Il 45% degli americani non crede che gli esseri umani causino il cambiamento climatico

26 ottobre 2021, Toronto, CA; di Natasha Grzincic, Anya Zoledziowski

VICE News ha collaborato con il Guardian e il sondaggista YouGov per scoprire come le persone che vivono negli Stati Uniti pensano e sentono il cambiamento climatico.

Un ragionamento di fondo fatto di domande fuorvianti ed ideologiche che spostano il discorso verso forzanti nulle o di poco conto. Purtroppo le persone rispondono in base a quanto sentito in televisione e mutuato dalle proprie convinzioni personali trasformando il tutto in un discorso “caprino” che non giunge alle ragioni reali.

Nella foto di copertina: CHINO HILLS, CA – 27 OTTOBRE: Le fiamme si avvicinano alle case durante il Blue Ridge Fire il 27 ottobre 2020 a Chino Hills, California. (Foto di David McNew/Getty Images)

Quasi la metà degli americani non pensa ancora che il cambiamento climatico sia causato dalle attività umane, ma i democratici erano molto meno propensi dei repubblicani a sostenere queste opinioni, secondo un nuovo sondaggio di VICE News e Guardian.

Quest’anno è stato caratterizzato da diversi disastri naturali senza precedenti, tra cui una “cupola di calore” caratterizzata da temperature soffocanti fino a 113° F che hanno afflitto il nord-ovest del Pacifico, uccidendo centinaia di persone e stagioni di incendi boschivi da record che hanno raso al suolo intere città e migliaia di sfollati. Gli esperti hanno collegato la serie di disastri naturali alla crisi climatica, eppure molti americani stanno ancora lottando per capire se e perché si sta verificando la crisi che definisce la generazione.

Il sondaggio, condotto da YouGov su 1.000 americani per conto di VICE News, Guardian e Covering Climate Now, arriva meno di una settimana prima che leader e delegati di tutto il mondo si incontrino a Glasgow, in Scozia, per la COP26, l’organizzazione delle Nazioni Unite. conferenza sul cambiamento climatico. I dati mostrano che il cambiamento climatico è una delle principali questioni elettorali negli Stati Uniti, dietro l’assistenza sanitaria e i programmi sociali. Per laureati e democratici, il cambiamento climatico è balzato al primo posto (per i democratici era legato all’assistenza sanitaria).

Ma mentre il 69,5% degli intervistati crede che il riscaldamento globale stia accadendo, erano divisi su ciò che lo sta causando. Il quarantacinque percento non pensa che gli esseri umani siano principalmente responsabili del riscaldamento globale, optando invece per incolpare “cambiamenti naturali nell’ambiente” o “altro”, e l’8,3 percento ha negato che il riscaldamento globale stia accadendo del tutto.

Quasi la metà degli americani non crede che il riscaldamento globale sia causato dall’uomo

Se si sta verificando il riscaldamento globale, pensi che sia…

Fonte: sondaggio VICE News/Guardian/Covering Climate Now/YouGov Climate Crimes, 7-13 ottobre 2021 Ottieni i dati creati con Datawrapper

Ciò è dovuto principalmente ai repubblicani (55,4 percento) e agli indipendenti (33 percento), che erano molto più propensi dei democratici (17,2 percento) a credere che “cause naturali” abbiano portato al riscaldamento globale. Anche i giovani e le persone istruite erano significativamente più propensi a credere che gli esseri umani siano responsabili del cambiamento climatico.

Un gruppo significativo di persone crede anche che gli scienziati non siano d’accordo. Molti intervistati (30,5%) pensano che ci sia un acceso dibattito scientifico sulla causa del cambiamento climatico quando in realtà non c’è. A livello globale, c’è consenso tra gli scienziati—97 percento o più—che il riscaldamento globale sta accadendo a causa delle attività umane, secondo la NASA e le società scientifiche internazionali.

Ma ancora una volta, questo numero è diviso per appartenenza politica. Esattamente la metà dei repubblicani ha affermato di credere che ci sia discordia tra gli scienziati, rispetto a solo il 14,9 per cento circa dei democratici.

Quanto è colpevole Big Oil?

Il sondaggio suggerisce che la maggior parte delle persone pensa che le società petrolifere e del gas siano responsabili del cambiamento climatico, al contrario del governo, dell’industria della carne, della vendita al dettaglio e degli individui. Ma i democratici (83,4 per cento) erano molto più propensi dei repubblicani (27,8 per cento) a dare la maggior parte della colpa all’industria petrolifera, così come i neri e i latini sui bianchi e altre razze.

Le persone per lo più incolpano petrolio e gas, il governo

Quanto sono responsabili ciascuno dei seguenti fattori quando si tratta di causare il cambiamento climatico?

Fonte: sondaggio VICE News/Guardian/Covering Climate Now/YouGov Climate Crimes, 7-13 ottobre 2021 Created with Datawrapper

La buona notizia è che dopo aver letto un passaggio su come il colosso del petrolio e del gas Exxon conoscesse già il cambiamento climatico negli anni ’70 ma fingeva che non fosse reale, il 67,2 percento degli intervistati, rispetto al 60,3, ha affermato che le compagnie petrolifere e del gas sono per lo più o completamente incolpare.

L’opinione pubblica può cambiare con informazioni credibili

Quanto sono responsabili le compagnie petrolifere e del gas quando si tratta di causare il cambiamento climatico?

*Risultati dopo che gli intervistati hanno letto notizie su Exxon che non ha riconosciuto pubblicamente il cambiamento climatico, nonostante lo sapesse da anni.
Fonte: sondaggio VICE News/Guardian/Covering Climate Now/YouGov Climate Crimes, 7-13 ottobre 2021 Created with Datawrapper

La maggioranza crede che il cambiamento climatico abbia danneggiato gli Stati Uniti

La maggior parte degli intervistati (59,4 percento e 83,8 percento dei democratici) concorda sul fatto che il cambiamento climatico abbia già danneggiato le persone negli Stati Uniti e quasi la metà crede che stia accadendo nella propria comunità. Le persone di colore erano più propense a dire che il cambiamento climatico ha già danneggiato le persone: il 69,2 percento dei neri e il 67,7 percento degli intervistati di Latinx ha affermato che negli Stati Uniti si sono verificati danni correlati al riscaldamento globale.

Pertanto, le persone nere e latine hanno anche maggiori probabilità di adottare misure proattive per combattere il cambiamento climatico. Secondo il sondaggio, il 57,8 percento degli intervistati ritiene di poter apportare un cambiamento, ma questa cifra sale alle stelle tra i neri (78,1 percento) e i latini (72,2 percento). (Le persone di colore e di colore sono spesso in prima linea nella crisi climatica negli Stati Uniti, colpite in modo sproporzionato dai cambiamenti climatici negli Stati Uniti rispetto ai bianchi. VICE World News ha precedentemente riportato come l’attivismo per la giustizia climatica spesso escluda le persone di colore nonostante il fatto che sono loro in prima linea nella crisi.)

La buona notizia è che la maggior parte degli americani afferma di volare e guidare di meno, di utilizzare meno elettricità in casa e di riciclare. Circa la metà sta già mangiando meno carne o è disposta a farlo, e quasi i due terzi sostengono l’acquisto di prodotti da aziende eco-compatibili.

Ma le persone hanno meno probabilità di portare i loro sforzi in strada: il 78,9 percento degli intervistati ha affermato che non avrebbe protestato, mentre il 69,2 percento ha affermato che non farebbe donazioni a un gruppo di attivisti o a una causa. La maggioranza (59,7%) ha anche affermato che non terrà traccia della propria impronta di carbonio.

Guarda gli altri risultati del sondaggio qui sotto:

Il sondaggio nazionale è stato condotto tra il 7 ottobre e il 13 ottobre 2021 e si è basato su un campione proporzionalmente rappresentativo di adulti di circa 18 anni negli Stati Uniti. Genere, razza, età, istruzione, appartenenza politica, posizione geografica, interesse per le notizie e reddito sono stati rappresentati . Il margine di errore di campionamento è di 4,1 punti percentuali, più o meno, al livello di confidenza del 95%.

Vice


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: