Un blocco più grande in entrata

  • Minimi record grip europa: la Svezia registra -37,4°C (-35,3°F);
  • Scuole del Regno Unito costrette a chiudere;
  • Un blocco più grande in entrata

30 novembre 2021; articolo di Cap Allon

Dr. Hajo Smit: “C’è un chiaro accoppiamento solare-clima e una variabilità naturale molto forte del clima su tutte le scale temporali storiche. Attualmente non credo più che esista una relazione rilevante tra le emissioni umane di CO2 e il cambiamento climatico”.

Record Lows Grip Europa

Registri svedesi -37,4°C (-35.3°F)

L’aria brutalmente fredda dell’Artico si è riversata in Scandinavia, e oltre, nell’ultima settimana.

Di conseguenza, i record di bassa temperatura vengono battuti in tutta l’Europa continentale.

Kevo, in Finlandia, ha osservato un minimo di -32,2°C (-26°F) durante il fine settimana.

Buresjön, in Svezia, è scesa a -34,7°C (-30,5°F), la temperatura di novembre più bassa della città dal 2010.

Ma è stata Nattavaara, situata in Lapponia, in Svezia, a realizzare l’impresa più impressionante. La piccola città turistica, situata a 327 m (1.073 piedi) sul livello del mare, lunedì 29 novembre ha registrato un gelido -37.4°C (-35,3°F) – questo non è stato solo un record per la stazione, o per la Svezia, ma è stata la temperatura di novembre più fredda della Scandinavia dal 1980.

Altri minimi degni di nota della Lapponia includono -36°C (-32,8°F) ad Arrenjarka e -35°C (-31°F) a Karesuando.

La neve sta accompagnando il freddo record e sta causando interruzioni non solo in Scandinavia ma anche nell’Europa centro-settentrionale, comprese le nazioni di Polonia e Germania:

Anche le previsioni sembrano fosche.

I minimi di -40°C (-40°F) sono previsti per spazzare la Scandinavia all’inizio di dicembre, che, secondo mkweather.com, sarebbe “uno dei primi -40°C e temperature più basse nella storia di tutti i tempi!”

Scuole del Regno Unito costrette a chiudere

Molte scuole in tutto il Regno Unito sono state costrette a chiudere lunedì e martedì dopo che un primo assaggio di inverno – la tempesta Arwen – ha lasciato parti delle nazioni d’origine con cumuli di neve montuosi e strade ghiacciate.

Le scuole nel Derbyshire, nel Lancashire, nelle Midlands sono state le più colpite dopo che le condizioni pericolose e ghiacciate si sono protratte nella nuova settimana: lunedì, il Regno Unito ha registrato le letture più basse della stagione finora, con minime vicine a -10°C (14°F) in Cumbria.

Durante il fine settimana, la tempesta Arwen ha provocato venti sostenuti a 100 miglia orarie, causando interruzioni dei trasporti, interruzioni di corrente e danni agli edifici. La forte nevicata ha causato il blocco dei camion e l’utilizzo di aratri in diverse aree.

Gli avvisi meteorologici per il ghiaccio rimangono in vigore in tutto il paese, con i conducenti invitati a prestare particolare attenzione quando si esce.

Inoltre, circa 66.000 case sono ancora senza elettricità.

Guardando al futuro, e come accennato in precedenza, il congelamento di inizio stagione in Europa non mostra segni di cedimento, anzi, al contrario.

Secondo l’ultima analisi GFS (mostrata di seguito), un ulteriore freddo artico, questa volta più diffuso, sta per spazzare il continente all’inizio di dicembre.

Gli sbalzi di temperatura tra -6 e -18°C al di sotto della norma sono in corso per colpire la maggior parte delle nazioni europee, dal Regno Unito all’Ucraina, dalla Svezia alla Spagna, con i minimi più notevoli destinati a colpire la Scandinavia e la Russia occidentale:

GFS 2m Temperature Air Temperature(C) Dec 6 – Dec 16 [tropicaltidbits.com].
GFS 2m Temperature Anomalies (C) Dec 6 – Dec 16 [tropicaltidbits.com].

Guardando più a est, e di nuovo secondo l’ultima corsa GFS, questa settimana sono in corso sbalzi di temperatura fino a -20°C al di sotto della media per spazzare vaste aree della Russia settentrionale, inclusa la Siberia.

E entro la metà di dicembre, certamente ben oltre il periodo di tempo inaffidabile, il GFS sta capendo qualcosa di veramente eccezionale. Una brutale massa d’aria artica è destinata a scendere a sud il 14 dicembre, così fredda che sta portando le temperature fuori scala.

Prendendo come lette le previsioni di seguito, ma con un pizzico di sale in mano, la Russia settentrionale/centrale è destinata a subire variazioni di temperatura di circa -30°C al di sotto della media invernale:

GFS 2m Temp Anomalies Dec 14 [tropicaltidbits.com].

Nota: in questa parte del mondo, e in questo periodo dell’anno, anomalie come queste vedranno temperature che rivaleggiano con le più fredde mai registrate nell’emisfero settentrionale, inferiori a -60°C/-76°F). E per coloro che pensano che un’impresa del genere sia impossibile, beh, una situazione simile si è effettivamente verificata lo scorso inverno, quando questa stessa regione ha sopportato il “più lungo e più duro periodo di freddo mai registrato”:

Guai energetici

I geli in arrivo in Europa e in Asia non sono di buon auspicio per l’intensificarsi della crisi energetica globale.

Come riportato da oilprice.com, quest’anno l’Europa si sta preparando per un inverno più freddo del solito e alcuni analisti energetici prevedono che le scorte di gas scendano a zero, il che significa blackout continui.

“Se il clima diventa freddo in Europa, non ci sarà una soluzione di approvvigionamento facile, sarà necessaria una soluzione per la domanda”, ha detto a Bloomberg Adam Lewis, un partner della società commerciale Hartree Partners.

Alcune industrie ad alta intensità energetica che utilizzano molto gas naturale, tra cui ammoniaca, fertilizzanti e acciaierie, hanno già ridotto le operazioni in Europa negli ultimi mesi poiché i prezzi record del gas naturale hanno reso la loro produzione non redditizia, ma probabilmente saranno necessarie ulteriori chiusure per evitare interruzioni diffuse .

Jeremy Weir, CEO di uno dei più grandi commercianti di materie prime, ha recentemente lanciato un avvertimento ai consumatori: a parte l’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità, la crisi del gas naturale potrebbe significare interruzioni di corrente continue se l’inverno è davvero freddo: “Non abbiamo abbastanza gas al momento, francamente”, ha detto Weir al recente vertice di FT Commodities Asia. “Non stiamo immagazzinando per il periodo invernale … Quindi c’è una vera preoccupazione, che se abbiamo un inverno freddo, potremmo avere blackout continui in Europa”.

Una parola sugli Stati Uniti

Il freddo eccezionale in Europa e in Asia sta attualmente provocando un calore anomalo sul Nord America poiché il continente si trova dall'”altro lato” di una corrente a getto violentemente deformata.

Goditi le condizioni miti finché puoi, è il mio consiglio: la situazione sembra destinata a spostarsi, almeno per le regioni centro-occidentali, nella seconda settimana di dicembre.

Anche pesanti nevicate sono sulla carta…

…neve che si aggiungerà al già impressionante inizio della stagione 2021-2022 dell’emisfero settentrionale, che si attesta a circa. 250 Gigatoni sopra la media 1982-2012:

[FMI]

La Palma

Il vulcano Cumbre Vieja a La Palma sta ora subendo la sua più lunga eruzione in oltre 300 anni, dal minimo di Maunder (1645-1715):

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Un blocco più grande in entrata"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: