“Snowicane” Larry prevede di scaricare più di un metro e mezzo di neve estiva in Groenlandia

10 settembre 2021; articolo di Cap Allon

L’uragano Larry è destinato a trasformarsi in una “enorme bufera di neve” mentre si avvicina a Terranova. Questa configurazione è molto insolita per il periodo dell’anno, con la tempesta che dovrebbe scaricare fino a un metro e mezzo di bontà del riscaldamento globale sulla Groenlandia.

Non è senza precedenti che un uragano si sposti nell’aria abbastanza fredda per produrre neve – ha persino un nome: “snowicane”.

Tuttavia, anche se non inaudito, è successo solo una manciata di volte nella storia documentata…

Uragano del New England del 1804

Nel 1804, l’uragano del New England fu il primo ciclone tropicale della storia documentato che produceva nevicate.

Secondo i rapporti, in alcune parti del Vermont sono stati misurati totali di neve fino a 48 pollici.

Le navi subirono danni significativi dal Great Snow Hurricane del 1804.

25-27 febbraio 2010 bufera di neve nordamericana

La bufera di neve nordamericana del 25-27 febbraio 2010 (nota anche come “Snowicane”) è stata una tempesta invernale e un evento meteorologico avverso che si è verificato nelle regioni del Mid-Atlantic e del New England degli Stati Uniti tra il 24-26 febbraio 2010. La tempesta ha fatto cadere la sua neve più pesante da 12 a 24 pollici (da 30 a 61 cm) (localmente fino a 36 pollici (91 cm)) su una vasta area dell’interno del New England, New York e Pennsylvania. La tempesta ha anche portato piogge e allagamenti nelle sezioni costiere del New England, con alcune aree che hanno raggiunto fino a 10 cm. A parte le precipitazioni, il Nor’easter ha portato venti sostenuti da uragani sulla costa del New England.

Novembre 2011 Ciclone del mare di Bering

Il ciclone del Mare di Bering del novembre 2011 è stato uno dei cicloni extratropicali più potenti mai registrati in Alaska. L’8 novembre, il National Weather Service (NWS) ha iniziato a emettere avvisi di maltempo, affermando che si trattava di una tempesta quasi record (o record) nel Mare di Bering. Il minimo si è rapidamente approfondito da 973 mb (28,7 inHg) a 948 mb (28,0 inHg) in sole 24 ore prima di toccare il fondo a 943 mbar (hPa; 27,85 inHg), approssimativamente paragonabile a un uragano di categoria 3 o 4. La tempesta era stata ritenuta pericolosa per la vita da molte persone. La tempesta aveva una velocità in avanti di almeno 60 mph (97 km/h) prima di raggiungere l’Alaska. La tempesta ha iniziato a colpire l’Alaska nelle ultime ore dell’8 novembre 2011. La raffica più alta registrata è stata di 93 mph (150 km/h) sull’isola di Little Diomede. Una persona è stata dichiarata scomparsa dopo essere stata trascinata nel Mare di Bering, ed è stata successivamente dichiarata morta.

Uragano Sandy del 2012

L’uragano Sandy è forse il più famigerato uragano trasformato in “snowicane”.

La tempesta si è sviluppata alla fine di ottobre del 2012 e ha colpito 24 stati degli Stati Uniti, compresa l’intera costa orientale dalla Florida al Maine e ad ovest attraverso i monti Appalachi e fino all’estremo ovest del Michigan e del Wisconsin!

Secondo il Washington Post, Sandy ha scaricato da due a tre piedi di neve nei monti Appalachi centrali, facendo crollare i tetti e abbattendo alberi e linee elettriche.

Uragano Zeta del 2020

Meno di un anno fa, l’uragano Zeta ha prodotto neve in ottobre. Diversi pollici sono stati segnalati dal New Jersey al Massachusetts.

E ora… l’uragano Larry del 2021

Quindi, sebbene non sia sconosciuto, è ancora incredibilmente raro che un uragano produca neve, in particolare all’inizio di settembre!

E mentre Larry perderà solo la produzione di condizioni “snowicane” negli Stati Uniti, dopo aver tracciato a nord-est attraverso l’Oceano Atlantico, sembra destinato a scaricare volumi storici di neve estiva lungo la costa della Groenlandia:

La calotta glaciale della Groenlandia ha appena terminato quella che è stata un’impressionante stagione SMB, in cui i guadagni di neve e ghiaccio sono terminati comodamente al di sopra della media 1981-2010 – una realtà che la teoria originale AGW sosteneva sarebbe ormai impossibile…

Immagine in basso: la linea grigia è la media 1981-2010. Nonostante le bugie di MSM, quest’anno l’acc. SMB (Gt) ha registrato risultati ben al di sopra della media per l’intera stagione estiva dello scioglimento. E ora, sta ancora una volta costruendo [DMI].

Per ulteriori guadagni delle PMI della Groenlandia, vedere la seconda sezione dell’articolo collegato di seguito:

Il National Hurricane Center (NHC) degli Stati Uniti ha dichiarato che si prevede che Larry si sposterà vicino o sopra il Terranova sud-orientale venerdì sera o sabato mattina presto e si prevede di raggiungere la Groenlandia poco dopo.

Fino a cinque piedi di neve (152 cm.) saranno liberati sulla costa sud-orientale poco popolata della Groenlandia, insieme alle regioni centrali e più settentrionali.

Bufera di neve estiva per seppellire la Groenlandia sotto più di 1,5 metri di neve questo fine settimana.

Le ultime esecuzioni di GFS (mostrate di seguito) confermano la gravità dello scarico di neve.

Notare anche i notevoli accumuli di inizio stagione destinati a colpire gli Stati Uniti occidentali a partire dal prossimo fine settimana.

GFS Total Snowfall (inches) Sept 10 – Sept 26 [tropicaltidbits.com].

Il manto nevoso dell’emisfero settentrionale si sta formando all’inizio di quest’anno, proprio come prevede un Grand Solar Minimum in via di sviluppo.


In altre notizie…

La disastrosa stagione di crescita vede i prezzi del grano duro salire alle stelle del 90%

Il prezzo del grano duro è aumentato del 90% dopo che le condizioni avverse hanno devastato i raccolti in Canada, uno dei maggiori produttori mondiali.

Gli acquirenti del Regno Unito possono aspettarsi di pagare di più per la loro pasta nei prossimi mesi a causa della carenza del suo ingrediente chiave a seguito di una stagione di crescita disastrosa, riporta il Guardian.

Il prezzo elevato potrebbe comportare una carenza di pasta nei supermercati, ha affermato Jason Bull, direttore di Eurostar Commodities, che importa più di 10.000 tonnellate di ingredienti alimentari ogni anno.

Bull ha aggiunto che l’entità degli aumenti dei costi implicati significava che avrebbero dovuto essere trasferiti ai consumatori. Ha stimato che un pacchetto di spaghetti da 500 g potrebbe aumentare di prezzo di 60 pence fino a 1,80 sterline.

Bull ha affermato che gli aumenti dei prezzi della pasta potrebbero iniziare il mese prossimo poiché i costi più elevati hanno già raggiunto il cancello della fabbrica.

“Il mercato è completamente fuori controllo e di conseguenza c’è stato un aumento di circa il 90% dei prezzi delle materie prime e un aumento del trasporto merci”, ha affermato Bull. “Questa è una situazione terribile che colpisce tutti i produttori di semola e tutti gli acquirenti di grano duro in tutto il mondo. Le aziende stanno acquistando a prezzi record”.

I supermercati lanciano l’allarme sul fatto che i prezzi alimentari sono destinati a salire in tutto il settore della vendita al dettaglio nei prossimi mesi, trainati principalmente dall’aumento dei costi delle materie prime e dei trasporti, con il primo a causa di problemi meteorologici (vale a dire gelate e gelate fuori stagione), in particolare nel Nord e Sud America (ovvero Canada, Stati Uniti, Argentina e Brasile), anche se anche l’Europa ha subito gravi ammaccature in quella che a un certo punto sembrava una stagione semi-decente.

Tosin Jack, responsabile della commodity intelligence di Mintec, ha affermato che le preoccupazioni per il significativo calo del raccolto di grano duro nordamericano a seguito del clima secco e l’impatto della primavera fredda sulla qualità e quantità del raccolto italiano, hanno fatto salire alle stelle i prezzi.

“Il Canada è un grande esportatore, quindi questo ha alimentato i timori di una carenza di approvvigionamento”, ha affermato. “Allo stesso tempo, i problemi di qualità in Italia significano che gli italiani potrebbero fare affidamento maggiormente sulle importazioni quest’anno. Quindi abbiamo una situazione in cui c’è meno da girare e la domanda non diminuirà … quindi se vuoi davvero la pasta dovrai pagare di più.

Ovviamente non è solo la pasta a essere colpita. Tutti i tipi di grano, così come il mais, la canna da zucchero e il caffè sono stati decimati quest’anno e, di conseguenza, i prezzi all’ingrosso di tutti questi prodotti di base sono saliti alle stelle, esercitando una pressione sulle catene di approvvigionamento e aumentando le preoccupazioni per l’inflazione.


Due fornitori di energia del Regno Unito crollano a causa di un’impennata record dei prezzi

Le preoccupazioni inflazionistiche aggravate sono le carenze di gas naturale, causate dal freddo record dell’inverno e della primavera subiti in Europa e in Asia.

Secondo un recente articolo del Guardian, “PfP Energy e MoneyPlus Energy hanno cessato l’attività commerciale poiché il mercato del gas del Regno Unito ha raggiunto un nuovo record storico martedì, mentre i prezzi del mercato dell’elettricità sono aumentati a livelli che non si vedevano dal 2008 (minimo solare del ciclo 24, solo per dire’).”

Si prevede che una serie di fornitori altrettanto piccoli crollerà questo inverno poiché le aziende si faranno carico dei pesanti costi di prezzi di mercato più elevati a causa del freddo da record che ha esaurito le forniture all’inizio dell’anno.

Questa settimana, i prezzi del gas nel Regno Unito hanno raggiunto un record di 136,68 pence per therm, secondo gli esperti del mercato delle materie prime dell’ICIS:

Nel frattempo, i prezzi dell’elettricità sono saliti a 128,13 sterline per mega-wattora, per la prima volta in 13 anni:

Il raffreddamento globale è già ora una realtà che si sta svolgendo davanti ai nostri occhi e, tragicamente, i suoi impatti avranno un impatto molto più incisivo del necessario, dato che i nostri leader sono stati ingannati nel prepararsi per l’eventualità esattamente opposta.

Un attacco di raffreddamento globale, anche se grave e pluridecennale alla pari con il minimo di Maunder, è completamente sopravvissuto con la giusta pianificazione, ma NESSUNO si sta preparando! E quindi questo è il mio avvertimento, così posso dormire la notte sapendo di aver fatto quello che posso.

Il raffreddamento globale non è una teoria della cospirazione.

Non è nemmeno più una normale teoria.

È una realtà che si sta svelando intorno a noi, proprio ora.

Buona fortuna.


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


3 pensieri riguardo ““Snowicane” Larry prevede di scaricare più di un metro e mezzo di neve estiva in Groenlandia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: