Il campo magnetico terrestre non riesce a gestire un debole flusso di vento solare |*| “Questo è il 1984”

21 maggio 2021; Articolo di Cap Allon

Per la seconda volta in una settimana, la magnetosfera calante della Terra non è riuscita a far fronte a una debole espulsione dal Sole. Questo è un segno dei tempi, molto inquietante per coloro che dipendono dalle infrastrutture elettriche per sopravvivere (quindi il 90% della popolazione mondiale).

Ancora una volta, i cosiddetti “esperti” non avevano idea che questo sarebbe successo.

O meglio, sapevano che una raffica di vento solare era in arrivo, ma si aspettavano che l’evento passasse inosservato: presumevano che il nostro campo magnetico potesse facilmente gestire quello che era un debole flusso di buco coronale.

I buchi coronali appaiono come aree scure nella corona solare. Sembrano scuri perché sono regioni più fredde e meno dense del plasma circostante e sono regioni di campi magnetici aperti e unipolari. La configurazione aperta del campo magnetico nei fori coronali consente alle particelle di fuoriuscire. Questi buchi sono fonti di flussi di vento solare ad alta velocità e quando le particelle di questi flussi colpiscono la Terra possono causare tempeste geomagnetiche.

Ieri sera la Terra si è trovata all’interno di una corrente di vento solare che scorreva a quasi 600 km/s.

Il vento proveniva da un buco equatoriale nell’atmosfera del Sole:

Gli “esperti” avevano apparentemente rinunciato a questo flusso.

Non una singola fonte ufficiale ha suggerito che il risultato sarebbe stato qualcosa di più di un KP2.

In realtà, il KP ha raggiunto il livello 5:

Di seguito è riportato uno sguardo ai dati del vento solare DSCOVR per gli ultimi 3 giorni, per gentile concessione di NOAA.

Guardando nello specifico la linea rossa in alto, quel balzo verso l’alto, situato verso la destra del grafico, è l’effetto geomagnetico dell’impatto.

DSCOVR solar wind (NOAA).

Il flusso del vento solare era relativamente lento e di conseguenza era molto tardi per arrivare.

Questo è probabilmente ciò che ha indotto le agenzie ufficiali, come la NOAA, a rifiutarlo a priori, a farlo passare per un non-evento.

Il fatto che questo vento abbia prodotto un impatto così potente è motivo di immensa preoccupazione. Non sentirai questo genere di avvertimento dal MSM. Dopotutto, i governi non hanno il compito di spaventare insensatamente le loro popolazioni. Il loro metodo di controllo finale è la paura, questo è vero, ma deve essere una paura completamente orchestrata – ci sarà qualcosa da guadagnare da essa.

Nel caso del “riscaldamento globale catastrofico”, ad esempio, la narrativa dice:

Sì, il pianeta brucerà davvero fino a diventare croccante. Sì, questo significa che tu e i tuoi cari perirete. MA resisti ora, questo terribile destino può essere completamente evitato se fai esattamente quello che diciamo. Cioè, se rinunci alle tue libertà; se rinunci alla tua energia economica e affidabile; e – l’ultima misura proposta – se sopporti i “blocchi climatici”.

Niente è fuori discussione qui.

Questo è il 1984.

E i nostri “poteri forti” stanno ora suggerendo apertamente misure che solo 18 mesi fa sarebbero state considerate la più scarsa delle teorie del complotto.

Un recente pezzo di propaganda comprato e pagato – voglio dire, “studio” – ha detto che il mondo ha bisogno dell’equivalente di un blocco pandemico ogni due anni per soddisfare gli obiettivi di emissioni di carbonio delineati nell’accordo sul clima di Parigi.

Naturalmente, la Cina può ancora continuare a pompare. Voglio dire, ci si aspetta che il resto del pianeta diventi un tacchino freddo, ma al governo cinese – gli istigatori degli ultimi due f-up globali – è permesso fare tutto ciò che vogliono – il vantaggio di avere l’ONU nella tasca posteriore dei pantaloni.

Per fortuna, però, il riscaldamento globale indotto dalla CO2 non è una vera minaccia, perché se lo fosse, moriremmo tutti comunque, indipendentemente dalle misure estreme che abbiamo preso, a causa del fumo passivo delle enormi pile cinesi alimentate a carbone.

Nel 2020, la Cina ha costruito oltre tre volte la capacità delle centrali a carbone rispetto al resto del mondo. Ha messo in servizio quasi 40 GW durante l’anno, l’equivalente della costruzione di più di un grande impianto ogni settimana.

Inoltre, una recente ricerca ha anche dimostrato che 73 GW di nuovi progetti di energia a carbone sono stati avviati in Cina fino al 31 dicembre, cinque volte di più rispetto a tutti gli altri paesi messi insieme.

I nostri cosiddetti leader ignorano completamente il gioco che il regime cinese sta giocando qui. Sono così dolorosamente stupide, così deboli e troppo impegnate ad appagare le comunità marginali per riconoscere la vera minaccia alla nostra società. L’obiettivo della Cina qui sembra essere la distruzione delle economie occidentali. Ma a quale scopo esattamente? Guerra?

“In passato non siamo riusciti a capire che non possiamo affrontare il cambiamento climatico come una questione secondaria”, ha affermato l’autore principale dello studio dell’assurdo “blocco del clima”, Corinne Le Quéré. “Ogni strategia e ogni piano di ogni governo deve essere coerente con la lotta al cambiamento climatico”.

Ma secondo i dati, il blocco della pandemia ha avuto un impatto esattamente nullo sui livelli di CO2 atmosferica:

Tuttavia, la minaccia rappresentata dalla Cina è, ovviamente, sminuita da quella del Sole.

Il fatto che la magnetosfera terrestre in continua diminuzione non sia stata in grado di gestire le ultime due perturbazioni minori è un vero motivo per tenervi svegli la notte.

Nel 2000, sapevamo che il campo magnetico aveva perso il 10 percento della sua forza dal 1800.

Un altro 5% è andato perso entro il 2010.

Ulteriori accelerazioni si sono verificate negli ultimi anni, 2015 e 2017, ma noi profani non eravamo a conoscenza di ulteriori dati sulla perdita, con supposizioni sul motivo per cui ciò potrebbe farti precipitare rapidamente nella tana del coniglio della cospirazione.

Dato l’ultimo solido punto di dati che abbiamo – quello del 2010 – il nostro campo magnetico avrebbe dovuto gestire questi ultimi due eventi molto meglio – il campo è ovviamente molto più debole di quanto ci siamo resi conto.

Cosa succede quando un brillamento solare di classe X viene eiettato nella nostra direzione?

Si torna all’età della pietra, all’istante.
Bene! Cioè male.. vabbè..!

Non c’è potere

Nessuna comunicazione

No googling “how-to?”

Nessun sistema di consegna

Niente cibo nei Supermercati

Di notte solo oscurità

Io sono preparato

(ma nella realtà nessuno lo è davvero, nemmeno psicologicamente!)

Tu sei…?

Coltiva il tuo sapere e cerca fonti di energia alternative.



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti.
Ci sono persone e fatti documentati.

4 pensieri riguardo “Il campo magnetico terrestre non riesce a gestire un debole flusso di vento solare |*| “Questo è il 1984”

  1. la cosa è inquietante, non solo non possiamo farci nulla, ma pensando a dei cicli solari forti, come quelli che c’erano stati negli anni ’90 con lo stato attuale rischieremmo molto. Per fortuna questo ciclo solare non sembra particolarmente intenso, fra l’altro ne veniamo da una fa neutra che è durata a lungo. Ma per il futuro della Terra queste che hai riportato non sono belle notizie, per niente!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: