La CO2 non guida il clima: l’acqua, le nuvole sì

Da Kenneth Richard il 24 maggio 2021

Un professore di idrologia dell’Università di Atene eviscera il paradigma “ingenuo” secondo cui lo stato naturale del clima terrestre è la costanza e la stabilità, cambiando solo quando un “agente esterno” (cioè un rapido aumento delle emissioni di combustibili fossili) agisce su di esso . Invece, (a) l’acqua è l’elemento principale che guida il clima e (b) il presunto contributo umano allo scambio di calore è 2100 volte inferiore ai flussi energetici naturali della Terra.

Koutsoyiannis, 2021

Punti chiave selezionati dal nuovo articolo del Dr. Koutsiannis sulla rivista Water.

  1. L ‘“idea ingenua” o “percezione sbagliata” che il clima sia generalmente costante a meno che un agente esterno non cambi, è la conseguenza del “paradigma del rumore bianco” che ha “ingannato i climatologi” negli ultimi due secoli. La “catena di causalità lineare del tipo: emissioni umane di CO2 → aumento della concentrazione di CO2 atmosferica → aumento della temperatura → cambiamenti nei processi idrologici e nel bilancio idrico” non “corrisponde alla realtà fisica”.
  2. Il termine scientificamente vuoto “cambiamento climatico” è un costrutto politico progettato per suggerire che la variabilità del clima non si è verificata fino a pochi secoli fa e quindi ciò che sta accadendo nell’era moderna è innaturale.
  3. L’acqua è facilmente l’elemento principale che guida il clima della Terra. La CO2 è solo un piccolo giocatore in confronto.

• La massa dell’oceano è 260 volte maggiore della massa dell’atmosfera e l’oceano incapsula il 94% dell’energia termica accumulata dalla Terra (contro solo l’1% dell’atmosfera). Per questo l’acqua è il “regolatore termodinamico del clima”.

• Il trasferimento di calore latente dalla superficie all’atmosfera è descritto come “la locomotiva naturale della Terra”. L’energia totale coinvolta nel ciclo idrologico della Terra ammonta a 1290 ZJ/anno. Confronta questo con appena 0,6 ZJ/anno per la “produzione di energia umana” dalle emissioni di gas serra. Pertanto, la “locomotiva naturale è 2100 volte superiore a quella della locomotiva umana”.

• Un ipotetico cambiamento di 1/1000 (1 ‰) nelle proprietà riflettenti (albedo) delle formazioni d’acqua neve, ghiaccio e nuvole provoca uno “squilibrio” nel bilancio energetico della Terra di 0,34 W/m². Ciò è effettivamente equivalente allo squilibrio energetico necessario per spiegare il riscaldamento dell’oceano di 0,1°C (0-2000 m) negli ultimi 50 anni (Levitus et al., 2012). In realtà, negli ultimi 40 anni, la forzatura dell’albedo dalla variabilità delle nuvole è stata 10 volte maggiore dell’ipotetica variazione di 1 ‰.

  1. “Un altro malinteso, comune nei non esperti, è che la CO2 atmosferica; è il prodotto delle emissioni umane, mentre di fatto queste ultime contribuiscono solo per il 3,8% al ciclo globale del carbonio”.
  2. “[U]sare misurazioni strumentali affidabili della T globale e della concentrazione di CO2 che coprono l’intervallo di tempo 1980-2019, uno studio recente ha rilevato che nella relazione tra CO2 e temperatura, la direzione di causalità dominante è T → CO2, piuttosto che l’altra a tutto tondo, nonostante quest’ultima sia la percezione comune. “

Abstract: Rivisitiamo la nozione di clima, insieme alla sua evoluzione storica, rintracciando l’origine delle moderne preoccupazioni sul clima. La nozione (e il termine scientifico) di clima è stata stabilita durante l’antichità greca in un contesto geografico e ha acquisito il suo contenuto statistico (tempo medio) in tempi moderni dopo che le misurazioni meteorologiche erano diventate comuni. Eppure le moderne definizioni di clima sono seriamente influenzate dall’errata percezione dei due secoli precedenti secondo cui il clima dovrebbe essere regolarmente costante, a meno che un agente esterno non agisca su di esso. Pertanto, si cerca di dare una definizione più rigorosa del clima, coerente con il corpo moderno degli stocastici. Illustriamo la definizione con dati del mondo reale, che esemplificano anche la grande variabilità climatica.

Data questa variabilità, il termine “cambiamento climatico” risulta essere scientificamente ingiustificato.

Nello specifico, è un pleonasmo poiché il clima, come il tempo, è in continua evoluzione. In effetti, un’indagine storica rivela che lo scopo nell’usare quel termine non è scientifico ma politico. Nell’ambito degli obiettivi politici, le questioni idriche sono state fortemente promosse proiettando catastrofi future invertendo i veri ruoli e direzioni di causalità. Per questo motivo, sosteniamo che l’acqua è l’elemento principale che guida il clima e non il contrario.

https://www.mdpi.com/2073-4441/13/6/849/htm


Rifiuta i fabbricanti di paura.

Vivi libero.


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: