Il freddo estremo dell’Europa è destinato a continuare

10 maggio 2021, Articolo di Cap Allon

I modelli a breve termine non sanno se stanno arrivando o andando. Questo flusso di corrente a getto meridionale li sta proiettando in un loop. E dopo aver ingannato molte pubblicazioni di MSM facendogli pubblicare titoli come “L’ondata di calore intensa di 10 giorni destinata a colpire l’Europa”, i modelli sono ora capovolti e prevedono ancora più freddo artico.

Di seguito la scena dell’8 maggio nel nord dell’Inghilterra:

“Che la bufera di neve ci faccia rabbrividire”, ha twittato la YorkshireSpeherdess, che gestisce un allevamento di pecore di successo.

“Non puoi credere che questo sia maggio”, dice nel video.

“È proprio come nel mezzo dell’inverno.”

L’articolo di Paul Simons Weather Eye del Saturday Times ha confrontato la recente nevicata inglese di maggio con quella del 1821:

Simons scrive:

“Questa è la tarda primavera, a meno di sette settimane dal solstizio d’estate … Anche se il tempo è bizzarro, la neve è caduta a maggio prima, anche se è insolito che la neve si depositi sul terreno e che sia sufficiente per sciare.”

Lui continua:

“Una storica nevicata di maggio è stata 200 anni fa ed è arrivata alla fine del mese, il 27 maggio 1821. Il Leeds Intelligencer ha riferito: Venerdì notte, il termometro è sceso di 2 gradi sotto il punto di congelamento; e sabato abbiamo avuto una caduta di neve.”

Nota, l’anno 1821 rientra nel minimo solare del ciclo 6, un ciclo solare storicamente debole, che si è verificato durante il minimo di Dalton (1790-1830):

[@ClimateRealists]

Ad oggi, 10 maggio, l’Europa centrale sta effettivamente godendo di un periodo di tepore primaverile.

Tuttavia, l’incantesimo si rivelerà fugace, durerà solo due giorni, e la regione tornerà all’inverno a partire da martedì 11 maggio.

E poi, entro giovedì 13 maggio, le anomalie di temperatura precipiteranno di nuovo, raggiungendo livelli da 10°C a 12°C al di sotto della media stagionale nella maggior parte del continente:

GFS 2m temp Anomalies May 13 (purples indicate 10C below average) [tropicaltidbits.com].

Colpirà anche con ulteriori forti nevicate, in particolare sulle Alpi, in Scandinavia e sulle montagne spagnole:

GFS Total Snowfall (cm) May 10 – May 24.

Si prevede che queste condizioni fredde e instabili persisteranno per la prossima settimana o giù di lì, prima che l’ennesimo round di “terapia d’urto artico” minacci di svegliare le masse dalla loro psicosi da riscaldamento globale, il 20 maggio:

GFS 2m temp Anomalies May 20 [tropicaltidbits.com].

L’esecuzione del modello animato di seguito rientra nel lasso di tempo inaffidabile (tuttavia, il GFS ha avuto ampiamente successo con le sue proiezioni fredde finora quest’anno). Quello che la corsa mostra è che potrebbe esserci un ulteriore aggravamento del freddo verso la fine di maggio – uno scenario sbalorditivo, se le previsioni dovessero confermarsi:

GFS 2m temp Anomalies May 20 – May 25 [tropicaltidbits.com].

L’Europa sta vivendo una primavera storicamente fredda, forse anche la più fredda mai registrata.

L’Inghilterra, ad esempio, ha appena sofferto il suo aprile più freddo dal 1922, e ora – dal 9 maggio – è il maggio più freddo da quando è iniziata la registrazione dei dati nel 1659 – sì, 362 anni fa, durante il Maunder Minimum.

E la situazione è la stessa anche dall’altra parte dello stagno …

… poiché la bassa attività solare continua a raffreddare il pianeta:

Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti.
Ci sono persone e fatti documentati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: