I crimini irragionevoli di Pfizer, passati e presenti

04 dicembre 2021; Analisi del Dr. Joseph Mercola [Fact Checked]

In un’intervista del 9 novembre 2021 con il CEO dell’Atlantic Council Frederick Kempe, il presidente e CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato che “una piccola parte di professionisti fa circolare intenzionalmente disinformazione … in modo da fuorviare coloro che si preoccupano per la propria salute”.

https://www.facebook.com/watch/?ref=external&v=361739522414298
In Breve
  • In un’intervista del 9 novembre 2021 con il CEO dell’Atlantic Council Frederick Kempe, il presidente e CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato che “una piccola parte di professionisti” fa circolare intenzionalmente “disinformazione … in modo da fuorviare coloro che si preoccupano per la propria salute”. Tali professionisti medici non sono solo persone cattive, ha detto Bourla, “sono criminali, perché sono letteralmente costati milioni di vite”
  • Il playbook dei criminali include il detto di incolpare sempre l’altra parte per ciò di cui loro stessi sono colpevoli
  • Pfizer ha una lunga storia di attività criminali. La società è stata citata in giudizio in più sedi per test antidroga non etici, pratiche di marketing illegali, corruzione in più paesi, violazioni ambientali, tra cui lo scarico illegale di PCB e altri rifiuti tossici, violazioni della sicurezza del lavoro e dei lavoratori e altro ancora. È stato anche criticato per l’aumento dei prezzi che minaccia la vita dei pazienti con malattie croniche come l’epilessia
  • Tra il 2002 e il 2010, Pfizer è stata multata di 3 miliardi di dollari in condanne penali, sanzioni civili e premi della giuria, inclusa una multa di 2,3 miliardi di dollari nel 2009, la più grande multa per frode sanitaria nella storia americana. Nel 2011, Pfizer ha pagato $ 14,5 milioni per regolare le accuse di marketing illegale e nel 2014 ha risolto le accuse relative alla commercializzazione illegale del farmaco per il trapianto di rene Rapamune per un importo di $ 35 milioni. Niente di tutto ciò ha scoraggiato futuri cattivi comportamenti
  • Secondo un informatore che ha lavorato allo studio di Fase 3 COVID di Pfizer nell’autunno del 2020, i dati sono stati falsificati, i pazienti non sono stati accecati e il follow-up sugli effetti collaterali segnalati è rimasto molto indietro

In un’intervista del 9 novembre 2021 con il CEO dell’Atlantic Council Frederick Kempe[1], il presidente e CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato che “una piccola parte di professionisti fa circolare intenzionalmente disinformazione … in modo da fuorviare coloro che si preoccupano per la propria salutei”.[2]

Tali professionisti medici, ha detto Bourla, non sono solo persone cattive, “sono criminali, perché sono letteralmente costati milioni di vite”. Di cui parla Bourla, amministratore delegato di una società il cui nome è sinonimo di reato societario.

I commenti di Bourla sono stati fatti lo stesso giorno in cui Pfizer e il suo partner BioNTech hanno chiesto alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti di estendere la propria autorizzazione per i colpi di richiamo a tutte le persone di età superiore ai 18 anni.[3]

Pentola chiama il bollitore nero

Immagino che non possiamo essere troppo sorpresi, tuttavia, poiché la principale strategia di difesa che persone come Bourla hanno è quella di incolpare l’opposizione per i propri misfatti. Afferma persino che la società è presa di mira da “organizzazioni oscure”, ovvero organizzazioni che non sono trasparenti sui loro finanziamenti.

Questo è esattamente ciò che è il Center for Countering Digital Hate (CCDH), le cui fabbricazioni[4] vengono utilizzate per sostenere la narrativa ufficiale secondo cui coloro che presentano prove che dimostrano che gli spari di COVID sono pericolosi sono terroristi domestici[5] che cercano di peggiorare il bilancio delle vittime della pandemia.

Nessuno sa chi finanzi questo gruppo, ma ha molti collegamenti con i falchi della guerra e i promotori del Great Reset, incluso il Consiglio Atlantico, a cui Bourla sta facendo queste dichiarazioni.

Attraverso i suoi membri del consiglio, il CCDH può essere collegato alla Commissione Trilaterale, al Consiglio Atlantico, al Consiglio europeo delle relazioni estere, al Fondo Save the Children (finanziato dalla Fondazione Gates e partner della GAVI Vaccine Alliance di Gates), al British Parliament, CIA e Event 201,[6,7] Microsoft,[8] e Center for American Progress[9] (un’altra organizzazione finanziata da dark money[10]).

E Bourla vuole farci credere che la Pfizer sia sotto attacco da parte di gruppi di denaro oscuro? Ancora una volta, il manuale di questi lupi include il detto di incolpare sempre l’altra parte per ciò di cui sono colpevoli.

Maggiori informazioni sul Consiglio Atlantico

Nell’agosto 2018, Facebook ha affermato che sulla sua piattaforma era stata condotta una “campagna di influenza” da parte di “cattivi attori” russi in vista delle elezioni di medio termine del 2018. Tuttavia, si è scoperto che queste pagine non sono state identificate da Facebook. Provengono principalmente dal Digital Forensic Research Lab dell’Atlantic Council.

Nel suo articolo, “Hysteria Over Newly Revealed Facebook ‘Influence Campaign’ Does not Fits the Facts”,[11] la giornalista investigativa Whitney Webb ha approfondito questo insano sforzo di propaganda, sottolineando che:

“… nonostante le affermazioni dei legislatori, Facebook non ha stabilito alcun collegamento con il governo russo o addirittura con cittadini russi.
L’unica “prova” a sostegno dell’affermazione del coinvolgimento russo è che una delle pagine identificate “aveva un account dell’IRA [Internet Research Agency, una “fattoria di troll” russa nominata in un’accusa di Mueller-probe] come uno dei suoi amministratori per ‘solo sette minuti’ e ‘uno degli account dell’IRA che abbiamo disabilitato nel 2017 ha condiviso un evento Facebook ospitato da’ una delle pagine.
Al di là del fatto che le accuse di coinvolgimento russo sono altamente politicizzate data la mancanza di prove attuali, non c’è quasi alcuna indicazione che questa “campagna di influenza” sia stata influente.
In effetti, la maggior parte delle pagine e degli account dei “cattivi attori” non avevano quasi follower, e la maggior parte di loro non aveva follower. Ad esempio, solo quattro delle 32 pagine e account di social media totali avevano più di 10 follower, con tutte le altre pagine, ovvero le restanti 28, tra 10 e zero, secondo le dichiarazioni di Facebook.
Tutti gli account Instagram individuati avevano zero follower e, tra quei sette account, solo uno aveva pubblicato un solo post sulla piattaforma. Per stessa ammissione di Facebook, solo quattro delle pagine citate erano anche lontanamente significative in termini di follower e quindi di “influenza”
.

Perché dico questo? Perché questa è la stessa tattica utilizzata per inquadrare un piccolo numero di individui con una portata limitata sui social media come terroristi domestici, semplicemente per condividere contro-narrazioni sulla pandemia di COVID.

False accuse usate per estinguere la libertà di parola

Secondo il CCDH,[12] una dozzina di persone, me compreso, erano responsabili del 65% di tutti i contenuti antivaccini sui social media e dovrebbero quindi essere bandite da tutte le piattaforme. Da allora, la maggior parte delle società di social media ha rispettato, depiattando la maggior parte di noi. Ciò nonostante una denuncia pubblica delle accuse del CCDH da parte di Monika Bickert, vicepresidente della politica sui contenuti di Facebook, che ha affermato che:[13]

“… queste 12 persone sono responsabili di circa solo lo 0,05% di tutte le visualizzazioni dei contenuti relativi ai vaccini su Facebook. Ciò include tutti i post relativi ai vaccini che hanno condiviso, veri o falsi, nonché gli URL associati a queste persone.
Il rapporto[14] su cui si basa la narrativa errata ha analizzato solo un insieme ristretto di 483 contenuti in sei settimane da soli 30 gruppi, alcuni dei quali sono piccoli come 2.500 utenti.
Non sono in alcun modo rappresentativi delle centinaia di milioni di post che le persone hanno condiviso sui vaccini COVID-19 negli ultimi mesi su Facebook.
Inoltre, non c’è alcuna spiegazione su come l’organizzazione dietro il rapporto abbia identificato il contenuto che descrivono come “anti-vax” o come abbia scelto i 30 gruppi che hanno incluso nella loro analisi. Non c’è alcuna giustificazione per la loro affermazione secondo cui i loro dati costituiscono un “campione rappresentativo” dei contenuti condivisi tra le nostre app”
.

Guerra dell’informazione

Tornando al Consiglio Atlantico, Webb ha osservato che:[15]

“Facebook ha ufficialmente collaborato con il Consiglio Atlantico lo scorso maggio per affrontare le cosiddette “notizie false”, aggiungendo che il gruppo di esperti falco fungerebbe da “occhi e orecchie” nell’identificazione di presunte operazioni di influenza straniera …
Lo stesso Consiglio Atlantico è guidato da un mix di ufficiali militari in pensione, ex politici ed élite degli affari occidentali. E gli sponsor finanziari del think-tank includono i migliori appaltatori della difesa degli Stati Uniti; agenzie allineate con Washington e il Pentagono; gli Emirati Arabi Uniti; grandi società transnazionali; e l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).
Si possono pensare a diversi motivi per cui un gruppo del genere sarebbe interessato a fomentare l’isteria anti-russa… I conflitti di interesse del Consiglio Atlantico meritano sicuramente di essere tenuti a mente…”

Lo stesso si deve dire del CCDH e anche di Pfizer. Entrambi sono palesemente prevenuti e non sono in grado di giudicare cosa sia disinformazione e cosa non lo sia. Ma poi, questa è guerra, dopotutto. Siamo in una guerra dell’informazione e il termine “disinformazione” è usato al posto delle granate. Sono necessari discernimento e una certa saggezza di base per evitare di diventare una vittima.

Le organizzazioni di controllo dei fatti sono un’altra arma progettata e utilizzata per controllare la narrativa. Esistono come guardiani per incanalare lettori e spettatori verso la narrativa ufficiale e lontano da tutto ciò che potrebbe sollevare domande scomode. Il controllore di fatti più grande e influente è NewsGuard, che distribuisce valutazioni di “affidabilità” ai siti web.

Il cofondatore di NewsGuard Louis Crovitz è membro del Council on Foreign Relations – un altro sostenitore di Great Reset – e tra i principali consiglieri ci sono Tom Ridge, ex segretario della Homeland Security, e Ret. Gen. Michael Hayden, un ex direttore sia della CIA che della NSA.[16]

Sapendo questo, è più facile capire come le persone comuni che condividono informazioni che deviano dalla narrativa ufficiale possono essere etichettate e trattate come una minaccia alla sicurezza nazionale.

La pandemia di COVID è un’operazione militarizzata. Siamo in guerra e il nemico designato (guardandolo dalla parte che ha iniziato questa guerra senza dirlo a nessuno) sono i cittadini del mondo che vogliono mantenere la loro libertà e i loro diritti umani.

Pfizer ha una lunga storia di comportamento criminale

Pfizer è dall’altra parte, la parte che sta cercando di installare un regime tecnocratico non eletto basato sull’idea che abbiamo bisogno di una biosicurezza globale, di un apparato di biosorveglianza o moriremo tutti.

Questa non è una nuova posizione per loro. Durante la guerra civile americana, iniziata nel 1862, la necessità di enormi quantità di antidolorifici e antisettici ha permesso a Pfizer di prosperare ed espandersi durante il tempo di guerra.[17] Oggi, la “necessità” fabbricata per il vaccino COVID-19 consente a Pfizer di distinguersi come un bandito ancora una volta, e come ho già affermato, siamo di nuovo in guerra, anche se non dichiarata.

Per raggiungere questo obiettivo, Pfizer è disposta a “ricattare” i paesi affinché accettino i suoi termini di iniezione COVID, come rivisto nel rapporto Gravitas sopra, termini che assicurano che Pfizer sia sempre al primo posto.

Un termine chiave è nessuna responsabilità, il che è comprensibile considerando la quantità di danni che il vaccino COVID di Pfizer sta causando. Pfizer è arrivata al punto di costringere le nazioni a costituire beni sovrani come le basi militari come garanzia per pagare eventuali azioni legali per lesioni da vaccino che potrebbero derivare dal loro vaccino COVID.

Anche se potrebbe non essere illegale, non è etico, così come la ricerca sulle persone senza il consenso informato. Tutti coloro che ricevono queste iniezioni autorizzate per uso di emergenza fanno parte di quella ricerca, mentre allo stesso tempo gli viene impedito di vedere qualsiasi cosa tranne la propaganda.

Senza una divulgazione veritiera e trasparente di rischi e benefici, non c’è consenso informato. Pfizer sta anche sperimentando su bambini e donne incinte senza consenso informato, due categorie che storicamente sono state off-limits per la sperimentazione dei farmaci.

Whistleblower sostiene che i dati sono stati falsificati

Secondo un informatore che ha lavorato allo studio di Fase 3 COVID di Pfizer nell’autunno del 2020, i dati sono stati falsificati e i pazienti non sono stati accecati. Anche il follow-up sugli effetti collaterali segnalati è rimasto indietro.[18] Questa non è la prima volta che tali sgradevoli sono stati riscossi contro Pfizer.

Nel 2014, Pfizer è stato condannato a pagare $ 75 milioni per regolare le accuse relative ai suoi test illegali di un nuovo antibiotico ad ampio spettro su bambini nigeriani gravemente malati. Come riportato all’epoca dall’Indipendent[19], Pfizer ha inviato un team di medici in Nigeria nel bel mezzo di un’epidemia di meningite.

Per due settimane, il team si è installato proprio accanto a una stazione medica gestita da Medici Senza Frontiere e ha iniziato a dispensare il farmaco sperimentale, Trovan. Dei 200 bambini selezionati, la metà ha ricevuto il farmaco sperimentale e l’altra metà l’antibiotico Rocephin già autorizzato.

Undici dei bambini trattati dal team Pfizer sono morti e molti altri hanno subito effetti collaterali come danni cerebrali e insufficienza d’organo. Pfizer ha negato illeciti. Secondo la compagnia, solo cinque dei bambini a cui è stato somministrato Trovan sono morti, rispetto ai sei a cui è stato somministrato Rocephin, quindi il loro farmaco non era da biasimare.

Il problema era che non avevano mai detto ai genitori che ai loro figli era stato somministrato un farmaco sperimentale, figuriamoci chiedere loro se volevano che il loro bambino prendesse parte alla sperimentazione.

Nel suo articolo del 2010, “Tough on Crime? Pfizer and the CIHR”, Robert G. Evans, Ph.D., professore emerito alla Vancouver School of Economics, ha descritto Pfizer come “un ‘autore di reato abituale’, costantemente impegnato in attività illegali e pratiche di marketing corrotte, corrompere i medici e sopprimere i risultati negativi degli studi”.

Inoltre, mentre Pfizer ha prodotto una lettera di autorizzazione da un comitato etico nigeriano, la lettera si è rivelata retrodatata. Il comitato etico stesso non è stato istituito fino a un anno dopo che il processo si era già svolto.

I cablogrammi del Dipartimento di Stato hanno anche rivelato che la Pfizer aveva assunto delle spie con un piano per incastrare un procuratore generale nigeriano e fargli abbandonare la causa dei genitori.[20] Pfizer ha persino cercato di evitare la responsabilità accusando falsamente Medici Senza Frontiere di dispensare il farmaco sperimentale.[21]

Un “delinquente abituale”

Nel suo articolo del 2010,[22] “Tough on Crime? Pfizer e il CIHR”, Robert G. Evans, Ph.D., Professore emerito alla Vancouver School of Economics, ha descritto Pfizer come “un ‘autore di reato abituale’, costantemente impegnato in pratiche di marketing illegali e corrotte, corrompendo medici e sopprimendo i risultati negativi dei processi .”

Pfizer è stata citata in giudizio in più sedi per test antidroga non etici, pratiche di marketing illegale,[23] corruzione in più paesi,[24] violazioni ambientali, tra cui lo scarico illegale di PCB e altri rifiuti tossici[25], violazioni della sicurezza del lavoro e dei lavoratori e altro ancora.[26,27,28] è stato anche criticato per l’aumento dei prezzi che minaccia la vita dei pazienti con malattie croniche come l’epilessia.[29]

Solo tra il 2002 e il 2010, Pfizer e le sue sussidiarie sono state multate per 3 miliardi di dollari in condanne penali, sanzioni civili e premi della giuria. Ciò includeva 2,3 miliardi di dollari per la commercializzazione illegale del farmaco per l’artrite, Bextra, riscosso nel 2009.[30,31] È stato il più grande accordo di frode sanitaria nella storia americana.

Secondo il rapporto Global Justice, “The Horrible History of Big Pharma: Why We Can’t Leaves Pharmaceutical Corporations in the Driving Seat of the COVID-19 Response:”[32]

“Un informatore ha affermato che il personale di vendita è stato incentivato a vendere Bextra ai medici per condizioni per le quali il farmaco non è stato approvato e a dosi fino a otto volte quelle raccomandate. “In Pfizer mi aspettavo di aumentare i profitti a tutti i costi, anche quando le vendite significavano mettere in pericolo la vita. Non potevo farlo’, ha affermato”.

Nel 2011, Pfizer ha accettato di pagare altri 14,5 milioni di dollari per saldare le accuse federali di marketing illegale[33] e nel 2014 ha regolato le spese federali relative alla commercializzazione impropria del farmaco per il trapianto di rene Rapamune per un importo di 35 milioni di dollari[34].

Nessuna di queste azioni legali ha scoraggiato futuri cattivi comportamenti. Per Pfizer, pagare le multe per nascondere l’illegalità sotto il tappeto è diventato parte del costo di fare affari e se lo possono permettere. Sebbene le multe possano sembrare straordinarie, sono minuscole rispetto ai profitti dell’azienda.

Pfizer è stata tra le prime 30 aziende più redditizie al mondo nel 2020, con profitti che hanno raggiunto i 16 miliardi di dollari, e si prevede che il solo colpo COVID guadagnerà 13 miliardi di dollari nel 2021.[35]

Come notato dallo studio legale Matthews and Associates, “la storia di Pfizer è piena di così tanti sotterfugi e affari sottobanco che l’azienda avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile per promuovere la fiducia nel suo vaccino COVID assemblato frettolosamente”.[36] La strategia chiave per aumentare la fiducia, purtroppo, è la censura.

Quale “nuovo stile di vita” promette Pfizer?

Il modo più veloce per tornare alla normalità, sostiene Bourla nella sua intervista al Consiglio Atlantico, è che tutti si vaccinano. Considerando quanto piccole cose siano cambiate nonostante i massicci tassi di vaccinazione, sembra chiaro che i globalisti responsabili di The Great Reset – e Pfizer fa parte di quel branco – non hanno intenzione di permettere che nulla torni alla normalità. Non importa quanti si adeguano o quante volte ci si adegua

L’Australia è forse l’illustrazione più chiara di ciò che il mondo intero dovrà affrontare. Anche se la maggioranza è “vaccinata”, le loro libertà non sono state restituite, e ora devono sottomettersi a booster o perdere quella parvenza di libertà che il giro iniziale di colpi ha dato loro. Il governo australiano sta confiscando e bloccando i conti bancari delle persone, trattenendo i sussidi di disoccupazione e altro ancora, tutto in nome della “salute pubblica”.

Bourla indica persino che non si può tornare alla vecchia normalità quando afferma: “L’unica cosa che si frappone tra il nuovo stile di vita e l’attuale stile di vita è … l’esitazione alle vaccinazioni”.

Nuovo stile di vita. Che aspetto ha questo “nuovo modo di vivere”? Sembra l’Australia. Sembra Israele. Sembra la Lituania,[37] dove il tuo “diritto” a frequentare ristoranti, negozi, centri commerciali, saloni di bellezza, biblioteche, banche, agenzie assicurative e università, e il tuo “diritto” a cure mediche ospedaliere e viaggi, dipendono tutti dalla tua volontà di partecipare a un esperimento medico che può ucciderti o disabilitarti.

Il “nuovo stile di vita” di cui parla Bourla prevede di giocare ripetutamente alla letale roulette russa solo per “guadagnarsi” il diritto di far parte della società. No grazie. Bourla può mantenere il suo “nuovo stile di vita”.

Fonti & Referenze

1 Facebook Atlantic Council November 9, 2021
2 Washington Post November 9, 2021
3 Washington Post November 9, 2021 Live Update
4, 12, 14 CCDH, The Disinformation Dozen
5 The Defender December 2, 2021
6 Eurasia Review May 21, 2021
7 Event 201
8 Computerworld September 14, 2007
9 Center for American Progress Simon Clark
10 New York Times May 3, 2021 (Archived)
11, 15 Mint Press News August 2, 2018
13 Facebook August 18, 2021
16 We Are Change May 15, 2020
17 Pharmaphoroum Pfizer History
18 The BMJ 2021; 375: n2635
19 The Independent March 23, 2014
20 The Atlantic December 27, 2010
21, 25, 27, 36 Corporate Research Project February 3, 2017
22 Healthcare Policy 2010 May;5(4):16-25
23 SGT Report January 7, 2021
24 CorpWatch August 8, 2012
26 Corporate Research Project Pfizer
28 Matthews & Associates Pfizer Rap Sheet
29, 32, 35 Global Justice, The Horrible History of Big Pharma
30 ProPublica Big Pharma’s Big Fines
31 CNN April 2, 2010
33 DOJ October 21, 2011
34 Reuters August 6, 2014
37 Twitter Gluboco Lietuva October 7, 2021

Dr. Mercola


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: