Interfacce cervello-computer: non preoccuparti, è solo un “gioco”

di Robert Wheeler

Valve, la società dietro Life e Counter-Strike, ha appena annunciato che il gigante dei videogiochi sta introducendo l’umanità in un Brave New World. Come mai? Semplicemente includendo nei suoi giochi nuove tecnologie chiamate interfacce cervello-computer.

I BCI lavoreranno sui nostri sentimenti adattando il gioco di conseguenza

Il capo di Valve, Gabe Newell, ha dichiarato che il futuro dei videogiochi coinvolgerà “interfacce cervello-computer”. Newell ha aggiunto che le BCI creeranno presto esperienze superiori a quelle che attualmente percepiamo attraverso i nostri occhi e le nostre orecchie.

Newell ha detto che immagina i dispositivi di gioco che rilevano le emozioni di un giocatore e quindi regolano le impostazioni per modificare l’umore del giocatore. Ad esempio, aumentando il livello di difficoltà quando il giocatore si annoia.

Valve sta attualmente sviluppando i propri BCI e sta lavorando su “cinturini per la testa VR modificati” che gli sviluppatori possono utilizzare per sperimentare i segnali provenienti dal cervello. “Se sei uno sviluppatore di software nel 2022 che non ha uno di questi nel tuo laboratorio di test, stai commettendo uno stupido errore”, ha detto Newell.

I visori VR raccoglieranno dati leggendo i nostri segnali cerebrali

Valve sta lavorando con le cuffie OpenBCI. OpenBCI ha presentato un design di cuffie a novembre che chiama Galea. È progettato per funzionare insieme a visori VR come Valve’s Index.

“Stiamo lavorando a un progetto open source in modo che tutti possano avere tecnologie di lettura [segnale cerebrale] ad alta risoluzione integrate nelle cuffie, in una serie di modalità diverse”, ha aggiunto Newell.

“Sviluppatori di software per esperienze interattive: utilizzerai assolutamente una di queste fasce per la testa VR modificate per farlo regolarmente, semplicemente perché ci sono troppi dati utili”, ha affermato Newell.

I dati raccolti dalle fasce per la testa consisterebbero in letture dal cervello e dal corpo dei giocatori. I dati essenzialmente direbbero se il giocatore è eccitato, sorpreso, annoiato, triste, impaurito o divertito e altre emozioni. La fascia per la testa modificata utilizzerà quindi le informazioni per migliorare “l’immersione e personalizzare ciò che accade durante i giochi”.

Il mondo sembrerà piatto e incolore rispetto a quello creato nella tua mente

Newell ha anche discusso di fare un ulteriore passo avanti con la tecnologia di lettura del cervello e di creare una situazione per inviare segnali alle menti delle persone. (Come cambiare i loro sentimenti e offrire una grafica migliore durante i giochi.)

“Sei abituato a vivere il mondo attraverso gli occhi”, ha detto Newell, “ma gli occhi sono stati creati da questo offerente a basso costo che non si preoccupava dei tassi di fallimento e delle RMA, e se si rompeva, non c’era modo di riparare qualcosa di efficace, che ha totalmente senso da una prospettiva evolutiva, ma non riflette affatto le preferenze dei consumatori”.

“Quindi l’esperienza visiva, la fedeltà visiva che saremo in grado di creare, il mondo reale smetterà di essere la metrica che applichiamo alla migliore fedeltà visiva possibile.

“Dove diventa strano è quando chi sei diventa modificabile tramite un BCI.” ~Gabe Newell

In genere il tuo umano medio accetta i propri sentimenti per essere come si sentono veramente. Newell afferma che i BCI consentiranno una modifica digitale di questi sentimenti.

“Una delle prime applicazioni che mi aspetto di vedere sarà il miglioramento del sonno: il sonno diventerà un’app che eseguirai dove dici: ‘Oh, ho bisogno di così tanto sonno, ho bisogno di così tanto REM'”, ha detto.

Newell afferma inoltre che un altro vantaggio potrebbe essere la riduzione o la completa rimozione di sentimenti o condizioni cerebrali indesiderati.
Non viene qualcosa di buono da questa tecnologia?

Newell e Valve stanno lavorando a qualcosa che vada oltre il semplice miglioramento dell’esperienza dei videogiochi. Ora c’è un significativo sanguinamento nella ricerca condotta dal team di Newell e dalle industrie delle protesi e delle neuroscienze.

Valve scambia ricerca con competenza, contribuendo a progetti che sviluppano parti del corpo sintetiche.

“Questo è ciò che stiamo contribuendo a questo particolare progetto di ricerca”, ha detto, “e grazie a ciò, abbiamo accesso a leader nel campo delle neuroscienze che ci insegnano molto sul lato delle neuroscienze”.
Siamo attrezzati per sperimentare cose che non abbiamo mai sperimentato?

Newell ha brevemente menzionato alcuni potenziali aspetti negativi della tecnologia. Ad esempio, ha detto come le BCI potrebbero indurre le persone a provare dolore fisico, anche dolore oltre il loro corpo fisico.

“Potresti far pensare alle persone che [sono] ferite ferendo il loro strumento, che è un argomento complicato in sé e per sé”, ha detto.

Dall’articolo di TVNZ:

Come qualsiasi altra forma di tecnologia, Newell afferma che c’è un certo grado di fiducia nell’usarla e che non tutti si sentiranno a proprio agio nel collegare il proprio cervello a un computer.

Dice che nessuno sarà costretto a fare qualcosa che non vuole fare e che le persone probabilmente seguiranno gli altri se avranno buone esperienze, paragonando la tecnologia BCI ai telefoni cellulari.

“Le persone decideranno da sole se vogliono farlo. Nessuno fa usare un telefono alle persone”, ha detto Newell.

“Non sto dicendo che tutti adoreranno e insisteranno sul fatto di avere un’interfaccia cervello-computer. Sto solo dicendo che ogni persona deciderà da sé se esiste o meno un’interessante combinazione di funzionalità, funzionalità e prezzo”.

Ma Newell ha avvertito che i BCI comportano un altro rischio significativo. Dice: “Nessuno vuole dire: ‘Ricordi Bob? Ricordi quando Bob è stato hackerato dal malware russo? Sì, ha fatto schifo. Corre ancora nudo per le foreste?’”

È solo un altro passo per separarci da noi stessi?

La verità è che continueremo a sentirci dire di ignorare le implicazioni per questo tipo di tecnologia e la direzione in cui stiamo andando. Perché, ovviamente, STANNO sviluppando protesi, e questo è un progresso nella scoperta scientifica. Tuttavia, un passo avanti di un’agenda e di un piano creati molto tempo fa ci porta solo molto più vicini a perdere la nostra capacità di ricordare.

In questa sessione della GDC 2019, Mike Ambinder di Valve esplora il mondo della ricerca Brain-Computer Interface e come le sue applicazioni potrebbero aiutare gli sviluppatori oggi e in futuro.


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.
Zucchino’s boys & I.A. stanno facendo davvero un gran lavoro.
Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: