Nevicate record in California e Nevada dal 1800

Proprio come nuovo studio falso rivendica “Niente neve” in 35 anni

16 dicembre 2021; articolo di Cap Allon

Dr. John Christy: “Poco noto al pubblico è il fatto che la maggior parte degli scienziati coinvolti con l’IPCC non è d’accordo che il riscaldamento globale si sta verificando. Le sue scoperte sono state coerentemente travisate e/o politicizzate con ogni relazione successiva”.

15 dicembre 2021

Gli Stati Uniti occidentali sono stati colpiti da pesanti precipitazioni questa settimana, che sono cadute come nevicate da record sulle montagne più elevate della regione come sistemi di tempesta arrivati con aria artica discendente.

Come abbiamo riportato ieri, la neve ha colpito la Sierra Nevada della California questa settimana, con un massimo di 2,40 metri, che si è accumulato lungo la catena montuosa, si è presa regionale. Tuttavia, mentre la tempesta si dirigeva ad est ed è entrata nello stato del Nevada, ha tolto un certo numero di storici record di nevicale per il periodo dell’anno.

La neve è caduta attraverso il Nevada martedì, con la città di Elko prendendo in su 7.6 centimetri. I totali più impressionanti sono stati registrati altrove, tuttavia, tra cui nelle città del Nevada centrale di Ely, Eureka, Winnemucca e TonoPah, che hanno distrutto tutti i record di nevicata.

Winnemucca ha riportato 14 centimetri di neve a partire dalla serata di lunedì – una lettura che ha sbloccato il precedente record di tutti i tempi della città per la data, gli 8.5 centimetri sono tornati nel 1889 (minimo solare del ciclo 12 – durante il minimo centenario).

Ely ha registrato 8 centimetri, con un equivalente dell’acqua di 1.2 centimetri – questo è stato quasi raddoppiato il vecchio set di record nel 2012.

Ad Eureka 0.7 di centimetro può sembrare misero, ma è ancora tre volte il record precedente, che è stato fissato solo l’anno scorso, nel 2020.

Nonostante i mal di testa, tali tempeste portano in una regione, hanno segnato un cambiamento significativo per l’ovest siccitoso. E nonostante le affermazioni incessanti di una “siccità senza-fine”, la precipitazione di questa settimana dimostra, ancora una volta, che non dovresti fare tali grandi previsioni quando si tratta del clima – i livelli dell’acqua di Cali hanno ora rimbalzato “Torna leggermente sopra il normale” ha detto David Gomberg, un meteorologo del servizio meteorologico nazionale a Oxnard.

Come previsioni prolungate di bassa attività solare prevede (alias un “grande minimo solare”), un flusso jet-stream discendente ci sta tirando qualcosa come una palla curva: quando l’attività solare è alta il flusso jet-stream è stretto e stabile e segue il suo sentiero, ma quando l’attività solare è bassa (come è ora) che il fiume di aria che scorre 6 miglia sopra le nostre teste diventa debole e ondulato, permettendo che le masse d’aria polarescendano a latitudini atipicamente basse o aria tropicale salire verso le alte latitudini. Il flusso a getto ritorna da un flusso zonale a un flusso meridionale e, a seconda di quale lato ti trovi, sei o in un incantesimo di condizioni meteorologiche fredde o calde, oppure un periodo di condizioni insolitamente secche o bagnate.

Oltre agli accumuli storici visti in Nevada, la tempesta ha anche scaricato fino a 8 piedi di neve tra la zona del lago Tahoe e la montagna Mammoth, e fino a 4 piedi in montagna intorno alla contea di La County – Totali il Centro Sierra Avalanche Warn stanno sovraccaricando il manto nevoso esistente, aumentando la probabilità di “valanghe molto ampie”.

Rischi, queste cadute sane sono arrivate calde sui talloni di un nuovo studio che afferma la neve nelle Sierras potrebbe essere tutto-ma è andata in pochi decenni, il che avrebbe comportato un disastro per il rifornimento dell’acqua della California. Se le emissioni di gas serra devono continuare senza sosta, lo studio va, inverni di neve bassa, o anche nessuna neve, potrebbe diventare un evento regolare in soli 35 anni.

Ma come è il caso di tutte le moderne ricerche sul clima, lo studio è interamente costruito sulla presunzione che la Terra sta riscaldando in linea con l’aumento dei livelli di CO2 atmosferici, non essendo ora in altro modo per ottenere finanziamenti. La carta afferma che le temperature crescenti significheranno più precipitazioni che cadono come pioggia invece di neve, “e la pioggia ha meno potenziale di stoccaggio dell’acqua rispetto alla sua controparte più fredda”, sottolinea Alan Rhoades, uno scienziato di ricerca idroclima e coautore dello studio.

I ricercatori hanno anche fornito un piccolo grafico paternizzato presumibilmente per i comprometti logicamente (AKA MSM):

‘Più neve a sinistra = buona, meno neve a destra (più due alberi in fiamme) = cattivo’.

Solo più tardi nel documento, i ricercatori rivelano che i loro risultati erano principalmente basati su “uno scenario ad alta emissione che non è ancora inevitabile”, e anche meno inchiostro è dato al genuino problemi di rifornimento dell’acqua della California: Gestione.

“La diminuzione del nevicata è solo una delle diverse sfide che affrontano i gestori idrici della California, compresa l’infrastruttura di invecchiamento e il calo della salute dell’ecosistema”, ha dichiarato John Andrew, vicedirettore della resilienza climatica presso il Dipartimento della California della risorsa idrica – una realtà incombente che conduce il governo del Gov. Assegnati più di $ 5 miliardi del suo “pacchetto climatico” da 15 miliardi “verso la risposta alla siccità e la resilienza dell’acqua.

“La conservazione dell’acqua dovrebbe essere un modo di vivere in California”, ha aggiunto Andrew.

Le proiezioni di No Snow “sono un po ‘scioccanti”, ha detto Rhoades dei risultati dello studio.

“Come ragazzo che è cresciuto nella sierra, è un po ‘difficile da arruolare un futuro basso a no-snow.”

Certo che lo è…

… e non siamo ancora entrati in l’inverno, quello meteorologico.

La purezza dell’idiocy in gioco qui – e dalle persone presumibilmente educate, anche tu non conosci i limiti. I ricercatori come Rhoades sono pupazzi della festa AGW, se lo sanno o no, e non hanno chiaramente non appreso nulla dalla lunga lista di fallimenti profetici di Yesteryear.

Non puoi mettere una data in materia di EOTW.

Finirai sempre con l’uovo sul tuo viso:

Vedi anche “La massa di neve nell’emisfero settentrionale si avvia”:

E infine, Rhoades et al chiaramente non si sono nemmeno presi la briga di controllare se il pianeta si sta ancora riscaldando:


Il Washington Post (& Google) attacca Electroverse…?

Non basta enunciare che un articolo è falso: bisogna anche dimostrarlo, non ripetere a paperella concetti che non si conoscono: il consenso è proprio l’anticamera del nazismo e nel secolo scorso iniziò in modi molto simili”.

16 dicembre 2021; di Cap Allon

L’articolo di oggi sarà breve. Devo “combattere gli incendi” dopo essermi svegliato con questa e-mail presumibilmente dal WP:

“Sono un giornalista del Washington Post e sto lavorando a un articolo su una nuova ricerca del Center for Countering Digital Hate. Hanno trovato 50 annunci che sembravano violare la politica di disinformazione di Google, secondo cui la società non pubblicherà annunci su contenuti che contraddicono il consenso scientifico sull’esistenza del cambiamento climatico. Include diversi esempi di electroverse, incluso un post che affermava che non ci sono scienziati credibili che avvertono di una “emergenza climatica” – non una sola. La società ha risposto dicendo che avrebbe cessato la pubblicità con l’elettroverse. Hai un commento?”

Non sono del tutto sicuro di quello che stanno dicendo: il Center for Countering Digital Hate ha trovato esempi di articoli electroverse all’interno degli annunci …? Ne dubito. Ma l’e-mail sembra genuina, quindi farei meglio a darle un po’ di tempo. Finora ho questo: “Non dovrebbe essere considerata una ‘violazione’ essere in disaccordo con una teoria scientifica, non ultima con tanti buchi quanti ha l’AGW”.

Tuttavia, non posso dedicare troppo tempo al mio commento, poiché ho un intenso gioco di Monopoli di 24 ore da finire con i miei tre figli piccoli. Servendo da sfondo, io e mia moglie li abbiamo portati fuori dall’istruzione tradizionale qualche anno fa, cosa che consiglio a tutti i genitori di fare. L’istruzione a casa a volte è difficile, per una moltitudine di ragioni diverse, ma è del tutto necessaria: non alleviamo pecore.


L’Europa prevede un Natale gelido e nevoso

Gli ultimi modelli meteorologici sono raddoppiati sull’Europa, incluso il Regno Unito, quest’anno di fronte a un Natale freddo e nevoso.

Le condizioni di freddo anomalo che prevalgono da metà novembre si protrarranno fino a fine dicembre; in effetti, sembrano destinati a intensificarsi con l’avanzare del mese:

GFS 2m Temperature Anomaly (C) Dec 20 – Dec 29 [tropicaltidbits.com]

Come suggerito, questo focolaio artico fornirà anche salutari scarichi di neve in gran parte del continente:

GFS Total Snowfall (cm) Dec 20 – Dec 31 [tropicaltidbits.com]

Come ho riportato a morte nelle ultime settimane, l’Europa sta attualmente affrontando una grave carenza di energia, dovuta a 1) l’esaurimento delle scorte durante l’inverno storicamente freddo e lungo dello scorso anno e 2) una dipendenza sconsiderata dal fallimento delle energie rinnovabili.

Secondo una recente nota di EnergyScan: i prezzi spot dell’energia in Europa stanno aumentando vertiginosamente, “sollevati dalle previsioni di una maggiore domanda [così come] debole generazione eolica e solare”.

L’ultima cosa di cui il continente ha bisogno è un aumento della domanda di riscaldamento a causa del freddo, ma questo è esattamente ciò che sta ottenendo quando il sole scivola nel suo prossimo ciclo di Grand Solar Minimum. Detto questo, però, questo problema energetico, come tanti dei problemi di oggi (vedi sotto), è in gran parte autoinflitto: l’uomo sembra deciso a spararsi sui piedi, ancora e ancora. O è questa la parte del piano? È questa una componente chiave del Grande Reset?

Proprio ieri (15 dicembre), ai parlamentari britannici è stato detto dalla dottoressa Alina Chan, specialista in terapia genica e ingegneria cellulare al MIT e ad Harvard, che il COVID-19 “molto probabilmente” proveniva dal laboratorio di Wuhan e che il virus potrebbe essere stato “geneticamente modificato”.

Il dottor Chan ha dichiarato al comitato di selezione per la scienza e la tecnologia: “Penso che l’origine del laboratorio sia più probabile che no.

“In questo momento non è sicuro che le persone che conoscono l’origine della pandemia si facciano avanti.

“Ma viviamo in un’era in cui vengono archiviate così tante informazioni che alla fine verranno fuori”.

Il dottor Chan ha anche avvertito che il virus è stato probabilmente progettato da scienziati: “Abbiamo sentito da molti dei migliori virologi che un’origine geneticamente modificata è ragionevole e questo include i virologi che hanno apportato modifiche al primo virus Sars.

“Sappiamo che questo virus ha una caratteristica unica, chiamata sito di scissione della furina, e senza questa caratteristica, non c’è modo che questo possa causare questa pandemia.
Vedi anche “La massa di neve nell’emisfero settentrionale si avvia”:
“È trapelata una proposta che mostra che EcoHealth e l’Istituto di virologia di Wuhan stavano sviluppando una pipeline per l’inserimento di nuovi siti di scissione della furina.

“Quindi, trovi questi scienziati che hanno detto all’inizio del 2018” Metterò le corna ai cavalli “e alla fine del 2019 un unicorno si presenta nella città di Wuhan”.

La verità prevale sempre… alla fine – dopo, gli effetti collaterali del vaccino, inclusi i decessi.

Segui il silenzio:

Ci stanno mentendo su ogni fronte.

Si consiglia di coltivare almeno un sano sospetto.

Rimani libero

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Nevicate record in California e Nevada dal 1800"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: