Tempesta di neve di fine maggio negli Stati Uniti occidentali

; Articolo di Cap Allon

Una tempesta di neve storica e di lunga durata è destinata a scatenare centimetri di fiocchi sulle alture più alte di Montana, Idaho, Wyoming, Oregon e nello stato di Washington questa settimana, con altezze senza precedenti che si stabilizzano anche alle quote più basse.

I  meteorologi di AccuWeather affermano che la nevicata di questo volume su un’area così estesa è molto insolita.

Le alte temperature giornaliere sono crollate di ben 40-60 gradi Fahrenheit dal loro picco di lunedì e potrebbero crollare ulteriormente con l’avvicinarsi del fine settimana:

21 maggio:

GFS 2m Temperatures for May 21 [tropicaltidbits.com].

22 maggio:

GFS 2m Temperatures for May 22 [tropicaltidbits.com].

Di seguito è riportato uno sguardo alle anomalie di temperatura previste sabato negli Stati Uniti occidentali.

Le temperature sembrano destinate a precipitare di 20°C sotto la norma in vaste regioni.

22 maggio:

GFS 2m Temperature Anomalies for May 22 [tropicaltidbits.com].

Gli orologi della tempesta invernale sono iniziati martedì in alcune parti del Montana in previsione del raro temporale di fine stagione.

A Great Falls, ad esempio, l’ultima data media della neve (di 0,1 pollici +) è il 10 maggio – le previsioni per questa settimana vedono cadere fino a 8+ pollici fino al 21/22 maggio.

“[Questo] non è un evento molto comune”, dice Brian Wimer, meteorologo senior di Accuweather, nell’eufemismo dell’anno.

Dal 1920, ci sono stati solo cinque anni con tempeste che hanno prodotto 8+ pollici a Great Falls:

“La più grande di queste tempeste ha attraversato il 28-29 maggio 1989, e quel sistema ha portato 11,6 pollici di neve alla città. Gli altri anni con tempeste che hanno portato 8 pollici o più di neve durante il mese di maggio in città sono stati nel 1956, 1967, 1983 e 2000.”

Questa non sarà solo una “tempesta di neve”, ma sarà anche grande in termini di copertura complessiva dell’accumulo di neve.

Come spiegato da Brett Anderson di AccuWeather, “è probabile che i livelli di neve con questa tempesta scendano fino a 3.000 piedi in alcune parti del Montana centrale, poiché la combinazione di aria fresca e fredda in movimento e l’azione del vento che soffia in salita e spreme l’umidità una notevole nevicata.”

Si prevede che l’accumulo di neve cadrà su un’area di oltre 70.000 miglia quadrate nel solo Montana centrale e occidentale da mercoledì a sabato:

GFS Total Snowfall 19 maggio – 24 maggio [tropicaltidbits.com].

Si noti inoltre che vaste porzioni dell’Idaho e del Wyoming riceveranno notevoli accumuli.

Sono previsti anche rari centimetri di fine stagione sulle Cascades di Washington e Oregon fino a giovedì, che si estendono fino alle Sierras.

E guardando a nord del confine, e in Canada, anche gran parte della Columbia Britannica, dell’Alberta e del Saskatchewan sono attive per un totale impressionante per il resto del mese:

GFS Total Snowfall May 19 – May 31 [tropicaltidbits.com].

Stiamo andando verso la fine di maggio.

Questo evento di congelamento estremo non può essere spiegato con il termine generico senza senso “cambiamento climatico”. No, la prevalenza dell’aria artica che scende dall’Artico è dovuta alla bassa attività solare, che tradotto per l’atmosfera terrestre vale a dire il suo indebolimento delle correnti a getto.

Secondo le previsioni di AccuWeather, la tempesta di questa settimana si unirà probabilmente ai ranghi delle prime 10 nevicate con maggiore impatto nella regione di tutti i tempi. Come spiegano: la NWS classifica le tempeste di neve su una scala chiamata MontSIS, che tiene conto delle tempeste di neve che si scatenano più di 7 pollici e dei fattori nell’area colpita.

Per fare un confronto, la tempesta del 9-13 maggio 1983 che è caduta fino a 35 pollici di neve è classificata all’undicesima posizione di tutti i tempi per lo stato, secondo il National Weather Service di Great Falls.

“Questa sarà una tempesta di neve di lunga durata per le Montagne Rocciose settentrionali con la neve più pesante nel Montana centrale e occidentale che probabilmente cadrà da mercoledì sera a giovedì sera”, ha detto Anderson.

“Durante questo periodo, sono altamente probabili tassi di nevicate di 1-3 pollici all’ora appena ad est del Continental Divide. La nevicata più pesante sarà probabilmente nell’area del Glacier National Park del Montana, con 2-3 piedi probabilmente nelle quote più alte del parco e localmente maggiori quantità possibili”, ha aggiunto Anderson.

È ridicolo, questo è lo stesso Glacier National Park che ha profetizzato che i suoi ghiacciai sarebbero spariti entro il 2020 a causa del catastrofico riscaldamento globale (vedi link sotto), ed eccoci qui, a maggio 2021, con centimetri di neve nelle previsioni.

Si prevedono forti nevicate anche sulle alture più elevate del Parco Nazionale di Yellowstone nel Wyoming nord-occidentale.

“Questi parchi sono popolari destinazioni turistiche e le persone che intendono avventurarsi nella zona potrebbero essere allontanate o potrebbero rischiare di rimanere bloccate”, ha continuato Anderson.

“La natura pesante e umida della neve di questa tempesta può portare alla rottura di rami e alla caduta di alberi, e quando ciò si verifica c’è la probabilità di interruzioni di corrente”, ha avvertito Anderson.

Impatto sugli agricoltori

Gli agricoltori stanno lavorando duramente per cercare di evitare che queste gelate di fine maggio possano danneggiare ulteriormente i raccolti.

“Ho contattato un paio di agricoltori, sono sicuramente preoccupati”, ha detto Larry Davis, direttore della Ontario Federation of Agriculture per Brant, Haldimand e Norfolk.

“Gli agricoltori hanno piantato mais dolce coperto di plastica, il gelo lo rallenterà ma non lo ucciderà”.

Davis spiega che è fondamentale che i raccolti siano piantati al momento giusto in modo che possano essere pronti per il raccolto. Tuttavia, questo è diventato un processo impegnativo con gli sbalzi di temperatura negli ultimi tempi: “Sono in giro da molti anni e questo non è normale”, dice Davis.

Poiché la primavera è una stagione di transizione, sono prevedibili fluttuazioni di temperatura; tuttavia, quello che vedremo a maggio è qualcos’altro.

Il meteorologo di Environment Canada Gerald Cheng ha detto che la regione dell’Ontario di Norfolk è nel maggio più freddo dal 1967. All’epoca, la temperatura media era di 9,2°C. Ad oggi, maggio 2021 ha avuto una temperatura media di 9,5°C, con circa due settimane rimaste di freddo anomalo.

“In questo momento, stiamo osservando le temperature stagionali più basse, è stato così dal 5”, ha detto Cheng.

Guardando al futuro, le oscillazioni imprevedibili continueranno per il resto del mese.

Di seguito le previsioni per il 26 maggio:

GFS 2m Temperature Anomalies for May 26 [tropicaltidbits.com].
Questa è l’immagine delle nevicate in atto alle ore 07:30 di giovedi 20 maggio, Meridiano di Roma tramite Windy.com

Preparati




Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti.
Ci sono persone e fatti documentati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: