Energie alternative: la follia dei truffatori|+|Documentario:”Questo è un sistema rotto”

Di Dr. Jay Lehr |8 settembre 2021|Energia|

Per darvi un senso di scala, per sostituire l’energia di un pozzo medio di gas naturale, che si trova su circa quattro acri di terra, sarebbero necessari 2.500 acri di turbine eoliche.

Questa è una quantità enorme di terra. Dovresti coprire l’intera nazione con turbine eoliche nel tentativo di sostituire l’elettricità che generiamo dal carbone, dal gas naturale e dall’energia nucleare, e anche questo non porterebbe a termine il lavoro.

Ho sentito un collega dire: “Conosciamo tutti i motivi per cui dovremmo passare dai combustibili fossili alle alternative e questi motivi stanno diventando più urgenti con il passare del tempo”. Mark Mathis, produttore e regista del film documentario FRACTURED, dice che deve ridere quando le persone dicono energia alternativa” mentre applicano quel termine alle energie rinnovabili. “Non useremo questo, useremo quello”, dice Mathis. Sottolinea correttamente che un’“alternativa” è qualcosa che usi invece di qualcos’altro. Questo non è il caso quando si parla di eolico e solare perché richiedono una fonte di energia di riserva.

L’eolico e il solare sono costantemente intermittenti e quindi non sono affidabili. La rete elettrica richiede un alto livello di stabilità. Le griglie in America operano su un sistema a 60 hertz . Se una griglia scende a 59,5 hertz al secondo o sale a 60,5, la griglia diventa pericolosamente instabile e collasserà se si allontana molto oltre quel sottile margine di errore. Per questo ogni azienda elettrica ha firmato accordi con i suoi principali utenti per ridurre la potenza in determinate emergenze.

Definiti propriamente, eolico e solare sono tecnologie elettriche “supplementari”. Forniscono elettricità intermittente a un sistema di rete che è già in funzione con alimentazione “baseload” 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Carbone, nucleare e gas naturale sono fonti di carico di base perché forniscono una generazione di elettricità coerente e possono essere spedite in quantità aggiuntive quando necessario. Poiché eolico e solare sono inaffidabili in modo affidabile, nessun impianto eolico o solare ha mai sostituito una centrale elettrica convenzionale.

Eppure, nonostante questa realtà energetica di base, molte nazioni hanno accettato quella che Mathis chiama “la grande bugia” dell’eolico e del solare. Le nazioni hanno speso male decine e persino centinaia di miliardi di dollari nella speranza di sostituire carbone, gas naturale e nucleare con la cosiddetta energia “pulita”. Certo, eolico e solare non sono “puliti” nella definizione precisa del termine, ma questo è un argomento per un altro giorno.

Nel caso dell’Australia, i politici hanno approvato una tassa sul carbonio per sostenere le sue fantasie rinnovabili. Non molto tempo dopo, l’Australia ha iniziato a sperimentare guasti nell’elettricità (blackout), specialmente nell’Australia meridionale. Gli australiani hanno rinunciato alla tassa sul carbonio e ora stanno bruciando molto più carbone.

Il programma tedesco Energiewende (Transizione alle energie rinnovabili) è un colossale fallimento. I tedeschi hanno speso più di 100 miliardi di euro in eolico e solare e prevedono di spendere circa 450 miliardi in più nei prossimi 20 anni. La Germania ha ora i prezzi dell’elettricità più alti d’Europa, più del doppio di quello che pagano gli americani. Il sistema è così incasinato che a volte i consumatori vengono effettivamente pagati per utilizzare più elettricità. Ma nelle calde giornate estive, quando il vento non soffia, alle persone e alle aziende viene detto di ridurre l’uso dell’elettricità per evitare i blackout. E, nonostante i suoi giganteschi investimenti, le emissioni di CO2 della Germania non sono diminuite tanto quanto altre nazioni che si sono concentrate sull’aggiunta di elettricità generata da gas naturale.

E l’energia geotermica dalla terra? L’Islanda usa molto il geotermico. Ma non puoi gettare un posto come l’Islanda in una discussione sull’elettricità perché l’Islanda è una posizione geografica altamente specifica dove hanno molta energia geotermica. Non c’è nessun altro posto sul pianeta come questo. C’è anche il problema della scala. L’intera popolazione dell’Islanda è solo di circa 345.000. È estremamente piccola su un pianeta di quasi otto miliardi di persone.

E l’energia idroelettrica? Il Canada utilizza grandi quantità di energia idroelettrica perché ha i fiumi e la topografia per fornirla. La maggior parte del resto del mondo no. Inoltre, come stiamo ora assistendo nel West americano, le gravi siccità richiedono che l’energia idroelettrica venga ridotta in modo significativo per conservare l’acqua.

Se non c’è vento in un luogo, l’energia eolica non funzionerà. Se non c’è il sole quasi tutti i giorni dell’anno, l’energia solare non funzionerà. Quindi ovunque tu vada in giro per il pianeta ci sono problemi geografici in cui il solare non funzionerà qui o il vento non funzionerà lì, il geotermico non funzionerà altrove. Ma non hai questo problema quando si tratta di carbone, gas naturale e nucleare.

Ok, ma perché dobbiamo scegliere? Perché non possiamo semplicemente usare tutto quanto sopra?

TUTTI I PRECEDENTI

“Tutto quanto sopra” è un termine volutamente ingannevole inventato da consulenti politici. Come si può essere contro un politico che si dice favorevole a TUTTE le fonti di energia? Sembra così magnanimo. Ma come abbiamo visto, l’eolico e il solare sono così inaffidabili che troppi di essi causano instabilità della rete con la minaccia molto reale del collasso della stessa, che sarebbe catastrofica.

Ironia della sorte, le fonti di energia “sopra” (eolica, solare, biocarburanti, idroelettrica) non sono altro che supplementi alle vere fonti di energia che gestiscono tutto nel mondo moderno. Esatto, quello di cui dovremmo parlare è girare su “All of The Below” (carbone, petrolio, gas naturale e uranio per il nucleare). Queste fonti “sotto” sono ciò che guida quasi tutta la nostra produttività domestica, commerciale e industriale.

Quali sono le percentuali di fonti energetiche che utilizziamo negli USA? Petrolio 35%, gas naturale 34%, carbone 10%, nucleare 9,0%. Energia idroelettrica ~2,5%. Biomassa 4,2% (per lo più legno), geotermica ~ 0,2%, eolica ~ 2,9% e solare ~ 1,2%. L’energia eolica e solare rappresentano solo il 4% circa dell’energia che utilizziamo. Non faremo funzionare la nostra società con quel quattro per cento.

La grande bugia è che possiamo allontanarci dal carbone, dal petrolio, dal gas naturale e dall’energia nucleare e possiamo esistere solo con questa piccola quantità di energia. Sarebbe come dire:

“Non possiamo più spostare cose su navi, treni, aerei e rimorchi per trattori. D’ora in poi tutto si muoverà in una smart car. Se non si adatta a un’auto intelligente, non si sposta”.

Sarebbe ridicolo.

Dobbiamo fare cose, costruire cose. Questo è ciò che fanno le risorse “tutte le seguenti”. Non inseriremo mai le nostre vite in un’auto intelligente. Continueremo a vivere nel mondo reale, e nel mondo reale l’unico modo per gestire l’infrastruttura di trasporto è con il petrolio. L’unico modo per fornire energia affidabile è con grandi quantità di nucleare, gas naturale e carbone.

Forse un giorno in un futuro scopriremo come far funzionare i nostri trasporti e le reti elettriche usando qualcosa di diverso dai combustibili fossili e dall’energia nucleare. Quel giorno non è così vicino come vorrebbero far credere coloro che spingono l’attuale narrativa sull’energia.

Parti di questo saggio sono state estratte dal film FRACTURED con il permesso del suo produttore e regista, Mark Mathis. Il film è disponibile su ClearEnergyAlliance.com. Il film è consigliato come i 90 minuti più educativi e divertenti che potresti trascorrere quest’anno.


Un nuovo documentario rivela quanto siano corrotte e distruttive le energie verdi: “Questo è un sistema rotto”

Da NoTricksZone

Da P Gosselin il 26. settembre 2021

Il futuro dell’energia verde non è affatto verde, un nuovo straordinario documentario mostra quanto sia corrotto e distruttivo per il nostro ambiente.

Un ex dipendente della KPMG a Londra si rende conto che il movimento per l’energia verde è corrotto ovunque.

“Per tutto il tempo le cose hanno iniziato a sembrare divertenti. È stato come un problema tecnico. È come se questo non fosse giusto. Queste persone stanno facendo questi grandi progetti, facendo un sacco di soldi. Ma non sono sostenibili. Sai, questi sono alcuni dei mostri più guidati dall’ego. Ci sono molte cose oscure nelle catene di approvvigionamento di queste aziende. È tutta una questione di soldi e stanno usando l’agenda della sostenibilità solo come un altro strumento, un altro bastone con cui battere i loro fornitori”. – Alexander Pohl, ex dipendente, KPMG Londra. “Queste persone sono ovunque. è una corruzione sistemica”.

Il Movimento Verde si basa sulle bugie: l’uomo non è diventato il più grande fattore climatico e le energie verdi non salvano l’ambiente. Il contrario è ciò che è reale.

L’ultimo film di Marijn Poels, Headwind, ci mostra che gran parte delle energie verdi ora installate stanno devastando irreversibilmente l’ambiente e come si tratti di aziende che fanno tonnellate di soldi.

Quello che ci viene detto è che le soluzioni di oggi saranno i disastri ambientali di domani.

Greta è pronta per un brusco risveglio.

Vedi anche:


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: