Ufficiosamente fa freddo..

  • 28 centimetri di neve pesante all’Alaskan Ski Resort;
  • L’Asia si prepara per un inverno rigido

2 novembre 2021; articolo di Cap Allon

28 centimetri di neve pesante all’Alaskan Ski Resort

L’Alyeska Resort a Girdwood ha iniziato la stagione della neve in modo sbalorditivo.

Ufficialmente, la più grande stazione sciistica dell’Alaska inizia a registrare la sua nevicata annuale il 1 ottobre, ma quest’anno le cadute storiche hanno colpito prima del solito con 33 centimetri che si sono stabilizzati “ufficiosamente” il 23 settembre:

La tempesta di neve di settembre è stata solo un assaggio delle cose a venire. Da quella data di inizio ufficiale del 1 ottobre, in cima alla montagna si sono accumulati ben 136 pollici (11,3 piedi) di bontà del riscaldamento globale (fino al 1 novembre). Analizzando i numeri, dati per gentile concessione di alyskaresort.com, 22 pollici di questi sono caduti nelle ultime 24 ore, con la “profondità della neve” in vetta attualmente pari a un sorprendente 67 pollici.

“Siamo stati picchiati”, mi ha detto un locale di Girdwood in un’e-mail.

“Questa è la neve più alta che ho visto nei miei 37 anni qui intorno”, ha aggiunto.

Le temperature su The Last Frontier si sono mantenute più basse della media negli ultimi mesi. Si pensa che questo sia stato causato da “molto più ghiaccio marino nel Chukchi e nei mari della Siberia orientale a nord-ovest dell’Alaska”, secondo Rick Thoman, specialista del clima con ACCAP/IARC presso l’UAF:

Inoltre, e come è avvenuto la scorsa stagione, un persistente freddo anomalo ha contribuito a far sì che Alyeska trattenesse il suo manto nevoso in estate – come riportato dal climatologo Brian Brettschneider, l’altezza della neve sulla montagna era ancora a 98 pollici alla fine di maggio:

Forse le abbondanti nevicate di questa stagione porteranno all’apertura anticipata delle piste di Alyeska (attualmente prevista per dicembre), un fenomeno che stiamo assistendo in questa stagione nelle località del Nord America, comprese quelle della California e del Colorado.

L’Asia si prepara per un inverno rigido

Per vaste aree dell’Asia, tra cui India, Cina, Kazakistan, Mongolia e Russia, il fenomeno meteorologico di La Niña è in procinto di consegnare un altro inverno estremamente gelido, uno potenzialmente persino più rigido del record dell’anno scorso, che, almeno in parte , ha portato all’intensificarsi della crisi energetica globale (dovuta all’esaurimento delle scorte).

Concentrandosi sull’India, si prevede che le condizioni di La Niña prevarranno tra dicembre 2021 e febbraio 2022, secondo il Dipartimento meteorologico indiano (IMD). E con La Niña che ha avuto un impatto anche sul paese lo scorso anno, il raffreddamento a cui si è assistito allora “si prevede che continui ad evolversi e potrebbe durare fino all’inizio della primavera del 2022”, riporta firstpost.com.

La scorsa stagione, una raffica apparentemente infinita di “ondate di freddo” ha colpito la Repubblica dell’India, portando con sé molti punti di riferimento storici, ma nel nostro mondo di propaganda orientata all’agenda questi brividi senza precedenti sono stati in gran parte non segnalati. I dati non mentono, però: l’India si sta raffreddando, un fatto che si correla perfettamente con l’attività solare storicamente bassa e il conseguente indebolimento delle correnti a getto (tra le altre forzature).

Nell’ottobre dello scorso anno, Delhi ha battuto un record di 58 anni, registrando una temperatura minima media di 17,2°C (63°F).

Novembre ha visto un calo del benchmark ancora più impressionante quando la temperatura minima media del mese è scesa a 10,2°C (50°F), un livello visto l’ultima volta nel 1949.

Dicembre ha subito un totale di otto “giorni di ondata di freddo”, il più alto dal 1965. L’ultimo mese del 2020 è anche diventato il secondo più freddo di Delhi dal 1901, e conteneva anche il giorno di dicembre più freddo della capitale da quando sono iniziati i record più di un secolo fa.

Nuovi record del freddo sono stati stabiliti anche per tutto il 2021 e in tutta l’India.

A gennaio, le nevicate record hanno tagliato il Kashmir dal resto del paese.

Delhi ha poi subito il giorno di maggio più freddo degli ultimi 70 anni. Il massimo di 23,8°C (74,8°F) registrato il 19 maggio è diventato il giorno di maggio più freddo della città dal 1951. Sempre a maggio, sono state segnalate nevicate incredibilmente rare e abbondanti nel Kashmir, nel nord dell’India.

Il freddo storico dell’India è proseguito fino a giugno. Il primo giorno del mese è stata osservata una lettura di 17,9°C (64,2°F), la temperatura di giugno più bassa di Delhi nella storia registrata. Secondo i dati dell’IMD, il precedente minimo di giugno più freddo di sempre di Delhi è stato il 18°C (64°F) fissato il 17 giugno 2006.

E più di recente, nell’ottobre 2021, ho riferito che le “condizioni di ondate di freddo” sono già iniziate nel nord del paese. Tratti da un articolo datato 25 ottobre, I dati del Regional Met Center rivelano che ben 13 località nello stato dell’Odisha hanno registrato temperature minime inferiori a 20 gradi Celsius nelle ultime 24 ore, molto insolite per il mese di ottobre.

Inoltre, la forte nevicata di inizio stagione ha colpito anche le altitudini più elevate dell’India.

Tutto ciò non è di buon auspicio per la stagione invernale indiana, che dovrebbe rimanere più fredda del normale a causa, in parte, di una La Niña che emerge nella regione 3.4 del Pacifico … [e anche] di una corrente a getto indebolita, legata alla bassa attività solare – [che] è pronto a esagerare il freddo incanalando le masse d’aria artiche più fredde nell’Asia nordorientale, così come nell’emisfero settentrionale nel suo insieme.

La massa totale di neve è iniziata alle stelle in questa stagione, con ogni punto di dati, fino ad ora, che è arrivato ben al di sopra della media 1982-2012:

[FMI]

Come nel caso dell’India, questi primi accumuli (uniti agli impressionanti guadagni di ghiaccio marino di quest’anno) porteranno a ondate polari più fredde che scendono dall’Artico perché le masse d’aria devono attraversare aree più grandi e più spesse di neve e ghiaccio.

La prima ondata di freddo veramente punitivo in Asia della stagione è prevista per il 5 novembre:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Nov 5 [tropicaltidbits.com]

Il freddo produrrà incredibili nevicate totali e per di più:

GFS Total Snowfall (cm) Nov 2 – Nov 18 [tropicaltidbits.com]

Tutto sta indicando che questo inverno sarà straordinario.

Preparati di conseguenza.

Una parola sull’Europa

Mentre l’Europa entra nella stagione del riscaldamento con scorte di gas naturale a livelli storicamente bassi, i politici, i consumatori e le industrie sono purtroppo lasciati alla mercé del tempo.

Come riportato da oilprice.com, in seguito all’inverno 2020/2021 più freddo del solito, l’Europa ha faticato a riempire i siti di stoccaggio del gas a livelli adeguati negli ultimi mesi, perché i compratori asiatici hanno accumulato carichi di GNL. Gli acquirenti preferiscono spedire GNL in Asia, dove il prezzo del gas per milione di unità termiche britanniche è superiore ai prezzi equivalenti in Europa.

Nonostante il fatto che l’aumento dei prezzi globali del gas sia originato da scorte deplorevolmente basse in Europa e abbia portato a prezzi record a forniture di GNL asiatici, l’Asia sta vincendo la guerra delle offerte per la fornitura di GNL spot, lasciando l’Europa sfornita.

Con scorte di gas basse e un mercato del gas già ristretto, un inverno più freddo, che ovviamente è esattamente ciò che è previsto, probabilmente farà salire i prezzi del gas in Europa a nuovi massimi record, accelererà la corsa al carbone e ai prodotti petroliferi e lascerà il continente senza gas in deposito prima della fine della stagione di riscaldamento, il che significa che molte case potrebbero restare senza riscaldamento durante i mesi più freddi dell’anno.

Per saperne di più, leggi l’articolo completo di oilprice.com che suggerisce che l’Europa potrebbe fare affidamento sulla Russia per riempire i suoi siti di stoccaggio.

Fonte: Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Ufficiosamente fa freddo.."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: