Un Netto Calo dell’Attività Solare

  • Il mese scorso ha visto un netto calo dell’attività solare;
  • FMI rileva un forte aumento della massa di neve;
  • L’Istituto meteorologico danese ha scoperto la manomissione dei dati?

9 dicembre 2021; articolo di Cap Allon

Dr. Richard Lindzen: “Il processo IPCC è guidato dalla politica piuttosto che dalla scienza. Usa i riassunti per travisare ciò che dicono gli scienziati e sfrutta l’ignoranza pubblica”.

Il mese scorso ha visto un netto calo dell’attività solare

Il ciclo solare 25, dopo un inizio un po’ focoso, sta ora assistendo a una forte diminuzione dell’attività: la progressione del ciclo è scesa in modo significativo a novembre e ora solo 1 o 2 punti relativamente “deboli” stanno costellando la superficie del sole in un dato momento:

Il ciclo solare 25 è iniziato in modo quasi identico al ciclo precedente, 24, che a sua volta è stato il più debole degli ultimi 100 anni.

Di seguito è riportato SC25 rispetto ai quattro cicli precedenti (24, 23, 22 e 21).

Nota come SC25 e SC24 ridotti sono accanto alle loro controparti più recenti. Nota anche come i due siano simili tra loro, suggerendo che questo è davvero un periodo “multiciclo” di attività solare in cui siamo entrati.

Il prossimo è un confronto diretto di SC25 e SC24 con i cicli del Centennial Minimum (≈1880-1914).

Ancora una volta, si noti come i cicli moderni siano più deboli di quelli durante il CM, segnalando che quello in cui siamo entrati non è solo un periodo “multiciclo” di ridotta produzione solare, ma anche uno significativamente “più profondo” di quello subito anche durante il fine ‘800/inizio ‘900.

Quello in cui ci troviamo è un lungo periodo di bassa attività solare che non si vedeva dal minimo di Dalton (1795-1835).

Il DM ha eseguito i cicli solari 5-7, tre cicli in cui è possibile “far cadere” l’SC24 recentemente completato (vedi sotto) e non sembrare fuori posto. Infatti, dopo l’inizio infuocato di SC24, simile a quello che abbiamo visto in SC25, la flessione che ha subito è stata in realtà più pronunciata di quella di SC5-7:

SC24 (highlighted) compared with SC5, 6 and 7 [spaceweatherlive.com]

Come per TUTTI i precedenti periodi pluridecennali di bassa attività solare, il Dalton Minimum ha portato con sé temperature globali inferiori alla media.

La documentazione storica rivela che la stazione di Oberlach in Germania, ad esempio, ha subito un declino di 2°C in soli 20 anni, che ha devastato la produzione alimentare del paese.

E ora, in linea con il sole calante di oggi, notiamo che le temperature globali stanno nuovamente scendendo.

Dopo un ritardo di circa 10 anni, dalla fine del Grand Solar Maximum (1914-2007), le temperature troposferiche più basse, a partire da novembre 2021, sono scese di un sostanziale -0,64C rispetto al picco del 2016.

Clicca qui sotto per saperne di più:

E per un “tuffo più profondo” nei minimi (e massimi) del Grand Solar, vedi qui:


FMI rileva un forte aumento della massa di neve

Degno di nota questa settimana è anche che la “Massa totale di neve per l’emisfero settentrionale”, come rilevata dall’Istituto meteorologico finlandese, ha visto un forte aumento della massa martedì 7 dicembre (l’ultimo punto di osservazione).

Ciò porta gli attuali totali di neve a 300 Gigaton al di sopra della media 1982-2012 (un’altra impossibilità secondo l’ipotesi originale del riscaldamento globale dell’IPCC):

[FMI]

L’Istituto meteorologico danese ha scoperto la manomissione dei dati?

Sembrerebbe che l’Istituto meteorologico danese (DMI) possa aver preso una foglia dal “101 per la falsificazione dei dati” della NASA.

A un certo punto tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre di quest’anno, il grafico del volume del ghiaccio marino artico del DMI ha sperimentato una misteriosa “scomparsa” del ghiaccio – questo è rivelato da un confronto diretto tra i grafici del 18 novembre e dell’8 dicembre di seguito (tramite una presentazione):

Il DMI ha inspiegabilmente ridotto i dati sul ghiaccio marino artico dell’intero anno di oltre 2.000 km3 (o più del 12%).

Si noti inoltre che anche gli anni precedenti sono stati rivisti al ribasso, ma solo durante la stagione estiva dello scioglimento.

Non sono state modificate le medie, né la scala, solo i punti dati: tutti sono stati rivisti al ribasso in modo da creare uno scarto dalla media 2004-2013. Sto faticando a non avere altra parola per questo che “frode”.

In precedenza avevo considerato l’Istituto meteorologico danese più affidabile dei loro fratelli più grandi che alterano i dati NOAA e NASA (uso ancora il loro grafico SMB della Groenlandia su Electroverse), ma so che non sono estranei alle controversie.

Nell’estate del 2019, il DMI ha riportato una temperatura “scioccante” di inizio agosto compresa tra 2,7°C (37°F) e 4,7°C (40,5°F) presso la stazione meteorologica di Summit, situata a circa 3.202 m sul livello del mare al centro del calotta glaciale della Groenlandia.

Questa notizia si è diffusa rapidamente in ogni angolo del web allarmista, inclusi CNN e The Guardian; tuttavia, solo pochi giorni dopo, il DMI ha pubblicato un tweet che ritrae la lettura: dopo un “occhiata più da vicino” (qualunque cosa significhi) è stato rivelato che le apparecchiature di monitoraggio avevano dato “risultati errati”. Ironia della sorte, il DMI ha ammesso che la neve pesante aveva causato una scarsa ventilazione intorno ai termometri del sito, aumentando erroneamente la temperatura.

Ho contattato il DMI per un commento sul ghiaccio che scompare, anche se non tratterò il respiro…

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


2 pensieri riguardo “Un Netto Calo dell’Attività Solare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: