Elefanti in salotto (21)

Il capitalismo realmente esistente è capitalismo clientelare

“Noi banchieri stranieri siamo a favore del libero mercato quando vogliamo fare soldi e crediamo nello stato quando stiamo per perdere un dollaro”. (Banchiere straniero anonimo[1])

Il successo delle economie miste

Una discussione completa su come si sono sviluppati i paesi ricchi richiederebbe un intero libro, quindi evidenzierò semplicemente alcuni principi di base. Le nazioni avanzate del mondo hanno raggiunto il loro attuale livello di sviluppo utilizzando quella che è nota come economia mista. Questo ha tre parti principali. In primo luogo, enormi investimenti da parte del governo nei servizi pubblici, come l’istruzione, la sanità e gli ammortizzatori sociali. In secondo luogo, un sistema commerciale, in cui le imprese private vendono beni e servizi tra loro, al pubblico e al governo. Terzo, il sostegno del governo alle grandi imprese. Questo post si concentrerà su questa terza parte. I media mainstream tendono a concentrarsi sul ruolo delle imprese private nella creazione di ricchezza, minimizzando le altre due parti. Questa è propaganda. Come vedremo, il ruolo del governo è cruciale.

C’è un motivo in più per il successo delle nazioni avanzate. Cioè, il loro ruolo nel “rubare” ai paesi poveri. Questo è discusso nei post successivi.

I più grandi scrocconi del welfare sono i grandi affari

Un sussidio è quando un governo fornisce assistenza a un’impresa. Questo può assumere molte forme. Dare a un’azienda una riduzione delle tasse è un sussidio. Se un governo non addebita le tasse sul carburante per l’aviazione, si tratta di un sussidio all’industria del trasporto aereo. Gli acquisti di armi da parte del governo sovvenzionano molte industrie high-tech. Inviare i tuoi soldati per proteggere gli oleodotti è un sussidio all’industria petrolifera. Quando i governi statunitense e britannico prestano denaro ai paesi poveri e insistono sul fatto che deve essere speso in esportazioni da società statunitensi o britanniche, questo è un sussidio a quelle società. La spesa pubblica per la ricerca che porta a prodotti redditizi venduti da società private è un enorme sussidio. I governi dei paesi ricchi hanno sovvenzionato quasi tutte le principali società ad un certo punto.[2]

Si stima che il governo degli Stati Uniti spenda ogni anno almeno 800 miliardi di dollari per sovvenzionare le più grandi società statunitensi.[3] Ha contribuito a finanziare lo sviluppo dei settori aerospaziale, biotecnologico, nucleare, elettronico, sintetico, comunicazioni spaziali, esplorazione mineraria, informatica e molti altri settori. Il governo, e quindi il contribuente, copre gran parte dei costi e si assume molti dei rischi, quindi consegna i profitti a società private. Molti dei beneficiari di questi sussidi dominano i loro settori, realizzano grandi profitti e pagano grandi somme agli azionisti e ai dirigenti. Le società americane di petrolio, gas e miniere sono tra le più redditizie al mondo, eppure ricevono agevolazioni fiscali e altri sussidi per miliardi di dollari. Le grandi aziende agricole, in particolare riso, grano, mais, cotone e soia, ricevono alcuni dei maggiori sussidi, per un totale di circa 30 miliardi di dollari all’anno negli Stati Uniti. Un decimo delle aziende agricole, di solito le più grandi, riceve i tre quarti dei sussidi. Allo stesso modo, studi sull’agricoltura europea mostrano che la maggior parte dei sussidi va a un piccolo numero delle aziende più grandi.[4]

In Gran Bretagna, un rapporto del 2013 intitolato “The Great Train Robbery”[5] ha mostrato come le compagnie ferroviarie private prendessero grossi sussidi dal governo e pagassero somme sostanziali a dirigenti e azionisti. Il miliardario, Richard Branson, ha ricevuto quasi 3 miliardi di sterline in sussidi per la West Coast Line tra il 1997 e il 2012. Gli azionisti hanno ricevuto oltre 500 milioni di sterline in dividendi. Senza i sussidi, le aziende avrebbero perso denaro. In realtà ci sono ulteriori sussidi nascosti, che ammontano a 30 miliardi di sterline per tutte le compagnie ferroviarie.

Le nazioni più avanzate hanno sistemi simili di sostegno del governo per le grandi imprese. Lo abbiamo visto nel settore bancario, dove le banche di molti paesi sono state salvate dai loro governi nel 2008 perché il sistema finanziario rischiava di collassare, e alcune delle più grandi società rischiavano di fallire a causa del loro gioco d’azzardo e delle attività fraudolente nel pochi anni precedenti. È come una polizza assicurativa del valore di oltre $ 40 miliardi all’anno negli Stati Uniti (forse molto di più), che consente alle banche di assumersi rischi estremi, sapendo che qualcun altro la pagherà quando tutto va storto. Molte delle più grandi aziende del mondo sarebbero fallite prima o poi in passato se non fossero state salvate dal loro governo. L’accademico Noam Chomsky usa l’espressione “capitalismo realmente esistente”[6] per descrivere questo sistema basato sul sostegno del governo alle grandi imprese. Altri usano il termine “capitalismo clientelare”.

Affari come estensione del governo

Il legame tra i governi e alcune delle più grandi società è così forte che a volte può essere difficile sapere dove finisce uno e inizia l’altro. Abbiamo già visto in precedenti post che il personale si muove senza problemi tra affari e governo. Il software che consente a Google di cercare tra trilioni di articoli su Internet è la stessa tecnologia che consente all’agenzia di spionaggio statunitense, la NSA, di analizzare illegalmente trilioni di elementi di comunicazioni elettroniche.[7] Il governo degli Stati Uniti fornisce un’enorme assistenza con la ricerca per aiutare a rendere le aziende statunitensi dominanti e le pressioni da governo a governo per consentire loro di prendere piede in altri paesi. Molte grandi aziende ottengono contratti garantiti con il governo. Chomsky ha spiegato che questi contratti sono un’altra forma di sussidio governativo.[8] Ciò comporta anche il finanziamento di cose per le quali inizialmente non c’è richiesta, come i primi componenti elettronici, come i transistor dopo la seconda guerra mondiale. Ciò è particolarmente evidente con contratti militari, aeroplani e società tecnologiche. Come abbiamo visto in post precedenti sull’industria delle armi, i governi spesso pagano più del dovuto per questi contratti in grandi quantità.

Chomsky ha scritto e parlato per molti anni del ruolo del governo nel sostenere le grandi imprese, ma è stato per lo più ignorato dai media mainstream. Tuttavia, nel 2013 Mariana Mazzucato ha scritto un libro intitolato “The Entrepreneurial State”[9] che ha attirato l’attenzione del mainstream. In esso, sfata il mito secondo cui il business privato è la fonte della maggior parte dell’innovazione, sottolineando, ad esempio, che negli Stati Uniti il ​​75% dei nuovi farmaci proviene da investimenti e ricerca finanziati dallo stato.

Neoliberismo – Il capitalismo clientelare viene utilizzato per distruggere gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e molti altri paesi

Lo stretto rapporto tra governo e aziende può assumere molte forme. Se i governi scelgono di usare il loro potere per limitare i peggiori eccessi del business, allora le aziende possono essere costrette a operare in un modo che avvantaggia principalmente la società. Questo è stato il caso per molti anni in alcuni paesi europei, e forse la Gran Bretagna e gli Stati Uniti erano più vicini a questo sistema durante gli anni 1945-1970.

All’altro estremo, il governo può essere “catturato” dagli affari. Abbiamo visto in post precedenti, sulla corruzione e il lobbismo, che le grandi aziende corrompono i governi, in particolare negli Stati Uniti, per manipolare la politica. Il sistema estremo che si è sviluppato è solitamente noto come neoliberismo. Gli aspetti chiave del neoliberismo sono i seguenti:

  • Enormi aziende globali perseguono i propri profitti, indipendentemente dagli svantaggi della società.
  • Hanno troppa influenza sulla politica, quindi il governo li aiuta a estrarre sempre più ricchezza dall’economia.
  • Hanno il potere di sfruttare clienti, fornitori, personale, governi e ambiente.
  • Operano efficacemente al di fuori della legge. Sono in grado di commettere un crimine dopo l’altro (discusso in dettaglio nei post successivi) senza punizione peggiore di una multa.

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna nel 21° secolo sono esempi di questo tipo di sistema estremo e alcune altre nazioni avanzate si stanno dirigendo in questa direzione. Il presidente Trump ei suoi amici aziendali stavano apertamente truccando l’economia per trarne vantaggio. In Gran Bretagna nel 2020, c’erano prove diffuse di corruzione nell’assegnazione di contratti per dispositivi di protezione individuale negli ospedali. Più la Gran Bretagna e gli Stati Uniti diventano neoliberisti, più ricchezza i ricchi sono in grado di estrarre e più problemi vediamo. Ad esempio, milioni di persone utilizzavano già i banchi alimentari prima del 2020 e quel numero è aumentato enormemente durante i blocchi del Coronavirus.[10] Sempre più persone hanno difficoltà a sbarcare il lunario, mentre la ricchezza delle persone più ricche del mondo sta aumentando drammaticamente.

Anche i più ardenti sostenitori del capitalismo, come Milton Friedman, credevano che le aziende dovessero operare senza inganni o frodi e dovessero conformarsi alle regole di base della società secondo la legge e le consuetudini etiche.[11] I commentatori mainstream, come l’ex governatore della Banca d’Inghilterra, Mark Carney, hanno commentato come il rapporto tra il governo e le grandi imprese sia cambiato in peggio.[12] L’estrema attenzione al profitto (che alcuni chiamano l'”economia dell’avidità”) sta distruggendo le nostre società.

I sistemi economici estremi non funzionano

In tutto il mondo, quei paesi che hanno trascurato la fornitura di servizi di base da parte del governo se la sono cavata male. I governi del Sud America e dell’Africa sono stati “incoraggiati” a spendere molto poco per i servizi di base (discussi in post successivi) con conseguenze disastrose per le fasce più povere della loro popolazione. Lo stesso vale in Grecia, dove il governo è stato costretto a tagliare i servizi di base (questo è noto come austerità) dal 2010.[13]

Altri paesi che si sono concentrati troppo sul controllo governativo dell’economia, trascurando le imprese private (a volte descritte come comuniste) hanno avuto successo solo in parte. La Russia prima del 1989 è un buon esempio. Forniva istruzione, assistenza sanitaria, case e lavoro per quasi tutti, ma la varietà di beni di consumo disponibili in Russia era molto inferiore rispetto alle nazioni occidentali. La televisione britannica e americana mostrava spesso i russi che facevano la fila per il pane, ma la gente in Russia negli anni ’80 fu sorpresa di scoprire che c’erano dei senzatetto a New York. Erano così sorpresi che pensavano che dovesse essere propaganda del loro governo.[14]

È stato riconosciuto molti anni fa che i sistemi economici estremi non funzionano molto bene. Nel 1953 un autorevole rapporto affermava che “sia il capitalismo che il comunismo nelle loro forme grezze avevano fallito”.[15] Le prove suggeriscono che non esiste un sistema economico unico e migliore. L’economia di ogni paese è diversa da ogni altro e l’economia di ogni paese deve evolversi e adattarsi nel tempo al mutare delle circostanze.

Il governo benigno e l’industrializzazione sono la chiave

La vera ricchezza inizia quando i governi assicurano che tutti abbiano cibo, casa, assistenza sanitaria, istruzione, energia, acqua pulita e servizi igienici, reti di sicurezza sociale, servizi antincendio, stato di diritto e pari diritti per tutti. Ci sono poi due idee principali che hanno permesso alle nazioni di diventare estremamente prospere negli ultimi cento anni. Il primo è l’industrializzazione. Ciò significa sostituire il lavoro umano e animale con le macchine. La seconda è la specializzazione. Ciò significa fare in modo che ogni lavoratore svolga una singola attività più e più volte in modo molto efficiente ed è associato alle linee di produzione nelle fabbriche. Queste idee non sono direttamente collegate al capitalismo. Sono stati tutti utilizzati nei paesi comunisti. Le società private sono molto brave a fornire molti beni di consumo e consentono alle persone di sperimentare prodotti e idee di business, ma non sono l’ingrediente più importante nel funzionamento di una nazione avanzata. Come vedremo nei post successivi, hanno una scarsa esperienza nel far uscire le persone dalla povertà.

I giornalisti tradizionali e i docenti di economia non capiscono che il sistema economico in Gran Bretagna e negli Stati Uniti è il capitalismo clientelare

Quando le persone usano il termine “capitalismo”, danno l’impressione che sia un sistema ben definito. In effetti, è un termine generale che indica la proprietà privata (in opposizione al governo) delle imprese e il diritto di coloro che hanno denaro a realizzare profitti. Ci sono stati grandi dibattiti sul fatto che le imprese private dovrebbero essere in grado di possedere industrie essenziali come l’approvvigionamento idrico o se quelle industrie dovrebbero essere controllate dal governo. Ci sono stati anche dibattiti su ciò che dovrebbero essere le leggi riguardo al modo in cui operano tali imprese.

Tuttavia, questi dibattiti tendono a presentare le società private come separate dal governo e ad ignorare il ruolo del mondo reale dei governi che aiutano quelle società a realizzare profitti. I dirigenti e gli azionisti delle più grandi aziende non vogliono che tu capisca come funziona realmente il capitalismo esistente. Vogliono che tu creda che le grandi aziende sono amanti del rischio dinamici che meritano enormi ricompense se hanno successo. La maggior parte dei giornalisti tradizionali (e molti docenti di economia) che scrivono sul capitalismo si sono innamorati di questa propaganda e la ripetono con poche domande. Sono consapevoli che il capitalismo clientelare esiste in altri paesi, ma non riescono a capire quanto sia diffuso negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

Punti chiave
  • I governi delle economie avanzate forniscono un immenso sostegno alle grandi imprese.
Ulteriori letture

Mariana Mazzucato: The Entrepreneurial State: Debunking Public vs Private Sector Myths

Risorse in linea

Noam Chomsky, “La civiltà umana può sopravvivere al capitalismo realmente esistente”, discorso tenuto all’University College, Dublino, 2013, a
https://www.youtube.com/watch?v=_uuYjUxf6Uk


References

[1] George Hatch,’Argentina’s banking woes aren’t likely to lead to system’s collapse, experts say’, Wall Street Journal, May 24, 1985

[2] Ruigrock and Van Tulder, cited in Deconstructing Laissez-Faire, at
www-tech.mit.edu/V120/N1/col1guest.1c.html

[3] Mark Zepezauer, Take The Rich Off Welfare
https://www.goodreads.com/book/show/187575.Take_the_Rich_off_Welfare

[4] Crispin Dowler and Lawrence Carter, Common Agricultural Policy: Rich List receive millions in EU subsidies’, Greenpeace, 29 Sep 2016, at
https://unearthed.greenpeace.org/2016/09/29/common-agricultural-policy-millions-eu-subsidies-go-richest-landowners/

[5] Aditya Chakrabortty, ‘The truth about Richard Branson’s Virgin Rail profits’, theGuardian, 10 Jun2013, at
https://www.theguardian.com/commentisfree/2013/jun/10/truth-richard-branson-virgin-rail-profits

[6] Noam Chomsky, ‘Can civilization survive really existing capitalism’, 2013 University College Dublin Philosophy Society, 3 April 2013, at
https://www.youtube.com/watch?v=_uuYjUxf6Uk
Alcuni scrittori hanno etichettato questo sistema come “corporativismo”, sebbene il significato esatto del termine sia dibattuto.

[7] Julian Assange, When Google Met Wikileaks, 2014
https://www.goodreads.com/book/show/21839908-when-google-met-wikileaks

[8] Chomsky — talk Can human civilization survive really existing capitalism — 2013
https://chomsky.info/20130305/

[9] Mariana Mazzucato, The Entrepreneurial State: Debunking Public vs Private Sector Myths, 2013

[10] Danielle Zoellner, Americans join mile-long queues at food banks across the US as thousands face hunger during pandemic, Independent, 25 Nov 2020, at
https://www.independent.co.uk/news/world/americas/coronavirus-food-banks-thanksgiving-poverty-b1761426.html
https://www.statista.com/statistics/382695/uk-foodbank-users/

[11] Peter Prevos and Ian Watson, ‘Milton Friedman on Corporate Social Responsibility’, Lucid Manager, 16 July 2020, at
https://lucidmanager.org/management/milton-friedman-corporate-social-responsibility/

[12] Mark Carney, ‘How we get what we value — From Moral to Market Sentiments’, The Reith Lectures, at
https://www.bbc.co.uk/sounds/play/m000py8t
Mark cites Thomas Hobbes

[13] Oxfam, The True Cost of Austerity and Inequality: Greece case study, Sep 2013, at
https://www-cdn.oxfam.org/s3fs-public/file_attachments/cs-true-cost-austerity-inequality-greece-120913-en_0.pdf

[14] Anelaukas, V. (1999) Discovering America As It Is, Clarity Press (For an insight into Russian perceptions of the US)
https://www.ebay.com/p/368800

[15] R. Dahl and C. Lindblom, ‘Politics, Economy and Welfare: Planning and Politico-Economic Systems Resolved into Basic Social Processes’, cited in David Harvey, A Brief History of Neoliberalism, p.10
https://www.goodreads.com/book/show/183033.A_Brief_History_of_Neoliberalism

FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: