Elefanti in salotto (6)

Spaventoso “R” Us 2: La minaccia esagerata del terrorismo

“Naturalmente la gente comune non vuole la guerra, né in Russia, né in Inghilterra, né in America, né in Germania. Questo è capito. Ma dopotutto, sono i leader del paese che determinano la politica, ed è sempre una questione semplice trascinare il popolo, che sia una democrazia, o una dittatura fascista, o un parlamento, o una dittatura comunista … Il popolo può sempre essere portato alla richiesta dei leader. Questo è facile. Tutto quello che devi fare è dire loro che sono stati attaccati e denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo e per aver esposto il paese al pericolo. Funziona allo stesso modo in qualsiasi paese.”

(Hermann Goering, 2° in comando di Hitler [1])

Il terrorismo è abbastanza spaventoso da funzionare come una minaccia esagerata da servire come scusa per la guerra. Quasi tutte le azioni violente di qualsiasi gruppo in qualsiasi parte del mondo possono essere descritte come atti di terroristi, giustificando così l’intervento militare, la vendita di armi, la repressione e la repressione degli oppositori del governo. Un commentatore ha suggerito:

“Il terrorismo è forse la migliore scusa che sia mai stata inventata per un’azione illegale del governo” [2].

L’analista dell’intelligence, Edward Snowden, (che è diventato un informatore quando ha rivelato la portata dello spionaggio dei cittadini statunitensi da parte del governo degli Stati Uniti) ha spiegato che il terrorismo è ciò che gli analisti chiamano “copertura per l’azione”. Ciò significa che convince le persone a consentire azioni governative che normalmente non consentirebbero. [3] La “guerra al terrore” è un termine propagandistico per giustificare le invasioni e il rovesciamento dei governi. Una simile “guerra” non ha una fine definibile e il mondo intero è potenzialmente il campo di battaglia [4].

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna addestrano, armano, finanziano e proteggono i terroristi

A partire dal 1979, la Central Intelligence Agency (CIA) degli Stati Uniti e l’MI6 britannico hanno lavorato con i servizi di intelligence pakistani e i finanzieri sauditi per addestrare i terroristi in Afghanistan. Il loro ruolo era quello di destabilizzare l’Afghanistan per trascinare i russi in una lunga guerra, che è stata descritta come “il Vietnam della Russia” [5]. Durante questo addestramento, le reclute non solo imparavano a combattere, ma venivano anche indottrinate nelle forme più estreme dell’Islam. Quella guerra finì un decennio dopo, quando l’Unione Sovietica crollò. Alcuni di questi combattenti sono diventati il ​​gruppo terroristico noto come al-Qaeda [6]. Molti dei terroristi coinvolti in attacchi in tutto il mondo, come l’attentato al World Trade Center nel 1993, erano veterani di questi programmi di addestramento. Nel tempo, al-Qaeda ha finanziato altri gruppi, divisi in diverse fazioni, si sono diffusi in altri paesi e si sono sviluppati in organizzazioni come l’ISIS (Stato islamico di Iraq e Siria) [7]. Questi estremisti religiosi hanno combattuto in diverse parti di (quella che era) la Jugoslavia. Prima in Bosnia, poi in Kosovo e Macedonia. Il sostegno degli Stati Uniti e della Gran Bretagna ai terroristi all’estero è continuato fino ai giorni nostri. Altri terroristi furono usati per rovesciare il governo in Libia, ei terroristi che cercavano di rovesciare il governo della Siria ricevettero armi e sostegno da Gran Bretagna e Stati Uniti.

Alcuni anni fa c’erano discussioni regolari sulla moschea di Finsbury Park a Londra, perché era associata al reclutamento di terroristi. Predicatori della moschea, come Abu Hamza e Omar Bakri, erano stati addestrati nei campi di addestramento sostenuti dalla CIA negli anni ’90. Hanno viaggiato in Asia centrale con il supporto dell’agenzia di intelligence britannica, MI6. Queste persone poi addestrano e radicalizzano gli altri, comprese le quattro persone che hanno partecipato agli attacchi del luglio 2005 al sistema di trasporto a Londra. La Gran Bretagna gestiva quello che era noto come “patto di sicurezza” [8]. Questo era un accordo informale che i predicatori estremisti sarebbero stati tollerati, a condizione che non predicavano la violenza contro la Gran Bretagna. La loro utilità nel reclutamento per guerre all’estero era considerata più importante della violenza che incitavano. Gli attacchi britannici all’Afghanistan e all’Iraq hanno posto fine a questo patto, quindi la Gran Bretagna è diventata un obiettivo. Gli attacchi terroristici in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, innescati dalle nostre politiche all’estero, sono talvolta chiamati “contraccolpo”. [9] L’attentatore che ha effettuato l’attentato a Manchester del 2017 si era precedentemente recato in Libia, per partecipare al terrorismo lì, con l’assistenza dell’agenzia di intelligence britannica MI5 [10]. L’attentatore che ha ucciso 49 persone nell’attacco del 2016 a un nightclub di Orlando ha affermato che era in risposta ai bombardamenti statunitensi in Iraq e Siria. L’ex leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, lo ha correttamente sottolineato nel 2017

“Le invasioni britanniche all’estero provocano il terrorismo in patria.”[11]

In varie occasioni l’FBI ha voluto indagare su individui che sarebbero stati successivamente coinvolti negli attacchi terroristici a New York dell’11 settembre 2001, ma gli è stato detto da altre agenzie governative statunitensi di non interrogarli [12]. I servizi di sicurezza di altri paesi hanno trovato queste politiche molto frustranti, perché gli attacchi nei loro paesi sono stati effettuati da terroristi che prima lavoravano con gli Stati Uniti, o incitati da predicatori in Gran Bretagna. L’Egitto ha denunciato la Gran Bretagna per aver protetto gli assassini coinvolti nel massacro di Luxor nel 1997. L’intelligence macedone si è lamentata del fatto che l’interferenza degli Stati Uniti fosse il più grande ostacolo nel trattare con gli estremisti nel 2001 [13].

Un esame più attento della politica statunitense rivela un’ulteriore ipocrisia sul terrorismo. L’America ha effettivamente fornito un rifugio sicuro per un gran numero di terroristi internazionali per molti anni perché quegli stessi individui hanno eseguito gli ordini della CIA in altri paesi. La Florida è stata descritta come la casa di riposo preferita da assassini di massa, torturatori e assassini di Cuba, Guatemala, El Salvador, Haiti, Cile, Argentina, Honduras, Somalia, Indonesia, Iran e Vietnam del Sud. Ciò include gli esiliati cubani, Luis Posada Cariles e Orlando Bosch, che fecero saltare in aria un aereo di linea cubano nel 1976 e uccisero 73 persone. I documenti indicano che le agenzie di intelligence statunitensi sapevano che un simile attacco era stato pianificato, ma non hanno informato le autorità cubane. Molti altri terroristi sono stati trasferiti in paesi alternativi, noti come rifugi sicuri, dove è improbabile che vengano mai accusati dei loro crimini [14].

Terrorismo sponsorizzato dallo stato: i governi sono i terroristi più pericolosi

Il terrorismo è l’uso della violenza e della paura per raggiungere obiettivi politici. Molte invasioni statunitensi e crimini della CIA, discussi in post precedenti, coinvolgevano estrema violenza, avevano lo scopo di creare paura e avevano lo scopo di raggiungere obiettivi politici, e quindi dovrebbero essere etichettati come terrorismo. Quando il governo degli Stati Uniti ha descritto la propria strategia in Iraq come “shock e timore reverenziale”, ha chiarito che la sua intenzione era terrorizzare la popolazione irachena [15]. In altre parole, la guerra moderna è semplicemente terrorismo portato avanti dai governi. Nonostante ciò, i termini “terrore di stato” e “terrorismo sponsorizzato dallo stato” appaiono raramente nei media per descrivere la violenza dei governi occidentali.

I governi cercano di distinguere la loro violenza dal terrorismo dicendo che non prendono deliberatamente di mira i civili. Questa è propaganda, perché i governi interessati sanno che molte delle loro azioni porteranno inevitabilmente a un numero enorme di morti tra i civili. Come ha osservato un commentatore, dal punto di vista di un civile che viene fatto saltare in aria: “c’è poca differenza morale tra un attentatore furtivo e un attentatore suicida. Entrambi uccidono persone innocenti per ragioni politiche ”[16].

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno stretti legami con alcuni dei regimi più repressivi del mondo (alcuni dei quali discussi in post precedenti). Forniscono supporto a questi governi al fine di mantenere il controllo del commercio e delle risorse. Ogni volta che il governo statunitense o britannico fornisce armi, addestramento militare, finanziamenti o altra assistenza a un regime repressivo, come l’Arabia Saudita, contribuisce a creare circostanze in cui la popolazione repressa incolperà correttamente gli Stati Uniti e la Gran Bretagna e potrebbe reagire [17]. Questi governi impopolari commettono spesso terrorismo di stato contro le loro stesse popolazioni. Uno studio che ha analizzato le motivazioni degli attentatori suicidi ha concluso che sono rivolti in modo schiacciante agli occupanti stranieri (come i soldati statunitensi), e che quando gli occupanti se ne vanno, gli attacchi suicidi tendono a cessare [18].

Ai governi piace esagerare una minaccia …

In Gran Bretagna siamo stati ripetutamente avvertiti che c’erano fino a 2.000 terroristi nel Regno Unito pronti a colpire in qualsiasi momento, ma dal 2005 ci sono stati solo una manciata di incidenti e un piccolo numero di procedimenti giudiziari riusciti. In effetti, la minaccia statistica del terrorismo per le persone negli Stati Uniti o in Gran Bretagna è minima. I calcoli per gli Stati Uniti mostrano che è più probabile che tu anneghi nella vasca da bagno che essere ucciso da un terrorista [19]. Nel 2005 l’FBI ha ammesso di non aver identificato una singola cellula dormiente di al-Qaeda in tutti gli Stati Uniti [20]. Il direttore della pubblica accusa ha dichiarato apertamente che “non c’è guerra al terrorismo nel Regno Unito” [21]. Nel 2009 la CIA ha ammesso che il numero totale di al-Qaeda sia in Afghanistan che in Pakistan era inferiore a 100 [22]. Il numero di terroristi che operano all’estero è aumentato drammaticamente nell’ultimo decennio, poiché gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno riversato armi in Medio Oriente per destabilizzare più paesi e rovesciare i governi.

… per giustificare i crimini di stato

La gente comune ha lottato per centinaia di anni per sviluppare leggi che ci proteggessero dai governi corrotti, ma la presunta repressione del terrorismo offre al governo l’opportunità di creare leggi oppressive a casa. Il governo degli Stati Uniti ha manipolato il sistema legale dal 2001 in modo che possa svolgere attività che sono, o dovrebbero essere, illegali. Ciò include la sorveglianza segreta non regolamentata dai tribunali, l’arresto senza processo e la detenzione a tempo indeterminato [23]. L’ex presidente Bush ha effettivamente legalizzato la tortura e il rapimento da parte dello Stato. Alle agenzie di intelligence sono stati conferiti poteri speciali, le libertà delle persone sono state limitate senza che si sia verificato alcun crimine e ora i tribunali utilizzano prove segrete. Le leggi degli Stati Uniti metterebbero tutto il potere del governo nelle mani del presidente in caso di emergenza catastrofica [24].

Amnesty International ha pubblicato un rapporto nel 2017 in cui spiega che i paesi europei hanno:

“superato una serie di leggi sproporzionate e discriminatorie … eroso lo stato di diritto, poteri esecutivi rafforzati, rimosso i controlli giudiziari, limitato la libertà di espressione ed esposto tutti alla sorveglianza governativa incontrollata … smantellare le protezioni dei diritti umani conquistate a fatica … … i governi dell’UE stanno usando misure antiterrorismo per consolidare poteri draconiani … e spogliare i diritti umani con il pretesto di difenderli. Siamo in pericolo di creare società in cui la libertà diventa l’eccezione e teme la regola.”[25]

I governi statunitense e britannico hanno cercato di convincerci che ci sono un numero enorme di fanatici in tutto il mondo che hanno credenze diverse e che vogliono massacrare chiunque non sia d’accordo con loro. La verità è che il numero di persone che pensano in questo modo è piccolo. Ci sono sempre state alcune persone con convinzioni estremiste, ma è improbabile che queste poche persone rappresentino una seria minaccia a meno che non abbiano il sostegno della popolazione. Se continuiamo con le nostre politiche esistenti, in cui invadiamo altri paesi per il petrolio e sosteniamo regimi repressivi, portando alla morte di un gran numero di persone, il numero di coloro che ci odiano crescerà e il terrorismo continuerà. Se vogliamo seriamente porre fine al terrorismo, sono necessari i seguenti passaggi: [26]

  • Smettila di invadere altri paesi e di commettere atti terroristici
  • Smetti di sostenere altre nazioni che commettono atti terroristici e reprimono le loro popolazioni
  • Smetti di addestrare, finanziare, armare e ospitare terroristi
  • Affronta i terroristi come normali criminali
  • Partecipa alle lamentele delle persone ovunque

Come ha notato un commentatore:

“L’ironia della ‘guerra al terrorismo’ è che gli Stati Uniti possono vincerla solo quando finalmente smetteranno di combatterla”[27].

Punti chiave
  • Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno addestrato, armato e finanziato terroristi per rovesciare i governi stranieri.
  • La maggior parte del terrore è terrorismo di stato, portato avanti dai governi. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna commettono atti terroristici e sostengono i leader che commettono terrore di stato contro le loro popolazioni
  • L’espressione “guerra al terrore” è propaganda per giustificare i crimini statunitensi e britannici.
  • La minaccia del terrorismo in Gran Bretagna e negli Stati Uniti è esagerata.
Ulteriori letture

References

[1] Gustave Gilbert, Nuremberg Diary, cited at
www.snopes.com/quotes/goering.htm

[2] Susan George, ‘Responses to the Table of Free Voices Event’, December 2006, at https://www.tni.org/my/node/11360

[3] Edward Snowden, ‘How We Take Back The Internet’, 22.09, TED2014, 18 Mar 2014, at

[4] David Swanson, War is a Lie, p.215, 2011
https://www.goodreads.com/book/show/9739401-war-is-a-lie
https://davidswanson.org/warisalie/

[5] Former CIA director Robert Gates and US National Security Advisor Zbigniew Brzezinski have admitted to the US role in funding religious extremist terrorism in Afghanistan, at
https://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Cyclone

[6] Michael Chossudovsky, ‘“Revealing The Lies” on 9/11 Perpetuates the Big Lie’, May 27, 2004, at
www.globalresearch.ca/articles/CHO405E.html

[7] Daniel L. Byman, ‘Comparing al-Qaeda and ISIS: Different Goals, Different Targets’, 29 April 2015, at
https://www.brookings.edu/testimonies/comparing-al-qaeda-and-isis-different-goals-different-targets/

[8] Mark Curtis, Secret Affairs: Britain’s Collusion with Radical Islam, excerpt at
http://markcurtis.info/2016/10/05/londonistan-britains-green-light-to-terrorism/

[9] Chalmers Johnson, Blowback: The costs and consequences of American Empire
https://www.goodreads.com/book/show/40709.Blowback

[10] Mark Curtis and Nafeez Ahmed, ‘The Manchester Bombing as Blowback: The latest evidence’, 3 June 2017, at
http://markcurtis.info/2017/06/03/the-manchester-bombing-as-blowback-the-latest-evidence/

[11] Jeremy Corbyn, cited in Craig Murray, ‘That Leaked Labour Party Report’, 20 April 2020,
https://www.craigmurray.org.uk/archives/2020/04/that-leaked-labour-party-report/

[12] Nafeez Mossadeq Ahmed, The War On Truth: 9/11, Disinformation, and the Anatomy of Terrorism’, 2005
https://www.goodreads.com/book/show/201510.The_War_on_Truth

[13] Nafeez Mosaddeq Ahmed, The War On Truth, pp.42–45
https://www.goodreads.com/book/show/201510.The_War_on_Truth
Nafeez Mosaddeq Ahmed, The London Bombings: An Independent Inquiry, 2006
https://www.goodreads.com/book/show/890947.The_London_Bombings

[14] William Blum, Rogue State, 2000, pp.106–116
https://williamblum.org/books/rogue-state/
‘Luis Posada Carriles, The Declassified Record’, National Security Archive Electronic Briefing Book №153, May 10, 2005, at
http://www.gwu.edu/~nsarchiv/NSAEBB/NSAEBB153/index.htm

[15] Derek Gregory, The Colonial Present, 2004, p.198
https://www.goodreads.com/book/show/293534.The_Colonial_Present

[16] Expression usually attributed to Tony Benn, Question Time, 22 March 2007, BBC,
http://en.wikiquote.org/wiki/Tony_Benn

[17] Dale Watson, ‘The Terrorist Threat Confronting The United States’, congressional testimony of Dale L. Watson, Feb 6, 2002, at
https://archives.fbi.gov/archives/news/testimony/the-terrorist-threat-confronting-the-united-states

[18] Robert Pape, Dying To Win: The Strategic Logic of Suicide Terrorism, 2005, at
https://en.wikipedia.org/wiki/Dying_to_Win

[19] John Mueller, ‘Reacting To Terrorism: Probabilities, Consequences and the Persistence of Fear’, 6 March 2007, at
https://www.researchgate.net/publication/228400183_Reacting_to_Terrorism_Probabilities_Consequences_and_the_Persistence_of_Fear

[20] Sherwood Ross, ‘Is the terrorist threat another Bush-Cheney fabrication?’, Sept 16, 2007, at
www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=6793

[21] Ken Macdonald, cited in Clare Dyer, ‘There is no war on terror in the UK, says DPP’, Guardian, Jan 24, 2007, at
https://www.theguardian.com/politics/2007/jan/24/uk.terrorism

[22] Richard Esposito, Matthew Cole, Brian Ross, ‘President Obama’s Secret: Only 100 Al Qaeda Now in Afghanistan’, at
http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=16389
IISS (International Institute of Strategic Studies) report, 2010, stating that the al-qaeda threat had been exaggerated, discussed at
http://www.guardian.co.uk/world/2010/sep/07/al-qaida-taliban-threat-afghanistan

[28] Phyllis Bennis, ‘And the name for our profits is democracy’, in Achin Vanaik, (ed.) Selling US Wars, 2007, p.228
https://www.tni.org/files/bio_long/Nick%20Buxton/phyllis%20long%20bio_0.pdf

[19] Marjorie Cohn, ‘The Unitary King George’, 1 June, 2007, at www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=5853

[25] Amnesty, ‘EU: Orwellian counter-terrorism laws stripping rights under guise of defending them’, 17 Jan 2017, at
https://www.amnesty.org/en/latest/news/2017/01/eu-orwellian-counter-terrorism-laws-stripping-rights-under-guise-of-defending-them/

[xxvi] Noam Chomsky, ‘“The evil scourge of terrorism”: reality, construction, remedy’, 23 March 2010, at
http://www.chomsky.info/talks/20100323.htm

[27] ‘Jemima Khan: The things you say sound great Mr. President, so why do you end up disappointing us?’ Independent, June 25, 2011, at
https://www.independent.co.uk/voices/commentators/jemima-khan-the-things-you-say-sound-great-mr-president-so-why-do-you-end-up-disappointing-us-2302561.html

FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: