L’Emergenza Climatica ed il Grande Reset

C’è da fare una considerazione sulla fantomatica crisi climatica per quanto riguarda l’informazione mainstream; perché è qualche decennio che questa storia sta andando avanti e, come per le scie in cielo, non se ne vede una fine.

“I dibattiti politici sulla politica climatica sotto l’attuale zeitgeist* dell’isteria del cambiamento climatico sono come competere per vedere quante streghe possono essere bruciate.”

Così il professor William Happer ha descritto la situazione dopo la sua recente conferenza sui tre gas serra presi di mira dalle politiche agricole nazionali draconiane di oggi. Il professor Happer ha tenuto questa popolare conferenza online all’Irish Climate Science Forum e alla CLINTEL International Foundation.

I gas serra sono innocenti e vengono presi di mira senza alcuna base scientifica. Chiaramente una caccia alle streghe. I tre gas in questione sono metano, protossido di azoto e anidride carbonica. Il protossido di azoto (N2O) è gas esilarante, ma non c’è niente di divertente nel trattarlo stupidamente come un male. La gestione dei terreni agricoli rappresenta circa il 75% delle emissioni di N2O degli Stati Uniti ed è significativa in tutto il mondo. I processi digestivi dei ruminanti d’allevamento come bovini, ovini e caprini sono una delle principali fonti di metano (CH4) in tutto il mondo. Le attrezzature e le pratiche agricole producono molta anidride carbonica, che ironicamente è anche la base dell’approvvigionamento alimentare globale.

W. Happer
Professore emerito
Dipartimento di Fisica, Princeton University, USA
https://phy.princeton.edu/people/william-happer

Il discorso del professor Happer si è concentrato sulla fisica, in particolare sul banale impatto sulle radiazioni nello spazio delle crescenti concentrazioni atmosferiche di metano e protossido di azoto. Non solo gli effetti radiativi di questi gas traccia sono altamente saturi, ma competono tra loro e con il vapore acqueo come gas serra. Ha mostrato grafici per ciascuno in cui l’effetto sulla radiazione nello spazio di raddoppiare la loro concentrazione, che è probabilmente impossibile, era quasi invisibile.

* Zeitgeistzàitġaist› s. m., ted. [comp. di Zeit «tempo» e Geist «spirito»]. – Espressione coniata nell’ambito della filosofia romantico-idealistica tedesca tra i secoli 18° e 19°, e tradotta in italiano «spirito dei tempi», con cui si suole indicare il clima ideale, culturale, spirituale che si considera caratteristico di un’epoca.

Sarà difficile liberarsi di questo Molloch in futuro; primo perché è un «Dio» potente, di quelli antichi e cornuti a cui si offrivano i bambini in olocausto, secondo perché cavallo che vince non si cambia e questo cavallo corre dagli anni settanta del secolo scorso, ops.. un anno in meno.

U-Thant

Era il 1969 e il Segretario Generale delle Nazioni Unite, U-Thant, proclama il “Giorno della Terra” per protestare contro la guerra in Vietnam (qui davanti alla campana giapponese della pace nel momento della prima celebrazione)

«Possano esserci solo giorni della Terra pacifici e allegri a venire per la nostra bellissima Astronave Terra mentre continua a girare e girare nello spazio gelido con il suo caldo e fragile carico di vita animata.»

Washington non reagì direttamente.
Senza apparente legame con questo precedente, il senatore del Wisconsin, Gaylord Nelson, propone di applicare alle questioni ambientali americane le tecniche di mobilitazione della sinistra statunitense contro la guerra del Vietnam. Proclama il mercoledì 22 aprile 1970… « Giorno della Terra »

https://megachirottera.blogspot.com/2016/02/il-pretesto-climatico.html

Il “Giorno della Terra”, versione USA, è un modo per la classe dirigente di deviare dal loro obiettivo i militanti contro la guerra del Vietnam. 


Ed i militanti, gli attivisti sparsi in tutto il globo, sono stati serviti a dovere con l’invenzione del “global warming causato dall’uomo dall’inizio dell’era industrializzata”; questa affermazione è la base della teoria AGW, Average Global Warming (riscaldamento globale medio). Si, perché le temperature vengono calcolate sulla base delle temperature medie mondiali.

Il problema è che queste temperature non sono assolutamente su base globale. La stragrande maggioranza dei dati sulla temperatura a lungo termine di alta qualità proviene dagli Stati Uniti, e in effetti gran parte del pianeta ha pochi o nessun dato sulla temperatura a lungo termine. A causa della scarsa copertura, è dubbio che il record della temperatura globale pubblicato abbia una validità scientifica. Gli Stati Uniti sono uno delle pochissime zone con dati affidabili sulla temperatura.

Un’altra problematica riguarda il dove ed il come vengono misurate queste temperature, in generale le aree aeroportuali dove stanno gli uffici del meteo. Nei centri urbani in estate spesso si verifica un fenomeno microclimatico, detto effetto isola di calore, che comporta un riscaldamento locale con un aumento delle temperature fino a 4-5° rispetto alle zone periferiche o alle campagne, dove il verde e gli alberi garantiscono ombreggiatura e ricircolo d’aria.

Sembra però ce le reiterate richieste per porre rimedio all’isola di calore e le conseguenti misurazioni alterate siano cadute nel vuoto e nel silenzio totale da parte delle agenzie preposte, come la NOAA tanto per citare la più importante. Agenzie spesso pescate con le mani nella marmellata ad alterare i dati o a fare la “pesca delle ciliege”, come a dire.. “mi scelgo i valori che voglio io”.

Tutto fa supporre che dietro a questa sceneggiata ci sia dolo ed intenzionalità.

Sta di fatto che tutto questo minestrone ha una sua logica in una strategia a più ampio raggio di una “guerra climatica” in corso. Per guerra climatica si intende anche la ricerca che viene sviluppata incessantemente ed in gara con tutte le altre superpotenze, che siano militari, tecnologiche ed economiche. In questo scenario una parte importante la fa la “disinformazia”, che in ultima istanza viene da televisioni e giornali. Se però si inizia a scavare col metodo “segui i soldi” la piramide appare in tutto il suo terribile splendore.

Questa guerra ha tutte le sembianze di una guerra contro le popolazioni che affollano la Terra ed è un qualcosa che fa davvero girare la testa. Difatti in molti non riuscendo a visualizzare l’orrore della realtà non raccontata dalle televisioni e giornali rifiutano in toto questa visione, alcuni anche in forme verbali violente, il web è pieno di questi personaggi.. che siano veri o che interpretano una parte.

Questo succede perché le nostre elites hanno deciso di fare un cambiamento epocale, o grande reset, della società nel suo insieme.


Secondo la favola fantascientifica che ce ne fanno televisioni e giornali entreremo di fatto nel futuro, con tecnologia a profusione, tanta da potersela anche impiantare nel corpo; viaggi spaziali a basso costo (..ehm, il basso costo è riferito alle disponibilità delle elites); potremmo modellare la natura ed il clima a .. “loro” piacimento; non avremo bisogno del denaro e potremmo vivere una vita di piaceri e ricercare le nostre priorità individuali.

Vivremo insomma nel mondo di Star Treck!

(Questo mi ricorda Romano Prodi quando diceva riguardo la nascente Europa: «Con l’euro lavoreremo un giorno in meno, guadagnando come se lavorassimo un giorno in più». Salvo poi dover aggiustare il tiro e fare una misera figura..)

Ma non è tutto oro ciò che luccica… Dietro il cartellone pubblicitario le erbacce crescono a profusione e vengono debitamente oscurate per non far capire che tutto questo miglioramento che vogliono apportare al nostro vivere non è null’altro che un asfissiante metodo di controllo della persona con l’agghiacciante possibilità di cancellare elettronicamente chi non si conforma alle regole.. e la parola “conforma” l’ho presa a prestito proprio dai Borg di Star Treck.

Ed è singolare di come nei telefilm della serie non si vedano scene di vita reale se non girate in studio con uno stile iper futurista, oppure filmati reali del passato per giustificare i viaggi nel tempo.

Gene Roddenberry, lo sceneggiatore di Star Treck è stato molto furbo. Non potendo conoscere la società come sarebbe nella realtà futura si è permesso di ometterlo, così da non dover scendere in particolari problematici; anche perché niente mi leva dalla testa che buona parte di quello che ci fanno vedere al cinema o in televisione poi, a distanza di anni, si avvera.. e questa è la strana sorte delle syorie di fantascienza.

Tornando ai cambiamenti climatici, il riscaldamento globale e l’anidride carbonica, per le elites sono soltanto un mezzo per operare quei cambiamenti che gli consentano di dar vita al loro nuovo ordine mondiale. Anche l’attuale fanta epidemia è un mezzo e lo si evince chiaramente dallo story telling mediatico: manca in modo assoluto il contraddittorio! Da cui si evince che:

«La versione è nostra e non permettiamo a nessuno di modificarla o discuterla pubblicamente.»

Già, la popolazione non deve venire a sapere in modo certo ed inequivocabile quali sono le loro reali intenzioni perché si rivolterebbe. Quindi la verità o quello che più ci si avvicina viene trattato come fake news, complottismo (in America amano dire cospirazionismo), follia, senza soluzione di continuità, come un mantra.

Dovete capire che ‘sta gente ha investito una massa di soldi che non è quantificabile con precisione, anche perché continuano a stampare moneta ad un ritmo forsennato; nell’ultimo anno i nuovi dollari sono il 40% della massa di dollari circolanti. Ed è una enormità.

Quindi a meno che non si verifichi un cataclisma politico questa è la versione e questo ci dobbiamo tenere, perché non ammetteranno mai niente di niente. D’altra parte nemmeno i gerarchi nazisti hanno mai ammesso alcuna colpa personale durante il processo di Norimberga, soltanto pochissimi hanno parlato per salvarsi il culo e sulla base di quelle dichiarazioni hanno emesso le sentenze per gli altri.


Vi consiglierei di leggere questo articolo che ho pubblicato non molto tempo fa:

È un articolo lungo ed impegnativo ma lo considero quanto più vicino alla realtà. Se proprio non volete “perdere” del tempo all’interno c’è un video con una buona traduzione in italiano ma io vi consiglio l’articolo intero!

https://www.brighteon.com/3a1557d7-9b79-416b-9b14-861926397802

Sempre che siete disponibili a schiarirvi le idee ed a non infilare la testa sotto la sabbia (ma gli struzzi nella realtà non lo fanno) rileggetevi questi articoli:

In parole povere abbiamo subito per anni una forma di propaganda che è molto simile al lavaggio del cervello e l’abbiamo subita con lucida ferocia da parte dei mille e uno esperti di giornata, politici della porta accanto e quanti si sono prestati, qualcuno anche in buona fede, a rendere questa tematica un dogma insondabile.

Usando principi presi a piene mani da manuali di controllo mentale, ingegneria sociale e tecniche di guerra urbana a cui i più non sono assolutamente preparati hanno distorto la realtà con la forza del possesso pressoché totale del mainstream media.

La finestra di Overton è un modello di rappresentazione delle possibilità di cambiamenti nell’opinione pubblica, descrivendo come delle idee, totalmente respinte al loro apparire, possano essere poi accettate pienamente dalla società, per diventare infine legge. La cosa più inquietante è che queste idee nascono spesso da un piccolo gruppo e a vantaggio solo di pochi, con danni per tutti gli altri.


Secondo Overton, qualsiasi idea, anche la più incredibile, per potersi sviluppare nella società ha una finestra di opportunità. In questa finestra l’idea può essere ampiamente discussa, e si può apertamente tentare di modificare la legge in suo favore. L’apparire di questa idea, in quel che potremmo chiamare la “finestra di Overton”, permette il passaggio dallo stadio di “impensabile” a quello di un pubblico dibattito, prima dalla sua adozione da parte della coscienza di massa e il suo inserimento nella legge.


Non si tratta di lavaggio del cervello puro e semplice, ma di tecniche più sottili, efficaci e coerenti, si tratta di portare il dibattito fino al cuore della società, per fare sì che il cittadino comune si appropri di una certa idea e la faccia sua. All’inizio è talvolta sufficiente che un personaggio pubblico o politico la promuova in modo caricaturale ed estremo, e che poi il resto della classe pubblica e politica smentisca con grande foga. Ecco, l’idea è nata, e la danza dei furbetti può cominciare.

Il soggetto è lanciato, e si può discuterne per il bene di tutti e sgombrare il campo dagli equivoci!


Greta Thundberg

Tante volte ho parlato del mondo dell’attivismo e del volontariato e resto sempre basito di quante brave persone che fanno cose straordinarie siano ingannate nel modo più profondo e crudele; e visto che siamo in tema parliamo della Thundberg, per gli amici Greta.

Questa ragazza ha avuto dai media una tale visibilità che solo per psicologia inversa fa pensare che ci sia ben altro.

Il 20 agosto 2018 Greta Thunberg, che frequentava il nono anno di una scuola di Stoccolma, ha deciso di non andare a scuola fino alle elezioni legislative del 9 settembre 2018. La decisione di questo gesto è nata a fronte delle eccezionali ondate di calore e degli incendi boschivi senza precedenti che hanno colpito il suo paese durante l’estate. Voleva che il governo svedese riducesse le emissioni di anidride carbonica come previsto dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico ed è rimasta seduta davanti al parlamento svedese ogni giorno durante l’orario scolastico. Il suo slogan era Skolstrejk för klimatet (Sciopero della scuola per il clima). [Wikipedia]

I ragazzi di Greta, l’ Extinction Rebellion e il movimento delle sardine « In piazza insieme». La lettera aperta che segue è rivolta a questi movimenti, miracolosamente spuntati dal nulla e affettuosamente accompagnati da buona parte del mainstream. “Questi appuntamenti nelle piazze possono smuovere i governi a prendere decisioni appropriate, a cominciare dal governo del nostro paese,” scrive Alex Zanotelli. Ma siamo proprio sicuri? 

Claudia von Werlhof e il gruppo di discussione del “Movimento planetario per Madre Terra”: Alexandra Danzl, Wolfgang Fischer, Maria Heibel, Thomas A. Mann, Dietmar Salamon, Thomas Schramm e altri, ottobre 2019

Potremmo titolare questo articolo: 

Lettera ad una ragazzina che non verrà mai letta


E pensare che il seguente è un articolo del 2014.. Nei commenti scrivo spesso che: “Le cose ce le dicono”, perché siamo esseri senzienti ed abbiamo le capacità di capire; ma spesso queste informazioni ce le fanno dire da personaggi inqualificabili che difficilmente li si tiene in grande considerazione, anzi spesso ragioniamo così: “Lo ha detto tale? è sicuramente una cazzata!” Oppure: “Quello ?? Ma lo sai chi è quello ???” Le cose ce le dicono ma poi vomitano fuori una tale marea di disinformazione ed “intrattenimento” che restiamo letteralmente indifferenti a qualsivoglia input, che non sia svago e divertimento.

TEAM GRETA ammette che i cambiamenti climatici non hanno nulla a che fare con l’ambiente

«Questa è la prima volta nella storia dell’umanità che ci stiamo ponendo il compito intenzionalmente, entro un periodo di tempo definito, 
per cambiare il modello di sviluppo economico
che regna da almeno 150 anni dalla Rivoluzione industriale.»

–– Christiana Figueres

Capo delle Nazioni Unite per il clima delle Nazioni Unite (UNFCCC)
«Dobbiamo affrontare questo problema di riscaldamento globale.
Anche se la teoria del riscaldamento globale è sbagliata
,
faremo la cosa giusta in termini di
politica economica e ambientale
Timothy Wirth,
Presidente della Fondazione delle Nazioni Unite

“Prevedo che i principi della Carta della Terra siano una nuova forma dei dieci comandamenti.
Pongono le basi per una comunità globale sostenibile della terra.“

Mikhail Gorbaciov, coautore de La Carta della Terra


Capo politiche per il clima delle Nazioni Unite: il comunismo è il migliore per combattere il riscaldamento globale

Michael Bastasch – 15 gennaio 2014

Il capo del clima delle Nazioni Unite Christiana Figueres ha affermato che la democrazia è un sistema politico scadente per combattere il riscaldamento globale. La Cina comunista, dice, è il modello migliore.

La Cina potrebbe essere il principale produttore al mondo di anidride carbonica e alle prese con gravi problemi di inquinamento, ma il paese sta “facendo bene” quando si tratta di combattere il riscaldamento globale, afferma Figueres.

“Vogliono davvero respirare aria che non devono guardare”, ha detto. “Non lo fanno perché vogliono salvare il pianeta. Lo fanno perché è nel loro interesse nazionale”.

Figueres ha aggiunto che la profonda divisione partigiana nel Congresso degli Stati Uniti è “molto dannosa” per l’approvazione di qualsiasi tipo di legislazione per combattere il riscaldamento globale. Il Partito Comunista Cinese, d’altra parte, può spingere da solo le politiche e le riforme chiave. Il legislatore nazionale del paese applica in gran parte le decisioni prese dal Comitato centrale del partito e da altri uffici esecutivi.

Il comunismo è stato responsabile della morte di circa 94 milioni di persone in Cina, Unione Sovietica, Corea del Nord, Afghanistan ed Europa orientale nel XX secolo. La sola Cina è stata responsabile di 65 milioni di quelle morti sotto il regime comunista.

Gli ambientalisti spesso considerano la Cina un modello per combattere il riscaldamento globale, poiché sono un “leader” nelle energie rinnovabili. Il paese ha fissato l’obiettivo di ottenere il 15% della sua energia da fonti rinnovabili entro il 2020. Nel 2012, la Cina ha ottenuto il 9% della sua energia da fonti rinnovabili, mentre gli Stati Uniti hanno ottenuto l’11% nel 2012.

Tuttavia, il paese ottiene ancora il 90% della sua energia dai combustibili fossili, principalmente dal carbone. In effetti, la domanda di carbone cinese dovrebbe esplodere mentre il paese continua a svilupparsi. La Cina ha approvato 100 milioni di tonnellate di nuova capacità di produzione di carbone nel 2013 come parte del piano del governo per portare online 860 milioni di tonnellate di produzione di carbone entro il 2015.

La Cina ha pubblicamente compiuto grandi sforzi per ripulire il suo ambiente. L’apparato industriale in forte espansione del paese ha causato così tanto inquinamento che i cieli sono stati oscurati sulle principali città e la qualità dell’aria si è fortemente deteriorata.


La Cina è anche in grado di attuare politiche perché il suo sistema politico evita alcuni degli ostacoli legislativi visti in paesi tra cui gli Stati Uniti, ha affermato Figueres.


La divisione politica nel Congresso degli Stati Uniti ha rallentato gli sforzi per approvare la legislazione sul clima ed è “molto dannosa” per la lotta contro il riscaldamento globale, ha affermato.

Continua a leggere“.

Christiana Figueres vive in una terra fantastica.

La Cina ha adottato un modello puramente capitalista, combinato con il mercato gestito dallo stato e il controllo del lavoro, per perseguire la più grande espansione industriale che il mondo abbia mai visto.

La sua “rivoluzione rinnovabile” sta fornendo a quasi l’intero mondo eco-cervello occidentale il suo hardware “energia pulita” per combattere il non riscaldamento globale.

La Cina può produrre energie rinnovabili eoliche e solari a un tasso molto più competitivo rispetto ai suoi consumatori occidentali. Una situazione senza vittorie per l’Australia che esporta acciaio e carbone in Cina, che poi produce senza l’onere delle tasse sul carbonio o dei controlli sulle emissioni. L’Australia quindi importa le energie rinnovabili dalla Cina per soddisfare le sue fantasie sugli obiettivi di emissione. Il consumatore paga quindi il Renewable Energy Target (RET) in aggiunta ai $ 23 per tonnellata di carbonio (anidride) rendendo la sua elettricità ancora più costosa » più posti di lavoro e industria vengono persi in Cina.

L’uso “personale” dell’energia rinnovabile da parte della Cina, diffuso sull’ABC e su altri media favorevoli al riscaldamento globale, è un’eco-propaganda della scuola elementare per placare i critici della sua non conformità a qualsiasi trattato delle Nazioni Unite per “salvare il pianeta”. Cina intelligente. Ovest credulone.

Le energie rinnovabili non saranno mai e poi mai in grado di fornire alla Cina l’energia necessaria per perseguire i suoi attuali obiettivi di espansione, per non parlare di avvicinarsi alla fornitura di energia di base sufficiente per soddisfare la fame illusa dell’Occidente per le rinnovabili inaffidabili.

Ogni giorno, la Cina diventa più forte mentre persegue il modello capitalista, mentre il mondo occidentale diventa più debole mentre abbraccia volontariamente l’agenda misantropica, malthusiana ed eco-socialista delle Nazioni Unite.

La produzione di energia fossile della Cina ha superato la nuova energia eolica di 6 volte e quella solare di 27 volte.

L’intento comunista di Figueres le consentirebbe di mettere a tacere il dissenso dei non credenti che rimangono scettici nei confronti della sua ideologia eco-fascista e totalitaria. Una zona totalitaria, senza democrazia, che consente alle Nazioni Unite di portare avanti senza opposizione la sua politica climatica draconiana e l’agenda per la sostenibilità.

•••

Nel frattempo il pianeta si rifiuta di riscaldarsi dopo 17 anni e 3 mesi, nonostante il 35% di tutte le emissioni umane di CO₂, dal 1751, emesse nello stesso periodo. Chiaramente, qualcosa di diverso dal malvagio inquinamento da anidride carbonica umana guida il cambiamento climatico e di temperatura.

AGGIORNAMENTO – La rivista Nature abbraccia “la pausa (16 anni)” e i cicli oceanici come causa, Trenberth scommette ancora che il suo calore si presenterà?

Fonte:


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la sfilza di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.

Grande minimo solare + Inversione magnetica dei poli

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: