Cento milioni di americani sotto allerta freddo

  • Dal New Mexico al New England: più di 100 milioni di americani sotto “allerta per il freddo”
  • Culti AGW/COVID
  • Una risposta possibile

5 novembre 2021; articolo di Cap Allon

Dal New Mexico al New England: più di 100 milioni di americani sotto “allerta per il freddo”

Più di 100 milioni di americani sono sotto allerta per il freddo, congelamento o gelo, ha affermato il National Weather Service (NWS). L’aria artica è scesa in diverse grandi città, portando i primi minimi di congelamento della stagione che in alcuni casi sono stati da record.

Il termometro è sceso fino a 16 gradi Celsius al di sotto della norma nella metà orientale del continente.

A Chicago, la settimana è stata caratterizzata da temperature mattutine sotto lo zero, ha twittato il NWS.

L’area dei tre stati di New York ha visto le temperature toccare lo zero nelle prime ore, per la seconda notte consecutiva.

Mentre Orange County, New Jersey e parti del Connecticut sono tutte sotto l’allarme gelo o gelo.

A Nashville, le condizioni di gelo sono apparse per la prima volta martedì, con temperature previste per raggiungere -1,7°C (29°F) entro venerdì notte.

Questa settimana sono state registrate temperature prossime allo zero anche nell’area di Baltimora e Washington, DC, con temperature inferiori alla media di almeno 8 gradi Celsius.

Con parti della Virginia che raggiungono minimi di -3,9°C (25°F), riporta cbsnews.com.

E in tutto l’Oriente, nelle ultime 24 ore sono stati superati numerosi minimi record, inclusi gli stati della Pennsylvania, del New Jersey e del Delaware (dati per gentile concessione di coolwx.com): alcuni benchmark che resistono da quasi un secolo sono stati rovesciati .

Anche i record di nevicate sono stati battuti.

La prima significativa neve effetto lago della stagione ha lasciato cadere quasi 30 centimetri di polvere vicino alle rive dei Grandi Laghi questa settimana, riporta accuweather.com. La nevicata è stata sufficiente per trasformare parti della penisola inferiore del Michigan in un paese delle meraviglie invernale e entrare nei libri dei record. Il totale della neve ha superato i 30 centimetri nelle parti settentrionali del Michigan settentrionale. Gaylord, Michigan, ad esempio, ha raccolto 30 centimetri di neve martedì, che ha stabilito un record per la nevicata più pesante in un giorno di calendario a novembre:

I cosiddetti “esperti del clima” indicano gli sbalzi di temperatura di quest’anno come l’impatto diretto del “cambiamento climatico globale” – ma c’è un colpevole molto più probabile che viene volontariamente ignorato: il sole, la fonte di energia del nostro sistema climatico , è attualmente in uno stato storicamente debole, un fatto che nessuno sta contestando. Tuttavia, in modo frustrante, indagare sull’impatto che tale emissione solare ridotta potrebbe avere sul clima (attraverso l’indebolimento delle correnti a getto, tra le altre forzature) è stato etichettato come eresia, e sono rimasti pochissimi accademici con il buon senso di discuterne apertamente, figuriamoci studiarlo, che non riceveranno mai più finanziamenti.

Quindi, al posto del dibattito scientifico aperto abbiamo la censura in cui anche i commenti online che mettono in discussione il consenso vengono rimossi dal registro. Inoltre, hai la retorica del è tutta colpa tua: “gli esseri umani sono un cancro sul pianeta, e a meno che non abbandoni la tua energia a prezzi accessibili e il modo di vivere moderno (cioè le tue libertà) il pianeta brucerà fino a diventare croccante”, così va la storia.


Culti AGW/COVID

Questo non è un messaggio salutare con cui infettare la popolazione, e non ultimi i nostri figli – anche se le intenzioni sono genuine, anche se le paure che il mondo stia davvero per finire sono reali, chi sono i genitori che stanno impartendo da soli questa terribile profezia ai bambini?

Ti aspetti sinceramente che i ragazzi di 10, 14 e persino 19 anni impongano un cambiamento a un mondo di astuti adulti quando non puoi nemmeno ottenerlo per te stesso?

La gente non sa NIENTE a queste età. So di sicuro di no. I bambini non hanno né il corpo ne la conoscenza né la ricchezza di esperienze per valutare da soli tali questioni esistenziali, e quindi sono solo pedine/portavoce delle opinioni ideologiche degli adulti che dovrebbero essere lì per proteggerli. Il pensiero dei miei genitori e/o insegnanti che mi insegnano che fare pressioni sui politici – in effetti quello che fanno oggi i genitori – è la nostra unica speranza di salvare il pianeta dalla catastrofe è il più malato degli scherzi. È simile agli abusi sui minori o a un culto estremista: non è un modo onorevole di attuare il cambiamento.

E al genitore allarmista: aggiusta prima la tua vita. Se AGW è davvero una tua vera paura, allora esci dal sistema e vivi “off-grid”, innova soluzioni e poi costruisci quelle soluzioni e commercializzale. Pensare che lamentarsi con i politici, dipingere cartelli e fare un pisolino in mezzo alle autostrade abbasserà i livelli di un gas atmosferico è follia, un circo e una pericolosa perdita di tempo per tutti, perché mentre sei impegnato a marciare sui ppm di un gas traccia le élite sono impegnate a reclamare le nostre libertà.

I politici, su entrambi i lati del divario, stanno semplicemente seguendo un copione: non hanno nemmeno lontanamente il potere che le persone percepiscono. Se la sceneggiatura lo richiede, queste persone torneranno indietro su tutto ciò che una volta ritenevano vero. Prendendo come esempio il primo ministro britannico Boris Johnson, l’uomo ha passato gli ultimi decenni a negare il riscaldamento globale e, di recente, nel dicembre 2015 ha suggerito che un attacco di raffreddamento globale potrebbe effettivamente essere sulle carte.

Ma guarda ora l’inutile idiota, che asseconda diligentemente le affermazioni infondate di altri inutili stupidi alla COP26:

Vita dell’AGW Party: Johnson che esegue gli ordini e rimorchia la linea dell’AGW Party.

Una parola sul COVID, e torniamo al “tema delle sette” e degli “maltrattamenti sui minori”: chi sono i genitori che offrono volontariamente i propri figli per farsi scudo contro questo virus? Chi sta facendo il lavaggio del cervello ora è così completo da pensare che iniettare ai bambini un vaccino non testato sia un’idea nobile?

Nota: i colpi di mRNA possono ora essere ufficialmente chiamati vaccini, non perché la scienza sia cambiata in qualche modo, ma perché è cambiata la formulazione: Merriam-Webster ha recentemente ridefinito il “vaccino” per allinearsi alla definizione aggiornata del CDC. Quindi c’è quello…

Gli effetti collaterali a lungo termine rimangono sconosciuti, mentre gli impatti a breve termine non sembrano troppo grandi. Inoltre, ora c’è il sospetto che nel tempo questi “vaccini” intacchino il sistema immunitario del tuo corpo, lasciandoti suscettibile di ammalarti gravemente non solo con l’ultimo coronavirus che fa il giro, ma con qualsiasi brutto bug. Aneddoticamente, e con le persone che hanno avuto un vaccino contro l’mRNA, questo sta diventando sempre più diffuso. Vedo adulti altrimenti giovani e sani, costretti a letto da malattie che non li avrebbero mai colpiti così gravemente in passato. Incolpare questo fenomeno in aumento sui blocchi è un approccio, poiché tenere le persone in casa avrebbe, logicamente, limitato la loro esposizione ai “germi”, ma la domanda allora è: perché i dati mostrano che questi focolai di salute pubblica sono più prevalenti nei vaccinati contro i non vaccinati?

Non ho risposte esaurienti qui e non sto necessariamente insinuando nulla. faccio domande. Non so cosa sta succedendo. Ma questo non è dovuto a una mancanza di sforzo e di scavo da parte mia, è perché il pubblico non è al corrente della storia completa. La mancanza di risposte alle nostre domande alla fine porta al sospetto e alla sfiducia. E se ancora non arrivano spiegazioni, anche nel mezzo di un’“emergenza sanitaria pubblica” e durante l’applicazione dei mandati sui vaccini, ecc., allora le élite stanno spingendo le persone in un angolo in cui le teorie della cospirazione possono fiorire.

Questo è intenzionale. Questo aggrava le nostre divisioni.


Una risposta possibile:

“I contagiati oltre i 70 anni sono il 25% ma fanno il 90% dei morti. Muoiono quasi solo gli anziani. L’età media supera gli 80 anni e hanno tre patologie concomitanti”. Così spiegava un anno fa il Prof. Roberto Bernabei – primario di Geriatria del Policlinico Gemelli di Roma e membro del CTS – ad un imbarazzatissimo Formigli.

Chi muore di covid è 9 volte su 10 una persona che ha più di 70 anni. Per essere ancora più precisi, “l’età media supera gli 80 anni” e si allinea, quindi, all’aspettativa media di vita di un italiano ai giorni nostri.

Questa situazione perdura tutt’oggi, malgrado fra gli over 70, e ancor più fra gli ultraottantenni, il tasso di vaccinazione sia il più alto in assoluto.

Cosa si è fatto quindi per proteggere e curare gli anziani?

Nulla

Chiudono i reparti degli ospedali, rallenta o si ferma la prevenzione, l’80% degli interventi chirurgici viene rinviato, la medicina territoriale latita.

Quanti di quegli anziani che hanno formato o formeranno il 90% dei morti sono pensionati con pensione minima? Quanti non possono permettersi visite specialistiche, cure e prevenzione in strutture private?

Quanti di loro fanno parte della schiera dei 12 milioni di Italiani che già anni fa venivano censiti fra coloro che avevano rinunciato a curarsi per questioni economiche?

Perché si continua a ignorare questo dato, nel frattempo che le misure anticovid colpiscono il mondo del lavoro, della scuola, dell’università e del tempo libero (lockdown, vaccinazioni, green pass)?

Perché degli anziani non frega nulla a nessuno: l’Inps nel 2020 ha risparmiato 11 miliardi su quelle persone spaventate e abbandonate sole negli ospedali o in casa, su quei poveri corpi bruciati in fretta e furia. Sono serviti unicamente da spauracchio, per fomentare paura, odio e senso di colpa.

Perché le misure che colpiscono il mondo del lavoro, della scuola, dell’università e del tempo libero col covid non c’entrano nulla:

sono vessazioni unicamente finalizzate al controllo sociale

Covid, Bertolaso: “Green pass? Ritirarlo a chi non fa la terza dose del vaccino”

La proposta del coordinatore della campagna anti Covid in Lombardia: “Solo così teniamo sotto controllo il virus”

Per questo, non è ancora arrivato il momento di abbassare la guardia. E, secondo Guido Bertolaso, coordinatore della campagna anti Covid in Lombardia, intervenuto al convegno ‘Lotta al covid: Italia e Israele a confronto’, organizzato dalla Ambasciata di Israele in Italia e dall’associazione Ricostruire, “i numeri dicono che solo attraverso la vaccinazione teniamo sotto controllo il Covid: la terza dose, infatti, serve a ridurre il Covid a un banale raffreddore”. E la proposta: Ritirare il Green pass a chi non fa la terza dose

Bianchi: La scuola non è un luogo dove accumulare conoscenze. Serve per tenere insieme la complessità del mondo digitale

Mi ricordo di qualche anno fa la polemica sulla frase “con la cultura non ci si mangia”. Bene, questi sono i risultati di quella frase buttata la, in un “salotto culturale” televisivo.

La scuola “non è un luogo per accumulare conoscenze, il mondo oggi è pieno di informazione, la scuola serve per tenere insieme la complessità del mondo digitale che permette di conquistare un orizzonte più ampio ma tutti devono essere messi in condizione farlo”.

Lo sottolinea il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi alla 4Weeks4Inclusion. “Così la scuola serve a tutti, ai bambini ma anche alle loro famiglie contro una nuova esclusione, quella generazionale che si cumula alle altre: dobbiamo sviluppare la capacità di usare in maniera critica gli strumenti e lasciare a noi lo spazio delle cose da dire, recuperare la bellezza di parlarsi usando tutti i mezzi“.

Abbiamo 2 pandemie da combattere, quella fisica e quella dell’individualismo: su questo la scuola ha una funzione importante” e “l’inclusione – continua il ministro – è al centro di questa nuova fase, sentiamone tutte le difficoltà ma anche tutta la bellezza, per tutti, non uno di meno“.

Serie Investigative – Report

School World Order

L’ho affermato in passato e lo ripeto oggi nel presente: Se mi avessero raccontato ci fosse accaduta una realtà del genere li avrei presi a sberle.

La vergogna sarebbe consequenziale se non fosse che vergogna è rubare e non portare via nulla. Per cui non vi lancerò gli strali della vergogna, voi non potete averne. Ci state portando via tutto in conto terzi e questa è la cosa che lascia più sbigottiti, rubare tutto non per se ma per il capo.. Pena la perdita del lavoro e dei… crediti sociali.


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: