Sarà un freddo inverno

Belgio e Paesi Bassi hanno sofferto luglio più freddi della media
|*|
L’almanacco degli agricoltori degli Stati Uniti prevede un inverno da “Grand Solar Minimum”

5 agosto 2021; articolo di Cap Allon

Luglio 2021 in Belgio è stato molto più fresco della media. Il mese ha registrato anche quantità record di pioggia. La temperatura media all’Osservatorio di Uccle si è mantenuta a soli 17,9°C (64,2°F), ovvero -0,8°C (-1,4°F) al di sotto della norma:

È stato anche il luglio più piovoso mai registrato in Belgio, e anche con un certo margine.

Un totale di 166,5 mm (6,6 pollici) di pioggia è caduto nel corso del mese, contro la norma di 76,9 mm (3 pollici) – questo ha battuto il precedente record di 133,8 mm (5,3 pollici) stabilito nel 2000.

È stata una storia simile nei Paesi Bassi, che hanno visto anche un mese di luglio più fresco e più umido del normale.

All’Osservatorio De Bilt, la temperatura media è salita a 18°C (64,4°F), ovvero -0,3°C (-0,5°F) al di sotto della media.

Le precipitazioni sono state di 98 mm (3,86 pollici), contro la norma di 85 mm (3,35 pollici).

Raggi cosmici e nucleazione delle nuvole

In breve, i raggi cosmici (CR) aumentano durante i periodi di bassa attività solare:

Quando i raggi cosmici colpiscono l’atmosfera terrestre, creano aerosol.

Questi aerosol seminano le nuvole (Svensmark et al).

Ciò rende le CR una componente chiave del nostro tempo e del nostro clima e molti scienziati, in una moltitudine di discipline, hanno concluso che le nuvole svolgono il ruolo più cruciale nel clima della Terra.

Questi includono Kauppinen & Malmi, Ueno et al e Nikolov, solo per citarne tre.

Inoltre, mi torna in mente quella citazione del dottor Roy Spencer:

“Le nuvole sono l’ombrellone della Terra e se la copertura nuvolosa cambia per qualsiasi motivo, si ha il riscaldamento globale o il raffreddamento globale”.

dot. Roy Spencer

L’aumento della copertura nuvolosa porta con sé qualcosa di più del semplice raffreddamento, ovviamente: aumentano anche le precipitazioni, e questa forzatura (CR) -in combinazione con le mutevoli correnti a getto (vedi sotto)- è dietro i recenti brividi estivi dell’Europa centro-occidentale, così come le storiche piogge.

Previsioni della temperatura in Europa

Ulteriori brividi estivi sono previsti per l’Europa con l’avanzare di agosto, in particolare per le regioni centrali e occidentali:

6 agosto:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Aug 6 [tropicaltidbits.com].

Aug 8:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Aug 8 [tropicaltidbits.com].

Anche se il freddo sembra destinato a diffondersi verso est con l’avanzare del mese:

17 agosto:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Aug 17 [tropicaltidbits.com].

Sono previste anche ulteriori precipitazioni, con più neve estiva destinata a coprire le quote più elevate del continente:

Almanacco degli agricoltori 2021-22 Winter Outlook

“Prendi i tuoi guanti! Prendi il tuo pile! L’inverno sarà una stagione di condizioni infradito con notevoli sbalzi di temperatura sulle montagne!” – le previsioni per l’inverno 2021-22 dell’Almanacco degli agricoltori sono state pubblicate e richiede un inverno “Grand Solar Minimum”.

A differenza dell’Old Farmers’ Almanac, che fa previsioni meteorologiche attraverso una combinazione di segnali di animali, ossa di pollo, milza di maiale e altre tradizioni meteorologiche, l’Almanacco dei contadini basa la sua prospettiva su una “formula matematica e astronomica” risalente al 1818 che prende l’attività delle macchie solari e altre anomalie astronomiche.

Tutte le previsioni a lungo termine devono essere prese con il grano o il sale, ma vale la pena prestare attenzione all’Almanacco degli agricoltori. Di seguito è riportata un’istantanea di ciò che sta accadendo negli Stati Uniti questo inverno. Nota: rimane ben chiaro dalla retorica di EOTW AGW; infatti, non richiede temperature superiori alla media da nessuna parte (a differenza delle agenzie governative calde come la NOAA).

Gennaio — Il freddo cresce

L’Almanacco vede l’inverno 2021-22 iniziare un po’ mite per gran parte del paese, a gennaio.

Tuttavia, tra la metà e l’ultima parte del mese inizierà una tendenza al freddo.

Nel complesso, gennaio sarà tempestoso, soprattutto lungo la costa atlantica, dove una pista di tempesta attiva porterà a un tratto di precipitazioni di varie forme: pioggia, neve, nevischio e ghiaccio.

Si prevede che i Grandi Laghi, il Midwest e la Valle dell’Ohio avranno più della loro giusta quota di tempo freddo e traballante.

Anche le pianure settentrionali e le Montagne Rocciose sperimenteranno l’ira di Old Man Winter con un tempo tempestoso che culminerà in una possibile bufera di neve nel corso del mese.

E per le Grandi Pianure meridionali, tra cui Texas e Oklahoma, l’Almanacco è dispiaciuto di segnalare che la fine di gennaio potrebbe portare un clima potenzialmente gelido e traballante, “come hai sperimentato lo scorso inverno”.

L’Almanacco spera che il congelamento non sarà così robusto, ma esorta i texani a “essere preparati”.

Febbraio – Più tranquillo, punteggiato da un “Winter Whopper”

Febbraio sarà in media un mese molto più tranquillo in termini di tempeste in gran parte della nazione.

Nel terzo orientale del paese, ad esempio, l’Almanacco calcola che in media ci saranno il 57% in meno di giorni di precipitazioni misurabili rispetto a gennaio, un calo significativo.

Tuttavia, ciò non significa necessariamente che la tempesta sarà completamente assente.

L’Almanacco prevede un “vortice invernale” per parti del nord-est e della valle dell’Ohio verso la fine di febbraio.

Un’altra “emorragia atmosferica” dal Pacifico potrebbe colpire la maggior parte del Far West, con di tutto, dai forti venti alle forti piogge e alla neve.

Marzo — Tempeste di fine inverno, inizio ritardato della primavera

Dall’inizio alla fine, il mese di marzo sarà pieno di tratti di tempo tranquillo, ma quando diventa temporalesco, le precipitazioni arriveranno a grandi dosi.

Per l’Est e il Midwest, ad esempio, una tempesta di fine inverno soffierà a metà mese, seguita da una nord-est lungo la costa orientale verso la fine del mese.

L’inverno dovrebbe estendersi più a lungo fino alla primavera del prossimo anno.

Panoramica

Questo Almanacco sta “alzando bandiere rosse” per potenti tempeste invernali per i Grandi Laghi e il Nordest durante la seconda settimana di gennaio, l’ultima settimana di febbraio e la seconda settimana di marzo a causa di forti nevicate, pioggia o un inverno mix di entrambi.

Una possibile bufera di neve è prevista per le pianure settentrionali e le Montagne Rocciose verso la fine della terza settimana di gennaio.

E il freddo?

Le temperature invernali dovrebbero variare da quasi a leggermente al di sotto della norma nel terzo orientale della nazione, ben al di sotto della norma negli Stati Uniti centrali e quasi nella norma negli Stati Uniti occidentali, soprattutto a febbraio.

“Quindi, se hai rimandato l’acquisto di quei mutandoni in saldo o scaldamani portatili, potresti dover ripensarci”.

Soprattutto a marzo, quando la maggior parte della nazione attenderà con ansia giorni più caldi, le notizie non sono tutte rosee: “saranno pochi e lontani tra loro”.

In effetti, durante l’equinozio di primavera – 20 marzo – temperature insolitamente fredde attanaglieranno molte parti del paese.

Ricapitolando, quest’inverno ci saranno molti salti mortali, con temperature fluttuanti e freddo che si estenderà oltre marzo.

L’Almanacco, in sostanza, prevede un inverno del Grand Solar Minimum.

Non abbiamo molto tempo per vedere come andrà a finire: 137 giorni prima che inizi, e il conteggio non si ferma…

Preparati.



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe , con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter sta eliminando i follower e fa scherzi su tentativi di intromissione nel tentativo di bloccare l’account; mentre Facebook ha creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo e mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: