Climate Change is for Dummies

16 luglio 2021; articolo di Cap Allon

Di seguito sono riportati alcuni degli eventi e dei fenomeni terreni attribuiti al “cambiamento climatico” (noto anche come riscaldamento globale) questa settimana: solo i clinicamente indottrinati potrebbero cadere in tali assurdità…

“Il cambiamento climatico sta influenzando il gusto del vino”

In un articolo spazzatura uscito da economist.com (scritto domani, 17 luglio???), un pianeta che si sta riscaldando rende più difficile la tempistica della data di vendemmia per il vino europeo, impattando sul gusto.

“Il cambiamento climatico minaccia non solo il sapore del vino, ma l’offerta mondiale di vino”, continua l’articolo, che poi prosegue ricordando quei coltivatori italiani e francesi che ad aprile hanno acceso migliaia di candele grandi come un secchio per evitare il “gelo killer”.

Nonostante i migliori sforzi degli agricoltori, il freddo estremo ha spazzato via il 90% dei raccolti in alcune regioni, provocando una perdita stimata di 2 miliardi di euro – il governo francese ha dichiarato un “disastro agricolo” e ha emesso un pacchetto di salvataggio di emergenza dopo le rare temperature di congelamento di – 8°C (17,6°F) e oltre hanno causato i peggiori danni degli ultimi decenni.

L’articolo poi fa l’affermazione selvaggia che “il cambiamento climatico può rendere tali eventi più comuni”.

Non offrono alcun supporto scientifico per questo, e posso solo supporre che il loro processo di pensiero sia andato sulla falsariga di “è successa una cosa del maltempo, deve essere stato il riscaldamento globale”.

Deprimente, questo è il calibro del giornalismo in questi giorni, poiché i giornalisti, come gli scienziati, sembrano più interessati a trainare la linea del partito AGW che a guardare obiettivamente i dati e a cercare discrepanze (ce ne sono molte).

“Crisi del cambiamento climatico: i britannici hanno esortato a contare le farfalle dopo la primavera fredda da record”

Gli ambientalisti avvertono che il Regno Unito sta vivendo un numero crescente di eventi meteorologici estremi come probabile conseguenza del cambiamento climatico, riporta una serie di pubblicazioni britanniche questa settimana.

Anche in questo caso, però, come nel gelido articolo sulla vinificazione di cui sopra, viene utilizzata la terminologia generale “cambiamento climatico” invece del più accurato “freddo da record” – i titoli sono tutte spazzatura adescatrici, mirate a propagandare ulteriormente un pubblico già ben condizionato; tuttavia, la carne e le patate del contenuto sono in realtà azzeccate.

La farfalla rossa dell’ammiraglio. Immagine: conservazione delle farfalle/PA

Come riportato da news.sky.com: “I britannici sono invitati a prendere parte a un conteggio annuale delle farfalle nel timore che il loro numero sia stato colpito da una primavera insolitamente fredda e umida”.

Il Regno Unito ha vissuto il suo aprile più freddo dal 1922

E uno dei suoi maggio più freddi nel suo record meteorologico di 362 anni

Mentre la primavera nel complesso ha registrato un numero record di gelate.

A parte il titolo BS, viene spiegato che il raffreddamento è la ragione per cui quelle farfalle britanniche non svolazzano quest’anno, deponendo bruchi negli orti delle persone, strappando i cavoli a brandelli e non riscaldando – ma perché non possono semplicemente dire che ?

“Vantaggi del cambiamento climatico presi dal corso di geografia SQA”

C’erano una volta almeno due lati di ogni storia, ma quei giorni sono ormai lontani…

Come riportato dal “re dei venditori di calore” della BBC, un organismo di esame del Regno Unito non chiederà più agli studenti di dare spiegazioni sugli effetti “positivi” del cambiamento climatico.

I giovani hanno organizzato una serie di proteste chiedendo maggiori azioni sul cambiamento climatico

L’SQA ha aggiornato il corso National 5 Geography in seguito alle pressioni del Partito dei Verdi Scozzesi.

La decisione è stata accolta con favore dal partito AGW – intendo i Verdi scozzesi – che ha affermato che i giovani “devono essere dotati delle capacità e delle conoscenze” per affrontare il problema esistenziale che è il riscaldamento globale.

L’SQA ha affermato di “riconoscere l’importanza” di includere riferimenti “per riflettere l’emergenza che stiamo affrontando”.

Il precedente documento del corso di geografia ha fornito esempi dei presunti benefici del cambiamento climatico come “l’aumento del turismo a latitudini più settentrionali” e “migliori raccolti”.

L’ente per gli esami ha affermato di aver lavorato con “insegnanti di geografia esperti per garantire che la nuova formulazione sia chiara e appropriata”; ma dai, cosa ne sa un insegnante di geografia?

Veramente?

L’insegnamento non è l’apice del campo, tutt’altro.

La conoscenza di un insegnante è limitata.

Un giovane potrebbe trovare molto di più da una fonte come Google che da qualsiasi professore di scuola superiore.

Analizzare tutti i lati e tutti i punti di vista è la chiave per acquisire conoscenze, ma essere parcheggiati dietro una scrivania ad ascoltare una figura autorevole che bela senza sosta, e senza la possibilità di intervenire e/o dirigersi su tangenti interessanti (come attualmente Google ti consente ), incoraggia l’accettazione cieca, non il dissenso, e il dissenso è scienza.

Ma la scuola non ha nulla a che fare con l’acquisizione di conoscenze.

No, il suo scopo è circondare i bordi appuntiti e interessanti di un bambino e incastrarli nel buco rotondo che è la società.

“Il cambiamento climatico minaccia i tuoi risparmi per la pensione”

“Il riscaldamento globale potrebbe incenerire i risparmi per la pensione delle persone”, riporta cbsnews.com.

Le pensioni e i piani 401 (k) sono “vulnerabili”, insieme al resto dell’economia globale, ai rischi climatici, ha dichiarato il Government Accountability Office al Congresso in un recente rapporto che ha esaminato la potenziale minaccia per i dipendenti federali.

Tuttavia, il rapporto è stato pubblicato proprio quando le temperature medie globali sono scese al di sotto della linea di base di 30 anni:

Quindi, immagino che il rischio sia finito…?

Il prossimo!

La Cina intensifica la lotta ai cambiamenti climatici con il sistema di scambio di emissioni di carbonio

Questo è forse lo scherzo più grande di tutti: venerdì la Cina ha lanciato il suo tanto atteso sistema di scambio di emissioni, uno strumento chiave che secondo lei ridurrà i gas serra e aiuterà le nazioni a diventare carbon neutral entro il 2060.

Una centrale termica è stata vista a Hangzhou, nella provincia orientale cinese dello Zhejiang, il 16 luglio 2021. © STR/AFP

Lo schema è stato lanciato con la Cina, il più grande emettitore di carbonio al mondo, che cerca di mettere a tacere i suoi detrattori in vista di un vertice delle Nazioni Unite a novembre.

La Cina ha salutato la truffa – intendo lo schema – come “la creazione delle basi per quello che sarebbe diventato il più grande mercato mondiale di scambio di carbonio, costringendo migliaia di aziende cinesi a ridurre il loro inquinamento o ad affrontare profondi colpi economici”.

Il programma è stato lanciato pochi giorni dopo che l’Unione Europea ha presentato il suo piano dettagliato per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.

Tuttavia, rimangono domande serie e ovvie sulla portata limitata e l’efficacia del sistema di scambio di quote di emissioni della Cina, compreso il basso prezzo imposto all’inquinamento. Più in generale, analisti ed esperti affermano che occorre fare molto di più se la Cina vuole raggiungere i suoi obiettivi ambientali, che includono il raggiungimento del picco di emissioni entro il 2030.

La Cina ha da tempo privilegiato la crescita economica rispetto alla cosiddetta “crisi climatica”, il che ha perfettamente senso: solo noi occidentali ci sentiamo in dovere di far salire i prezzi dell’energia e attribuire una minaccia esistenziale alla nostra semplice esistenza.

Anche quest’anno, “la produzione cinese di carbone, cemento e acciaio è aumentata mentre il governo versa miliardi di dollari nei settori ad alta intensità energetica per stimolare la crescita dopo la pandemia”, ha affermato Lauri Myllyvirta, analista capo del Center for Research on Energy. e aria pulita

“Le regole per limitare le emissioni interromperanno questo modello di crescita”, e quindi sono state tranquillamente messe nel dimenticatoio.

Un’altra preoccupazione per quegli ambientalisti piagnucoloni è il prezzo basso che la Cina sta applicando all’inquinamento: il prezzo medio del carbonio in Cina dovrebbe aggirarsi intorno a $ 4,60 quest’anno, che è ben al di sotto del prezzo medio UE di $ 49,40 per tonnellata, ha affermato Citic Securities in un nota di ricerca recente.

Altre sciocchezze senza senso

“Il cambiamento climatico sta rendendo gli insetti più affamati”, a quanto pare.

E forse il mio preferito di tutti i tempi, “Ovunque si riscalda due volte più velocemente che ovunque”:

In realtà…

Stiamo assistendo a cambiamenti con i nostri modelli meteorologici. Le epidemie artiche, ad esempio, stanno diventando più comuni. Ma affermare che questi cambiamenti sono “indotti dall’uomo” e “senza precedenti” è ridicolo.

Negli ultimi dieci anni, il sole ha registrato la sua emissione più bassa da oltre 100 anni.

I sostenitori del riscaldamento globale affermano che questo gioca un ruolo insignificante nel sistema climatico terrestre.

Alcuni dicono che non ha alcun ruolo.

Ma queste affermazioni sono assurde e suggeriscono ancora una volta un indottrinamento radicato.

Il sole è la chiave di tutto, e una riduzione prolungata della sua produzione, come stiamo vedendo ora, porterà inevitabilmente a cambiamenti climatici che anche il clima più accanito potrebbe solo sognare.

I sostenitori di AGW si sono sbagliati di grosso per 4 decenni…

… ora c’è una nuova teoria in città, e si chiama Grand Solar Minimum:



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

Una opinione su "Climate Change is for Dummies"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: