Arrivano i lockdown per il clima, “per il bene del pianeta”

10 agosto 2021; articolo di Cap Allon

Per coloro che accettano senza dubbi l’ultimo rapporto del giorno del giudizio dell’IPCC, è necessario accettare anche questo: i blocchi climatici sono ora una formalità. La migrazione sarà fermata, il razionamento del cibo sarà imposto e le nostre libertà saranno cancellate; tutto per una crisi completamente inventata in cui siamo stati risucchiati.

L’obiettivo delle élite è il controllo, non sorprende, e questo ultimo rapporto dell’IPCC è una spinta finale per ottenerne quanto più possibile prima che i problemi reali della carenza di cibo e i conseguenti disordini civili afferrino la nostra società globale e la facciano precipitare nel caos.

Un inimmaginabile fallimento dei raccolti è all’orizzonte mentre il Grand Solar Minimum continua la sua intensificazione.

Modelli meteorologici imprevedibili stanno devastando i raccolti in tutto il pianeta in questo momento: le forti gelate in Sud America hanno trasformato l’Argentina e il Brasile in nazioni importatrici, i raccolti dell’Africa meridionale sono stati devastati dal recente freddo record, la siccità e i brividi persistenti negli Stati Uniti hanno visto il grano le stime crollano del 70%, mentre le ben documentate inondazioni in Europa e Cina stanno decimando i raccolti anche lì.

I modelli meteorologici sono anche imprevedibili a causa della geoingegneria, dai più volgarmente chiamata “scie chimiche”, perché la gente non è tutta “studiata” e si esprime per quello che vede, in questo caso in cielo ed i nostri cieli sono giornalmente solcati da linee aeree civili, da trasporto e dai Jet militari che rilasciano inquinamento sia dalla combustione del cherosene avio, sia di nanoparticolati metallici e non, quali alluminio, bario, carbone tanto per citare i più comuni.

Questi avranno TUTTI un effetto a catena nel tuo supermercato locale: i prezzi stanno già aumentando, le carenze sono già evidenti.

Queste sono le realtà che stiamo vivendo, oggi.

E non ci sono influenze create dall’uomo qui (a parte la nostra ingenua convinzione durante l’impostazione di questi sistemi di monocoltura che il clima sarebbe rimasto costante, per sempre); no, questo “cambiamento climatico” è legato a un calo della produzione solare e a un campo magnetico calante – dare la colpa a queste monumentali perturbazioni a cose come le scoregge delle mucche è un imbarazzo per la scienza, non è scienza; è dogma; è stregoneria, ma come la storia ci ha mostrato, gli umani sono nati per seguire, e una voce autorevole, non importa quanto inconcepibilmente stupido sia il suo messaggio, è sempre avvincente.

Un aumento delle temperature fa prosperare la vita e la biodiversità. Questo è stato il caso per tempo immemorabile. Ecco perché le foreste tropicali contengono la maggior parte delle specie vegetali e animali sulla terra, nonostante coprano meno del 12% di tutta la terra.

Si sta raffreddando dove sta il problema. La vita lotta al freddo. L’Artico copre il 10% della superficie terrestre del pianeta, ma contiene solo 600 specie di piante, solo 100 specie di uccelli, nessun rettile o anfibi e solo 20 mammiferi.

Il raffreddamento, purtroppo, è in tutti i nostri futuri.

Il sole sembra scivolare nel suo prossimo ciclo di Grande Minimo Solare: un ciclo di 400 anni che porta un calo prolungato dell’attività solare, che, attraverso la combinazione di vari meccanismi, provoca un forte calo delle temperature terrestri.

L’IPCC non vuole che tu lo sappia.

Non vuole nemmeno che tu lo percepisca come una possibilità, perché la loro teoria AGW sarebbe minacciata.

L’IPCC afferma che, poiché l’irraggiamento solare totale (TSI) non fluttua molto (intervallo compreso tra 1360-1363 W/m2), il sole può avere un impatto minimo o nullo sulle temperature terrestri della Terra; ma questa è una posizione dolorosamente troppo semplicistica.

Sminuire il ruolo del sole sul clima è quasi ridicolo; tuttavia, minimizzare la realtà cosmologica è una sorta di tratto dell’IPCC.

In realtà, una bassa attività solare comporta molto più di una leggera riduzione della TSI, ci sono molte più forzanti che influenzano la temperatura del nostro pianeta: una bassa emissione solare porta con sé anche un afflusso di raggi cosmici nucleanti, vede un aumento del vulcanismo e persino una discesa di aurore: questi, insieme al campo magnetico in costante declino del nostro pianeta, sono completamente evitati da personaggi come l’IPCC e i loro cani da compagnia MSM.

È logico supporre che il sole svolga un ruolo cruciale nel clima terrestre.

E una volta accettato questo, il fatto che la nostra stella ospite sia attualmente nel suo stato più debole degli ultimi 100 anni e indebolito dovrebbe ovviamente costituire la spina dorsale di qualsiasi teoria legata al clima. “Loro” si aspettano che crediamo che il sole che soffre del suo stato più debole in più di un secolo che si verifica simultaneamente con un’oscillazione crescente tra gli estremi dei nostri modelli meteorologici sia semplicemente una coincidenza; infatti, “loro” non menzionano nemmeno che il sole è in uno stato di attività istrionicamente basso.

Inoltre, perché l’IPCC ascolta solo le opinioni degli scienziati che sono già d’accordo con loro?

Questo non è molto scientifico.

Ci sono molte voci eminenti e rispettate che affermano non solo che l’IPCC ha sbagliato con la teoria dell’Average Global Warming, ma che un’epoca di raffreddamento imminente è sulle carte:

Tuttavia, al pubblico non è permesso ascoltare queste opinioni alternative, ugualmente qualificate – sono invece allattati con una dieta di retorica EOTW calorosa, schizzata loro in gola su base quotidiana (non c’è da stupirsi che i nostri giovani siano stati così completamente corrotti da questa spazzatura – ancora una volta, una voce autorevole è convincente, non importa quanto illogico, o francamente impossibile, sia il suo messaggio):

Oggi, 10 agosto, il sole è di nuovo “vuoto”, completamente privo di macchie solari – e durante l’accelerazione del ciclo solare 25, nientemeno – un momento in cui il sole dovrebbe sparare su tutti i cilindri.

Eppure eccoci qui, ad assistere all’ottavo giorno senza macchia dalla fine di luglio.

Il sole vacilla.

SC25 è sulla buona strada per essere debole come il ciclo che lo ha preceduto (SC24), il ciclo più debole del secolo scorso.

Dal 2016, le temperature globali sono crollate di circa 0,7°C. Questo è un altro fatto che manca all’ultimo rapporto del giorno del giudizio dell’IPCC, ma informare il pubblico non è il loro scopo, l’obiettivo, ovviamente, è quello di propagandare e preparare le masse per il futuro totalitario di blocchi permanenti, scarsità di cibo e intensificazione globale fenomeni elettrici – ‘qualcosa sta arrivando’.

Lo scarso track record dell’IPCC

Il mondo che accetta ciecamente le sciocchezze dell’IPCC è forse la parte più spaventosa.

Non è che il panel abbia un ottimo track record, o anche onesto: hanno sbagliato dal cancello di partenza, ad ogni turno; dalle loro previsioni di un Artico senza ghiaccio, le loro previsioni sulla temperatura globale, all’innalzamento del livello del mare (che originariamente avrebbe dovuto vedere le città costiere inondate entro l’anno 2000).

Inoltre, nota la torsione della narrazione poiché le osservazioni del mondo reale non hanno giocato a palla.

L’ipotesi del ‘riscaldamento globale’ era relativamente semplice da capire, anche coerente degna di ulteriori indagini: “l’aumento dei livelli di CO2 nell’atmosfera sta portando a temperature sempre più alte, che porteranno estati più calde e inverni più caldi con meno neve”.

Tuttavia, nel 2021, mentre il pianeta mostra segni inconfondibili di raffreddamento, e mentre le osservazioni del mondo reale continuano a lasciare scienziati come Michael Mann e profeti autoindulgenti come AL Gore con un serio uovo sulle loro grandi facce bugiarde, “Devastante Terra Firma Broiling’ – come mi piace chiamarlo – ora costituisce OGNI EVENTO METEOROLOGICO CONOSCIUTO ALL’UOMO, inclusi gelate da record, masse di neve totali senza precedenti in interi emisferi e una calotta glaciale antartica in espansione.

Qui ci sono solo due dati recenti che quei rapporti IPCC originali sostenevano sarebbero ormai impossibili:

In questa stagione, la massa di neve totale per l’emisfero settentrionale ha raggiunto il picco di oltre 500 Gts al di sopra della media 1982-2012 [FMI].
La calotta glaciale antartica (che comprende il 90% dell’acqua dolce terrestre) sta registrando un livello ben al di sopra della media 1979-1990 e in aumento [NSIDC].

L’aumento delle temperature è la pietra angolare della teoria del riscaldamento globale antropogenico.

Pertanto, nient’altro importa se il termometro non riesce a salire.

Ed eccoci qui: non solo le temperature non riescono ad aumentare, ma stanno anche invertendo la tendenza osservata dalla fine degli anni ’70 (dalla fine del precedente periodo di mini-raffreddamento):


Arrivano i “Blocchi climatici”

Gli indicatori attuali suggeriscono che le restrizioni ai viaggi probabilmente dureranno per un po’, non solo a causa della pandemia, ma anche per ragioni politiche e ambientali (non posso parlare del virus senza essere penalizzato, di certo non posso scrivere negativamente sui vaccini – ma DYOR nel roaming e ‘spike protein’ biologicamente attivo – inizia con DarkHorse su YouTube).

Le esagerate minacce di COVID rimarranno in pieno vigore e il virus continuerà effettivamente a circolare e a mutare in ceppi più resistenti ai vaccini, proprio come fa ogni anno l’influenza stagionale; tuttavia, a differenza dell’influenza stagionale, questo porterà a ulteriori blocchi.

Fondamentalmente, i governi stanno mantenendo in vigore restrizioni di viaggio e complicati requisiti di test per scoraggiare drasticamente le persone dal viaggiare, “per ragioni diverse dal Covid-19”, si legge in un recente articolo di Forbes.com.

E questo ci porta all’altra scusa per spogliare le masse delle loro libertà più elementari: la cosiddetta “emergenza climatica”.

Come riportato da The Telegraph, “Le restrizioni relative al Covid sono state una corsa a vuoto su come i nostri stili di vita potrebbero essere ridotti in futuro per il bene del pianeta” in cui i governi stanno cercando di frenare i viaggi economici e ridurre le emissioni di carbonio con il pretesto di “ambientalismo”, quando in realtà le loro intenzioni sono molto più sinistre.

Una popolazione già bloccata prima dell’SHTF* è molto più gestibile. Ora aggiungi a quel razionamento del cibo (a causa della carenza globale e delle suddette restrizioni di viaggio), e andando avanti, l’unico modo per nutrire la tua famiglia sarà la piena conformità a qualsiasi regola draconiana messa in atto dal sistema globale, ma invisibile, di governo.

  • Cosa significa SHTF? La merda colpisce il ventilatore.
    Qualsiasi persona responsabile cerca di essere pronta in caso di emergenza, ma solo un vero preparatore è pronto per quando SHTF. Cioè, quando la merda colpisce il ventilatore. Come minimo hanno una scorta di sei mesi di fagioli in scatola.

In quella situazione, beh, ci hanno piegato su un barile.

Non avremo scelta.

Nessuna libertà.

Saremo veri schiavi del sistema, se non lo fossimo già.

Questo è davvero un “Codice rosso per l’umanità”.

Liberiamoci, prima che sia troppo tardi.



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti documentati

10 pensieri riguardo “Arrivano i lockdown per il clima, “per il bene del pianeta”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: