Bufere di neve in Europa

  • Le bufere di neve colpiscono le Alpi europee, consegnando 2 MT (6,6 FT) di neve;
  • Rari avvisi di nevicate di inizio stagione emessi in Portogallo

4 novembre 2021; articolo di Cap Allon

Le bufere di neve colpiscono le Alpi europee

La neve pesante di inizio stagione è arrivata martedì sera nella stazione sciistica italiana di Livigno, e non si è fermata.

Sulle vette del “Piccolo Tibet” si sono accumulati totali di circa 2 metri (6,6 piedi), con gli ultimi modelli meteorologici che suggeriscono ulteriori discariche storiche di inizio novembre.

Di seguito sono riportate le clip delle scene invernali all’interno e nei dintorni di Livigno e della Lombardia in Italia mercoledì 3 novembre (video per gentile concessione di Dangerous Planet), dove abbondanti nevicate hanno paralizzato il traffico e provocato più di 100 operazioni di sgombero della neve:

Il prossimo video (da Storm Center) si intitola “A Terrible Snow Storm Buries Houses, Streets And Cars” – e mostra proprio questo, sempre nella regione italiana di Livigno:

La prima neve a Livigno in Italia ha causato il crollo del traffico il 1 novembre 2021. La prima neve della stagione porta sempre qualche inconveniente. Alcune auto sono rimaste bloccate o rallentate dalla neve in Valtellina e Valchiavenna. Un incidente che ha coinvolto una decina di veicoli ha bloccato per alcune ore il passaggio sul Passo del Maloja. Problemi anche sui due passi che portano a Livigno.

Guardando al futuro, l’esplosione di freddo polare di questa settimana è destinata a persistere, e anche in gran parte dell’Europa: le ultime immagini GFS vedono minimi anomali e ulteriori forti nevicate che continuano a colpire il continente con l’avanzare del mese di novembre:

GFS Total Snowfall (cm) Nov 4 – Nov 10 [tropicaltidbits.com].

Nota anche: l’Africa settentrionale, ovvero il Marocco e l’Algeria, possono anche aspettarsi rare nevicate di novembre a partire da questo fine settimana.

L’inverno è iniziato presto nell’emisfero settentrionale quest’anno, proprio come previsto da un periodo prolungato di bassa attività solare. In vaste aree dell’Europa, dell’Asia e del Nord America (nella foto sotto), la storia è la stessa: le stagioni di crescita si stanno accorciando.

Heavenly Resort, California questa settimana [snow-forecast.com].

Rari avvisi di nevicate di inizio stagione emessi in Portogallo

Le forti nevicate in Europa non sono solo limitate alle Alpi del continente: vaste aree dell’Europa orientale stanno attualmente registrando totali eccezionali per il periodo dell’anno, così come le altitudini più elevate della Spagna e persino del Portogallo.

Le autorità portoghesi hanno persino emesso allerta meteo sulle montagne della nazione.

Ad altitudini superiori a 1.400 metri (4.600 piedi) sono stati messi in atto avvisi di nevicate per oggi, 4 novembre, dall’Istituto portoghese del mare e dell’atmosfera (IPMA), neve che la corsa GFS di cui sopra non sta effettivamente riprendendo.

Come riportato da theportugalnews.com, “i distretti di Castelo Branco e Guarda saranno sotto l’allerta meteo gialla per forti nevicate fino alle 15:00 di giovedì” mentre una massa d’aria artica scende nella penisola iberica.

Personalmente posso attestare il freddo: abbiamo registrato un minimo di 4,6°C (40°F) sulla nostra terra questa mattina presto, che si trova a un’altitudine di circa 210 m (690 piedi) – una lettura molto insolita per i primi di novembre.

Gli accumuli di cui sopra devono ancora essere tracciati sul grafico “Total Snowfall for the Northern Hemisphere” dell’FMI (mostrato di seguito), punti dati che mi aspetto pienamente per accelerare l’apertura già superiore alla media alla stagione della massa nevosa.

[Finnish Meteorological Institute]

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: