Un Freddo da Cani…

30 dicembre 2021; articolo di Cap Allon

  • Hulunbuir, la Cina soffre il giorno più freddo di sempre (-54,4F);
  • Seoul registra la temperatura più bassa dal 1980;
  • Grandi bufere di neve colpiscono Russia e Nepal;
  • 13 piedi di neve seppelliscono le città in Turchia;
  • Vancouver vede la temperatura più fredda dal 1969

Hulunbuir, la Cina soffre il giorno più freddo della storia (-54,4°F)

Il freddo e la neve storici hanno colpito l’Asia orientale nelle ultime settimane, comprese le nazioni di Cina, Giappone e Corea del Sud, più su quest’ultima di seguito.

A seguito della miriade di locali cinesi che hanno battuto i record di temperature basse di tutti i tempi questa settimana (che includono -42°C (-43,6°F) del fiume Tuli; -42,3°C (-44,1°F) di Fuyuan; -43,3°C (-45.9F) di Wuying e Jiayan’s -44.4°C (-47,9°F)), la città di Hulunbuir ha battuto tutti con la sua minima di -46,9°C (-54,4°F), considerata la temperatura più fredda della città mai registrata.

Hulunbuir si trova nella regione autonoma della Mongolia interna, nel nord della Cina, e sebbene l’area sia abituata al freddo, un freddo così intenso e diffuso, con gran parte della Cina settentrionale che si mantiene sotto i -40 °C, si è rivelato problematico per le autorità.

Di conseguenza, i principali supermercati sono stati incaricati di aumentare le forniture di determinate necessità e le persone sono state invitate a rimanere in casa, riporta il South China Morning Post.

Dal 23 dicembre, circa il 70 percento della Cina ha sperimentato temperature gelide, venti forti e neve dopo che una grave ondata di freddo siberiano è scesa in profondità nel paese, con molte località, molto più di quelle che ho menzionato sopra, che hanno sopportato le temperature più basse mai registrate .

Un meteorologo con sede a Pechino ha dichiarato al Global Times che questa ondata di freddo è “molto potente” e che sta colpendo la maggior parte della Cina, portando bufere di neve in alcune parti che, in combinazione con il freddo, stanno interrompendo l’alimentazione elettrica.

“Il clima estremo influenzerà l’energia e la fornitura di energia nelle aree meridionali poiché la neve avrà effetti negativi sulla rete e sulla trasmissione di elettricità”, ha osservato un esperto di energia, come riportato da manilatimes.net.


Seoul registra la temperatura più bassa dal 1980

Proprio come la Cina, negli ultimi giorni, la Corea del Sud è stata colpita da storiche nevicate e gelate record poiché l’effetto cumulativo della bassa attività solare accelera il raffreddamento della bassa atmosfera terrestre, la troposfera.

I minimi più bassi della Corea del Sud sono stati avvertiti nelle parti settentrionali del paese, come prevedibile: Cheorwon, situata nella provincia di Gangwon, questa settimana ha registrato la temperatura più fredda del paese: -25,4°C (-13,7°F).

Tuttavia, il biscotto è stato preso da Seoul – nonostante il ben documentato effetto Urban Heat Island, che è stato trovato per inclinare metropoli e centri abitati verso il lato caldo, la capitale della nazione è comunque riuscita a registrare un leggendario minimo di -16°C ( 3.2°F) questa settimana: la temperatura di dicembre più fredda della città in 41 anni, dal 1980.

E per quanto riguarda la neve, la provincia di Gangwon ha toccato ben 56 cm (22 pollici) negli ultimi giorni, mentre 17 cm (6,7 pollici) sono stati registrati in quella che è considerata la parte più calda della Corea del Sud, l’isola di Jeju.

Interruzioni dei trasporti e cancellazioni di voli sono sorte in tutta l’Asia orientale, in particolare in Giappone, dove stanno misurando i totali della neve in piedi (7+ piedi a Sukayu):


Grandi bufere di neve colpiscono la Russia…

Spostando l’attenzione verso est, e verso la Repubblica del Bashkortostan, chiamata anche Bashkiria – una repubblica della Russia situata tra il Volga e gli Urali nell’Europa orientale – è scesa una “pazza bufera di neve”, causando il caos del traffico.

Come raccolto nel video di Forces Of Nature incorporato di seguito, il filmato mostra più veicoli catturati dalla neve in Bashkiria, dove una forte bufera di neve ha lasciato la regione in difficoltà.

Sono in corso diverse operazioni di soccorso, secondo l’assessorato regionale alle emergenze, anche su un tratto dell’autostrada M-5 intasato da autobus, camion e auto a causa del maltempo.

La storia è simile nell’estremo nord-est della Russia, nella città di Murmansk, vicino alla Finlandia, poiché questo video di Is it close? Spettacoli:

…Ed il Nepal

Tornato a sud-est, abbondanti nevicate e freddo sotto lo zero hanno spazzato il Nepal, paese dell’Asia meridionale senza sbocco sul mare.

Un recente rapporto di Phungling a Taplejung ha affermato che abbondanti nevicate (2+ piedi) negli ultimi giorni, in particolare ad altitudini di 3.400 metri (11.000 piedi), hanno portato a interruzioni della “vita normale” e un forte calo del termometro.

Un locale, Pema Sherpa, ha affermato che le persone non sono state in grado di uscire all’aperto a causa delle nevicate e che i bambini e gli anziani sono stati i più colpiti dal freddo gelido.


13 piedi di neve seppelliscono parti della Turchia

La Turchia è stata colpita da intense nevicate e gelate estreme questo mese. I parametri di riferimento sono diminuiti e le persone sono morte nel freddo anomalo.

In particolare nella Turchia orientale e ad altitudini superiori a 1.500 metri (4.900 piedi), le nevicate storiche sono riuscite a seppellire letteralmente un certo numero di locali, in particolare nella provincia di Muş, dove persistenti nevicate hanno visto accumuli salire a più di 4 metri (13+ piedi), secondo i resoconti dei media locali.

Adem Toprak, un lavoratore che è stato coinvolto nelle operazioni di sgombero della neve, ha detto a Reuters di aver avuto difficoltà a credere all’inizio della scala della profondità della neve e di come l’accumulo potesse essere in metri.

“Viviamo in centro città. Hanno detto che qui l’altezza della neve era di circa quattro metri, ma noi non ci credevamo. Siamo venuti e abbiamo visto che l’altezza della neve qui superava i quattro metri”, ha detto.

Nonostante la riapertura delle strade, secondo i funzionari locali, sarebbero presto di nuovo bloccate a causa delle abbondanti nevicate.

“Dal primo giorno di nevicate, abbiamo dovuto riaprire due volte le strade di circa 185 villaggi della nostra città”, ha affermato Seyhmus Yentur, segretario generale dell’amministrazione provinciale speciale di Mus. “La nostra lotta contro la neve continua ininterrottamente per 24 ore con 59 macchine edili e 90 persone”, ha aggiunto.

Anche il freddo è stato degno di nota.

Le basse temperature nelle valli si sono avvicinate a -40°C (-40°F), il che è sorprendente dato che i record per queste regioni raramente scendono sotto i -30°C (-22°F).

Göle, ad esempio, giustamente conosciuta come “La Siberia della Turchia”, è attualmente una ghiacciaia: “Siamo congelati, anche l’acqua nelle nostre case è congelata”, ha detto un uomo del posto Aleaddin Kılıç, che ha notato che il mercurio era stato regolarmente immerso a -30°C (-22°F) durante la notte, gelate fontane e ricoprendo gli alberi di una spessa brina bianca.

La Turchia orientale si è in qualche modo abituata al freddo anomalo e alla neve questo mese.

Così come le parti dell’Occidente, come rivela il filmato qui sotto (dal 24 dicembre), girato a Istanbul:


Vancouver vede la temperatura più fredda dal 1969

Dopo i primi -50 °C del Canada a dicembre dal 1998, il freddo polare è continuato e si è diffuso.

Gli abitanti di Vancouver di solito possono contare su condizioni invernali relativamente miti, almeno rispetto al tipico freddo canadese, ma non questo mese: secondo The Weather Network, Vancouver, B.C. ha raggiunto una temperatura minima di -15,3°C (4,5°F) il 27 dicembre, che hanno descritto come “un radicale allontanamento dalle norme stagionali” e la temperatura più fredda che Vancouver abbia visto negli ultimi 52 anni, dal 1969:

Il clima gelido può essere attribuito a un deflusso artico “che incanala aria gelida nel sud a.C., a cui viene quindi impedito di fuoriuscire”.

Il freddo intenso abbinato al Natale insolitamente nevoso di Vancouver ha reso questo mese meteorologico unico, continua l’articolo. Ma l’unicità non è stata solo confinata a Vancouver; tutto il Canada occidentale ha tenuto eccezionalmente freddo (e nevoso) negli ultimi tempi:

Così come gli Stati Uniti occidentali:

E questo freddo estremo continuerà a dominare nel nuovo anno, quando poi comincerà a diffondersi verso est:

GFS 2m Temp Anomalies (C) Jan 1 – Jan 4 [tropicaltidbits.com].

Electroverse


Il Modern Maximum è finito, sotto ogni aspetto

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con  la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i  raggi cosmici che nucleano le nuvole e un  flusso di corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare,  se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un  grande minimo solare ‘in piena regola’  alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare  (25)  come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con l’agenzia che mette in correlazione i precedenti spegnimenti solari a periodi prolungati di raffreddamento globale  qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che  il Beaufort Gyre  potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Grande minimo solare
+
Inversione magnetica dei poli


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti, Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: