Altre bugie NOAA

La maggiore tempesta di neve di marzo seppellisce le Alpi sotto 3 metri di neve e la Finlandia teme che con il record di questo inverno la neve non si scioglierà in estate

16 marzo 2021, di Cap Allon

I record di freddo di tutti i tempi continuano a diminuire mentre il Grand Solar Minimum continua a intensificarsi, nonostante quello che ci dice il NOAA.

Febbraio è stato un mese di freddo storico, in gran parte del pianeta.

Persino il NOAA, con i suoi modi astuti, di eludere i dati e di ignorare l’UHI, ha recentemente rivelato che il mese scorso è stato un febbraio eccezionalmente freddo, anche se non avresti questa impressione se avessi accesso solo alla loro assurda mappa dei “percentili” (mostrato sotto) – sai, quello che fa regolarmente il giro attraverso l’MSM:

Ma quando si aggira l’offuscamento del NOAA e si scompongono i dati dell’agenzia, si scopre che il Nord America ha effettivamente sofferto il febbraio più freddo dal 1994 (l’inizio del minimo solare del ciclo 22), mentre gli Stati Uniti contigui hanno visto il suo febbraio più freddo dal 1989, e il suo Diciannovesimo più freddo nei libri dei record risalenti al 1895.

L’Oceania ha assistito al suo febbraio più freddo dal 2012; infatti, l’intero emisfero australe ha visto il suo mese più freddo di febbraio dal 2012.

Tutta l’Asia centrale e settentrionale si è congelata.

Mentre anche gran parte dell’Africa, dell’Asia meridionale e del Sud America hanno vissuto un mese più freddo della media.

Le “partenze dalla mappa media” del NOAA (mostrate di seguito) – sai, la mappa che non viene prontamente rilevata dal MSM – fornisce un’indicazione molto migliore dello stato di avanzamento nel febbraio 2021:

E di seguito ho incluso un confronto diretto delle mappe (in una presentazione) per aiutare a dimostrare il palese offuscamento del NOAA. Nota: le due mappe utilizzano gli stessi identici dati ma forniscono impressioni del mese molto diverse (vedere il “whiting out” sulla mappa dei percentili dove è chiaramente “blu” sulla mappa di partenza):

La grande tempesta di neve di marzo seppellisce le Alpi

La neve si sta “scaricando” attraverso le Alpi europee, riporta inthesnow.com.

Le abbondanti nevicate sono state diffuse, ma attualmente i totali maggiori sono stati segnalati nelle Alpi francesi e svizzere, dove molte stazioni sciistiche hanno già registrato fino a 1,22 metri (4 piedi) di bontà del riscaldamento globale con la situazione che dovrebbe intensificarsi ulteriormente man mano che il la settimana avanza – i totali prossimi a 3 metri (10 piedi) sono previsti oggi, 16 marzo:

Il pericolo di valanghe è attualmente molto alto: livello 4 sulla scala a 5 in molte zone.

Molti resort hanno chiuso presto in previsione di temporali che stanno portando forti venti e neve da record.

Anche la maggior parte delle strade di accesso sono state chiuse.

Lo “scarico” di questa settimana sulle Alpi non farà che aumentare le nevicate già sopra la media osservate nell’emisfero settentrionale in questa stagione (il grafico sotto va solo fino al 14 marzo):

[Finnish Meteorological Institute]

La Finlandia teme che le nevicate record di questo inverno non si sciolgano in estate

Parti della Finlandia hanno ricevuto così tanta neve quest’inverno che si teme che le aree designate per le discariche di neve non si sciolgano durante il corso dell’estate, riferisce hs.fi – molte aree metropolitane hanno ricevuto più neve di quanto ne abbiano per almeno un decennio.

La regione di Uusimaa, ad esempio, situata nel sud del paese, ha ricevuto 1,7 volte più neve rispetto allo scorso anno, riferisce foreca.fi.

A Herttoniemi, nella parte orientale di Helsinki, l’area della discarica di neve si trova attualmente a 20 metri di altezza.

Mentre a Maununneva, un quartiere nord-occidentale della capitale finlandese, i camion hanno trasportato circa 16.000 carichi di neve nella sua area di discarica, ha detto Tero Koppinen, dei servizi di costruzione della città di Helsinki (Stara):

Area di discarica di neve a Maununneva – la montagna non dovrebbe sciogliersi durante l’estate.
FOTO: JUHANI NIIRANEN / HS

La discarica designata a Espoo, Vanttila è stata soprannominata “le Alpi” dalla gente del posto.

Koppinen ha stimato che anche la neve non si scioglierà durante l’estate. Ha spiegato che mentre la montagna può sciogliersi in una certa misura con l’innalzamento delle temperature, l’installazione probabilmente causerà anche “glaciazione”, dove il peso degli strati superiori di neve fa sì che gli strati inferiori si condensino e si trasformino gradualmente in ghiaccio.


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano il grande impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

Electroverse

Una opinione su "Altre bugie NOAA"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: