Google vieta gli annunci pubblicitari ai “negazionisti del clima”

8 ottobre 2021; articolo di Cap Allon

Google ha annunciato che presto vieterà tutta la pubblicità sui contenuti che “contraddice il consenso scientifico consolidato sull’esistenza e le cause del cambiamento climatico” – in altre parole, la piattaforma sta chiudendo il dibattito scientifico per placare i suoi sostenitori totalitari.

A prima vista, questa è una mossa sorprendente in quanto danneggerà i profitti di Google (la negazione del clima è un argomento scottante). Ma come abbiamo discusso in precedenza, affinché un regime totalitario abbia successo, il potere e il controllo dovranno avere la precedenza su tutto il resto: questo include la verità, la salute dell’economia e la felicità delle persone – vediamo che questo si sta verificando in Cina proprio ora con la repressione tecnologica e finanziaria del PCC.

Il divieto di pubblicità di Google, che sarà implementato il mese prossimo, prende di mira «i contenuti che fanno riferimento al cambiamento climatico come una bufala o una truffa, afferma che negano che le tendenze a lungo termine mostrino che il clima globale si sta riscaldando e afferma che negano che le emissioni di gas serra o l’attività umana contribuiscano al cambiamento climatico».

Inoltre, dove colloca questo annuncio il punto di vista di scienziati del clima come il dottor Willie Soon?

Google afferma che vieterà anche gli annunci che promuovono contenuti “negativi per il clima”. Anche le scelte delle parole fanno parte del pacchetto «propaganda demenziale» … ditemi voi come si fa ad essere.. negativi per il clima! “Oggi mi sono svegliato nervoso e negativo ed anche il clima si adatta piovendo” (??) Ma questa gente, quando scrive le cose.. c’è o sono su un altro pianeta? E se si quale? Che ci mettiamo una bella tassa d’ingresso al posto della tassa sulla CO2!

“Negli ultimi anni abbiamo sentito direttamente da un numero crescente di nostri partner pubblicitari ed editori che hanno espresso preoccupazione per gli annunci che vengono pubblicati insieme o promuovono affermazioni inesatte sui cambiamenti climatici“, ha scritto Google in una nota.

L’applicazione della nuova regola includerà una combinazione di revisione umana e strumenti automatizzati, ha aggiunto Google, osservando di aver consultato esperti del Panel intergovernativo delle Nazioni Unite sui rapporti di valutazione dei cambiamenti climatici e altre “fonti autorevoli” durante la creazione della politica.

ah!

Siamo fottuti!

Un sano dibattito è la spina dorsale della scoperta scientifica: se chiudi la discussione, stai eliminando con essa la verità.

La scienza moderna ha una comprensione molto basilare del sistema climatico del nostro pianeta e attualmente ignora molti dei potenziali forzanti coinvolti: secondo le nostre élite di controllo, la CO2 è l’unica forzatura che conta, e con gli esseri umani considerati gli unici emettitori di detto gas traccia (0,34% disciolto in atmosfera), questo dà loro la licenza per attuare qualsiasi politica ritengano opportuna: “è in gioco il destino del mondo”, dopotutto.

Questa è, francamente, una posizione terrificante che hanno progettato per se stessi. E dal prossimo mese, chiunque contraddica la loro versione della verità rischia di perdere la propria pubblicità e, in molti casi, il proprio sostentamento.

Stiamo scendendo rapidamente la china di un incubo totalitario e pochissimi sembrano riconoscerlo o preoccuparsene. Peggio ancora, le masse sottoposte a lavaggio del cervello stanno effettivamente applaudendo l’ultimo annuncio di Goggle:

“Heil Google!

Il numero di teorie del complotto negli ultimi 18 mesi che si sono rivelate concrete mostra la necessità di un dibattito aperto. Sì, a volte ti imbatterai negli scarabocchi sul muro del bagno di una persona pazza, ma lungi Google da essere gli arbitri della verità, in particolare su argomenti scientifici.

La domanda chiave è:
quante altre verità vengono attualmente nascoste?

In piedi.

TUTTO è in gioco qui.


Personalmente e rispondendo al profilo Megachiroptera posso aggiungere che m’importa ‘na sega della pubblicità sui miei Blog, perché è stata una scelta fin dall’inizio il non voler usufruire della pubblicità e dei soldi.

Sono una persona semplice, non navigavo nell’oro. Quando potevo lavorare avevo una vita dignitosa, adesso che sono invalido sono supportato da mio padre e mia madre, che la salute li mantenga a lungo in vita, ma so già che quando mancheranno entrambi diventerà molto difficile… Avrebbe potuto essere una “molto parziale” via d’uscita ma come al solito ci si mette di mezzo il karma a chiarire le cose. Non mi resta che terminare con lo slogan:

«Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono teorie come non ci sono complotti,

ci sono persone e fatti

documentati.»

megachiroptera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: