La caduta continua..

Record mensili di basse temperature cadono a Vanuatu, come neve di fine stagione e freddo senza precedenti Toronto, Canada

; Articolo di Cap Allon

I “pazzi teorici della cospirazione” si stanno dimostrando di nuovo nel giusto. Ma non erano mai state teorizzate cospirazioni folli. I pochi schietti stavano semplicemente “applicando la logica” – un’abilità da cui le mandrie menomate sono state educate molto tempo fa, da bambini, nelle stazioni di indottrinamento conosciute come scuole.

Il mondo è corrotto : la maggior parte delle persone è fin troppo felice di essere d’accordo con questa affermazione. Ci viene mentito in ogni angolo della vita , eppure la maggior parte delle persone lotta con questo.

Record mensili di basse temperature crollano a Vanuatu

Sulla scia del freddo assoluto della Nuova Zelanda, i minimi record stanno ora spazzando via l’ arcipelago a forma di Y dell’Oceano Pacifico meridionale di VANUATU, che consiste di circa 83 isole vulcaniche e si estende per ca. 1.300 chilometri.

Il 27 maggio, la colonnina di mercurio è scesa a 14,3°C (57°F) all’aeroporto di Pekoa , situato sull’isola di Espiritu Santo

Il 28 maggio, un minimo di 12,5°C (54,5°F) è stato registrato all’aeroporto di Port Vila , situato sull’isola di Efate.

Entrambe le letture sono nuovi minimi record per il mese di maggio.

Nel luglio del 2018, l’isola di Ambae (Vanuatu) ha dovuto affrontare un’evacuazione obbligatoria a causa del suo vulcano in eruzione.

“Voglio andarmene, ma non so dove andrò a vivere”, disse un isolano all’epoca.

Le immagini drammatiche scattate da Ambae hanno mostrato il pennacchio vulcanico che blocca il sole.

Le conseguenze hanno mostrato l’isola ricoperta da uno strato di cenere:

Il risveglio vulcanico di Ambae, proprio come il suo raffreddamento, può essere attribuito ai cambiamenti del Sole.

Più specificamente, al recente calo dell’attività solare e all’aumento dei raggi cosmici galattici, che, nel caso di questo aumento sismico e vulcanico assistito, portano all’eccitazione dei muoni nel sottosuolo.

Neve di fine stagione e freddo senza precedenti Toronto, Canada

Il 28 maggio è stato uno storico “doppio colpo” di una giornata a Toronto, in Canada.

Prima di tutto, il giorno è entrato nei libri meteorologici come il 28 maggio più freddo della città mai registrato, secondo il meteorologo Peter Kimbell di Environment Canada.

Il massimo diurno aveva raggiunto solo un gelido 4°C (39.2°F) venerdì pomeriggio.

Per il prossimo 28 maggio più freddo devi tornare indietro nel 1889, secondo i libri per il centro di Toronto risalenti al 1840. In altre parole, sono passati 130 anni da quando gli abitanti hanno sofferto un 28 maggio così freddo.

Ancora più sorprendentemente, solo pochi giorni fa Toronto ha raggiunto un massimo di 33°C (91,4°F) – questo è un altro potente esempio delle “oscillazioni tra gli estremi” subite durante i periodi di bassa attività solare:

In secondo luogo, venerdì ha anche portato in città rare nevicate di fine maggio.

Questa è la seconda neve più recente registrata a Toronto dopo il 4 giugno 1945 (minimo solare del ciclo 17).

“È un po’ uno shock vedere raffiche e fiocchi di neve bianchi quando dovrebbe essere un normale massimo di 22°C (71,6°F)”, ha detto Kimbell.

Lo spessore sorprendente del ghiaccio marino artico è una buona notizia per gli orsi polari

La zoologa Susan Crockford ha definito “sorprendente” la distribuzione a fine maggio dello spesso ghiaccio marino artico (3,5-5 mt/11,5-16,4 piedi o più), in particolare dato il suggerimento dell’OMM che potremmo avere solo cinque anni per evitare un “pericoloso punto di svolta” a temperature globali.

C’è la solita e prevista fascia di ghiaccio spesso nell’Oceano Artico attraverso la Groenlandia settentrionale e le isole più settentrionali del Canada, scrive Crockford sul suo sito web polarbearscience.com, ma ci sono anche macchie inaspettate nei mari periferici (specialmente a nord delle Svalbard, a sud-est della Groenlandia , Bacino di Foxe, Stretto di Hudson, Mare di Chukchi, Mare di Laptev),

Questo è un sacco di ghiaccio marino per la caccia all’orso polare.

Quel ghiaccio spesso fornirà l’habitat estivo per gli orsi che scelgono di rimanere sul ghiaccio durante la stagione di ghiaccio basso.

Spessore del ghiaccio marino artico
(25 maggio 2021)

Secondo i dati dell’Istituto meteorologico danese (DMI), quest’anno c’è molto più ghiaccio a nord delle Svalbard rispetto all’anno scorso, quando il ghiaccio spesso ha causato la debacle della nave da ricerca artica Polarstern.

Spessore del ghiaccio marino artico
(25 maggio 2020)

Inoltre, lo spesso ghiaccio al largo della Groenlandia quest’anno non sorprende, visti gli attuali accumuli record di neve e ghiaccio in tutta l’isola:

[DMI]

C’è da aspettarsi ghiaccio spesso nel bacino di Foxe (a ovest dell’isola di Baffin) in questo periodo dell’anno, continua Crockford, ma nello stretto di Hudson, a nord del Quebec, non tanto:

E infine, per quanto riguarda quel punto di svolta “pericoloso” menzionato sopra: il WMO ha recentemente affermato che c’è una probabilità del 40% che la temperatura globale aumenterà di 1,5°C sopra i livelli preindustriali in un anno entro il 2026; tuttavia, l’organizzazione elenca una serie di clausole, condizioni e limitazioni specifiche alla loro previsione, tutte elencate in un report della BBC.

E comunque, quel livello di 1,5°C è sempre stato un numero di fantasia, uno strappato dal nulla da un propagandista corrotto che ha un dottorato di ricerca dopo il loro nome.

Il nostro pianeta si sta raffreddando.

Ogni set di dati chiave lo rivela.

E l’establishment riferirà presto su questo fatto.

Ma ricorda, questo è il 1984: non ci saranno ritrattazioni, nessuna scusa per gli ultimi 4 decenni di scandalosi allarmisti. No, siediti e guarda confuso mentre tutti i precedenti discorsi sul “riscaldamento globale catastrofico” vengono semplicemente abbandonati, cancellati dalla coscienza, per non parlare mai più.

Attendi il prossimo capovolgimento di 180° dell’MSM.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: