Delle profezie di “End of Snow” è rimasta solo la propaganda AGW

Rare e abbondanti nevicate di fine maggio colpiscono Kashmir, India e Pakistan

; Articolo di Cap Allon

Mentre il caldo anomalo della Russia settentrionale domina i titoli dei giornali MSM, le intense raffiche di freddo e le nevicate insolitamente violente che attualmente devastano vaste porzioni del pianeta sono di gran lunga la maggiore preoccupazione.

La Russia settentrionale è in attesa da tempo per un po ‘di caldo: la regione sta uscendo da un inverno eccezionalmente freddo e prolungato in cui i minimi da record (spesso nell’intervallo da -50°C a -60°C) sono persistiti da metà dicembre fino ad aprile.

Di conseguenza, i ricercatori sul campo hanno notato “un aumento delle glaciazioni periodiche nella regione”.

Con la sacca di calore della Russia i media mainstream si rimpallano ma il “”quadro più ampio”, come sempre, dipinge una storia diversa: la bassa attività solare continua a indebolire le correnti a getto, ed è questa configurazione e questa configurazione soltanto, ad essere responsabile delle oscillazioni tra gli estremi che stiamo attualmente vedendo (cioè la spinta di aria calda tropicale insolitamente a nord e il trascinamento di aria fredda polare insolitamente a sud).

Durante il fine settimana, ventuno corridori che hanno affrontato «un’ultramaratona» di montagna nel nord-ovest della Cina sono morti dopo che le condizioni di gelo hanno colpito la gara in alta quota.

I soccorritori sono stati in grado di salvare solo 151 partecipanti su un totale di 172.

Secondo la Xinhua News Agency ufficiale, i corridori sono morti per “il repentino abbassamento della temperatura”.

Il congelamento estremo ha colto tutti alla sprovvista.

“Ho corso 2 chilometri prima che lo sparo di partenza desse il via per riscaldarmi”, ha detto un concorrente; “Ma il problema era che, dopo aver percorso questi 2 chilometri, il mio corpo non si era ancora riscaldato”.

Il Kashmir, in India, riceve una rara nevicata di Maggio

Domenica, il Kashmir centrale ha ricevuto ciò che thekashmirwalla.com ha definito “rare nevicate estive” e “condizioni climatiche estreme“.

Alcuni degli accumuli più pesanti sono stati ricevuti nel Sonamarg Resort, nel centro del Kashmir.

Questa è stata la scena in cui è iniziata la nevicata:

Minimarg nelle vicinanze ha anche raccolto fiocchi impressionanti.

Mentre le cime più elevate hanno ricevuto quantità ancora maggiori.

Di seguito c’era la scena lungo la famigerata “Mughal Road” che sale a un’altitudine di più di 3000 metri (9.840 + ft).

Ieri, 24 maggio, ha anche nevicato sulle vette di ZojiLa e dintorni, secondo DD News Ladakh:

Le nevicate in Kashmir vengono solitamente ricevute durante i mesi invernali centrali, tra dicembre e febbraio, continua l’articolo di thekashmirwalla.com – “le nevicate nell’ultima metà di maggio sono incredibilmente rare nella regione”.

Kaghan, Pakistan colpito da forti nevicate

Oltrepassando il confine settentrionale dell’India ed entrando in Pakistan, sono state segnalate forti nevicate.

Secondo dawn.com, la pittoresca valle di Kaghan domenica è stata trasformata in un paese delle meraviglie invernale a causa del freddo estremo.

Ha iniziato a nevicare a mezzogiorno e ha continuato per tutta la giornata.

Il filmato qui sotto è stato girato a Battakundi, Kaghan, il 23 maggio:

Molti passi di montagna rimangono coperti dalle nevi invernali.

“La strada Mansehra-Naran-Jalkhad è stata ripulita dalla neve fino a Battakundi”, ha detto Matiuallah; tuttavia, il tratto rimanente fino a Babusar Top è ancora in lavorazione, anche se ci avviciniamo al mese di giugno.

Quella sacca di calore anomalo di cui attualmente godono i russi del nord sta già mostrando segni di cedimento. In effetti, prima della fine di Maggio le cose sembrano destinate a diventare decisamente fredde.

Inoltre, di seguito è riportata una rappresentazione di quel “quadro più ampio” che il MSM oscura abitualmente:

GFS 2m Temperature Anomalies [tropicaltidbits.com].

Come possiamo vedere, accanto a quella sacca di calore nella Russia settentrionale una bolla di freddo altrettanto grande e altrettanto anomala ha inghiottito la Russia orientale, TUTTA la Mongolia, vaste aree della Cina (responsabili delle tragiche morti della maratona), così come TUTTA l’India e il Pakistan (responsabili delle nevi di fine stagione evidenziate sopra).

Le alternanze di zone rosse e blu evidenziano l’andamento della debole corrente a getto, da cui le intrusioni di caldo verso nord e le discese artiche verso sud.

Oh, e se il continente asiatico non è una rappresentazione abbastanza grande per te, allora ecco l’intero pianeta:

Violenta tempesta di neve in Scozia, imbianca le quote più alte

Gli scozzesi stanno subendo un’altra esplosione artica nella tarda primavera questa settimana, mentre il freddo insolito continua a travolgere la maggior parte del continente europeo.

Centimetri e centimetri di neve di fine Maggio, rara e da record, si sono depositati nelle parti più alte della Scozia, con bufere aggiuntive ed eccezionalmente rare che scendono anche sulle zone più basse.

Il Met Office del Regno Unito ha emesso avvisi meteorologici per le aree settentrionali e centrali del paese, poiché questo flusso a getto meridionale indotto dal tempo – causato dalla bassa attività solare – continua a dominare.

Si stima che più di 30 centimetri siano caduti su una vasta area durante una buffera di sette ore: un tempo inclemente!

Mentre un avvertimento sul sito web del Met Office ieri diceva: “Un’area di neve si sta attualmente estendendo verso sud dalle Highlands per raggiungere la fascia centrale verso l’alba … sono possibili accumuli di neve di 3 cm (1,2 pollici) sotto i 150 m (492 piedi).”

Traffic Scotland Twitter ha segnalato condizioni di blackout su alcune strade scozzesi.

Mentre questa era la scena al Cairngorm National Park:

Neve al Parco Nazionale di Cairngorm, fine maggio 2021.

Questa “bontà del riscaldamento globale” è l’ultimo evento di freddo estremo della Scozia in quelli che sono stati i primi 5 mesi dell’anno molto freddi.

L’inverno ha prodotto temperature costantemente sotto lo zero e prolifici attacchi di neve pesante in quello che inthesnow.com ha definito “uno dei più lunghi periodi di freddo nevoso di questo secolo“.

E anche adesso, con l’estate alle porte, il freddo record e la neve persistono.

La Gran Bretagna resta sulla buona strada per registrare uno dei suoi Maggio più freddi nella storia registrata, mentre il mese è già diventato il più nevoso di sempre, superando il vecchio parametro stabilito nel 1979.

Mentre ci avviciniamo a giugno, i meteorologi stanno anticipando ulteriori discese artiche.

La prossima settimana, il Met Office prevede che “neve, grandine e tuoni” sconvolgeranno la Scozia. Questo è lo stesso Met Office che recentemente ha affermato che il freddo estremo era una cosa del passato, ed anche che la neve scomparirà dalla Gran Bretagna entro il 2040 a causa dell'”emergenza/crisi/crollo climatico” noto anche come “riscaldamento globale” o “terrificante Terra alla griglia..”

Secondo il Met Office, la neve nel Regno Unito sarà un ricordo del passato entro il 2040.

Questa è un’affermazione ridicola e allarmante – un’affermazione che la storia considererà altrettanto stupida di quella fatta dal climatologo senior Dr. David Viner della Climate Research Unit (CRU) dell’Università dell’East Anglia.

Già nel 2000, riportato all’epoca dal Telegraph (poi cancellato), Viner disse: entro pochi anni le nevicate invernali diventeranno “un evento molto raro ed emozionante”, aggiungendo che “i bambini non sapranno cosa sia la neve.”

Bene, ecco un po ‘di neve nel Regno Unito per te, Viner, nella tarda primavera dell’anno 2021, nientemeno:

Mentre di seguito è raffigurato Ian Innes sulle piste scozzesi.

Innes, sconcertato, scrive su Facebook: “Sci di neve fresca a Maggio !? In Scozia!?!?”

In modo frustrante, hack come Viner non vengono mai chiamati all’azione.

I loro errori e le loro ricerche sbagliate sono raramente analizzati o investigati.

Invece, il ciclo è semplicemente uno di risciacquo e ripetizione: la cabala del riscaldamento globale chiama il loro prossimo gruppo di cervelli “istruiti” che continuano a utilizzare la stessa identica piramide rovesciata imperfetta, costruita sul lavoro di pochi modellisti climatici per fare le stesse previsioni stancanti del giorno del giudizio.

Il manto nevoso globale sta effettivamente aumentando.

Secondo la NASA, è aumentato negli ultimi 40 anni.

L’analista dei dati Zoe Phin era curiosa di sapere quale fosse la tendenza globale delle nevicate in quest’era di estremo riscaldamento globale. “Fortunatamente”, scrive, “la NASA ci fornisce di nascosto tutti i dati necessari per capirlo”.

Le profezie di “End of Snow” sono rimaste propaganda AGW, chiare e semplici – non sono basate sui fatti e con un preciso scopo politico.

Come sostiene il Met Office, la Gran Bretagna dovrebbe essere priva di neve in soli 19 anni.

Eppure questa (mostrata sotto) è stata la scena all’altopiano del vertice del Ben Nevis in Scozia il 24 maggio 2021:

Ben Nevis Summit Plateau (Scotland, late-May, 2021).

La teoria antropica del riscaldamento globale sta cadendo a pezzi.

Non c’è mai stata una buona correlazione tra CO2 e temperature globali per cominciare, e ora quella correlazione sta diventando sempre più debole ogni giorno che passa mentre il nostro pianeta continua a raffreddarsi.

Al contrario, però, la propaganda della “crisi climatica” sembra rafforzarsi man mano che le élite aumentano la narrativa.

Per le masse, gli scarabocchi illogici pubblicati dal Guardian dominano i dati e le osservazioni del mondo reale.

Questa è la natura deprimente degli esseri umani.

Siamo facilmente guidabili.

Ci affidiamo troppo dell’autorità.

Non abbiamo pensiero critico.

E come è stato per tempo immemorabile, per ogni civiltà passata, questi tratti dimostreranno ancora una volta la nostra rovina.

Per finire, di seguito sono riportate le anomalie di temperatura dell’Europa per oggi, martedì 25 maggio.

Enjoy!

GFS 2m Temp Anomalies — My 25 [tropicaltidbits.com].


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

3 pensieri riguardo “Delle profezie di “End of Snow” è rimasta solo la propaganda AGW

  1. quest’anno anche qua da noi per ora il caldo è ancora lontano, non che dispiaccia, almeno a me che lo patisco da sempre, ma è un dato di fatto. Vedremo cosa ci riserverà la prossima estate….

    "Mi piace"

    1. ancora è presto per fare previsioni che abbiano un senso.. ma il mio “sentire” è che avremo una estate corta con botte di caloree rinfrescamenti improvvisi.. ma questo incrementa la possibilità di fenomeni importanti quali temporali, grandinate, colpi di vento.
      vedremo..
      intanto nell’emisfero sud ed in particolare in nuova zelanda sono passati dall’estate all’inverno.
      vedremo..

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: