Gli Stati Uniti hanno sofferto il febbraio più freddo dal 1989

Quasi record di tutti i tempi i decessi da valanghe

Il ghiaccio marino antartico ora si sta accumulando a un ritmo senza precedenti

9 marzo 2021, di Cap Allon

Le temperature negli Stati Uniti erano 3,2°F più fredde rispetto alla media di febbraio del 20° secolo – NOAA. Inoltre, mai prima d’ora in Antartide sono stati registrati aumenti del ghiaccio marino, in dati risalenti al 1979.

Anche secondo quelle persone che eludono i dati al NOAA, in un rapporto pubblicato lunedì, il Lower 48 ha appena subito il suo mese più freddo di febbraio dalla fine degli anni ’80 (dall’inizio della moderna paura del riscaldamento globale).

Le temperature negli Stati Uniti contigui erano di circa 3,2 gradi F più fredde rispetto alla media del 20° secolo di febbraio, ha detto NOAA. Il mese scorso è stato anche il 19 febbraio più freddo tra i 127 anni di libri record.

Il mese ha visto la grave aria artica viaggiare in modo anomalo verso sud sulla parte posteriore di un flusso di corrente a getto “meridionale” debole e ondulato.

Sei stati (Arkansas, Iowa, Kansas, Missouri, Nebraska e Oklahoma) hanno avuto uno dei 10 febbraio più freddi mai registrati, secondo i dati NOAA.

Il Texas e l’Illinois hanno avuto il loro undicesimo periodo più freddo

Più di 5 milioni di texani hanno perso energia il mese scorso e molti altri sono rimasti senza acqua per lunghi periodi: “Questa”, ha detto il governatore del Texas Greg Abbott, “è la versione invernale dell’uragano Harvey”.

Secondo NOAA, un totale di 9.368 nuovi record di bassa temperatura sono stati stabiliti durante il mese di febbraio, contro i 1.429 stabiliti per il record di calore.

Nota: TUTTI quei record caldi sono caduti nella metà occidentale del CONUS, dimostrando ancora una volta il modello Grand Solar Minimum della NASA (mostrato sotto), che, a sua volta, si allinea anche con l’avanzata del ghiaccio durante i precedenti massimi glaciali.

Variazione della temperatura tra il 1780 (un anno di normale attività solare) e il 1680 (un anno entro le profondità del minimo di Maunder) – NASA.

L’invasione polare ha portato anche eccezionali nevicate.

Tre quarti dei 48 stati inferiori sono stati sepolti sotto la neve il 16 febbraio, un nuovo record da quando quel set di dati è stato introdotto per la prima volta nell’ottobre 2003.

Degno di nota è anche il grafico della massa totale di neve per l’emisfero settentrionale dell’Istituto meteorologico finlandese (FMI) – rivela che la massa di neve per l’inverno 2020-2021 continua a mantenersi a circa 750 gigatonnellate al di sopra della media 1982-2012:

[FMI]

La seconda metà di marzo non andrà molto meglio, con più freddo da record e neve in tutto l’emisfero:

GFS 2m Temp Anomalies per il 18 marzo [tropicaltidbits.com].

Morti da valanga vicino al record assoluto

Le valanghe hanno ucciso 33 persone negli Stati Uniti dal 1° ottobre.

Secondo gli esperti del Colorado Avalanche Information Center, un’agenzia statale che monitora le vittime nazionali delle valanghe, i decessi durante l ‘”anno delle valanghe” 2020-21, che va da ottobre a settembre, sta per superare il record dell’era moderna di 36 registrati in entrambi le stagioni 2007-08 e 2009-10 (minimo solare del ciclo 23).

Quest’anno valanghe ha anche consegnato la settimana più mortale dal 1910 (minimo solare del ciclo 14, noto anche come minimo centenario), quando dal 30 gennaio al 6 febbraio, 15 persone hanno perso la vita in valanghe in tutti gli Stati Uniti.

Produzione di ghiaccio marino antartico a un ritmo senza precedenti

Vi lascio con il grafico sottostante dal NSIDC.

In un primo momento ho pensato che gli ultimi datapoint dovessero essere errati, forse legati all’evento del 26 febbraio; tuttavia, la crescita esponenziale tracciata per il ghiaccio marino antartico è continuata senza sosta per quasi due settimane ormai:

[NSIDC]

Chiaramente visibile sopra è il violento aumento dell’estensione del ghiaccio marino antartico (ho incluso la media 1979-1990 – linea arancione – come riferimento).

Mai prima d’ora è stato registrato un aumento così netto durante l’era satellitare, con dati estesi che risalgono al 1979 – questo è davvero uno sviluppo senza precedenti.

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano il grande impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

Electroverse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: