Ho un riflesso involontario ogni volta che…

  • La Groenlandia ha guadagnato 9 Gigatoni di neve e ghiaccio domenica;
  • L’Australia ha sofferto il più freddo novembre dal 1999;
  • Minime mensili (e nevicate rare) cadono alle Hawaii

6 dicembre 2021; articolo di Cap Allon

Dr. Murray Salby: “Ho un riflesso involontario di vomito ogni volta che qualcuno dice che la scienza è risolta. Chiunque pensi che la scienza sia risolta su questo argomento è nella fantasia”.

Domenica la Groenlandia ha guadagnato 9 Gigatoni di neve e ghiaccio

I dati dell’Istituto meteorologico danese (DMI) mostrano che lo scioglimento dei ghiacci della Groenlandia è rallentato in modo significativo nell’ultimo decennio e che la tendenza è ora passata a una crescita.

I tizzi dei media sulla “perdita di ghiaccio di massa” sono selvaggiamente infondati.

Come tracciato su Electroverse, la calotta glaciale della Groenlandia è andata sempre meglio negli ultimi anni.

Dal 2016 è stato rilevato un forte aumento del bilancio di massa superficiale (SMB), un calcolo utilizzato per determinare la “salute” di un ghiacciaio, e i record giornalieri/mensili sono stati regolarmente superati.

Decenni di misurazioni satellitari affidabili hanno consentito di rilevare le tendenze e, anche se è vero che l’isola più grande del mondo ha perso massa dal 1995 al 2012, questa tendenza si è ora invertita. Come la graduale virata di una nave, dal 2010 al 2015, la SMB della Groenlandia ha cambiato rotta e da allora ha seguito una traiettoria ascendente.

Questo è chiaramente visibile nel grafico sottostante che traccia il bilancio di massa totale dal 1985:

[Die kalte Sonne]

Il 2021 ha continuato quella tendenza di crescita iniziata nel ≈2012: guadagni da record sono stati registrati sulla calotta glaciale della Groenlandia per tutto l’anno, inclusi alcuni che sono letteralmente “fuori dalle classifiche”:

Picco delle PMI “fuori dagli schemi” a fine maggio 2021 [DMI]

Più di recente, anche i guadagni di domenica (mostrati di seguito) continuano la tendenza.

I 9 Gigatoni registrati il 5 dicembre sono stati senza precedenti per la giornata e, secondo i dati DMI (che risalgono al 1981), sono stati tra i più grandi accumuli giornalieri mai visti sulla calotta glaciale.

Nota: 9 Gts sono sufficienti per seppellire Central Park, New York, sotto i 10.000 piedi di ghiaccio.

Questi guadagni impressionanti hanno spinto l’SMB della calotta glaciale al di sopra della media 1981-2010 (mostrata di seguito).

Questa tendenza al rialzo dovrebbe continuare nelle prossime settimane/mesi a causa delle previsioni meteorologiche favorevoli.

Se vuoi una prova dell’offuscamento dei media tradizionali e delle sciocchezze che guidano l’agenda, non devi guardare oltre il loro rapporto sulla calotta glaciale della Groenlandia. I dati di cui sopra rivelano la realtà, tuttavia i seguenti titoli indicano come le masse vengono (dis)informate: “Perdita record di esperienze di calotta glaciale in Groenlandia”, ha riportato di recente il Washington Post; “Monitoraggio satellitare dei punti salienti dello scioglimento dei ghiacci della Groenlandia che aumentano il rischio globale di inondazioni”, si legge in un titolo di scitechdaily.com di novembre 2021.

La scienza, in tutti i campi, è stata dirottata da interessi costituiti. Quella citazione del Dr. Paul Reiter suona di nuovo vera: “Per quanto riguarda la scienza che viene “sistemata”, penso che sia un’oscenità. Il fatto è che la scienza viene distorta da persone che non sono scienziati”.

L’Australia ha sofferto il più freddo novembre dal 1999

Lo stato australiano del Nuovo Galles del Sud ha vissuto il mese di novembre più freddo della storia registrata il mese scorso (in dati risalenti al 1800), ma anche l’intero continente australiano ha avuto un freddo eccezionale, soffrendo il novembre più freddo dal 1999.

Secondo il Bureau of Meteorology (BOM) australiano, l’anomalia della temperatura media della nazione ha chiuso un enorme -1,25°C al di sotto della linea di base 1991-2020; ha persino terminato un impressionante -0.63°C sotto la vecchia linea di base 1961-1990 (un’era storicamente fresca).

[BOM]

“Era una combinazione di copertura nuvolosa e abbiamo anche visto solo alcuni fantastici focolai” durante il mese di novembre, ha affermato Agata Imielska, manager delle operazioni NSW e ACT dell’ufficio. Con il riscaldamento di fondo dovuto al cambiamento climatico “questi giorni sono più insoliti rispetto a ciò che vediamo generalmente”, ha detto.

Non possono aiutare se stessi, vero? È oltre uno scherzo ora. È doloroso da guardare. È fraudolento. Quando quel centesimo alla fine diminuirà – considerando la realtà del nostro clima rinfrescante – ragazzo, cadrà forte – sarà assolutamente devastante.

Minime mensili (e nevicate rare) cadono alle Hawaii

Negli ultimi giorni storiche e rare bufere di neve hanno colpito le Hawaii.

Il massimo di ieri di 21,1°C a Honolulu potrebbe non sembrare così freddo, ma la lettura è ora la nuova temperatura massima minima della città mai registrata per il mese di dicembre. È stato anche il massimo più basso di Honolulu per qualsiasi mese dell’anno da quando il 68°F (20°C) è tornato indietro nel gennaio 1979:

Durante il fine settimana, sono stati emessi rari avvisi di bufera di neve sulle vette delle isole, avvisi che sono ancora in vigore.

Le vette di Maunakea e Mauna Loa stanno soffrendo nevicate storiche, riporta bigislandvideonews.com, mentre piogge torrenziali e temporali, “capaci di produrre inondazioni catastrofiche”, stanno colpendo le quote più basse, si legge nell’avvertimento del National Weather Service a Honolulu.

Mentre scrivo, prevalgono condizioni di bufera di neve sulle vette delle isole Hawai’i dove sono previsti accumuli aggiuntivi di 8 e più pollici e venti che supereranno i 200 km/h nelle prossime ore.

“I viaggi dovrebbero essere limitati alle sole emergenze”, continua l’avvertimento del NWS.

“La neve soffiata ridurrà significativamente la visibilità a volte, con periodi di visibilità zero”, ha aggiunto l’agenzia.

Altrove

Palau

Spostandosi di 4.800 miglia a ovest delle Hawaii e nella regione della Micronesia dell’Oceano Pacifico occidentale, Palau, un arcipelago di oltre 500 isole, ha osservato la sua temperatura di dicembre più fredda di sempre il 3 dicembre.

Anche la lettura di 70°F (21.1°C) impostata all’aeroporto internazionale di Koror è stata di appena 1°F rispetto al minimo storico dell’isola per qualsiasi mese dell’anno.

Neve Europea

Pesanti nevicate hanno martellato l’Europa di recente.

Sabato, una valanga di inizio stagione ha colpito la regione austriaca di Salisburgo uccidendo tre persone e ferendone due.

Si prevede che la neve da record persisterà IN TUTTO il continente europeo, incluso nel Regno Unito, dove Scottish and Southern Electricity Networks ha affermato che l’elettricità è stata completamente ripristinata solo oggi (6 dicembre) in tutte le 135.000 case colpite dall’evento meteorologico “una volta nella generazione” su 26 novembre.

Rimanendo in Gran Bretagna, un fronte artico precipitoso sta per combinarsi con la tempesta atlantica recentemente nominata “Barra” – secondo l’ultimo modello (mostrato sotto), la combo minaccia la neve da record di inizio dicembre fino all’estremo sud dell’Inghilterra sudoccidentale.

Storm Barra entrerà nell’Europa continentale entro la fine della settimana e, insieme ad altri fronti, fornirà dei totali davvero sorprendenti con l’avanzare del mese di dicembre:

GFS Total Snowfall (cm) Dec 6 – Dec 22 [tropicaltidbits.com].

Gli Stati Uniti

Questa settimana si avvertirà un cambiamento da condizioni insolitamente miti in tutto lo stagno.

La corrente a getto sta affondando a sud a partire da lunedì 6 dicembre, il che porterà condizioni polari estreme nelle parti settentrionali, centrali e orientali degli Stati Uniti:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Dec 6 – Dec 7 [tropicaltidbits.com]

Pesanti nevicate hanno già colpito parti del nord, incluso il Dakota del Nord, che domenica ha visto condizioni quasi di bufera di neve con neve soffiata; ma c’è molto di più da dove proviene, in particolare per il Midwest e il Nordest.

GFS Total Snowfall (cm) Dec 6 – Dec 16 [tropicaltidbits.com]

Resta sintonizzato per gli aggiornamenti.

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


2 pensieri riguardo “Ho un riflesso involontario ogni volta che…

  1. probabilmente ai media giornalistici conviene più parlare del caldo che non del freddo, non fosse altro che per non doversi rimangiare tutte le profezie sul clima che hanno portato avanti negli ultimi 20 anni…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: