Pfizer Whistleblower: affonda l’integrità della prova del vaccino

Analisi del Dr. Joseph Mercola [Fact Cecked]

16 novembre, 2021; articolo di Joseph Mercola

Ancora una volta, i media mainstream hanno completamente ignorato quelle che avrebbero dovuto essere le notizie in prima pagina. Secondo un informatrice che ha lavorato allo studio sui jab COVID di fase 3 di Pfizer nell’autunno del 2020, i dati sono stati falsificati, i pazienti non sono stati accecati, la società ha assunto persone scarsamente addestrate per somministrare le iniezioni e il follow-up sugli effetti collaterali segnalati è rimasto molto indietro.

La storia a colpo d’occhio

  • Secondo un informatrice che ha lavorato allo studio sul jab COVID di fase 3 di Pfizer, i dati sono stati falsificati, i pazienti non sono stati accecati, l’azienda ha assunto persone scarsamente addestrate per somministrare le iniezioni e il follow-up sugli effetti collaterali segnalati è rimasto molto indietro
  • Brook Jackson era il direttrice regionale del Ventavia Research Group, un’organizzazione di ricerca incaricata di testare il vaccino COVID di Pfizer in diversi siti in Texas. Jackson ha ripetutamente “informato i suoi superiori della cattiva gestione del laboratorio, dei problemi di sicurezza dei pazienti e dei problemi di integrità dei dati” e quando le sue preoccupazioni sono state ignorate, alla fine ha presentato un reclamo alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti
  • La FDA non ha dato seguito alla sua denuncia. Ventavia non era una delle nove sedi di prova controllate e Pfizer non ha sollevato nessuno di questi problemi quando ha richiesto l’autorizzazione all’uso di emergenza per il suo vaccino COVID
  • La documentazione condivisa da Jackson mostra che un dirigente di Ventavia aveva identificato tre membri dello staff del sito che avevano falsificato i dati
  • Dopo essere stata informata delle lamentele di Jackson, Pfizer ha incaricato Ventavia di condurre quattro ulteriori prove: una per le vaccinazioni COVID nei bambini e nei giovani adulti, una per la vaccinazione COVID nelle donne in gravidanza, una prova con iniezione di richiamo e una prova per il vaccino RSV.

Ciò che rende il silenzio dei media ancora più notevole è che questa rivelazione è stata pubblicata sul British Medical Journal. Paul Thacker, giornalista investigativo per The BMJ, scrive nel suo rapporto del 2 novembre 2021:1

“Le rivelazioni di cattive pratiche in una società di ricerca a contratto che aiuta a svolgere la sperimentazione del vaccino contro il covid-19 di Pfizer sollevano interrogativi sull’integrità dei dati e sulla supervisione normativa …

Per i ricercatori che stavano testando il vaccino di Pfizer in diversi siti in Texas durante quell’autunno, la velocità potrebbe essere andata a scapito dell’integrità dei dati e della sicurezza del paziente… Il personale che ha condotto i controlli di qualità è stato sopraffatto dal volume di problemi che stavano riscontrando”.

Come notato da Bill Bruckner per transparimed.org:2

“Il diffuso fallimento degli editori nel cogliere la storia è profondamente problematico. Innanzitutto, consente alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti di liberarsi da quelle che sembrano essere gravi lacune nella supervisione normativa su questo processo … Dove sono i media che interrogano la FDA sui suoi processi di supervisione? Dove sono i politici che chiedono un’inchiesta?…

In secondo luogo, lascia Pfizer fuori dai guai per aver apparentemente omesso di supervisionare adeguatamente le operazioni del suo subappaltatore…
Dove sono i media che interrogano Pfizer sulla sua supervisione e sui processi di garanzia della qualità?…

In terzo luogo, mina la fiducia nelle istituzioni democratiche e negli organismi di sanità pubblica perché dà ai cittadini… l’impressione che i media tradizionali stiano deliberatamente ignorando una grande storia per evitare di alimentare l’esitazione del vaccino”.

Finora, questa storia è stata in gran parte confinata ai mezzi di informazione alternativi:
Se non c’è niente di ufficiale pubblicato a tutta pagina dai giornali o sparato come prima notizia nei telegiornali nazionali, non c’è.. non esiste. Consente all’industria farmaceutica di scappare dalla porta di servizio e negare a tutto tondo dichiarando FAKE la notizia.

Dati falsificati dell’organizzazione di ricerca nello studio Pfizer

L’informatrice in questione è Brook Jackson, ex direttrice regionale del Ventavia Research Group, un’organizzazione di ricerca incaricata di testare il vaccino COVID di Pfizer in diversi siti in Texas.

Jackson ha ripetutamente “informato i suoi superiori della cattiva gestione del laboratorio, dei problemi di sicurezza dei pazienti e dell’integrità dei dati”, scrive Thacker, e quando le sue preoccupazioni sono state ignorate, alla fine ha chiamato la Food and Drug Administration degli Stati Uniti e ha presentato una denuncia via e-mail.

Jackson è stata licenziata al più tardi quello stesso, giorno dopo appena due settimane di lavoro. Secondo la sua lettera di “separazione”, la direzione ha deciso che dopotutto non era “adatto” per l’azienda. Ha fornito al BMJ “dozzine di documenti aziendali interni, foto, registrazioni audio ed e-mail” a dimostrazione della validità delle sue preoccupazioni. Secondo Jackson, questa era la prima volta che veniva licenziata nei suoi 20 anni di carriera come coordinatrice della ricerca clinica. Spiega Thacker:3

“Jackson era un revisore esperto di sperimentazioni cliniche che in precedenza ricopriva una posizione di direttrice delle operazioni ed è arrivata in Ventavia con oltre 15 anni di esperienza nel coordinamento e nella gestione della ricerca clinica.

Esasperata dal fatto che Ventavia non avesse a che fare con i problemi, Jackson ha documentato diverse cose a tarda notte, scattando foto sul suo cellulare. Una foto, fornita al BMJ, mostrava gli aghi gettati in un sacchetto di plastica a rischio biologico invece che in una scatola di contenitori per oggetti taglienti.

Un altro ha mostrato i materiali di confezionamento del vaccino con i numeri di identificazione dei partecipanti alla sperimentazione scritti su di essi lasciati allo scoperto, partecipanti potenzialmente non ciechi … Jackson ha detto al BMJ che le stampe di conferma dell’assegnazione del farmaco venivano lasciate nelle cartelle dei partecipanti, accessibili al personale non vedente …

In una registrazione di un incontro alla fine di settembre 2020 tra Jackson e due direttori, si può ascoltare un dirigente di Ventavia spiegare che la società non è stata in grado di quantificare i tipi e il numero di errori riscontrati durante l’esame dei documenti di prova per il controllo di qualità. “Nella mia mente, cè qualcosa di nuovo ogni giorno”, afferma un dirigente di Ventavia. ‘Sappiamo che è significativo.’

Ventavia non stava al passo con le richieste di immissione dei dati, mostra un’e-mail inviata da ICON, l’organizzazione di ricerca a contratto con cui Pfizer ha collaborato alla sperimentazione. ICON ha ricordato a Ventavia in un’e-mail di settembre 2020: “L’aspettativa per questo studio è che tutte le domande vengano affrontate entro 24 ore”.

ICON ha quindi evidenziato in giallo oltre 100 query in sospeso più vecchie di tre giorni. Gli esempi includevano due individui per i quali «Il soggetto ha riportato sintomi/reazioni gravi… Secondo il protocollo, i soggetti che hanno manifestato reazioni locali di grado 3 devono essere contattati». Si prega di confermare se è stato effettuato un CONTATTO NON PIANIFICATO e aggiornare il modulo corrispondente come appropriato.’

Secondo il protocollo della sperimentazione sarebbe dovuto avvenire un contatto telefonico «per accertare ulteriori dettagli e determinare se una visita in loco è clinicamente indicata». I documenti mostrano che i problemi duravano da settimane.

In un elenco di «punti d’azione» circolato tra i leader di Ventavia all’inizio di agosto 2020, poco dopo l’inizio del processo e prima dell’assunzione di Jackson, un dirigente di Ventavia ha identificato tre membri del personale del sito con cui «esaminare il problema del diario elettronico/falsificare i dati, ecc.» Ad uno di loro è stato ‘consigliato verbalmente di modificare i dati e di non notare l’inserimento tardivo’, indica una nota”.

Preoccupazioni degli informatori ignorate dalla FDA

Nella sua denuncia alla FDA, Jackson ha elencato una dozzina di incidenti preoccupanti, inclusi i seguenti:

  • I partecipanti non sono stati monitorati dal personale clinico dopo aver ricevuto l’iniezione
  • I pazienti che hanno manifestato effetti avversi non sono stati prontamente valutati
  • Non sono state segnalate deviazioni dal protocollo
  • Le fiale di iniezione Pfizer sono state conservate a temperature inadeguate
  • I campioni di laboratorio sono stati etichettati erroneamente

Nessuno dei problemi sollevati da Jackson nella sua denuncia alla FDA è stato notato o affrontato nel documento informativo di Pfizer presentato alla riunione del comitato consultivo della FDA il 20 dicembre 2020, quando è stata esaminata la sua domanda di autorizzazione all’uso di emergenza.

La FDA è andata avanti, concedendo l’autorizzazione all’uso di emergenza del jab della Pfizer il giorno successivo, nonostante avesse ricevuto la denuncia di Jackson, che avrebbe dovuto frenare l’autorizzazione della FDA. Come minimo, avrebbero dovuto indagare sulla questione prima di procedere.

Inoltre, il riassunto della FDA delle sue ispezioni sullo studio Pfizer, pubblicato nell’agosto 2021, ha rivelato che l’agenzia ha ispezionato solo nove dei 153 siti di prova e Ventavia non era uno di questi. La denuncia sembra essere stata ignorata anche quando la FDA ha concesso la piena approvazione a Comirnaty, il vaccino COVID di Pfizer/BioNTech che non è ancora disponibile.

Anche Pfizer è coinvolta nell’insabbiamento. Poco dopo il licenziamento di Jackson, la Pfizer è stata informata dei problemi che ha sollevato. Nonostante ciò, da allora Pfizer ha incaricato Ventavia di condurre non meno di quattro studi aggiuntivi: uno per le vaccinazioni COVID nei bambini e nei giovani adulti, uno per il vaccino COVID nelle donne in gravidanza, una prova con iniezione di richiamo e una prova per il vaccino RSV.

Quindi, chiaramente, Pfizer non si oppone ai contraenti che falsificano i dati o compromettono in altro modo l’integrità delle prove.

Solo questo è un atto d’accusa feroce contro Pfizer.

Possono fingere ignoranza e proclamare di aderire ai “più alti standard scientifici, etici e clinici”4 quanto vogliono. Quelle sono solo parole che, a meno che non siano supportate da un’azione coerente, sono completamente prive di significato. Dietro le quinte, sono chiaramente ben consapevoli che i loro processi poggiano su basi fraudolente.

Processo Pfizer descritto come un “pasticcio pazzesco”

Jackson non è stato l’unico dipendente ad essere licenziato dalla Ventavia dopo aver sollevato preoccupazioni sull’integrità del processo Pfizer. Scrive Thacker:5

“Negli ultimi mesi Jackson si è riallacciata con diversi ex dipendenti della Ventavia che se ne sono andati o sono stati licenziati dall’azienda. Uno di loro era uno dei funzionari che avevano preso parte alla riunione di fine settembre. In un messaggio di testo inviato a giugno, l’ex funzionario si è scusato dicendo che tutto ciò di cui ti sei lamentata era perfetto”.

I due ex dipendenti di Ventavia hanno parlato con il BMJ in modo anonimo per paura di rappresaglie e perdita di prospettive di lavoro nella comunità di ricerca.

Entrambi hanno confermato ampi aspetti della denuncia di Jackson.
Uno ha affermato di aver lavorato su oltre quattro dozzine di studi clinici nella sua carriera, inclusi molti studi di grandi dimensioni, ma non aveva mai sperimentato un ambiente di lavoro così «disordinato» come con Ventavia sul processo di Pfizer. «Non ho mai dovuto fare quello che mi chiedevano di fare, mai», ha detto al BMJ. «Sembrava qualcosa di leggermente diverso dal normale: le cose che erano consentite e previste»

Dopo che Jackson ha lasciato l’azienda, i problemi alla Ventavia sono continuati, ha detto questo dipendente. In diversi casi Ventavia non disponeva di un numero sufficiente di dipendenti per eseguire il tampone a tutti i partecipanti allo studio che presentavano sintomi simili a COVID, per testare l’infezione.

Il laboratorio ha confermato che il COVID-19 sintomatico era l’endpoint primario dello studio, ha osservato il dipendente.

(Un memorandum di revisione della FDA pubblicato nell’agosto di quest’anno afferma che durante l’intera sperimentazione non sono stati prelevati tamponi da 477 persone con casi sospetti di COVID-19 sintomatico.) «Non penso che siano stati buoni dati puliti», ha detto il dipendente di i dati generati da Ventavia per la sperimentazione Pfizer. «È un pasticcio pazzesco.»”

Tali dichiarazioni chiaramente contrastano con le dichiarazioni rilasciate dai leader mondiali, dalle autorità sanitarie e dai media mainstream. La maggior parte, come il ministro federale della salute per l’Australia, Greg Hunt, ha affermato che le iniezioni di COVID sono state sottoposte a “test rigorosi e indipendenti” per garantire che siano “sicure, efficaci e prodotte secondo standard elevati”.6

Nulla di quanto sappiamo finora supporta una simile conclusione. Il test è stato tutt’altro che rigoroso e non è stato verificato in modo indipendente.

I dati del Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) mostrano che sono incredibilmente tutt’altro che sicuri; i dati del mondo reale mostrano che l’efficacia diminuisce entro una manciata di mesi, lasciandoti più suscettibile alle varianti SARS-CoV-2 e ad altre infezioni; e gli standard di produzione si sono dimostrati carenti, poiché nelle fiale sono stati trovati una varietà di contaminanti estranei.7

I media sono manipolati da Pfizer

Uno dei motivi per cui i media tradizionali di lingua inglese e tedesca hanno completamente ignorato questa testimonianza dagli informatori, probabilmente è perché Pfizer ha un’influenza così dominante su di loro. Thacker ha detto alla blogger Maryanne Demasi, Ph.D.,8 “Pfizer ha una macchina di pubbliche relazioni così grande, hanno praticamente catturato i media, hanno ipnotizzato i media”.

Anche il reparto PR di Pfizer è al lavoro per cercare di ipnotizzare il pubblico. L’annuncio TV sopra è forse uno dei più offensivi. In esso, Pfizer fa il lavaggio del cervello ai bambini piccoli facendogli pensare che ottenere il vaccino COVID li renderà dei supereroi. Non importa il fatto che ottenere il vaccino potrebbe ucciderli o ferirli permanentemente.

Non puoi “seguire la scienza” se non ci sono dati

Il video all’inizio di questo articolo è un breve estratto di un incontro del 2 novembre 2021 organizzato dal senatore Ron Johnson, durante il quale l’editore associato di The BMJ, Peter Doshi, Ph.D., ha esaminato alcune delle molte preoccupazioni che gli esperti hanno circa l’integrità dei dati del jab COVID.

Sottolinea che i dati grezzi della sperimentazione di Pfizer non saranno resi disponibili fino a maggio 2025. Finora, Pfizer si è rifiutata di rilasciare nessuno dei suoi dati grezzi a investigatori indipendenti e, senza di essi, non c’è modo di confermare ciò che Pfizer sostiene sia effettivamente vero e corretto.

Senza dati, non è scienza. ~ Peter Doshi, Ph.D., editore associato del British Medical Journal

In altre parole, dovremmo semplicemente prendere la parola di un’azienda che si è guadagnata il primo posto nella lista dei criminali dei colletti bianchi; una società che nel 2009 è stata multata con una multa record di 2,3 miliardi di dollari per marketing fraudolento e frode sanitaria.9 I comunicati stampa non sono scienza. Stanno facendo marketing. Senza i dati grezzi, non abbiamo scienza su cui basare le nostre decisioni sull’iniezione di vaccino contro il COVID.

Come notato dal Dr. Robert Kaplan della School of Medicine Clinical Excellence Research Center di Stanford, che ha anche parlato alla riunione:

“Le prove che abbiamo provengono da comunicati stampa e pubblicazioni di riviste altamente curati e controllati dal settore. Stiamo prendendo decisioni importanti sulla base di prove limitate e altamente selezionate. Un processo scientifico compromesso porterà a decisioni sbagliate e potrebbe costituire un brutto precedente”.

Doshi sottolinea quanto sia assolutamente antiscientifico il processo che stiamo seguendo. Sottolinea inoltre che i medici hanno il dovere etico di non raccomandare un trattamento per il quale non hanno dati. Citando un articolo del 2020 che ha co-scritto:10

“La trasparenza dei dati non è un «bello da avere». Le affermazioni fatte senza accesso ai dati – sia che appaiano in pubblicazioni con revisione paritaria o in preprint senza revisione tra pari – non sono affermazioni scientifiche.

I prodotti possono essere commercializzati senza accesso ai dati, ma i medici e le società professionali dovrebbero dichiarare pubblicamente che, senza la completa trasparenza dei dati, si rifiuteranno di approvare i prodotti COVID-19 come basati sulla scienza”.

“Il punto che sto cercando di fare è molto semplice”, ha detto Doshi. “I dati dei vaccini COVID non sono disponibili e non lo saranno per anni. Tuttavia, non stiamo solo «chiedendo» ma «inviando» milioni di persone a farsi inoculare questi vaccini… Senza dati, non è scienza”.

Le agenzie di regolamentazione sono progettate per fallire

Sappiamo che la FDA è un’agenzia catturata da almeno un decennio. Nessuno dei problemi che stiamo vedendo ora è esattamente nuovo. Ora stiamo ottenendo una visione ravvicinata di quanto sia davvero pericolosa la relazione incestuosa tra la FDA e Big Pharma.

Gli americani stanno morendo a causa di “ferite da colpo di covid” a tassi record senza precedenti e la FDA lo sta completamente ignorando. Invece, continua a spingere per più dosi, più reazioni e più morti. È complice nel causare morti evitabili piuttosto che proteggere la salute pubblica. Questo è il prezzo che stiamo pagando ora per non aver ripulito l’agenzia e aver sigillato in precedenza la porta girevole tra i regolatori e l’industria.

In “Designed to Fail: Why Regulatory Agencies Don’t Work”,11 pubblicato nel maggio 2012 – quasi un decennio fa – William Sanjour ha discusso dei fallimenti della riforma normativa. Sottolinea che il motivo per cui le riforme non funzionano è perché continuano a riformarsi nella direzione sbagliata:

“… a seguito dei recenti catastrofici fallimenti delle agenzie di regolamentazione, i politici e gli esperti stanno parlando di nuovo della stessa vecchia «riforma regolamentare». «Riempi le agenzie di regolamentazione con persone oneste che non cederanno a interessi speciali». «Dagli più soldi, più autorità e più persone».

Ma la mia esperienza ha dimostrato che concentrando tutta l’autorità legislativa, esecutiva e giudiziaria in un’unica agenzia di regolamentazione è più facile che venga corrotta dalle industrie che regola.

Ho lavorato per l’agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti per 30 anni e ho vissuto molti cicli di «riforma normativa», facendo le stesse «riforme» più e più volte e aspettandomi risultati diversi.

Ho imparato che il modo per ottenere una vera riforma normativa è dare alle agenzie di regolamentazione meno soldi, meno autorità, meno persone ma regolamenti più intelligenti. Il tema di questo articolo è che disperdendo l’autorità di regolamentazione, piuttosto che concentrandola, renderemmo più difficile la corruzione e faciliteremmo una regolamentazione più sensata.

Sanjour sottolinea che i regolatori catturati dalle parti che dovrebbero regolamentare è molto più pericoloso che non avere alcuna agenzia di regolamentazione, perché “la cattura conferisce all’industria il potere del governo”. Ci possono essere dubbi sul fatto che la FDA, in quanto agenzia catturata da Big Pharma in generale e da Pfizer in particolare, eserciti ora il potere sul governo degli Stati Uniti?

“Dalla mia esperienza con l’EPA degli Stati Uniti, anche se un ispettore rileva una violazione, questo innesca solo un lungo processo complesso con molti livelli di avvertimento, revisione, ricorso, negoziazione e giudizio prima che venga intrapresa qualsiasi azione (o, più spesso, evitato), scrive Sanjour.12

Vedi il diagramma di flusso labirintico13 per un esempio di una procedura di applicazione dell’agenzia. Assomiglia a un gioco di «scivoli e scale». Confronta questo con ciò che accade quando parcheggi sotto un cartello «Divieto di sosta». Un poliziotto scrive una multa e puoi pagare la multa o portarla al giudice.

Se l’EPA ha scritto le regole per le violazioni del parcheggio, l’ufficiale dovrebbe prima determinare se c’è un parcheggio legale sufficientemente disponibile a un costo ragionevole e a una distanza ragionevole, quindi dovrebbe stare vicino all’auto e aspettare fino a quando il proprietario si è presentato in modo che potesse negoziare un accordo transattivo”.

La complessità normativa nasconde scappatoie intenzionalmente

Ancora più inquietante, Sanjour rivela che, quando stava scrivendo i regolamenti per l’EPA, “gli è stato detto in più di un’occasione di assicurarsi che avessi messo abbastanza scappatoie. Lo scopo della complessità è nascondere le scappatoie”. Sanjour ha continuato spiegando:

“Le agenzie di regolamentazione sono create dal Congresso per controllare alcune potenti forze nella società (di solito le corporazioni), che avvantaggiano la società ma che sono anche inclini ad abusare del loro potere. Lo scopo di un’agenzia di regolamentazione è consentire il flusso di benefici mentre si sforzano gli abusi.

Per fare ciò, il Congresso concede agli amministratori delle agenzie di regolamentazione un ampio potere discrezionale di scrivere regolamenti per le industrie di cui sono responsabili. Il difetto del sistema è che l’amministratore è nominato dal presidente… Quindi qualsiasi autorità discrezionale data a un amministratore di un’agenzia di regolamentazione è, di fatto, data al presidente degli Stati Uniti per essere utilizzata come ritiene opportuno…

Le agenzie di regolamentazione, per loro stessa natura, possono fare poco che non influisca negativamente sugli affari, in particolare su quelli grandi e influenti, e questo disturba il riposo di un presidente.

L’EPA, per esempio, non può scrivere regolamenti che regolino l’industria petrolifera senza che le compagnie petrolifere vadano alla Casa Bianca urlando «crisi energetica!»… Quando la FDA vuole valutare a fondo un nuovo farmaco, la compagnia farmaceutica scatena una raffica di pubbliche relazioni su come i ritardi burocratici stanno costando vite.

I dipendenti delle agenzie di regolamentazione imparano presto che redigere e attuare regole per le grandi aziende significa inimicarsi persone potenti e influenti. Imparano a essere «giocatori di squadra» (e compasso ndr), un’etica che permea l’intera agenzia senza mai essere trasmessa attraverso istruzioni scritte o persino orali.

Le persone a cui piace fare le cose, che hanno bisogno di vedere risultati concreti per i loro sforzi, non durano a lungo. Non vengono necessariamente licenziati, ma non avanzano nemmeno; le loro responsabilità vengono trasferite ad altri e spesso lasciano l’agenzia con disgusto.

Le persone che vanno avanti sono quelle intelligenti con un talento per la procrastinazione, l’offuscamento e che escogitano ragioni superficialmente plausibili per non realizzare nulla.

Come lo ripariamo?

La domanda che ci sta di fronte ora è: come possiamo aggiustare queste agenzie di regolamentazione in modo che possano operare a beneficio del pubblico piuttosto che degli interessi privati ​​a scopo di lucro?

“La ragione per cui i regolatori governativi stipendiati possono essere corrotti è che scrivere e far rispettare regolamenti efficaci non è la loro priorità numero 1”, ha osservato Sanjour. “Il loro obiettivo principale è mantenere il loro lavoro e far progredire le loro carriere”. Le industrie, nel frattempo, credono che fare pressioni su funzionari corrotti sia l’unico modo per proteggere i loro affari. La risposta, suggerisce Sanjour, è:

“… per rimuovere il giudizio discrezionale dalle mani della burocrazia normativa e metterlo in mani meno suscettibili all’influenza dell’industria. La prima cosa che suggerirei è di fare uso di persone o istituzioni che hanno un interesse acquisito in una regolamentazione efficace, forte o più forte della comunità regolamentata”.

Sanjour cita una ricerca che mostra che, di gran lunga, gli informatori – che rischiano il lavoro parlando apertamente – sono il gruppo numero 1 di rilevamento delle frodi, responsabile del 19% delle frodi portate alla luce. La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, nel frattempo, che esiste per scoprire le frodi aziendali, era responsabile solo del 7%.

Quindi, un modo per migliorare il sistema è emettere ricompense monetarie agli informatori aziendali. “I premi monetari per gli informatori pagano benefici di gran lunga superiori al costo rispetto ai burocrati regolatori assunti”, osserva Sanjour. Anche le compagnie di assicurazione possono svolgere un ruolo importante, poiché è molto meno probabile che trascurino le scorciatoie per la sicurezza che possono provocare disastri. Un esempio fornito da Sanjour è la fuoriuscita di petrolio della BP:

“BP ha ammesso, tra il 2005 e il 2010, di aver infranto le leggi statunitensi sull’ambiente e la sicurezza e di aver commesso frodi e ha pagato $ 373 milioni di multe. Tra giugno 2007 e febbraio 2010, le raffinerie BP in Texas e Ohio hanno rappresentato il 97% delle violazioni «eclatanti e intenzionali» commesse dalla U.S. Occupational Safety and Health Administration. Eppure niente di tutto questo ha portato a una supervisione della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon che è esplosa…

Se alla BP fosse stato richiesto di portare una polizza assicurativa da $ 10 miliardi per una fuoriuscita di petrolio, sono sicuro che la compagnia di assicurazioni non avrebbe permesso le scorciatoie da quattro soldi consentite dai regolatori pagati. Se le leggi sono scritte in modo intelligente, le compagnie assicurative possono essere uno strumento significativo per la regolamentazione”.

Un terzo gruppo che crea un sistema di rilevamento delle frodi di gran lunga migliore rispetto ai regolatori federali è il pubblico. Organizzazioni come Citizens for Health and Environmental Justice insegnano ai cittadini come essere coinvolti nell’applicazione delle normative, e si può fare ancora di più in questo senso.

Ad esempio, l’EPA potrebbe sponsorizzare test civili e dotare i cittadini che vivono in aree inquinate di risorse per condurre i propri test e riferire se vengono rilevate esposizioni tossiche. Sanjour continua:14

“Una seconda riforma che suggerirei per rimuovere l’autorità discrezionale dalla burocrazia normativa è rendere le regole il più semplici possibile e mettere tutte le funzioni di appello e gli accordi di consenso nelle mani dei tribunali, proprio come nel nostro esempio del vigile urbano.

Questo potrebbe essere svolto dai tribunali giudiziari o tribunali di diritto amministrativo. Qualsiasi cosa per togliere l’autorità discrezionale alle persone che scrivono e fanno rispettare le regole e fornire un’ulteriore barriera all’influenza dell’industria”.

Bisogna tornare alla Costituzione

Per fare tutto ciò, dobbiamo prima riorganizzare le nostre agenzie di regolamentazione in conformità con la Costituzione degli Stati Uniti. Come spiegato da Sanjour, gli Stati Uniti hanno tre rami di governo: legislativo, esecutivo e giudiziario. Tuttavia, quando sono state formate le agenzie di regolamentazione, abbiamo deviato da questa struttura.

I regolamenti sono un tipo di leggi e come tali dovrebbero provenire dal ramo legislativo. Ma le agenzie di regolamentazione fanno parte del ramo esecutivo. Le funzioni giudiziarie sono state usurpate anche dalle agenzie di regolamentazione, e quindi dal ramo esecutivo.

“Così, nonostante i desideri dei Padri Fondatori, il ramo esecutivo ora comprende un gran numero di agenzie di regolamentazione le cui funzioni abbracciano tutti e tre i rami del governo. Gran parte della corruzione e dell’inefficienza di cui sopra deriva da questo fatto”, osserva Sanjour.

Anche se apportare modifiche come quelle proposte da Sanjour sembra abbastanza semplice, il respingimento politico sarebbe enorme e in qualche modo dovrebbe essere superato. Legalmente, tuttavia, sarebbe una faccenda ragionevolmente semplice.

Tutto ciò che il Congresso dovrebbe fare è modificare la legge in modo tale che l’amministratore dell’agenzia sia privato della sua autorità di scrivere regole e implementare la legge. Tale autorità verrebbe quindi trasferita a un’altra agenzia, il cui amministratore sarebbe nominata dal Congresso, non dal presidente.

“Nota che questi sono tutti cambiamenti di carta. Non richiedono alcun trasferimento, nuove costruzioni, nuove assunzioni, ecc. Le funzioni attualmente esistono tutte. Devono essere semplicemente riorganizzati”, dice Sanjour.

Al momento, non possiamo più trascurare la corruzione della FDA. Sta costando troppe vite. Hanno completamente abbandonato ogni parvenza di lavorare per il bene pubblico. Come sbarazzarsi di loro e risolvere il problema diventerà una domanda sempre più pressante man mano che andiamo avanti.

Fonti e Referenze

The Best of Joseph Mercola

Copyright © Dr. Joseph Mercola

https://media.mercola.com/ImageServer/Public/2021/November/PDF/pfizer-whistleblower-scientific-fraud-pdf.pdf

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Pfizer Whistleblower: affonda l’integrità della prova del vaccino"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: