Il tossicologo mette in guardia contro il COVID Jabs

05 dicembre 2021; Analisi del Dr. Joseph Mercola [Fact Checked]

Janci Chunn Lindsay, Ph.D., è un biologo molecolare e tossicologo e direttore di tossicologia e biologia molecolare per Toxicology Support Services LLC. Il 23 aprile 2021, ha rilasciato un commento pubblico di tre minuti al Comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione (ACIP) dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

La storia in breve
  • Janci Chunn Lindsay, Ph.D., biologa molecolare e tossicologa, ha chiesto l’interruzione immediata dei vaccini COVID-19 mRNA e DNA a causa di molteplici problemi di sicurezza
  • C’è una preoccupazione credibile che i vaccini COVID reagiranno in modo incrociato con la sincitina (una proteina dell’involucro retrovirale) e i geni riproduttivi nello sperma, negli ovuli e nella placenta in modi che potrebbero compromettere la fertilità e gli esiti riproduttivi
  • Nel caso delle iniezioni COVID non sono stati fatti importanti studi sugli animali che aiutino ad accertare effetti tossici e sistemici. Ora stiamo assistendo a segnali di pericolo che non vengono ascoltati. I risultati preliminari sulla sicurezza dei colpi di mRNA COVID utilizzati nelle donne in gravidanza, pubblicati nell’aprile 2021, hanno rivelato un tasso di aborto spontaneo dell’82% quando il vaccino è stato somministrato durante le prime 20 settimane di gravidanza
  • I dati del CDC rivelano che più di 300 bambini di età compresa tra 12 e 18 anni sono morti di miocardite, un effetto collaterale ora riconosciuto del vaccino COVID, ma il vaccino è ora autorizzato per i bambini di 5 anni.
  • Poiché le terapie geniche del COVID non prevengono l’infezione, ma solo attenuano i sintomi, in realtà sono un trattamento, non una prevenzione. E sono disponibili trattamenti molto più sicuri ed efficaci, tra cui perossido nebulizzato, ozono terapia e regimi di idrossiclorochina e ivermectina

La sua competenza è l’analisi delle dosi-risposte farmacologiche, della biologia meccanicistica e delle complesse dinamiche di tossicità. Nel suo commento ACIP (vedi video sotto), Lindsay ha descritto come ha aiutato lo sviluppo di un vaccino contraccettivo negli anni ’90 che ha finito per causare la distruzione autoimmune e la sterilità involontarie negli animali che, nonostante un’attenta pre-analisi, non era stata prevista. Lei spiega:

“Stavamo sviluppando quello che doveva essere un vaccino contraccettivo temporaneo, che era molto attraente perché preveniva la fecondazione piuttosto che prevenire l’impianto – o avrebbe dovuto; questa era l’idea.
Sfortunatamente, anche se sono state fatte molte analisi in diversi modelli animali per assicurarsi che non avesse un’azione autoimmune, ha finito per avere un’azione autoimmune e ha causato la completa distruzione delle ovaie.
Ora è usato in quel modo [per la sterilizzazione permanente] in cani, gatti e altri animali. Quindi, questo è un ammonimento su come gli studi sugli animali possono aiutarci a evitare errori negli esseri umani quando vengono usati correttamente e quando vengono fatti studi sugli animali adeguati”
.

Potremmo sterilizzare un’intera generazione

Il video potrebbe non funzionare su tutti i browser

All’epoca, ha chiesto l’interruzione immediata dei vaccini contro l’mRNA e il DNA di COVID-19 a causa di problemi di sicurezza su più fronti. In particolare, ha notato che esiste una credibile preoccupazione che possano reagire in modo incrociato con la sincitina (una proteina dell’involucro retrovirale) e i geni riproduttivi nello sperma, negli ovuli e nella placenta in modi che potrebbero “compromettere la fertilità e gli esiti riproduttivi”.

Non uno studio ha smentito questa ipotesi, ha osservato. Un’altra teoria su come queste iniezioni potrebbero compromettere la fertilità può essere trovata in uno studio del 2006,[1] che ha mostrato che lo sperma può assorbire mRNA estraneo, convertirlo in DNA e rilasciarlo come piccole palline (plasmidi) nel mezzo attorno all’uovo fecondato.

L’embrione quindi prende questi plasmidi e li trasporta (li sostiene e li clona in molte delle cellule figlie) per tutta la sua vita, trasmettendoli anche alle generazioni future. È possibile che gli pseudo-esosomi che sono i contenuti dell’mRNA siano perfetti per fornire allo sperma l’mRNA per la proteina spike.

Quindi, potenzialmente, una donna vaccinata che rimane incinta di un embrione in grado (tramite i plasmidi degli spermatozoi) di sintetizzare la proteina spike secondo le istruzioni del vaccino, avrebbe una capacità immunitaria per attaccare quell’embrione a causa della proteina “estranea”. viene visualizzato sulle sue celle. Questo quindi causerebbe un aborto spontaneo.

“Potremmo potenzialmente sterilizzare un’intera generazione”, ha avvertito Lindsey. Il fatto che ci siano stati nati vivi dopo la vaccinazione contro il COVID-19 non è una prova che queste iniezioni non abbiano un effetto riproduttivo, ha affermato.

Lindsay ha anche sottolineato che le segnalazioni di irregolarità mestruali ed emorragie vaginali nelle donne che hanno ricevuto le iniezioni sono migliaia,2,3,4 e anche questo suggerisce effetti sulla riproduzione. In questa intervista, approfondiremo questi meccanismi.

Qualcosa è andato terribilmente storto

Alla domanda su come abbia finito per essere coinvolta così appassionatamente in questo argomento controverso, Lindsay risponde:

“Mi sono interessata al problema perché la scienza non aveva più senso. Ad esempio, l’immunità di gregge veniva ridefinita. L’immunità di gregge è sempre stata definita da una combinazione dell’infezione naturale con pratiche di vaccinazione che funzionano.
Improvvisamente, l’immunità di gregge è stata cambiata per essere ottenuta solo attraverso la vaccinazione, e sapevo che era terribilmente sbagliato, eppure veniva propagandato ovunque. È stato certamente propagandato da [Dr. Anthony] Fauci e altri che ne sanno di più.
Altre cose stavano accadendo anche all’interno del mondo scientifico. Due delle nostre riviste di alto livello, The New England Journal of Medicine e The Lancet, hanno pubblicato studi fraudolenti sull’idrossiclorochina.
Apparentemente erano passati attraverso la revisione tra pari, e avrebbe dovuto essere facile cogliere gli errori in questi studi – così come molti altri studi che consentono l’autorizzazione all’uso di emergenza di queste terapie geniche – e non sono stati scoperti.
L’idrossiclorochina e l’ivermectina sono molto sicure. Sono stati usati in modo sicuro in donne incinte e bambini per decenni, e improvvisamente sono stati diffamati come se non fossero sicuri. Come tossicologo, so che sono al sicuro.
Quindi, questo tipo di cose ha davvero attirato la mia attenzione insieme a tutte le cose che accadono in background rispetto al Nuovo Ordine Mondiale e all’agenda stabilita dal World Economic Forum, e la nostra adesione a questo, insieme a tanti altri paesi , nonostante il loro intento, i loro materiali, che affermano che la vita sarà cambiata come la conosciamo.
“Non possederemo nulla e saremo felici [a riguardo]” in pochi anni. Tutte queste cose convergevano per me nella sensazione che qualcosa fosse andato terribilmente storto, che i nostri istituti di regolamentazione fossero stati catturati e che le nostre riviste scientifiche non fossero più oneste…
C’è un documento uscito nel 2006 chiamato “Misure di mitigazione della malattia nel controllo dell’influenza pandemica”.[5] Questo documento è meraviglioso. Passa attraverso le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità e del CDC su come reagire durante una pandemia, cosa funziona e cosa non funziona, e sottolinea chiaramente che le mascherine non funzionano.
Sapevano a quel punto che non funzionavano. Limitazioni e blocchi di mobilità non funzionano. È un articolo meraviglioso per esaminare praticamente tutto ciò che abbiamo fatto in risposta a questa pandemia e possiamo dire che è un modo inappropriato di rispondere, e abbiamo dati scientifici che lo dimostrano. Quindi, incoraggio tutti a tornare a quel documento … per vedere davvero quanto siamo diventati pazzi nelle regole che non hanno alcun senso scientifico”
.

Un enorme segnale di pericolo viene ignorato

Come notato da Lindsay, nel caso delle iniezioni COVID non sono stati fatti importanti studi sugli animali che aiutino ad accertare effetti tossici e sistemici. Ma stiamo ancora vedendo segnali di pericolo che devono essere ascoltati.

I risultati preliminari sulla sicurezza dei colpi di mRNA COVID utilizzati nelle donne in gravidanza, basati sui dati del registro V-Safe, sono stati pubblicati sul New England Journal of Medicine (NEJM) nell’aprile 2021.[6]

Secondo questo documento, il tasso di aborto spontaneo entro le prime 20 settimane di gravidanza era del 12,5%, che è solo leggermente al di sopra della media normale del 10%. (Guardando i dati statistici, il rischio di aborto spontaneo scende da un tasso di rischio medio complessivo del 21,3% per l’intera durata della gravidanza, ad appena il 5% tra le settimane 6 e 7, fino all’1% tra le settimane 14 e 20.[7])

Tuttavia, c’è un problema distinto con questo calcolo, come evidenziato da Drs. Ira Bernstein e Sanja Jovanovic, e Deann McLeod, HBSc, di Toronto. In una lettera del 28 maggio 2021 all’editore, hanno sottolineato che:[8]

“Nella tabella 4, gli autori riportano un tasso di aborti spontanei <20 settimane (SA) del 12,5% (104 aborti/827 gravidanze completate). Tuttavia, questo tasso dovrebbe essere basato sul numero di donne che erano a rischio di SA a causa della ricezione del vaccino e dovrebbe escludere le 700 donne che sono state vaccinate nel terzo trimestre (104/127 = 82%).”

In altre parole, quando si escludono le donne che hanno ricevuto l’iniezione nel terzo trimestre (dal momento che il terzo trimestre è DOPO la settimana 20 e quindi non dovrebbe essere contato nel determinare il tasso di aborto spontaneo tra quelli iniettati PRIMA della settimana 20), il tasso di aborto è enorme 82 %.

Di questi 104 aborti, 96 di questi si sono verificati prima delle 13 settimane di gestazione, il che suggerisce fortemente che ottenere un vaccino contro il COVID durante il primo trimestre è una ricetta assoluta per il disastro.

“Hanno concluso, in modo molto fraudolento, secondo me, che era sicuro vaccinare nel terzo trimestre e non hanno detto nulla sul chiaro segnale di sicurezza nel primo trimestre”, afferma Lindsay. “È così disonesto, così volutamente manipolativo”.

Per quanto riguarda le donne che ottengono l’iniezione nel loro terzo trimestre, non si sa ancora quali potrebbero essere le ramificazioni a lungo termine.

“Semplicemente non lo sappiamo, e questo è il problema”, dice Lindsay. “Ci sono tutti i tipi di cose che possono andare storte con questi tipi di terapie e sono andate male nei modelli animali. Non sappiamo cosa accadrà in futuro per queste donne o per i loro figli. Questo potrebbe essere trasmesso.
Stiamo vedendo ora molte menzioni dell’espressione costitutiva, sia che si tratti dell’incapacità dell’mRNA di degradarsi o dell’integrazione nel genoma. Questo è ancora oggetto di indagine”
.

I bambini muoiono di miocardite indotta da COVID Jab

Lindsay continua citando un rapporto del CDC che mostra che più di 300 bambini di età compresa tra 12 e 18 anni sono morti di miocardite, un effetto collaterale ora riconosciuto del vaccino COVID.

Sappiamo anche, basandoci in parte sulla testimonianza di informatori, che più di 50.000 americani sono morti entro tre giorni da questi colpi,[9,10] e questo solo da un database (il Vaccine Adverse Event Reporting System o VAERS). Ci sono altri 10 database che alimentano il CDC a cui il pubblico non ha accesso.

“Questo numero di morti è spaventoso e allarmante”, dice Lindsay. “Dott. Peter McCullough afferma che il segnale di sicurezza per i vaccini tipici, oltre a questa terapia genica, sarebbe stato di circa 186 in totale. Ora siamo fino a (17.128 decessi segnalati in VAERS, a partire dal 15 ottobre 2021[11]), ma non l’hanno messo in pausa nei bambini.
Non l’hanno messo in pausa mentre indagano sulla miocardite. Invece, lo stanno spingendo ancora di più. è mai successo prima? Voglio dire, questo accade in uno scenario in cui la popolazione è sostanzialmente a rischio zero per la malattia? …
Le sole morti cardiache nei bambini perfettamente sani, e le morti per embolia polmonare nei bambini, avrebbero dovuto fermarlo. Non sono a rischio [da COVID-19]. Non c’è motivo per vaccinarli, assolutamente zero motivi per somministrare loro queste terapie geniche perché non corrono alcun rischio [dall’infezione] …
Sai che [lo sparo] sta causando insufficienza cardiaca, embolia polmonare, arresto cardiaco in adolescenti sani e non ti stai fermando per indagare sullo scenario rischio contro ricompensa? Qualcosa è terribilmente sbagliato.
Sfortunatamente, le nostre istituzioni di regolamentazione non lo fermeranno. Sono stati chiaramente catturati. È qualcosa che dovremo fare. Vaccinato e non vaccinato devono stare insieme per dire: “No, non farai esperimenti sui miei figli”…
Con i vaccini RSV e i vaccini contro la febbre dengue, abbiamo avuto decessi di bambini molto meno numerosi che hanno fermato anche quelle campagne. È molto, molto chiaro: se non ottieni nient’altro da questa intervista con me, capisci che le nostre agenzie di regolamentazione e sicurezza sono state catturate.
Non stanno facendo il loro lavoro per proteggere te o i tuoi figli. Non devi fidarti di loro, perché non stanno facendo nulla secondo le pratiche che venivano seguite. È chiaro che sono stati catturati e compromessi, e odio dirlo. Mi dispiace davvero dirlo, ma questa è l’unica risposta logica…
Abbiamo anche tutti questi casi rivoluzionari. Se guardi il Michigan, e in realtà sono stato al corrente di alcuni altri database di veri numeri di morte in diversi stati [confrontando] quelli che sono vaccinati e quelli che non lo fanno, e posso dirti che i media stanno mentendo con rispetto ai non vaccinati che costituiscono il 99% dei ricoveri. Stanno assolutamente mentendo”
.

Come il Jab può sabotare la fertilità

Tornando al problema della fertilità, Lindsay cita uno studio di Singapore che ha esaminato la capacità del vaccino COVID di interferire con la fertilità attivando l’anti-sincitina-1. Lo studio ha incluso 15 donne, due delle quali erano incinte. Lei spiega:

“Hanno fatto qualcosa che avevo chiesto di fare molto tempo fa, ovvero misurare gli anticorpi anti-sincitina in un test ELISA. Le sincitine sono conformazionalmente e geneticamente simili alla proteina spike [SARS-CoV-2], questa proteina spike fusogena.
Il pensiero di diversi esperti era che si potesse avere una reazione autoimmune alle sincitine sviluppando una reazione immunitaria alla proteina spike, e quindi ciò avrebbe impedito una gravidanza di successo.
Ma le sincitine sono importanti anche in una serie di malattie psicologiche, come la depressione bipolare. Sono importanti nelle malattie autoimmuni, nel lupus e nella sclerosi multipla. Sono presenti nel muscolo scheletrico. C’è qualche associazione con il cancro al seno. Sono elementi retrovirali antichi davvero importanti.
Ciò che questo studio ha trovato è stato estremamente interessante. Ha scoperto che ognuna di queste donne che erano state vaccinate sviluppava autoanticorpi contro la sincitina-1. Ora, gli autori hanno in qualche modo respinto questo e hanno detto: “Oh, ma non pensiamo che quegli anticorpi fossero abbastanza alti da significare qualcosa”.
Ma c’era una chiara differenza tra i sieri della terapia pre-gene [campione di sangue] ed i sieri post-terapia… Ciò che mostra è che c’è una risposta anticorpale, e il significato di essa, non lo sappiamo davvero. Ma ognuna delle donne ha sviluppato una risposta anticorpale diversa dalla linea di base… e penso che sia probabilmente ciò che sta causando alcune di queste perdite di gravidanza”
.

Il COVID Jabs è un immunocontraccettivo a livello di popolazione?

Alla domanda su quale possa essere, secondo lei, il motivo alla base di questa campagna di iniezioni di massa, visti i chiari segnali di pericolo, lei risponde:

“Credo certamente che escludere che si tratti di una forma di contraccettivo a livello di popolazione sarebbe ingenuo. C’è un documento uscito nel 2005. Si chiama “Valutazione degli epitopi di superficie del trofoblasto fusogeno come bersagli per la contraccezione immunitaria”.[12]
Questo articolo ha cercato di trovare peptidi contraccettivi in ​​persone che avevano già problemi di infertilità e che erano state isolate alla placenta. Quindi, stava adottando un approccio all’indietro, ottenendo i sieri da persone che avevano problemi di fertilità e cercando di vedere cosa avevano gli anticorpi che causavano i problemi di fertilità …
Questo lavoro è stato sponsorizzato dall’OMS e dalla Fondazione Rockefeller [e dal National Institutes of Health]. Nessuna sorpresa lì. È stato poi raccolto da una società chiamata AplaGen che lo ha brevettato nel 2007.
Questi sono peptidi 12-mer, e ce n’è una serie di otto che possono essere usati per indurre la sterilità. Quando lo brevettarono, dissero anche che poteva essere usato per migliorare la sterilità. È interessante notare che è stato anche associato a tutte le cose a cui sappiamo che la sincitina è associata, — lupus, disturbi del muscolo scheletrico, depressione bipolare ed una serie di altre cose.
Anche se non nominano le proteine ​​di sincitina come le proteine ​​bersaglio, hanno lavorato a ritroso da questi peptidi, e poi hanno detto che erano una serie di altre proteine. A volte sappiamo che le proteine ​​possono essere chiamate allo stesso modo in diversi ambiti di scoperta. Quindi, ci vorranno più ricerche, ma è stato sicuramente interessante per me.
Ciò che sottolinea in realtà è che ci sono stati sforzi per utilizzare peptidi o mezzi immunocontraccettivi all’interfaccia del trofoblasto placentare per causare la sterilizzazione … Quindi, sarebbe ingenuo pensare che questo non fosse tenuto in caldo per un uso futuro”
.

Quanto dureranno gli effetti?

Una domanda ovvia è: quanto tempo potrebbero durare questi effetti? Sono per tutta la vita? Naturalmente, qualsiasi risposta che avremo qui sarà solo ipotetica, poiché gli studi semplicemente non sono stati fatti. Detto questo, con il suo background in biologia molecolare, Lindsay è almeno qualificata per teorizzare.

L’mRNA è estremamente fragile, motivo per cui viene utilizzato un nanolipide con un sistema di somministrazione di glicole polietilenico. Inoltre, circa il 30% dell’mRNA è stato geneticamente modificato per ridurre la degradazione. Di conseguenza, l’mRNA iniettato è molto più robusto dell’mRNA naturale.

Inoltre, i nanoliposomi consentono una penetrazione superiore nei tessuti e ora sappiamo che si diffonde in tutto il corpo. Non rimane nel tuo deltoide. Tuttavia, non è ancora noto per quanto tempo questo mRNA modificato e stabilizzato rimanga vitale. Una domanda a corollario è se questo mRNA potrebbe essere integrato nel tuo genoma per diventare un appuntamento fisso.

“La risposta è che non lo sappiamo per certo”, dice Lindsay. “Naturalmente, con i vaccini del vettore adenovirale [Janssen e AstraZeneca], sono più inclini all’integrazione nel genoma. Lo sappiamo dagli studi sugli animali e dagli esperimenti passati.
Con la tecnologia dell’mRNA, non abbiamo mai stabilizzato qualcosa del genere in questo modo. Quello che sappiamo è che sono usciti studi recenti – il gruppo di Bruce Patterson e un altro gruppo – entrambi hanno scoperto che la proteina spike viene espressa, è presente sui monociti, fin dal tempo in cui le persone hanno ricevuto la terapia genica.
Quindi, questo ci dà un’indicazione che è sicuramente resistente al degrado. Più a lungo rimane in giro ed è resistente alla degradazione, più è probabile che si verifichino eventi di integrazione genomica. Ma non so la risposta se diventerà o meno una caratteristica permanente”
.

Fai una scelta razionale

Come spiegato da Lindsay, nessun vaccino contro il coronavirus è mai stato immesso sul mercato con successo, nonostante 20 anni di sforzi. Tutti hanno fallito a causa del potenziamento dipendente dall’anticorpo, in cui la vaccinazione facilita l’infezione piuttosto che proteggerla.

“Se tutte queste terapie geniche non fanno altro che ridurre le malattie, allora non sono un vaccino, sono un trattamento. Devi usare il tuo buon senso per dire, perché non dovrei usare un trattamento che è noto per essere sicuro oltre 70 anni rispetto a uno che è nuovo di zecca, che è sperimentale?”.

~ Janci Chunn Lindsay, Ph.D

Ora, dobbiamo credere che un “vaccino” contro il coronavirus sicuro ed efficace sia stato sviluppato in pochi mesi. Fa anche un altro punto importante. Poiché le terapie geniche del COVID non prevengono l’infezione, ma solo attenuano i sintomi, in realtà sono un trattamento, non una prevenzione.

E sono disponibili trattamenti molto più sicuri ed efficaci, tra cui perossido nebulizzato, ozono terapia e regimi di idrossiclorochina e ivermectina.

“Se tutte queste terapie geniche non fanno altro che ridurre le malattie, allora non sono un vaccino, sono un trattamento”, dice. “Sono un trattamento di cui non si conoscono le conseguenze a medio o lungo termine, che hanno già causato una serie di eventi avversi. Devi usare il tuo buon senso per dire, perché non dovrei usare un trattamento che è noto per essere sicuro da oltre 70 anni invece di uno che è nuovo di zecca, che è sperimentale?”

Altri segnali di sicurezza

A parte i problemi di fertilità, l’infiammazione del cuore e i coaguli di sangue, un altro effetto collaterale osservato tra i “vaccinati” è il diabete di tipo 1 de novo negli adulti. Ciò ha senso considerando che lo studio sulla biodistribuzione di Pfizer ha mostrato che la proteina spike si accumula nel pancreas. Anche l’infezione naturale da SARS-CoV può avere questo effetto.

Il diabete di tipo 1 è un problema serio, poiché ti lascia metabolicamente handicappato per il resto della tua vita, dipendente da iniezioni di insulina estremamente costose. I medici segnalano anche un aumento del cancro al pancreas e della leucemia mieloide acuta.

Dove andiamo da qui?

“Molti scienziati e medici si sentono come me e stanno cercando di capire dove andremo da qui”, dice Lindsay, “perché le nostre tipiche agenzie di sicurezza e regolamentazione sono state compromesse”. Crede che dobbiamo continuare a condividere i dati e i fatti che i media mainstream si rifiutano di discutere e continuare a esortare coloro che hanno ricevuto il jab a proteggere almeno i propri figli.

“Dobbiamo restare uniti come un solo popolo e dire che non lo accetteremo, soprattutto per i nostri figli, e cercare di andare a fondo di questo e vedere cosa c’è veramente dietro tutti questi sforzi. Si tratta davvero di un virus o si tratta più di altre motivazioni e campagne politiche, come sembra essere?”

Sono meno ottimista sull’idea di rompere il lavaggio del cervello per convincere le persone a non sacrificare i propri figli. Così tanti hanno le loro menti cementate con le informazioni sbagliate. Potrebbero far iniettare a loro fratello, sorella, madre o padre l’iniezione e morire con l’ago ancora sul braccio, e sarebbero comunque usciti per ottenere un richiamo il giorno successivo.

L’ho visto così tante volte. I miei amici, i loro genitori, i loro fratelli e le persone care: c’è questa barriera che impedisce qualsiasi apertura a nuove informazioni. Hanno preso la loro decisione. Mark Twain ha detto:

“È molto più facile ingannare qualcuno che convincerlo che è stato ingannato”.

Mark Twain

Ed è vero.

Quindi, mentre siamo d’accordo che dobbiamo continuare a provare e avere fede che la verità prevarrà, penso anche che sia importante avere aspettative realistiche. Siamo di fronte alla campagna di propaganda più efficace della storia moderna.

È una guerra psicologica al suo meglio.

Dal mio punto di vista, essendo un realista pragmatico, credo che la strategia migliore sia quella di rafforzare e supportare coloro che non hanno creduto alla narrativa della propaganda per cominciare, perché non lottano con quella dissonanza cognitiva. Se restiamo uniti e ci sosteniamo a vicenda, in modo che nessuno di noi venga risucchiato nella follia, allora possiamo almeno preservare il gruppo di controllo.

Alla fine, la verità verrà fuori, finché potremo preservare il gruppo di controllo. Tra un anno o due, o tre, saremo chiaramente in grado di dire quanto sia stato devastante questo intervento semplicemente confrontando i due gruppi. Sospetto che coloro che hanno ricevuto l’iniezione saranno gravemente storpi in vari modi, e coloro che non hanno ottenuto l’iniezione avranno una salute molto migliore in confronto.

“Sono assolutamente d’accordo che dobbiamo preservare un gruppo di controllo. Dobbiamo anche pensare a come possiamo aiutare coloro che sono stati feriti. L’ho messo in evidenza in una lettera che ho scritto di recente, sostenendo il dottor McCullough.
Le persone che hanno ricevuto questa vaccinazione, se hanno effetti a medio e lungo termine, se neghi che ci siano effetti avversi davvero in corso, allora gli sforzi in quei trattamenti per le persone che stanno avendo effetti collaterali non ci saranno . Dobbiamo accettare che questi [effetti collaterali] siano reali per aiutare le persone che hanno già preso le vaccinazioni, e credo che dobbiamo provarci”
.

Fonti e Referenze

1 Molecular Reproduction and Development 73(10):1239-46 (PDF)
2 MSN April 10, 2021
3 UK Gov Yellow Card Report Unspecified Brand March 28, 2021 (PDF)
4 Life Site News April 19, 2021
5 Biosecurity Bioterror 2006; 4(4): 366-375
6 NEJM 2021; 384: 2273-2282 (PDF)
7 Medical News Today January 12, 2020
8 Wayback NEJM Letter to the Editor June 27, 2021 (PDF)
9 US District Court of Alabama Civil Action No. 2:21-cv-00702-CLM (PDF)
10 The Defender July 20, 2021
11 OpenVAERS Data as of October 15, 2021
12 Contraception April 2005; 71(4): 282-293

Fonte: Dr. Mercola


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: