Questo provoca demenza. I sintomi includono:
esplosioni emotive, paranoia, dimenticanza e perdita di memoria, incoerenza del linguaggio, irritabilità, ridotta attenzione, cambiamenti di personalità e scarsa/cattiva valutazione. Althese è in aumento, poiché più di 4 milioni di americani sono afflitti. Il deterioramento del cervello e la demenza richiedono decenni per causare danni gravi e visibili.
Alla fine, tuttavia, la demenza è fatale. “Alzheimer” viene ora utilizzato in modo errato come termine generico per tutti i tipi di demenza. Solo pochi giorni fa, la prima pagina del New York Times aveva un titolo: “Altro con Dementia Wander from Home”. (13)
Le persone afflitte da ciò che il Times definisce “Alzheimer” sono state intervistate. Una persona ha detto che “ha una diagnosi di Alzheimer”. Questo è palesemente sbagliato.
La demenza di Alzheimer può essere diagnosticata in modo accurato solo dopo la morte, quando può essere fatto un post mortem. Tuttavia, l’avvelenamento da metalli pesanti può essere diagnosticato attraverso test di laboratorio; ma questo viene fatto raramente per i controlli di base.
Ciò che non viene affrontato in questo aumento della demenza sono gli oltre 10 anni di respirazione di scie chimiche con nano fibra di vetro rivestita di alluminio. Miliardi di tonnellate sono state spruzzate su di noi.
Con tutte queste fonti di alluminio aggiunte all’aria che respiriamo ad ogni respiro, la tossicità cumulativa è molto alta. Anche negli eventi quotidiani, per chiunque presti attenzione, è ovvio che molte persone si comportano in modo strano. Sebbene possa essere considerato un resoconto “aneddotico”, ci sono milioni di persone il cui comportamento è strano. Ci sono state numerose volte proprio nell’ultimo anno in cui ho posto una domanda a qualcuno e ho ricevuto una risposta totalmente indipendente. Ci sono state esplosioni sempre più incontrollate nelle aree pubbliche: qualcuno “scatta” senza una ragione apparente. I livelli di violenza sono aumentati. Guarda tutte le sparatorie nei campus scolastici. Ci sono incidenti automobilistici più inspiegabili che non avrebbero mai dovuto accadere. In solo un giorno, qualche settimana fa, ho assistito a tre incidenti stradali che non devono essere accaduti. La notizia è piena di queste storie.

A questo peso corporeo già altamente tossico si aggiunge l’uso dell’alluminio da parte dell’esercito americano nei suoi aerosol. È utilizzato per la sua conduttività elettrica, durata e leggerezza.


Nel 1997 la US Air Force riferì di aver rilasciato “2 milioni, 6-7 once di fasci di CHAFF”. Questi sono posti da aerei militari di 15-50 miglia di lunghezza. (14) Un’altra domanda senza risposta: perché l’USAF non sta rilasciando cifre aggiornate?
Un rapporto del 2002 osserva che: “negli ultimi 25 anni, la US Navy [ha rilasciato dagli aerei] diverse centinaia di migliaia di libbre di pula alluminizzata durante le operazioni di volo su un’area di addestramento sulla Chesapeake Bay.” (15) Se la Marina ne avesse usate centinaia di migliaia di sterline proprio in questa piccola area degli Stati Uniti, cosa potrebbe essere estrapolato per il rilascio di forse miliardi di tonnellate di nano alluminio da parte di tutte le divisioni militari negli Stati Uniti e in Canada più recentemente rispetto al 2002? CHAFF è stato memorizzato che ha portato in esso. È stato rilasciato, a nostra insaputa, e aggiunto a questi aerosol? Quale danno enorme, ma invisibile, ha creato ciò per tutti noi?
Il dottor Hildegarde Staninger ha riferito l’anno scorso che “l’esposizione alle emissioni aeree di materiali nano compositi ha provocato l’inibizione della colinesterasi” (16) Il corpo umano ha tre tipi di colinesterasi: per il cervello, per il plasma (prodotto dal fegato) e rosso cellule del sangue. Alcuni pesticidi e gas nervosi (come VX, un organofosfato) inibiscono la colinesterasi. L’inibizione cronica di questo enzima (che normalmente circola nei globuli rossi), causata dalla spruzzatura di questi aerosol di Chemtrails [per modificare le condizioni meteorologiche, ma anche per l’eradicazione della zanzara e di altri insetti], provoca avvelenamento cronico. Questa esposizione provoca gravi disturbi neurologici, inclusa la paralisi nell’uomo.
In un innovativo saggio online del 2003, il Dr. Kaye Kilburn, chiede: “Perché viene ignorato il danno cerebrale chimico?” (17) Il suo articolo elenca 13 fattori nascosti che influenzano la nostra volontà di credere che sostanze chimiche pericolose influenzino il cervello. Loro includono:

  1. “È tutto nella tua testa” [il che significa che i sintomi reali sono ignorati dalla medicina allopatica].
  2. Resistenza alla vulnerabilità [gli individui e la società collettivamente non possono credere che il cervello sia a rischio].
  3. L’accettazione di farmaci da prescrizione che alterano la mente [come Paxil] che possono e influiscono sul cervello [milioni di persone assumono antidepressivi – il danno a lungo termine comporta anche il pensiero cognitivo?].
  4. Le lesioni cerebrali chimiche non sono considerate “una minaccia imminente”.
  5. Concorrenza da altre minacce gravi [che causano indifferenza o diniego];
  6. Ritardo nel riconoscere i rischi per la salute.
  7. Interessi economici [i ritardi nella tattica delle grandi società sono ben noti – il ritardo continua i profitti e ignora l’assunzione di responsabilità – Siamo tutti sacrificabili per i profitti delle aziende].
  8. Il campo della neurologia è stato lento nel considerare le cause [quanti ricercatori indipendenti sono rimasti che non hanno legami con le aziende farmaceutiche/chimiche?].

In tutte queste preziose ragioni per non affrontare questa crisi umana, quella a cui il dottor Kilburn non ha affrontato direttamente è l’assalto cronico di respirazione/assorbimento di questi miliardi di tonnellate di sostanze chimiche aerosolizzate pericolose e metalli pesanti per oltre un decennio senza che ne siamo informati consenso. Quando non si cercano o si affrontano le cause primarie, si possono incolpare altri problemi. Questo, oltre al silenzio o al rifiuto di un governo di rispondere e alla complicità dei media aziendali, crea una combinazione estremamente pericolosa che ci mette tutti a rischio grave e quotidiano. Man mano che la funzione cerebrale diminuisce e altre cose ne sono accusate, qualsiasi popolazione è più facile “controllarla”.
La ricerca del Dr. Kiburn mostra chiaramente che le sostanze chimiche influenzano e danneggiano gravemente il cervello [e, quindi, la funzione cognitiva]. Le sostanze chimiche, in particolare un assalto quotidiano di sostanze chimiche tossiche per molti anni, possono danneggiare la nostra capacità di pensare chiaramente. Anche se noi troviamo questo difficile da credere, l’evidenza è lì. Il Dr. Kilburn ha ampliato questo saggio nel primo libro per ricercare questo: “Chemical Brain Injury” (pubblicato nel 1998). Il dottor Kilburn osserva:


La conservazione del cervello rappresenta l’unica possibilità di sopravvivenza per l’umanità. Trovare in molte parti del paese e in molti singoli pazienti che la sua funzione è erosa seriamente dalle sostanze chimiche, sostanze chimiche che sono state introdotte nell’ambiente praticamente negli ultimi 50 anni, è davvero una cattiva notizia (18).

Sembra quasi incredibile che milioni/miliardi di persone possano guardare il cielo e non notare i drammatici cambiamenti che si sono verificati da ciò che è stato, ad esempio, a metà degli anni ’90. Quindi il nostro cielo era di un blu intenso e meraviglioso. Le nuvole erano un bellissimo assortimento di forme. Il sole era glorioso. Ma le persone sotto i 30 anni, potrebbero non avere un vero senso di raccoglimento nel guardare in alto ogni giorno e vedere questa magnificenza panoramica. Molti di loro sono troppo impegnati a mandare SMS o chattare sui loro telefoni cellulari. Vi sono anche altri aspetti da considerare: le persone si trovano nelle proprie zone di comfort; e la negazione è un’emozione umana molto potente. Nel trambusto (ora abbastanza fuori mano, per il tempo riflessivo), quante persone guardano il cielo? Ci vuole anche un grande coraggio, una volontà molto profonda e interna di esaminare la rotazione dei media controllata politicamente e cercare le vere risposte. Agli umani piace la loro routine normale. Per riesaminare ciò che pensiamo di sapere, basato su nuove prove, ci vuole la volontà di pensare al di fuori del proverbiale riquadro; voler scoprire la verità – non il pervasivo doppio orwelliano che pervade la nostra società. Se tutto nella nostra routine quotidiana smentisce ciò che sta realmente accadendo, richiede forza d’animo per esplorare l’ignoto, per mettere in discussione la litania.

Un’altra persona coraggiosa è il Dr. R. Michael Castle che continua ad affrontare il problema della tossicità di Chemtrails. È un noto chimico dei polimeri che è stato intervistato frequentemente e ha scritto articoli sui pericoli estremi delle scie chimiche. Il Dr. Castle ha anche scritto un documento innovativo, l’Universal Atmospher Preservation Act [UAPA]. Questo documento è in Congresso dal 2008; ma è legato in commissione. L’unico modo per far approvare questo atto legislativo fondamentale è quello di avere dei veri rappresentanti del Congresso che ci rappresentano (invece dei lobbisti corporativi). Vedere: https://anticorruptionsociety.files.wordpress.com/2010/04/the-unified-atmospheric-preservation-act.pdf

Alla luce di questi problemi, dal momento che la nostra società in collasso ha così tanti diversi livelli di inganno: la debacle finanziaria, le bugie e l’inganno del governo e della Federal Reserve, incolpano le persone per l’incubo degli alloggi/mutui, lo stato di polizia emergente, i disastri che avvolgono il nostro fragile ambiente – diventa sempre più difficile solo mantenere una routine quotidiana e sopravvivere alla depressione economica e alle sue ricadute quotidiane. I media mainstream svolgono il proprio ruolo di supporto e ci inganna. Milioni di persone, come i proverbiali lemming, si affrettano a unirsi alla fine del gruppo. Ci sono innumerevoli esempi storici di questa follia collettiva. We Homo sapiens [sic, uomini saggi?]
non ho mai imparato le lezioni di 5.000 anni di storia. Questo perché ogni nuova generazione di leader politici corrotti (spesso legati storicamente a quelli precedenti) non ha mai il reale interesse dei loro elettori come parte fondamentale della loro pratica politica.
Inoltre, non esiste un principio precauzionale in atto. (19) Non è il modo in cui funziona il gioco politico dell’inganno. La precauzione non fa parte di un’equazione che è rotta dall’inizio. Gli esseri umani sono creduloni e vogliono credere agli inganni orwelliani.
Da aggiungere a questo onere già pesante, da chiedere disinformato, anche se apparentemente “ben educato” [Cosa significa in realtà, dato che gran parte della nostra istruzione superiore ha omesso gran parte di ciò che il Prof. Peter Dale Scott chiama “eventi politici profondi” che mai entrare nei nostri libri di storia?] le persone per riconsiderare ciò che pensano di sapere cosa sta realmente succedendo – questo richiede un’enorme forza interna. Richiede profondo coraggio. La base di questo “coraggio” in realtà significa creare nuovi percorsi sinaptici nel cervello. Senza di loro, ci sentiamo spaventati, nervosi … perché quelle nuove sinapsi non sono ancora state create. Ci vogliono sforzi ripetuti e, quindi, un senso emergente di facilità, per creare queste nuove sinapsi.
Se, tuttavia, milioni di persone stanno già assumendo farmaci da prescrizione per “calmarli” [a lungo termine, che cosa sta facendo alla loro capacità di pensare chiaramente?] E, inoltre, respirano aria avvelenata con sostanze chimiche che distorcono la mente, allora quanto chiaramente (se non del tutto) qualcuno è in grado di pensare? Come può qualcuno sentirsi bene e al sicuro, se l’aria stessa che respiriamo è deliberatamente avvelenata e sta influenzando la nostra capacità di pensare in modo convincente? È già evidente che nessuno, a titolo ufficiale, è disposto a dire la verità. È come Diogene, l’antico greco, alla ricerca di un individuo sincero. Nessuno sembra avere il desiderio, il coraggio o l’autorità di fermare questo avvelenamento massiccio, perché è il piano segreto degli addetti ai lavori dell’élite a deliberatamente distruggere tutto ciò che una volta sapevamo.

Le nostre leggi BASIC sui diritti umani, costituzionali e internazionali sono semplici documenti. Questi diritti e queste leggi sono stati tutti fatti a pezzi dai responsabili. È stato fatto di nascosto. Dobbiamo organizzarci pacificamente. PEACEFULLY è la parola chiave. Se questi attacchi di aerosol su molti fronti da parte di aerei militari e commerciali possono spruzzarci su queste orribili tossine, anno dopo anno con l’impunità – contro tutte le leggi – allora è assolutamente indispensabile che organizziamo pacificamente. Come osserva Peter Dale Scott nel nuovo DVD di Jason Bermas “Invisible Empire”: dobbiamo usare Internet e i nostri pacifici poteri intellettuali per riunirci e chiudere questo incubo. È possibile farlo.

La compianta dott.ssa Ilya Sandra Perlingieri è stata autrice dell’acclamato libro “The Uterine Crisis“.

APPUNTI:

  1. Vedi: www.ourstolenfuture.org
  2. Vedi Michael J. Murphy. “Che cosa stanno spruzzando nel mondo?” 3 marzo 2010: www.countercurrents.org/murphy030310.htm; e G. Edward Griffin. “Chemtrail vs. Contrail” 14 aprile 2010: www.youtube.com/watch?v=rsWpSPBwA-w
  3. Carole Pellatt. Connessioni. “Cosa sta succedendo nell’aria? Sì, ci viene spruzzato.” 8 agosto 2007: http://homepage.mac.com/carolepellatt/yeswearebeingsprayed; e
    http://homepage.mac.com/carolepellatt/MATRIX/INDEXCHEMTRAILS.html
  4. Vedi Pesticide Action Network North America [PANNA]: http://www.pesticideinfo.org/Detail_Chemical.jsp?Rec_Id=PC41174
  5. 12 marzo 2010: https://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/ciencia_chemtrails14.htm.
    Un’interessante conferenza presso l’Università della California, San Diego [UCSD], “Aerosol atmosferici: salute, ambiente ed effetti climatici” affronta alcuni degli aumenti cardiovascolari dovuti agli “aerosol atmosferici”, ma questi accademici non usano mai la parola Chemtrails. Tuttavia, le foto satellitari che mostrano indicano chiaramente l’impatto atmosferico delle scie chimiche. Vedi: 31 gennaio 2008: UCSD: www.youtube.com/watch?v=ztHV5RF-xyw
  6. Per numerosi report dettagliati, consultare: https://carnicominstitute.org/; www.bariumblues.com; e la dott.ssa Marijah McCain.
    “Scie chimiche e tossicità del bario.” 6 aprile 2002: https://rense.com/general21/tox.htm; Scheda di sicurezza, Università dello Utah: www.chemtrails911.com/docs/bariumhealth.htm. Quest’ultimo sito web citato è molto obsoleto. Non affronta le maggiori quantità di bario ora presenti nella nostra aria.
    Informazioni aggiuntive: “La stazione di notizie locale conferma il bario nelle scie chimiche”. 10 novembre 2007: www.youtube.com/watch?v=okB-489l6MI
  7. Vedi: http://www.newyorkskywatch.com; www.californiaskywatch.com; www.arizonaskywatch.com
  8. Fatti di malattie cardiache. CENTRO PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE; www.cdc.gov/heartdisease/facts.htm
  9. https://usahitman.com/tcotmcahh/
  10. Asma. CDC: www.cdc.gov/nchs/fast ats/asthma.htm; e bronchite cronica ed enfisema: CDC: www.cdc.gov/nchs/fastats/copd.htm
  11. Rapporto di Rosalind Peterson: “Gli impatti dell’inquinamento atmosferico sulla salute”. https://it.scribd.com/document/31131803/Heavy-Metals-Poisoning-Brain-Injury-and-Clandestine-Weather-Modification-Programs
  12. PANNA: www.pesticideinfo.org/Detail_Chemical.jsp?Rec_Id=PC33881
  13. 4 maggio 2010: www.nytimes.com/2010/05/05/us/05search.html?hpw
  14. [14. Vedi: Rosalind Peterson. “Agenzie pubbliche e federali preoccupate per gli effetti potenzialmente dannosi o indesiderabili della pula sull’ambiente.” www.californiaskywatch.com/documents/htmldocs/chaff_goa_dod.htm
  15. “Effetti del rilascio della pula della Marina sui livelli di alluminio in un’area della baia di Chesapeake.” PubMed. Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti. Giugno 2002: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=12061831
  16. 7 settembre 2009: www.hildegarde-staninger.com/exposure-to-aerial-emissions-html
  17. Kaye H. Kilburn. “Perché viene ignorato il danno chimico al cervello. Riflettendo su cause e rischi.” Editoriale. Archivi di salute ambientale. 1 marzo 2003: www.mindfully.org/Health/2003/Chemical-Brain-Injury1mar03.htm
  18. www.neuro-test.com/aboutKilburn/aboutKilburn.html
  19. Dr. Ilya Sandra Perlingieri. “Crisi ambientale mondiale. Andato perduto: il principio di precauzione.” Ricerca globale. 11 febbraio 2009: www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=12268

Heavy Metals – Dr. Ilya Sandra Perlingieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: