Il nemico alle porte

Rara neve primaverile colpisce l’Ecuador, le temperature precipitano in Sud Africa, la prima nevicata della stagione del Monte Fuji arriva con un mese di anticipo

8 settembre 2021; articolo di Cap Allon

Il nemico alle porte (Enemy at the Gates) è un film del 2001 diretto da Jean-Jacques Annaud

Chissà se anche noi dovremo difendere la nostra Stalingrado.

Quello che sta succedendo è bel oltre la “normalità” che vogliono venderci, anzi direi proprio l’opposto. La paura si è insinuata come una nebbia sottile, entra negli interstizi, soprattutto in quelli mentali.
Perché la solitudine interiore a cui vogliono abituarci è come il mal di vivere, una goccia che erode l’intelletto.

Rara neve primaverile colpisce l’Ecuador

Lunedì 6 settembre sono state segnalate rare e abbondanti nevicate in molte località ecuadoriane. “L’insolito fenomeno meteorologico ha causato la chiusura delle strade e la paralisi dei veicoli”, si legge nelle prime righe di un articolo di ecuavisa.com.

Molte strade rimangono chiuse a causa della neve che si accumula, comprese le principali autostrade.

I servizi di emergenza stanno avvertendo i conducenti di evitare tutti i viaggi nelle regioni colpite se non strettamente necessario.

Le condizioni invernali persisteranno in tutto l’Ecuador l’8 settembre, secondo una dichiarazione rilasciata da INAMHI.

Mentre contemporaneamente, un altro round di freddo antartico sembra destinato a entrare nel continente sudamericano, attraverso l’Argentina:

GFS 2m Temp Anomalies, Sept 8 [tropicaltidbits.com].

Guardando più avanti, i modelli meteorologici di fascia media mostrano Old Man Winter riluttante a rilasciare la sua gelida morsa, anche nella terza settimana di settembre, in particolare nelle nazioni meridionali, centrali e occidentali di Argentina, Paraguay, Bolivia, Perù ed Ecuador:

21 settembre:

GFS 2m Temp Anomalies, Sept 21 [tropicaltidbits.com].

22 settembre:

GFS 2m Temp Anomalies, Sept 22 [tropicaltidbits.com].

Temperature in calo in Sudafrica

Come in Sud America, il Sudafrica ha subito una serie di esplosioni antartiche da record in questa stagione invernale. E ora le condizioni gelide si stanno riversando in primavera e accorciano la stagione di crescita.

Martedì 7 settembre sono state segnalate forti nevicate sulle quote più elevate del Sudafrica.

Lehlohonolo Thobela, meteorologo di SA Weather Services, ha dichiarato al the South African che la neve ha iniziato a cadere martedì con accumuli in formazione nel Drakensberg meridionale, in parti dell’Eastern Cape e negli altopiani del Lesotho.

Il fronte antartico sarà di breve durata, passerà in un giorno o anche, ma ha lasciato il segno (vedi foto sotto) e potrebbe coronare quella che è stata una stagione invernale brutalmente fredda attraverso le fasce dell’Africa meridionale, compresa la nazione di Botswana e Namibia.

Guardando al futuro, c’è infatti la minaccia di un altro fronte polare che taglierà l’Africa meridionale la prossima settimana:

GFS 2m Temp Anomalies, Sept 15 [tropicaltidbits.com].

Rimanete sintonizzati per aggiornamenti in merito…


La prima nevicata della stagione del Monte Fuji arriva con un mese di anticipo

La prima neve della stagione del Monte Fuji è arrivata con ben quattro settimane di anticipo rispetto al solito quest’anno.

L’iconica montagna giapponese di 3.776 m (12.380 piedi) è stata ricoperta da una salutare spolverata di bontà del riscaldamento globale il 7 settembre, ovvero circa 25 giorni prima del normale.

Le riprese aeree hanno catturato gli accumuli:

Il primo snowcap della stagione del Monte Fuji è arrivato un mese in anticipo. La montagna del 3.776 m del Giappone è stata ricoperta da neve bianca 25 giorni prima del normale e 21 giorni prima dell’anno scorso. Il filmato aereo cattura il cono simmetrico della montagna iconica leggermente spolverata in neve fresca mentre la sua faccia di roccia basaltica rimane chiara. Un membro del personale del personale meteorologico locale KOFU ha notato una cima bianca leggermente coperta nelle prime ore di questa mattina (7 settembre).

È probabile che la neve sia stata in vetta almeno negli ultimi giorni, con le autorità locali che hanno ricevuto segnalazioni di neve nel fine settimana. Tuttavia, le nuvole hanno bloccato le osservazioni meteorologiche, quindi è stato solo martedì che le raffiche estive hanno potuto essere confermate.

Come nel caso della Groenlandia, il Monte Fuji in Giappone è spesso usato come un poster per catastrofiche AGW. Tuttavia, ed è il caso della Groenlandia, le osservazioni del mondo reale continuano a dipingere un quadro completamente diverso…

La massa nevosa dell’emisfero settentrionale si sta formando dall’inizio di quest’anno, proprio come previsto dall’intensificarsi del Grande Minimo Solare.

Vediamo se superiamo i totali impressionanti della scorsa stagione, che hanno raggiunto il picco a circa 500 Gigatoni sopra la media 1982-2012:


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Il nemico alle porte"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: