50 balene beluga intrappolate da uno spesso strato di ghiaccio marino artico

18 maggio 2021; Articolo di Cap Allon

Un totale di 50 balene beluga rimangono bloccate nella baia di Chukchi Penkigngei, in Russia. Si presume che siano state in “cattività da ghiaccio” da gennaio a causa di un accumulo di ghiaccio eccezionalmente spesso e veloce, ma gli specialisti hanno individuato gli animali solo ad aprile.

Secondo lo zoologo Grigory Tsidulko, le balene hanno la possibilità di sopravvivere fino al disgelo primaverile, previsto per metà giugno.

Gli animali artici sono ben adattati a lunghi periodi senza cibo, ha spiegato Tsidulko – vivono delle riserve di grasso ottenute durante i mesi estivi.

Tuttavia, la situazione si è recentemente aggravata – a causa del periodo di tempo in cui gli animali sono rimasti intrappolati e dell’esaurimento delle riserve ittiche – e di conseguenza gli scienziati hanno iniziato a nutrire le balene.

Un evento simile si è verificato a metà degli anni ’80, ma si è concluso con una tragedia su vasta scala.

Nel 1984, migliaia di balene beluga rimasero intrappolate in cattività nel ghiaccio. Durante l’inverno e la primavera, i residenti locali hanno utilizzato motoseghe per impedire che il foro si chiudesse completamente. Fu persino chiamato un rompighiaccio per aiutare a condurre gli animali fuori, ma sfortunatamente i beluga non seguirono immediatamente la nave e molti morirono.

I nostri amici del New York Times hanno riferito della storia all’inizio del 1985:

“Il rompighiaccio Moskva ha corso contro il tempo e le temperature altissime per raggiungere le balene prima che soffocassero o morissero di fame. Ma un vento da est si alzò e inceppò lo stretto stretto con ghiaccio spesso fino a 12 piedi, lasciando solo piccole pozze d’acqua aperta per le balene bianche in superficie per respirare.

“I beluga avevano cominciato a perire e, caricando il pieno di carburante, la Moscova si tuffò nel ghiaccio, guidata da speciali aerei da ricognizione.

“Con il tempo le balene si sono completamente abituate alla nave. “Hanno cominciato a salire sulla nave da soli”, ha riferito Izvestia [un giornale del governo]. ‘L’hanno orlato da tutti i lati. Erano felici come bambini, saltando, sparpagliandosi su tutto il campo di ghiaccio.”

“Alla fine, alla fine di febbraio, la nave ha portato i beluga in mare aperto.”

L’eco di oggi della tragedia del 1984 è una chiara indicazione di quanto siamo lontani da un “Artico libero dai ghiacci“.

Tale allarmismo è palesemente assurdo e non ha un brandello di dati di osservazione per sostenerlo.

È una torta nella fantasia del cielo artico, e quella immaginata dagli “alti cospiratori” per mantenere le masse come pedine controllate e compiacenti. Il riscaldamento globale antropogenico non è una minaccia, né sarà mai una minaccia: la teoria AGW è uno strumento per rimodellare l’ordine globale delle cose.

Tutti voi lemming che seguite ciecamente questi comandi subliminali state marciando direttamente nel dirupo e state portando con voi il resto di noi.

Svegliati.

Oggi, l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) ha affermato che nessuna nuova caldaia a combustibili fossili dovrebbe essere venduta a partire dal 2025 se il mondo vuole raggiungere le emissioni nette zero entro la metà di questo secolo.

Questo è solo uno dei 400 passaggi sulla strada per lo zero netto proposti dall’agenzia in un recente rapporto, che include anche il divieto di nuove auto a benzina e diesel in tutto il mondo entro il 2035.

L’AIE afferma che da ora non c’è più posto per nuove esplorazioni o forniture di carbone, petrolio o gas.

Il direttore esecutivo dell’AIE, Fatih Birol, dipinge un quadro idilliaco:

“Il percorso dell’AIE verso questo futuro più luminoso porta un’impennata storica negli investimenti nell’energia pulita che crea milioni di nuovi posti di lavoro e aumenta la crescita economica globale. Portare il mondo su questo percorso richiede azioni politiche forti e credibili da parte dei governi, sostenute da una cooperazione internazionale molto maggiore”.

In realtà, però, tali misure significherebbero razionamento energetico e povertà energetica per centinaia di milioni – forse anche miliardi – di persone. Le energie rinnovabili NON saranno in grado di gestire la domanda e questo, a sua volta, porterà a un’immensa sofferenza auto inflitta.

“Greta non è altro che una pedina per la sinistra”

Di seguito sono riportati alcuni estratti da un articolo di Candace Owens:

Per anni, il mondo è stato portato a credere che Greta Thunberg, (la diciottenne attivista per il clima che era diventata una beniamina dell’estrema sinistra per le sue posizioni radicali sul cambiamento climatico), sia solo una bambina innocente.

Se credevi alla rappresentazione dei media, non era altro che un’appassionata ragazzina con le trecce, così spaventata per il futuro del pianeta che ha abbandonato la scuola per dedicarsi completamente alla causa ambientale.

Chiunque abbia messo in dubbio la notevole ascesa alla ribalta di Thunberg è stato immediatamente ostacolato. Dopo tutto, chi oserebbe mettere in dubbio le intenzioni di un bambino?

Nel 2019, la rivista TIME l’ha persino nominata la persona più influente al mondo.

Ma questo kit di strumenti, e il suo “tweet freudiano”, hanno tirato indietro il sipario, rivelando che Greta è lontana da un attivismo indiscriminato e indipendente, ma piuttosto una giovane donna che fa parte di un apparato politico calcolatore, intenzionale e artificioso.

[Riguardo a “questo kit di strumenti”, Thunberg è stato recentemente messo all’opera da cittadini indiani. Aveva accidentalmente twittato un “kit di strumenti”, che era destinato solo ai suoi occhi. I contenuti includevano una guida passo passo che la istruiva a richiamare l’attenzione sulle proteste dei contadini in India attraverso varie misure sui social media. Questo “kit di strumenti”, che non era destinato alla visualizzazione pubblica ed è stato rapidamente cancellato dal suo feed, ha rivelato date specifiche che Greta è stata incaricata di twittare e pubblicare su Instagram nel tentativo di suscitare indignazione in un paese in cui non vive, riguardo a una causa di cui presumibilmente sa poco. Gli indiani di spicco erano disgustati da quello che percepivano come uno sforzo globalista per destabilizzare il loro paese].

Owens continua:

Chiunque abbia un cervello pensante l’ha capito molto tempo fa. Ma i cervelli pensanti scarseggiavano a sinistra mentre Donald Trump era in carica. Completamente accecato dalla loro ossessione di odiare Trump, qualsiasi persona che si opponeva a lui veniva rapidamente elevata, indipendentemente dal fatto che le sue credenziali garantissero tale status o meno. Praticamente chiunque attribuisse alla filosofia “Orange Man Bad” è stato sostenuto, ammucchiato di elogi e salutato come un eroe, senza ulteriori analisi delle loro qualifiche o motivazioni.

E così Greta, che a volte sembrava più contraria a Trump che al cambiamento climatico stesso, ha rapidamente scalato i ranghi con ogni battuta graffiante inviata al presidente.

Questa ascesa alla ribalta sarebbe scioccante se non fosse ora un evento di routine nelle camere d’eco della sinistra.

Per quattro anni, la sinistra ha sostenuto ogni persona disposta a opporsi a Donald Trump, con una correlazione diretta tra il fervore del loro odio e la rapidità della loro scalata.

Vedi, il motivo per cui Greta è importante non è per quello che è, ma per quello che rappresenta. Thunberg è l’incarnazione dell’attivista sveglia, ritratto dai media come un eroe ideologicamente puro. In realtà, è come tante prima di lei – poco più di una pedina nel gioco più ampio della sinistra.



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti.
Ci sono persone e fatti documentati.

[Credit image foto copertina]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: