Ecco la tua dose quotidiana di “realtà climatica”, non riportata dai MSM

Allerta “pericolosa” di livello 6 emessa in Sud Africa mentre si avvicina l’esplosione antartica, la “notevole” nevicata australiana visibile dallo spazio, + il parco eolico del Regno Unito ammette “violazioni di sicurezza” dopo che il lavoratore è morto congelato

26 agosto 2021; articolo di Cap Allon

Il nostro pianeta si sta RAFFREDDANDO in linea con uno storico calo dell’attività solare. Questa verità non può essere nascosta ancora per molto…

… Ma è una mera speranza: finché avranno il controllo dell’informazione non c’è modo che le notizie buchino la spessa corazza del Main Stream Media dove la stragrande maggioranza della popolazione è costretta a prelevare notizie false, palesemente di parte e non in linea con una nazione evoluta e moderna.
Difatti siamo al 77° posto nella lista della «Libertà di Stampa».. e con le lacrime agli occhi penso a quella vecchia canzone di Gaber, la libertà.

LA LIBERTÀ È PARTECIPAZIONE

Nell’annuale classifica di Reporters sans Frontieres il nostro Paese perde quattro posizioni, scendendo dal 73° posto del 2015 al 77° (su un totale di 180 Paesi) del 2016. L’Italia è il fanalino di coda dell’Ue (che è comunque l’area in cui c’è maggiore tutela dei giornalisti), seguita soltanto da Cipro, Grecia e Bulgaria. Ma nell’articolo de La Stampa viene raccontato che: «Fra le cause i giornalisti intimiditi o minacciati di morte». … che è un’asserzione di falsità estrema. Noi invece diciamo, e lo scriviamo, che l’informazione quasi nella sua interezza è stata PAGATA profumatamente per raccontare “Menzogne di Stato”

https://numero6.org/notizie-del-giorno/spesi-50-milioni-di-euro-per-comprare-linformazione/?fbclid=IwAR2ixAfxLWVQQpLAWsk9cs_Povbks8GGkWOrcffJ5LcTSizznJWXHmfHeq8

Allarme “pericoloso” di livello 6 emesso in Sud Africa mentre si avvicina l’esplosione antartica.

In preparazione all’imminente esplosione del freddo polare, il South African Weather Service (SAWS) ha emesso un “pericoloso” allarme di livello 6 per vaste distese del paese, in particolare attraverso il Western Cape.

Si prevede che forti piogge, condizioni di bufera di neve e grandinate provocheranno inondazioni, smottamenti e interruzioni di corrente diffuse.

“Buona fortuna a quelli di voi che vivono nella città di Cape Town questa settimana”, recita la frase di apertura di thesouthafrican.com.

“I cieli stanno per aprirsi”, continua l’articolo, “chiudendo una stagione invernale cupa e amara”:

L’ultimo ciclo di brividi antartici di SA sembra destinato a battere ulteriori record di basse temperature.

Il freddo storico farà esplodere gran parte dell’Africa australe a partire da venerdì 27 agosto e fino a lunedì 30 agosto: il grande gelo travolgerà Botswana e Namibia, così come il Sud Africa, e si prevede che la temperatura scenda di circa 20°C al di sotto della media invernale.

Sabato 28 agosto sembra ancora destinato a essere il giorno più freddo:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Aug 28 [tropicaltidbits.com].

Anche se domenica non andrà molto meglio, mentre il gelo si estende verso est:

29 agosto:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Aug 29 [tropicaltidbits.com].

Questo fronte freddo non dovrebbe essere preso alla leggera e SAWS sta facendo tutto il possibile per trasmettere la gravità dell’esplosione:

“È probabile che forti acquazzoni portino a inondazioni di strade, insediamenti formali e informali che possono causare danni a proprietà/infrastrutture e sfollamento delle comunità vulnerabili. I servizi essenziali come acqua ed elettricità potrebbero essere interessati. Preparati per l’interruzione del traffico a causa dell’allagamento delle strade, con un aumento dei tempi di viaggio”.

“Nelle zone a rischio possono verificarsi anche frane e smottamenti. Prestare attenzione sulle strade ed evitare di attraversare fiumi e torrenti in piena dove l’acqua è sopra le caviglie. Se sei rimasto intrappolato in un veicolo durante un’alluvione, abbandonalo e sali su un terreno più alto. Negli edifici, sposta gli oggetti di valore in un luogo sicuro al di sopra del livello di inondazione previsto”.

Sono previste forti nevicate anche nel Western Cape.

“Il Western Cape è destinato a diventare un paese delle meraviglie invernale questa settimana”, riporta thesouthafrican.com, “con un’ampia copertura delle previsioni di nevicate nei prossimi giorni”.

L’avvertimento SAWS continua:

“Si prevede un significativo abbassamento dei livelli di gelo atmosferico locale … consentendo nevicate dirompenti in alcuni punti”.

“La neve può comportare la chiusura dei passi di montagna e causare disagi al traffico. Si consiglia ai piccoli allevatori di spostare il bestiame in un rifugio in una fase iniziale per mitigare le perdite”.


La “notevole” nevicata australiana visibile dallo spazio

Un’immagine satellitare ha mostrato l’impatto sorprendente del recente fronte antartico del Nuovo Galles del Sud.

L’immagine, pubblicata da weatherzone.com.au, mostrava che le abbondanti nevicate nella regione del Centro Ovest erano visibili dallo spazio.

La netta macchia bianca vicino a Oberon su Shooters Hill rivela gli accumuli sostanziali.

“Dai una buona occhiata all’immagine qui sotto, perché non è qualcosa che vedrai molto spesso”, ha scritto Anthony Sharwood di Weatherzone in un recente articolo:

Neve sull’altopiano di Oberon. A destra c’è il bacino di Sydney, con le nuvole al largo. [Himawari-8]

Non capita spesso di avere neve profonda più di qualche centimetro, ha continuato Sharwood, o neve che dura sul terreno più di qualche ora nelle aree oltre le Snowy Mountains, nelle località meridionali del New South Wales.

Ma questo è quello che è successo negli ultimi due giorni quando una significativa epidemia di freddo ha portato 30 cm (11,8 pollici) di bontà per il riscaldamento globale a parti delle Blue Mountains e degli altipiani centrali, “come chiaramente evidenziato dal vecchio metro-sedia”, ha scherzato Sharwood:

“La cosa notevole è che la neve è continuata fino a giovedì mattina mentre le temperature si sono riscaldate in tutto lo stato”, ha aggiunto Sharwood, che nota il timbro della data delle 10:10 sull’immagine satellitare “Gio 26 agosto” sopra.

Il “ciclo” di seguito è per gentile concessione dello sviluppatore di Weatherzone Andrew Miskelly.

Illustra come si sia accumulata così tanta neve in aree che di solito ricevono solo pochi centimetri, nella migliore delle ipotesi, dalle tempeste invernali:

A persistent line of precipitation on the north west flank of the NSW low pressure system produced a memorable dump of snow (up to 30 cm) over parts of the central ranges overnight.

Stationary blue shades in this false colour imagery highlight areas where there is snow cover (between Crookwell and Lithgow).

Here’s another false colour image – from MODIS/Terra – which highlights the snow in red.

Originally tweeted by Andrew Miskelly (@andrewmiskelly) on 25 agosto 2021.

E mentre le quote più basse dell’Australia sudorientale hanno registrato rari totali di 30 cm, in montagna è stato segnalato più di un metro (3,3 + piedi).

Le condizioni sul Barrington durante la notte di mercoledì, ad esempio, sono state descritte come “una bufera di neve”, secondo sconne.com.au, “con i forti venti che causano la caduta di molti alberi di grandi dimensioni”.


Il parco eolico del Regno Unito ammette “violazioni di sicurezza” dopo che un lavoratore è morto congelato

Archivia questo sotto “Le assurdità del culto AGW”

Nel tentativo di evitare il presunto “riscaldamento globale catastrofico”, i parchi eolici vengono eretti frettolosamente in tutto il mondo occidentale. Tragicamente, però, un’esplosione estrema della realtà climatica (nota anche come freddo polare) nel 2018 ha tolto la vita a una guardia di sicurezza in un cantiere di un parco eolico vicino a New Cumnock, in Scozia.

Ronnie Alexander, 74 anni, letteralmente “congelato a morte”, riporta la BBC.

Il signor Alexander era stato “esposto a condizioni meteorologiche estreme” per diverse ore nel cantiere del parco eolico di Afton.

Anche un’altra guardia di sicurezza è stata esposta alla forte neve e al freddo, sebbene sia sopravvissuta.

La tragedia si è svolta il 21 gennaio 2018, dopo che il Met Office ha emesso un avviso giallo di “attenzione” per forti nevicate – si noti anche che questo è stato un mese prima del famigerato “Beast From The East” che si è svolto dal 24 febbraio 2018 al marzo 4, 2018, uccidendo 95 persone e provocando danni per 1,2 miliardi di sterline.

La famiglia del signor Alexander si è preoccupata quando non è riuscito a tornare da un turno di 12 ore presso il parco eolico vicino a New Cumnock.

Una ricerca è stata subito avviata dopo che il nipote del signor Alexander ha lanciato l’allarme verso le 20:20.

Alla famiglia è stato detto alle 01:00 che la squadra di soccorso alpino della polizia scozzese aveva trovato la guardia di sicurezza a circa un miglio dalla sua cabina.

Il signor Alexander è stato dichiarato morto il 22 gennaio, con la causa confermata come ipotermia.

Questa storia sta tornando la notizia oggi perché ad Ayr Sheriff Court, l’impresa di costruzioni Northstone (NI) Ltd e la società di sicurezza Corporate Services Management hanno ammesso di non aver fornito una fonte affidabile di riscaldamento al sito. Le società inoltre non sono riuscite a fornire un adeguato sistema di comunicazione in modo che il proprio personale potesse contattare i servizi di emergenza.

Dopo l’udienza in tribunale, Northstone ha rilasciato una dichiarazione:

“Northstone riconosce che in questa occasione in Afton Windfarm non abbiamo soddisfatto gli elevati standard di salute e sicurezza che cerchiamo di raggiungere per proteggere i nostri dipendenti, clienti, clienti, subappaltatori e comunità. Siamo profondamente dispiaciuti che ciò abbia provocato la morte di Ronald Alexander. I nostri pensieri e le nostre più sincere condoglianze rimangono alla sua famiglia e ai suoi amici”.

Afton Wind Farm è un parco eolico onshore operativo da 50 MW nell'East Ayrshire, in Scozia. Il parco eolico alimenterà fino a 35.000 case ogni anno e si prevede che genererà 3,5 milioni di MWh di elettricità nel corso della sua vita.

Afton è stata acquisita da Red Rock Power Limited nell'autunno 2018 quando la costruzione è stata completata. Questo segna il primo sviluppo operativo onshore e interamente di proprietà di SDIC Power in Europa. Il parco eolico è di proprietà e gestito dalla sussidiaria di Red Rock Power, Afton Wind Farm Limited, con la gestione del progetto fornita da consulenti energetici indipendenti, Natural Power, con sede a Castle Douglas.

Lo sviluppo di 25 turbine si trova a circa 7,5 km a sud di New Cumnock, all'estremità meridionale di Glen Afton ea ovest del bacino idrico di Afton. Il sito è delimitato a est dall'Afton Reservoir di proprietà di Scottish Water e si trova tra la forestale commerciale di Carsphairn a nord e a ovest e una piantagione di conifere di Scottish Water a est. Il terreno su cui ha avuto luogo lo sviluppo è in gran parte di proprietà di Scottish Water. Gli escursionisti continueranno ad avere accesso al pubblico diritto di passaggio attraverso il parco eolico. Le informazioni sulla salute e la sicurezza sono disponibili all'ingresso di Afton Road.

Afton Wind Farm Limited contribuirà ogni anno con 6,25 milioni di sterline alla comunità locale durante la vita del progetto attraverso sovvenzioni a favore della comunità: sovvenzione diretta di 125.000 sterline al New Cumnock Development Trust più un contributo di 125.000 sterline all'East Ayrshire Council.

Il progetto utilizza 25 generatori di turbine eoliche Siemens Gamesa Renewable Energy G80 con altezze del mozzo di 60 m o 78 m. Le turbine sono collegate tra loro con cablaggio interrato a 33kV con il punto di connessione alla rete presso la vicina sottostazione di Blackhill.

Red Rock Power Limited

In altre notizie…

I danni del gelo portano a prezzi record delle zucchine brasiliane.

Il prezzo delle zucchine brasiliane è aumentato del 63% mese su mese, il livello più alto da quando la serie dei prezzi è stata avviata nel 2014. L’aumento è in gran parte attribuito alla carenza di offerta, causata dal grave congelamento a fine luglio/inizio agosto.

Il Brasile ha visto il clima più freddo nella storia documentata nelle ultime settimane, con temperature sotto lo zero e neve record che persisteva per un periodo prolungato.

Le perdite di caffè, mais e canna da zucchero sono state ben documentate, ma il congelamento ha colpito anche le verdure fresche e sono stati segnalati danni estremi da gelo nei principali stati produttori di zucchine di San Paolo, Minas Gerais, Rio de Janeiro e Parana.

Le zucchine sono tra le verdure più consumate e hanno il valore economico e la produzione più elevati in Brasile: una perdita di produzione causerà ulteriori shock agli attuali problemi economici del Brasile, poiché gli scaffali dei supermercati si esauriscono…

Sulla base delle recenti previsioni meteorologiche, si prevede una continuazione del clima freddo.

Fonte: mintecglobal.com



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI

  • Nuove Bocche Aperte al Vulcano Cumbre Vieja
    Ordinate più evacuazioni – La Palma, Isole Canarie Published on 25 Settembre 2021 by Roberto Inserito da Teo Blašković il 25 settembre 2021 L’entità del tremore vulcanico a Cumbre Vieja, La Palma, Isole Canarie è aumentata il 24 settembre 2021, raggiungendo la massima intensità dall’inizio dell’eruzione il 19 settembre.
  • Contagio Ingegnerizzato
    Questa è una serie di quattro articoli pubblicati tra Aprile e Settembre del 2020. Parla di simulazioni e di realtà molto simile a queste simulazioni; parla di aziende che operano nel campo della bio-tecnologia e della farmaceutica; parla di corruzione e di lobbies; parla di esperimenti militari per la guerra biologica; parla delle menti cheContinua a leggere “Contagio Ingegnerizzato”
  • Bianca bontà di riscaldamento globale
    Anchorage per chiudere la prima nevicata registrata oggi; Migranti che muoiono di freddo al confine tra Bielorussia e Polonia mentre il freddo artico di inizio stagione attanaglia l’Europa 24 settembre 2021; articolo di Cap Allon Anchorage per pareggiare la prima nevicata registrata oggi Secondo il National Weather Service (NWS) si prevede che le altitudini piùContinua a leggere “Bianca bontà di riscaldamento globale”
  • Ci attendono tempi duri in avanti
    Il fronte artico inghiotte l’Europa; Pesanti nevicate di settembre coprono gli Stati Uniti occidentali; Il Queensland subtropicale subisce rare nevicate primaverili e minime invernali
  • Onde di Calore : NON si dice il vero! Perché?
    (Energia Nucleare VS Energia Solare) Published on 22 Settembre 2021 by Enzo Ragusa Del Colonnello Paolo Ernani – 22 Settembre 2021 Ci siamo chiesti se in Italia sia mai stato elaborato uno studio relativo alle onde di calore. La risposta sembrerebbe affermativa visto che l’informazione in generale e non solo ci dicono che queste sarannoContinua a leggere “Onde di Calore : NON si dice il vero! Perché?”

2 pensieri riguardo “Ecco la tua dose quotidiana di “realtà climatica”, non riportata dai MSM

    1. si e l’ho anche già commentato, ci sono indici negativi ed è probabile che sia un inverno duro.
      d’altra parte quando l’inverno australe è duro come è stato quest’anno è facile che poi lo replica qui nel nostro emisfero boreale. staremo a vedere.. adesso è ancora presto per avventurarsi in previsioni azzardate.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: