La maratona più fredda del mondo del 2022 a Oymyakon

[Source → 26 gennaio 2022]; articolo di Cap Allon

  • La maratona russa raggiunge il record di -53°C (-63,4°F);
  • Il record di freddo di gennaio a Ottawa;
  • Parti della Turchia vedono la prima neve dal 1993;
  • La peggiore tempesta di neve in Grecia dal 1968;
  • Il Montenegro soffre la sua temperatura più fredda di sempre

La maratona russa raggiunge il record di -53°C (-63,4°F)

La “Pole of Cold Marathon” della Siberia è appena entrata nel Guinness dei primati come la gara più fredda del mondo.

La maratona, che si tiene ogni anno nella gelida repubblica russa della Yakutia, si è svolta il 21 gennaio di quest’anno. Sono entrati in totale sessantacinque corridori, provenienti da un campo lontano come gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti.

Gli organizzatori sono stati costretti a iniziare la gara in anticipo poiché le temperature dovevano superare i -60°C (-76°F) nel corso della giornata; tuttavia, durante la corsa è stato registrato un minimo di -53°C (-63,4°F), rendendola la maratona più fredda di sempre, battendo il precedente record di -52°C (-61,6°F) stabilito nel 2019.

Per chi fosse interessato, il vincitore è stato un russo (nessuna sorpresa) — Vasily Lukin ha tagliato il traguardo in 3h:22m.


Il record di freddo di gennaio a Ottawa

Si prevede che il gelido gennaio di Ottawa, durante il quale sono stati emessi più allarmi di freddo estremo, raggiungerà un nuovo livello di freddo nelle prime ore di mercoledì, poiché temperature potenzialmente record spazzano la capitale canadese.

Environment Canada ha affermato che le temperature scenderanno tra -27°C (-16,6°F) e -34°C (-29,2°F) durante la notte martedì, con valori di wind chill che porteranno quei minimi a -40°C.

Mercoledì mattina potrebbe raggiungere i -31°C (-23,8°F) a Ottawa e, in tal caso, sarebbe la temperatura più fredda della città dal 1996 (minimo solare del ciclo 22).

Dopo le nevicate quasi record della città all’inizio del mese, seguite da altra neve e nove giorni consecutivi di allerta per il freddo estremo, le temperature più rigide della stagione dovrebbero raggiungere mercoledì mattina.

“L’aria artica gelida si deposita ancora una volta sulla regione”, si legge in un recente rapporto dell’ECCC, che aggiunge che le temperature minime varieranno da -21°C (-5,8°F) a -27°C (-16,6°F), con valori di wind chill compresi tra -28°C (-18,4°F) e -33°C (-27,4°F) — minimi tra i più freddi mai registrati in città.

Le previsioni a lungo termine rivelano anche che in vista non c’è fine all’inverno, in tutto il Nord America:

GFS 2m Temp Anomalies (C) Feb 4 [tropicaltidbits.com].
GFS 2m Temp Anomalies (C) Feb 10 [tropicaltidbits.com].

Parti della Turchia vedono la prima neve dal 1993

Gelate estreme e bufere di neve continuano a colpire il Medio Oriente e l’Europa sudorientale.

Iran e Iraq hanno subito temperature record durante il fine settimana, rispettivamente di -27,4°C (-17,3°F) e –30°C (-22°F), con il freddo della regione che si è effettivamente intensificato con l’avanzare della nuova settimana.

Ciò ha fatto sì che la domanda interna di riscaldamento dell’Iran abbia raggiunto livelli record, il che a sua volta ha visto il paese tagliare le forniture di gas al suo vicino occidentale, la Turchia. Questa mossa non sarebbe potuta arrivare nel momento peggiore per il governo turco, che è stato costretto a mettere in atto interruzioni di corrente 3 giorni alla settimana mentre il paese combatte la propria esplosione artica da record, con minimi di -39,7°C (-39.4℉) in alcune parti, e registrare copiose nevicate.

I totali dirompenti della neve che si sono depositati durante il fine settimana, che ha consegnato un metro (3,3 piedi) in alcune parti di Istanbul e bloccato migliaia di veicoli, sono stati seguiti dai primi fiocchi dal 1993 che hanno colpito parti della costa meridionale della Turchia, comprese Antalya, Mugla e Dalaman.

Anche la neve costiera è stata insolitamente profonda, totali a cui queste regioni non hanno mai assistito prima, secondo i rapporti locali.


La peggiore tempesta di neve in Grecia dal 1968

Proseguendo verso ovest, la neve in Grecia negli ultimi giorni è stata la più pesante almeno dal 1968.

Ad Atene sono stati documentati totali storici di 50 cm (1,64 piedi) e oltre. E in tutta la città, molte scuole e attività commerciali sono state chiuse, centinaia di strade bloccate e migliaia di voli ritardati o cancellati.

Le temperature diurne ad Atene hanno lottato negli ultimi tempi, da temperature sotto lo zero a massime di soli 3,8°C (38,8°F). A Florina, nel nord della Grecia, è stato recentemente misurato un agghiacciante livello di -17,3°C (0,9°F). Mentre nelle valli montuose della nazione, sono stati osservati minimi record compresi tra -20°C (-4°F) e -25°C (-13°F).

Guardando al futuro, queste potenti condizioni invernali sono destinate a persistere.

Ucraina, Turchia, regione del Caucaso, NE Africa e Medio Oriente si aspettano un’ulteriore intensificazione del freddo, aumentando ulteriormente la domanda di riscaldamento già record della regione e esaurendo ulteriormente le riserve di energia già cronicamente basse. L’immagine non sembra buona, per usare un eufemismo. E c’è la minaccia che la crisi energetica dell’est si diffonda anche nell’Europa occidentale, colpendo nazioni come la Germania e la Francia, che a loro volta hanno investito molto in energie rinnovabili fallite a scapito di combustibili fossili economici e affidabili, sebbene politicamente sfavoriti.


Il Montenegro soffre la sua temperatura più fredda di sempre

Rimanendo nel sud-est dell’Europa, anche la regione balcanica del continente sta soffrendo un freddo record di tutti i tempi questa settimana, poiché un flusso di corrente a getto meridionale continua a incanalare la brutale aria artica in modo anomalo nell’estremo sud.

Martedì nel villaggio di Kosanica, in Montenegro, il mercurio è precipitato a -33,4°C (-28,1F), stabilendo un nuovo record per la temperatura più bassa mai registrata nel paese: la lettura ha battuto il precedente minimo nazionale di -32°C (-25,6°F) stabilito in Rožaje nel gennaio 1985 (minimo solare del ciclo 21).

Anche nelle metropoli del Paese si sono registrati minimi ben al di sotto della media.

A Plevlja, ad esempio, è stato rilevato -19,7°C (-3.4℉), una lettura di circa 12°C al di sotto della media. E altrove nei Balcani sono stati riportati minimi record: i -31,1°C (-24°F) in Serbia sono i più notevoli.


Una breve parola sugli Stati Uniti

Insieme al persistente freddo invernale, come accennato brevemente sopra, gli Stati Uniti dovrebbero anche prepararsi per un potente nord-est che sta minacciando di sviluppare e lanciare la costa orientale questo fine settimana. Ci vorranno ancora alcuni giorni prima che i meteorologi possano dare certezze, ma i totali delle nevicate, allo stato attuale delle proiezioni, sono destinati a essere record.

Nel frattempo, Burlington ha battuto un record di nevicate ieri (25 gennaio) che durava da più di un secolo.

Il National Weather Service di Goodland, Kan., ha confermato che i 20 pollici che si sono stabiliti a Burlington hanno infranto il precedente benchmark locale di 12 pollici fissato durante l’inverno 1918-1919.

Altre aree vicine con nevicate significative includevano Sharon Springs, Kan. con 20 pollici; Kanarado, Kan. con 14 pollici; e Joe’s, Col. con nove pollici.


E infine…

Questa settimana è anche stato eccezionalmente freddo in tutta l’India.

A Bhopal e Indore, ad esempio, su 33 stazioni meteorologiche, 18 hanno registrato minimi record.

Mentre a Delhi, la temperatura ufficiale – registrata alla stazione di Safdarjung – ha lottato per un massimo di soli 12,1°C (53,8°F) martedì, che è di circa 10°C al di sotto della media della capitale e il suo massimo giornaliero più basso in nove anni.



Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


2 pensieri riguardo “La maratona più fredda del mondo del 2022 a Oymyakon

  1. certo che se non correvano da quelle parti rimanevano congelati all’istante, della serie hanno partecipato per non morire assiderati 😁🤣 io non sarei manco uscito di casa con quel clima. Ma va beh la sono abituati, in qualche modo almeno….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: