Forte aumento del ghiaccio marino artico: misura in corsa per essere la più alta in 15 anni

28 agosto 2021; articolo di Cap Allon

L’estensione del ghiaccio marino artico si è tenuta eccezionalmente bene durante la stagione estiva dello scioglimento del 2021. Per tutto il mese di agosto, sono sopravvissuti volumi più elevati del solito a causa delle condizioni di freddo e dei modelli di vento favorevoli.

Di conseguenza, l’estensione del ghiaccio marino artico è ora la più alta degli ultimi 8 anni e, se la direzione di quest’anno continua per un’altra settimana o due (come previsto), il 2021 raggiungerà l’estensione più “sana” degli ultimi 15 anni (dal 2006).

Solo il 2014, 2013 e 2009 rimangono sulla sua strada, anche se il divario si sta riducendo rapidamente:

L’estensione del ghiaccio del 2021 è superiore a TUTTI gli anni dal 2006 (esclusi 2014, 2013, e 2009, che dovrebbero essere superati nelle prossime settimane) [NSIDC]

Normalmente, la più alta estensione del ghiaccio marino artico dal 2006 non sarebbe niente di eccezionale.

Ma non viviamo in un mondo normale.

Esistiamo in una narrazione orchestrata di “riscaldamento globale catastrofico” in cui le temperature in aumento lineare minacciano di sciogliere TUTTO il ghiaccio ai poli, inondare le città e cancellare intere nazioni dalla svolta della mappa. Questa è una minaccia esistenziale per l’umanità, ci viene detto, ogni giorno; uno che richiede l’intervento politico, tasse più elevate e l’ulteriore riduzione delle nostre libertà, ovvero “blocco climatico”.

Quindi sì, nel paradigma odierno dei falsi grafici della temperatura e delle pubblicazioni dei media mainstream incessantemente apocalittiche, l’estensione del ghiaccio marino artico che raggiunge i suoi livelli più alti dal 2006 è qualcosa di cui scrivere qualcosa.

Un tale aumento, se dobbiamo credere alla “scienza”, semplicemente non dovrebbe essere possibile: la calotta glaciale avrebbe dovuto essere libera dal ghiaccio entro l’estate del 2008, e poi, quando quella data è passata senza incidenti, entro il 2012, e poi nel 2013, poi nel 2015, poi nel 2016, e ora… beh, tra 12 anni…? (Non sono esattamente sicuro di dove ci abbia portato l’attuale “pugnalata nel buio”…)

L’Artico è il manifesto del riscaldamento globale: se non riesce a sciogliersi, l’IPCC non ha una gamba su cui reggersi, soprattutto considerando che la temperatura media globale si è rifiutata di giocare a palla negli ultimi anni (in calo di circa 0,7°C). dal 2016):

E tutto questo senza nemmeno menzionare forse la chiave più grande dei lavori: le vicende al Polo Sud, che ospita il 90% dell’acqua dolce della Terra.

In tutto l’emisfero australe, la tendenza del ghiaccio è stata di crescita negli ultimi 40 anni (l’era dei satelliti):

Dopo un calo nel 2015-2019, il ghiaccio al Polo Sud è rimbalzato con forza nel 2020 e nel 2021, ai livelli di circa 3 decenni fa – questa realtà mantiene il trend di crescita significativa registrato dal 1979 di circa l’1% per decennio .

L’anno è davvero pazzesco e si sta rivelando impossibile da spiegare per il partito dell’AGW.

Nei 42 anni di dati satellitari, l’estensione del ghiaccio marino antartico nel 2021 è la quinta più alta mai registrata, superata solo dagli anni eccezionalmente forti del 2015, 2014, 2010 e 2006:

[NSIDC]

Il grafico sopra è certamente un po’ occupato, quindi ecco un modo più semplice per trasmettere lo stato di crescita…

L’estensione del ghiaccio marino antartico di quest’anno sta monitorando ben al di sopra di OGNI media pluridecennale che il NSIDC ha da offrire:

[NSIDC]

Se gli allarmisti insistono nel belare “cambiamento climatico” sull’Antartico, va tutto bene, ma devono ammettere che il cambiamento è uno di “temperature in calo” e “un forte accumulo di neve e ghiaccio”, come rivelano i dati sta accadendo.

Ma buona fortuna a inserirlo nella teoria dell’AGW…

Per ulteriori informazioni sull’Antartide, vedere l’articolo della scorsa settimana:

E mentre siamo in tema di calotte polari, ecco lo stato della Groenlandia nell’estate del 2021:

Anche correlato:



Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI

3 pensieri riguardo “Forte aumento del ghiaccio marino artico: misura in corsa per essere la più alta in 15 anni

  1. finalmente una buona notizia verrebbe da dire, dopo tutti i catastrofismi su ere sempre più calde, almeno un cambiamento in senso opposto s’inizia a vedere, e secondo me quest’anno grazie ad un freddo più pronunciato la calotta polare potrebbe anche estendersi maggiormente e favorire quindi un ottimo 2022 da questo punto di vista. Staremo a vedere..👍👍

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: