Ci attendono tempi duri in avanti

  • Il fronte artico inghiotte l’Europa;
  • Pesanti nevicate di settembre coprono gli Stati Uniti occidentali;
  • Il Queensland subtropicale subisce rare nevicate primaverili e minime invernali

23 settembre 2021; articolo di Cap Allon

Il forte fronte artico inghiotte la maggior parte dell’Europa

Non verrà riportato, sorpresa-sorpresa, ma questa settimana la maggior parte dell’Europa sta soffrendo il freddo di inizio stagione.

Al contrario, il Regno Unito ha vissuto un settembre caldo fino ad oggi, ma la Gran Bretagna è l’eccezione, non la regola, e negli ultimi giorni l’Europa continentale ha registrato variazioni di temperatura fino a 20°C al di sotto della media stagionale.

Questa settimana, “blu” e “viola” hanno colorato le regioni centrali e orientali, così come l’Iberia.

Di seguito sono state riportate le anomalie di previsione per martedì e mercoledì, rispettivamente:

GFS 2m Temp Anomalies (C) Tues, Sept 21 [tropicaltidbits.com].
GFS 2m Temp Anomalies (C) Weds, Sept 22 [tropicaltidbits.com].

Il freddo dovrebbe persistere anche per il resto della settimana.

Di seguito le partenze previste per oggi (giovedì 23 settembre):

GFS 2m Temp Anomalies (C) Thurs, Sept 23 [tropicaltidbits.com].

Guardando un po’ più avanti, il mese mite del Regno Unito sta per finire bruscamente.

Una massa di gelida aria artica che inghiottirà le nazioni di origine a partire da lunedì 27 settembre, con nevicate di inizio stagione previste anche per la Scozia il 29 e 30 settembre:

GFS Total Snowfall (cm) Sept 23 – Oct 9 [tropicaltidbits.com].

Notare anche i notevoli accumuli destinati a seppellire le Alpi e la Scandinavia occidentale mentre il calendario si sposta a ottobre.

L’autunno sta iniziando all’inizio di quest’anno, proprio come prevede un Grande Minimo Solare, e proprio mentre il continente europeo sta combattendo contro una cronica carenza di gas. Mercoledì, altri 1,5 milioni di famiglie nel Regno Unito sono senza un fornitore di energia, poiché i prezzi alle stelle (dovuti a carenze causate principalmente dall’inverno storicamente freddo del 2020-21) hanno costretto al crollo di altri due fornitori.

Ci attendono tempi duri in avanti.

Assicurarsi di prepararsi di conseguenza (fonte di riscaldamento di riserva/generatore/cibo essiccato ecc.).

Un ente di beneficenza del Regno Unito ha già affermato che le persone saranno costrette a scegliere tra “riscaldare e mangiare” durante i mesi più freddi. E questo supponendo che ci sia anche abbastanza cibo e gas per andare in giro – le cose sono davvero così strette al momento.


Pesanti nevicate di settembre coprono gli Stati Uniti occidentali

L’autunno sta iniziando presto anche dall’altra parte dell’oceano, in particolare negli Stati Uniti occidentali (e nel Canada occidentale).

Prima della fine del mese, si prevede che una fascia di forti nevicate scaricherà piedi di bontà del riscaldamento globale attraverso le altitudini più elevate di Colorado, Utah, Wyoming e Idaho, in particolare, sebbene anche il Montana occidentale e parti dell’Oregon e dello stato di Washington siano preparandosi per un primo assaggio dell’inverno.

Controllando con le ultime corse GFS, una depressione polare discendente è destinata a fornire forti nevicate e minimi da brivido la prossima settimana:

GFS Total Snowfall (inches) Sept 28 – Oct 9 [tropicaltidbits.com].
GFS 2m Temp Anomalies (C) Thusr, Sept 30 [tropicaltidbits.com].

La neve di inizio stagione si è già accumulata questa settimana sulle Montagne Rocciose settentrionali.

Sono state notate forti raffiche a Yellowstone, tra le altre località:


Il Queensland subtropicale soffre di rare nevicate primaverili e basse temperature invernali

Questa settimana il Queensland australiano ha registrato il giorno di settembre più freddo degli ultimi cinque anni, poiché i residenti nel sud dello stato hanno dovuto affrontare rare raffiche di neve primaverile.

Il Bureau of Meteorology (BOM) ha affermato che una massa d’aria “energetica” proveniente da sud sta causando il freddo di questa settimana.

La temperatura a Toowoomba, ad esempio, è scesa a -2°C (35,6°F).

Mentre nevischio e neve si sono depositati sulla Granite Belt del Queensland, dove il mercurio è sceso al limite del congelamento.

La neve è stata segnalata anche appena a sud di Stanthorpe – locale di Mount Tully, Julia Metcalfe ha registrato fiocchi che cadevano nel suo cortile: “Abbiamo avuto il privilegio di avere le cose vere”, ha detto. “A un certo punto c’era il sole dietro il capanno e nevicava sulla casa.”

Il proprietario della cantina Rudgemill Estate, Martin Cooper, ha detto che l’esplosione polare lo ha colto alla sprovvista: “Sono stato sul tosaerba per un paio d’ore e faceva così maledettamente freddo – il vento – che sono andato a mettermi una seconda giacca, ero ancora freddo… il vento è stato feroce”.

Il freddo è stato onnicomprensivo e ha attanagliato la maggior parte dei 7,692 milioni di km² del continente australiano:

GFS 2m Temp Anomalies (C) Sept 22 [tropicaltidbits.com].

Molti stati australiani sono stati colpiti da pozze d’aria antartiche estreme che sarebbero più tipiche in pieno inverno piuttosto che all’inizio della primavera.

E guardando avanti, un secondo blob di freddo polare è destinato a spazzare il continente australiano questo fine settimana: quei “blu” e “viola” torneranno e si diffonderanno a nord venerdì sera e fino a sabato.

Questo fronte imminente non sarà forte come il primo; tuttavia, offrirà ancora un altro notevole calo di temperatura e venti più raffiche. Non è prevista neve, ma ciò è dovuto più al contenuto di umidità del sistema che alle temperature.

Le forti gelate continueranno e saranno più evidenti ogni volta che i venti diminuiranno.

Alla faccia di quelle previsioni ufficiali della BOM che richiedevano una “primavera più calda del normale”


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: