Freddo record colpisce il Brasile

Forti gelate devastano i raccolti di canna da zucchero, caffè e mais

Cap Allon

Questa settimana il freddo record sta inghiottendo vaste aree del continente sudamericano, devastando l’agricoltura della regione, abbassando i raccolti e aumentando i prezzi.

Grazie a una potente massa d’aria antartica, nazioni come  ArgentinaUruguayParaguayBoliviaBrasile stanno soffrendo un freddo estremo e senza precedenti, con nevicate storiche da abbinare.

Forti gelate sono state segnalate nei campi di canna da zucchero, caffè e mais del Brasile.

Il paese ha registrato temperature estremamente basse mercoledì 30 giugno, secondo analisti e agenzie meteorologiche, dallo stato più meridionale del Rio Grande do Sul alla parte settentrionale di San Paolo.

Come riportato da riotimesonline.com, “La città di San Paolo registra temperature record, si aspettano ulteriori cali”.

“È passato molto tempo da quando abbiamo visto questo tipo di gelate in Brasile”, ha detto il meteorologo Marco Antonio dos Santos.

Forti gelate sono state diffuse, dai campi di caffè più piccoli del Paraná, alle vaste coltivazioni di arabica nello stato di San Paolo (il secondo produttore di caffè del Brasile, dopo Minas Gerais).

Ci sono state anche segnalazioni di gelate e gelate nei campi di canna da zucchero di San Paolo, una regione che rappresenta oltre il 60% della produzione di zucchero nel paese.

“Per la canna da zucchero, l’impatto è più grave (che per il caffè)”, ha spiegato Celso Oliveira, meteorologo locale.

“Quando viene colpita dalle gelate, la canna smette di crescere e questo riduce il contenuto di zucchero”, ha spiegato Oliveira. “Quindi i mulini raccolgono prima del momento ideale”, ha continuato, mentre cercano di ridurre le perdite e iniziare a frantumare prima.

Sono state notate anche perdite considerevoli di mais poiché il freddo estremo persiste in aree come il Paraná, il secondo produttore di cereali del Brasile, secondo gli esperti meteorologici.

“Perdite significative sembrano probabili”, ha twittato Arlan Suderman, Chief Commodities Economist per StoneX Group, che ha aggiunto: “Alcuni mais stanno ancora impollinando nella regione a causa della semina tardiva.

“(A) il raccolto piccolo diventa più piccolo”, ha lamentato Suderman.

Le condizioni sfavorevoli all’inizio della stagione hanno portato il mais sudamericano nei campi alla fine dell’anno.

La semina tardiva significa correre il rischio che le fasi di sviluppo chiave per le colture nascenti coincidano con l’inizio dei mesi più freddi dell’inverno. Quest’anno, il freddo record di inizio stagione sta esponendo i giovani raccolti alle gelate – di conseguenza, gli analisti temono il peggio e prevedono pesanti perdite di raccolto a venire.

“Il mercato è preoccupato per le violazioni contrattuali; le perdite di raccolto saranno superiori al 60% nello stato del Paraná”, ha detto ad Agricensus Victor Martins, consulente di copertura presso Hedgepoint Global Markets.

“Non si parla ancora diffusamente di maggiori importazioni, ma non escludo che aumentino le importazioni dall’Argentina”, ha detto Martins mentre il Brasile si sforza di tappare i buchi nella sua offerta domestica di mais.

Effect of #frost on the productive potential of #corn at different stages of development. (estimated) less yield and grain weight, increase stalkloding. 🌽

Today we had a strong frost in Soth Brazil. Safrinha Corn in Paraná and Paraguay with high damage. 🥲 (video by farmer)

Originally tweeted by j madaloz (@jcmadaloz) on 27 maggio 2021.

“Le condizioni atmosferiche sono ancora favorevoli al verificarsi di gelate in quasi tutte le regioni”, si legge in una dichiarazione di Simepar, l’agenzia meteorologica ufficiale del Paraná, mentre la massa d’aria polare responsabile di questo grande congelamento continua la sua marcia costante lungo il continente, per includere anche regioni centrali del Brasile.

Ulteriori gelate dovrebbero chiudere la settimana, riporta reuters.com, una previsione supportata dall’ultima esecuzione di GFS:

GFS 2m Temp Anomalies (C) per il 1 luglio [ tropicaltidbits.com ].

Chiaramente visualizzato sopra, il freddo record non è solo limitato al Brasile, ma si estende per la maggior parte del continente sudamericano di 17,84 milioni di km² (rendendolo un’anomalia di temperatura molto più diffusa di quella che attualmente attanaglia il nord-ovest del Pacifico, ma il freddo non lo è). Temperatura favorevole alla catastrofe AGW -agli occhi del MSM- e quindi non viene denunciato).


Santa Catarina, Brasile registra il suo terzo giorno consecutivo di rara neve e freddo sotto zero

, articolo di Cap Allon

Mercoledì Santa Catarina ha registrato nevicate a Urupema e Sao Joaquim, il terzo giorno consecutivo del raro fenomeno, che includeva anche temperature insolitamente fredde sotto lo zero.

Santa Catarina è lo stato più meridionale del Brasile.

Le temperature in tutto lo stato sono scese a un record di -7,5°C (18,5°F) e oltre, questa settimana, e sono state registrate forti nevicate .

Secondo il Centro di informazione delle risorse ambientali e idrometeorologia di Santa Catarina (Epagri/Ciram), questo è il primo anno dal 2000 che si registra la neve per tre giorni consecutivi.

Come riportato da riotimesonline.com, temperature in picchiata e livelli di umidità favorevoli hanno portato notevoli accumuli di neve nelle città situate all’interno e intorno alle montagne di Santa Catarina:

La gente del posto si è svegliata per trovare le proprie auto, prati e strade ricoperte da strati di bontà del riscaldamento globale mentre un violento fronte antartico continua a dominare il clima del Sud America.

Minime da brivido hanno accompagnato la neve: un freddo che ha abbassato i termometri a un record di -3,9°C (25°F) a Bom Jardim da Serra, -3,45°C (25,8°F) a Urupema, -2,13°C (28,2°F) a Urubici, e -1,6°C (29,1°F) a São Joaquim, secondo i dati di Epagri/Ciram.

  Il Jet Stream che cambia

Anomalie di temperatura GFS 2m (C) [ tropicaltidbits.com ].

Il continente antartico è rimasto insolitamente freddo quest’anno, circa 10°C più freddo del normale, infatti:

Negli ultimi mesi, questo freddo eccezionale è sfuggito al continente ghiacciato con crescente regolarità e ha invaso le terre emerse dell’emisfero meridionale dell’Australia, dell’Africa meridionale e del Sud America:

Come risultato del freddo anomalo dell’Antartide – che ha visto un minimo di -81,7°C (-115°F) recentemente registrato – la calotta glaciale del continente è cresciuta in modo esponenziale dalla fine di febbraio, fino a salire comodamente al di sopra della media 1979-1990:

[ NSIDC ]

L’Antartide ospita il 90% dell’acqua dolce della Terra; quindi, se sei uno dei poveretti ingannati dall’IPCC e dai loro cani da compagnia MSM nel credere che l’innalzamento del livello del mare stia minacciando la nostra esistenza, allora non guardare oltre l’Antartico – l’immagine dipinta lì è del tutto inquietante – il ghiaccio del continente è espandendo e compensando facilmente le perdite relativamente piccole osservate a suo cugino settentrionale, l’Artico.



Rifiuta il dogma politicizzato

La storia non vedrà le masse obbedienti sotto una buona luce

Fai crescere la tua spina dorsale

Evita il marchio

Denuncia i fake governativi

Non vivere in questa paura organizzata


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti del giorno prima.

Zucchino’s boys stanno facendo davvero un gran bel lavoro

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

5 pensieri riguardo “Freddo record colpisce il Brasile

  1. si notano anche in questo emisfero degli estremi molto importanti, segno che i cambiamenti climatici influenzano ormai ogni parte del globo e ogni stagione. Si parla meno del freddo, ma in questo caso mi pare che sia stato molto significativo! 👍

    "Mi piace"

    1. ciao Max, ti rispondo questa mattina perché
      a) ieri stavo troppo male per scrivere qualcosa; b) in base al mio star male avrei sproloquiato di sicuro sui tuoi «cambiamenti climatici» che li infili quasi in ogni tuo intervento.
      o sei un warmista sotto copertura oppure ancora non hai capito la differenza tra tempo meteorologico e clima.
      il tempo meteo può cambiare più volte nel corso di una sola giornata.
      il clima è misurato prendendo la temperatura media giornaliera per un tempo molto lungo, nel nostro caso viene presa su base trentennale.
      te lo riscrivo in altro modo.
      Il clima (dal greco κλίμα che vuol dire “regione, tratto di paese, clima”) è lo stato medio del tempo atmosferico a varie scale spaziali (locale, regionale, nazionale, continentale, emisferico o globale) rilevato nell’arco di almeno 30 anni (secondo la definizione ufficiale fornita dalla Organizzazione meteorologica mondiale).
      ___________________
      mi sai spiegare cosa vuoi dire con: «segno che i cambiamenti climatici influenzano ormai ogni parte del globo e ogni stagione.» ??

      mi prendi per il naso oppure proprio non ci acchiappi niente e scrivi cose senza senso?

      Piace a 1 persona

      1. no, intendevo dire che in tutto il Pianeta si stanno registrando eventi sempre più estremi, tipo il freddo che hai citato o il caldo del Canada. Eventi che tendono a verificarsi ogni anno con più frequenza, da qui la riflessione sui cambiamenti, non riferiti al singolo giorno, ma a tutti quegli eventi che stiamo notando nel mondo. Forse mi ero solo spiegato male, ma il senso era questo…👍

        "Mi piace"

      2. si, grazie adesso è chiaro.

        gli eventi estremi sono comunque eventi meteorologici e dovrebbero trattarli come tali.. invece fanno del gran sensazionalismo, un polverone che come intento ha proprio la dissociazione della ragione; a quel punto possono raccontare quello che gli pare tanto la maggioranza dei tele-ascoltatori crederà quasi ciecamente: se lo dice la televisione…

        i tanti eventi ora vengono notati grazie al martellamento climatico mentre una volta ci si preoccupava solo del cielo sopra la propria testa.

        comunque sia gli eventi spesso estremi che vediamo sono causati dalla bassa attività solare che, tra le tante, riduce le correnti Jet Stream, specie quelle polari.
        il risultato è un rimescolamento delle masse d’aria, e quando due masse d’aria di differente natura si scontrano l’effetto meteo estremo è quasi assicurato.
        c’è anche da dire che questo rimescolamento non favorisce l’innalzamento delle temperature ma fa si che la linea immaginaria del freddo polare scenda un po’ nel caso del polo nord e che salga di un po’ dal polo sud.

        qui si che il risultato è climatico perché tenderà a mantenersi nel tempo ed a ridurre lo spazio vitale per la razza umana, con perdite di raccolti e di terra coltivabile, spostamento di intere popolazioni e purtroppo anche le guerre per mantenere o conquistare terra coltivabile o acquisire risorse.

        in questo momento stanno usando lo spauracchio dei cambiamenti climatici per mantenerci un uno stato dissociativo e spaventato.
        questo rende le persone docili e favorevoli ad una perdita dei diritti fondamentali per garantirsi quella sicurezza che già avevano.

        se non cedi con queste tecniche di controllo mentale e di ingegneria sociale allora possono usare le maniere forti utilizzando la geoingegneria come arma meteorologica.

        la geoingegneria è un’arma quasi perfetta perché è difficilissimo dimostrare che un dato evento meteo è artificiale.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: