I grandi insabbiamenti del COVID

[Source PDF: February 02], 2022; Analisi del Dr. Joseph Mercola [_Fact Checked_]

Dall’iniziale insabbiamento della trasmissione da uomo a uomo di SARS-CoV-2, c’è stato un insabbiamento dopo l’altro. Ce ne sono così tanti che posso solo recensirne alcuni dei più ovvi e persistenti.

Making Influenza History: The Quest for a Universal Vaccine | Milken Institute
La storia in breve
  • La pandemia di COVID è piena di insabbiamenti, a cominciare dalla Cina che ha intenzionalmente consentito la diffusione dell’epidemia dicendo che non c’erano prove di trasmissione da uomo a uomo
  • Nel 2019, il dottor Anthony Fauci e un ex direttore della BARDA (Biomedical Advanced Research and Development Authority) degli Stati Uniti hanno accennato a una pandemia come una scusa perfetta per passare dalla produzione di vaccini convenzionali a una tecnologia sperimentale di mRNA che altrimenti richiederebbe decenni per essere introdotta sul mercato
  • Due dei più grandi insabbiamenti sono stati la persistente smentita che SARS-CoV-2 sia il risultato di una ricerca sul guadagno di funzione e che la pandemia fosse il risultato di una perdita di laboratorio (accidentale o intenzionale)
  • Gli insabbiamenti hanno creato narrazioni irrazionali, che a loro volta hanno portato a una serie di convinzioni e comportamenti irrazionali, tra cui l’eccessiva dipendenza da guaine di plastica, barriere di plastica, direttive di deambulazione unidirezionali, l’idea che l’immunità naturale di gregge non esiste ma la diffusione asintomatica lo fa e la convinzione che i blocchi riducano i tassi di infezione
  • Una delle convinzioni irrazionali più persistenti generate durante questa pandemia è che le maschere prevengono la diffusione del virus. Un recente rapporto del Dipartimento dell’Istruzione del Regno Unito non ha trovato prove che la maschera universale indossata nelle scuole riduca le assenze dovute a malattia e quindi non dovrebbe essere obbligatoria

Dall’iniziale insabbiamento della trasmissione da uomo a uomo di SARS-CoV-2, c’è stato un insabbiamento dopo l’altro. Ce ne sono così tanti, posso solo recensirne alcuni dei più ovvi e persistenti qui.

Sebbene sia uno degli ultimi sulla scena, ci sono chiare indicazioni che la contromisura “definitiva” alla pandemia, i cosiddetti “vaccini” COVID, non sono quello che sono stati creati, e la ridefinizione di “vaccino” è solo la punta dell’iceberg.


Il piano segreto per forzare i vaccini mRNA su un pubblico ignorante

Il video qui sopra presenta il direttore del NIAID, il dottor Anthony Fauci, funzionari della salute e dei servizi umani e altri esperti di salute, tra cui il dottor Rick Bright, ex direttore della US Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), ora vicepresidente senior della prevenzione delle pandemie e risposta alla Fondazione Rockefeller.

Tutti hanno partecipato a un panel ospitato dal Milken Institute, dal 28 al 30 ottobre 2019, per discutere di come potrebbero realizzare la transizione dallo sviluppo del vaccino convenzionale alla nuova tecnologia dell’mRNA.1

Qui, la discussione ruotava specificamente attorno all’introduzione di un vaccino antinfluenzale universale basato su mRNA. Si nota il fatto che il pubblico potrebbe essere reticente, così come gli ostacoli normativi che un tale prodotto comporterebbe. Bright ha dichiarato:

“Potrebbe esserci la necessità, anche una chiamata urgente, di un’entità di eccitazione là fuori che sia completamente dirompente, non legata a vincoli e processi burocratici…

Non è troppo folle pensare che un focolaio di un nuovo virus aviario possa verificarsi in Cina da qualche parte. Potremmo ottenere la sequenza di RNA da quella e trasmetterla a un certo numero di centri regionali, se non locali, se non addirittura a casa tua a un certo punto, e stampare quei vaccini su un cerotto da autosomministrare”.

Fauci, da parte sua, ha sottolineato che il processo per dimostrare che un mRNA è sicuro ed efficace richiederebbe un decennio o più. Ha anche notato che sarebbe molto difficile cambiare la percezione delle persone dell’influenza e del vaccino antinfluenzale – “a meno che non lo facciate dall’interno e dite: ‘Non mi interessa quale sia la tua percezione, affronteremo il problema . ..’”


Leggere tra le righe

Leggendo tra le righe, sembra che Bright e Fauci abbiano accennato a una pandemia come l’opportunità perfetta per implementare questa tecnologia mRNA e chiamarla semplicemente un vaccino. Se la situazione fosse abbastanza terribile, potrebbe esserci sufficiente “eccitazione” in grado di interrompere lo status quo e garantire una sperimentazione selvaggia con qualcosa di nuovo di zecca, il tutto aggirando “stringhe e processi burocratici”.

Bene, a quanto pare, Bright e Fauci hanno realizzato il loro desiderio, e la popolazione globale sta pagando il prezzo per la loro decisione di buttare al vento le catene burocratiche e le procedure, insieme alla cautela.

Molti medici e scienziati hanno avvertito che questi vaccini basati sui geni erano un’idea straordinariamente cattiva, pronta a causare ogni tipo di malattia e morte. Ma piuttosto che avere una discussione sulla scienza, Fauci e il resto hanno fatto esattamente quello che hanno proposto in questo video. Hanno ignorato le percezioni e le preoccupazioni di tutti e sono andati avanti, cambiando le definizioni lungo la strada per far funzionare la loro narrativa.

Al momento, sembra che tra 64.600 e 407.400 americani siano stati uccisi da queste iniezioni (utilizzando un fattore di sottostima di 6.5, come suggerito dal CDC,2 o 41, come calcolato da Steve Kirsch, direttore esecutivo del COVID-19 Early Fondo per il trattamento), e questo è in un solo anno.

Molti medici e scienziati hanno avvertito che questi vaccini basati sui geni erano un’idea straordinariamente cattiva, pronta a causare ogni tipo di malattia e morte. Ma piuttosto che avere una discussione sulla scienza, Fauci e il resto hanno fatto esattamente quello che ha proposto in questo video.

Hanno ignorato le percezioni e le preoccupazioni di tutti e sono andati avanti, cambiando le definizioni lungo la strada per far funzionare la loro narrativa. Ad oggi, ci sono molti che non capiscono che i vaccini COVID sono diversi da qualsiasi altro vaccino. Non capiscono come funzionano, e quindi hanno difficoltà a credere che le persone stiano avendo effetti collaterali così devastanti o che le persone muoiano a dozzine ogni giorno.

L’insabbiamento del vaccino COVID è senza dubbio qualcosa che sarà esposto sempre di più col passare del tempo. Alla fine, gli effetti diventeranno troppo evidenti e diffusi per essere ignorati, anche per chi intenzionalmente chiude un occhio.

Sfortunatamente, a quel punto sarà troppo tardi per decine di milioni di persone che sono state indotte a partecipare a un esperimento medico che lo stesso Fauci, nel 2019, ha affermato che avrebbe impiegato un decennio o più per essere eseguito correttamente. Oggi, si trova davanti alle telecamere della TV affermando di aver capito bene al primo tentativo, dopo aver saltato le prove sugli animali, i test tossicologici e i consigli di sorveglianza.


La copertura dell’origine di SARS-CoV-2

L’origine di SARS-CoV-2 – che ha convenientemente consentito a Fauci e Bright di realizzare la loro visione di introdurre vaccini mRNA senza dover saltare attraverso troppi cerchi – è un altro importante insabbiamento che deve essere smantellato.

In un articolo del 14 gennaio 2022 sul The Japan Times,3 Brahma Chellaney, professore di studi strategici presso il Center for Policy Research di Delhi, sottolinea la necessità di identificare i passi falsi che hanno portato alla pandemia di COVID e, per farlo, noi dobbiamo indagare su cosa è successo in Cina.

“Se vogliamo prevenire un’altra pandemia di coronavirus nel 21° secolo, comprendere le cause di quella attuale è fondamentale”, scrive Chellaney.

“Già, il COVID-19 ha causato più di 5.4 milioni di morti. Ma questo è solo l’inizio: il bilancio della pandemia include un aumento dei tassi di obesità, disoccupazione, povertà, depressione, alcolismo, omicidio, violenza domestica, divorzio e suicidio.

E, poiché la variante omicron alimenta tassi di infezione record e sconvolge le economie in molte parti del mondo, la stanchezza da pandemia si sta trasformando in burnout pandemico.

Le nostre possibilità di eliminare il COVID-19 ora sembrano sempre più remote. Ma, mentre cerchiamo di capire come convivere con il virus, dobbiamo anche identificare i passi falsi – accidentali e non – che ci hanno portato qui. E questo significa, prima di tutto, rivolgere uno sguardo critico verso la Cina”.


Perché i fatti sulla trasmissione da uomo a uomo sono stati censurati?

Nei primi giorni dell’epidemia iniziale a Wuhan, in Cina, il regime cinese ha negato qualsiasi prova di trasmissione da uomo a uomo, un errore che è stato poi ripreso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in un tweet del 14 gennaio 2020.4 Meno di due mesi dopo, l’OMS ha dichiarato COVID-19 una pandemia globale.

Secondo il South China Morning Post,5 il governo cinese sapeva benissimo che il virus si stava diffondendo tra le persone. I registri del governo visti dal South China Morning Post hanno tracciato il primo caso di COVID noto a metà novembre 2019, con da allora in poi da uno a cinque casi al giorno segnalati. Chiaramente, la trasmissione stava avvenendo.

Negando la probabilità di trasmissione da uomo a uomo, il governo cinese e l’OMS hanno permesso al virus di diffondersi oltre i confini internazionali per diverse settimane. La Cina ha anche espulso tutti i giornalisti americani, applicando questo criterio il 18 marzo 2020, tweet del giornalista di Axios Jonathan Swan:6

“Terribile. Abbiamo un disperato bisogno di rapporti accurati dalla Cina. La pandemia ha avuto origine a Wuhan ed è stata inizialmente coperta dalle autorità cinesi. Uno studio dell’Università di Southampton ha rilevato che ci sarebbe stata una RIDUZIONE del 95% dei casi e una minore diffusione se Pechino fosse intervenuta 3 settimane prima”.

All’inizio, le autorità cinesi sono state anche accusate di aver soppresso le voci dei medici che lanciavano l’allarme e di censurare le informazioni sulla salute pubblica condivise online. Le cose sono solo peggiorate da lì. Negli ultimi due anni, abbiamo assistito a una censura medica, scientifica e politica davvero senza precedenti in tutto il mondo.

Sarebbe stato facile presumere che il regime cinese gestisse la narrativa dei media a livello globale. Ma, naturalmente, da allora abbiamo appreso che la vera fonte dietro questa campagna coordinata è il lavoro di un sistema molto più nascosto, uno “stato profondo” gestito da tecnocrati non eletti con una rete di connessioni con agenzie governative, media, Big Pharma , Big Tech e finanza in tutto il mondo.

Fauci potrebbe aver voluto una pandemia per inaugurare una tecnologia mRNA non testata, ma questa rete di stato profondo ha un’agenda molto più ampia, che include la schiavitù della popolazione globale attraverso la tecnologia e la sorveglianza digitale e la privazione della nostra ricchezza personale nel processo.

I vaccini COVID hanno svolto il loro ruolo in questo più ampio schema di acquisizione, in quanto potevano insistere nel tracciare lo stato di vaccinazione delle persone utilizzando passaporti sanitari che potrebbero quindi essere espansi in ID digitali e strumenti di monitoraggio finanziario controllati centralmente.

[Che è quello che vogliono fare in Italia.. Italia che a suo tempo è stata eletta a leader mondiale per il trattamento dell’epidemia con le vaccinazioni. n.d.r.]


La copertura sulle fughe di laboratorio

Due dei più grandi insabbiamenti sono stati senza dubbio la persistente smentita che SARS-CoV-2 sia il risultato di una ricerca sul guadagno di funzione e la pandemia il risultato di una fuga da laboratorio (accidentale o intenzionale). Chellaney scrive:7

“Anche qui la Cina ha abbracciato l’oscuramento piuttosto che la trasparenza. Il regime di Xi ha bloccato un’indagine forense indipendente sulle origini di COVID-19, sostenendo che qualsiasi indagine del genere equivale a “terrorismo per rintracciare le origini”.

Dopo che l’Australia ha chiesto un’indagine sulla gestione dell’epidemia da parte della Cina, il governo di Xi l’ha punita con una serie di sanzioni informali.

La Cina ha aiutato a nascondere il suo cattivo comportamento. All’inizio della pandemia, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ripetuto a pappagallo i punti di discussione del governo cinese e ha elogiato la gestione dell’epidemia. Invece di verificare le affermazioni della Cina, l’OMS le ha trasmesse al mondo …

L’Occidente ha anche aiutato la Cina a distogliere l’attenzione dall’ipotesi della fuga di notizie. Non solo diversi laboratori in Occidente sono impegnati nella ricerca per progettare super-virus; I governi occidentali hanno legami con il WIV [Wuhan Institute of Virology] …

Sia il National Institutes of Health che l’USAID hanno concesso sovvenzioni a EcoHealth Alliance, un gruppo che studia i coronavirus dei pipistrelli in collaborazione con i ricercatori del WIV.

Il governo degli Stati Uniti non ha rivelato l’intera portata dei suoi finanziamenti ai progetti WIV, per non parlare del motivo per cui le sue agenzie avrebbero finanziato la ricerca presso un’istituzione collegata all’esercito cinese”.


Gli americani hanno protetto la Cina dalla colpa

In effetti, le autorità americane hanno fatto molto per proteggere la Cina dalle ricadute. Ad esempio, nel febbraio 2020, scienziati americani associati al National Institutes of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del Dr. Anthony Fauci e al National Institutes of Health hanno pubblicato una “dichiarazione di consenso” su The Lancet, in cui “condannavano fermamente” il ” teoria della cospirazione” che il virus è stato creato dall’uomo e/o è trapelato da un laboratorio.8

In seguito si scoprì che la lettera era stata redatta dal presidente dell’EcoHealth Alliance Peter Daszak, che aveva subappaltato alla WIV la ricerca sul guadagno di funzione sui coronavirus, pagata dal NIAID.

In seguito, Richard Horton, redattore capo di The Lancet, è stato pubblicamente criticato per la sua difesa e il suo sostegno al regime cinese, ed è stato accusato di usare The Lancet per perseguire cause politiche e soffocare il dibattito scientifico.9 Sembra che il pregiudizio di The Lancet sia inconfondibile in questo caso.

Nel gennaio 2021, 14 esperti globali avevano inviato una lettera a The Lancet in cui sostenevano che “l’origine naturale non è supportata da argomentazioni conclusive e che un’origine di laboratorio non può essere formalmente scartata”. Horton ha respinto la richiesta, affermando che “non era una priorità” per il giornale.10

In quello che sembra essere stato un atto di benefica reciprocità nei confronti dei suoi alleati americani, la WIV ha silenziosamente cancellato le menzioni della sua collaborazione con il NIAID/NIH e altri partner di ricerca americani dal suo sito web nel marzo 2021, dopo che i membri del Senato hanno iniziato a criticare Fauci sul suo finanziamento di ricerca sul guadagno di funzione presso la WIV.11 Hanno anche cancellato un articolo scientifico che discuteva della ricerca genetica sul virus SARS.12


I media hanno confermato l’insabbiamento, consentendo alla Cina di trarne profitto

Ho menzionato per la prima volta che l’epidemia aveva i segni distintivi di una fuga di laboratorio in un articolo del 4 febbraio 2020. Un rapporto di valutazione dell’Agenzia di intelligence della difesa degli Stati Uniti del 27 marzo 2020 ha rilevato che SARS-CoV-2 era probabilmente un rilascio accidentale da un laboratorio di malattie infettive,13 ma ci è voluto un anno prima che i media mainstream smettessero di respingere le prove.14,15

Anche la commissione dell’OMS incaricata dell’indagine sull’origine di SARS-CoV-2 ha respinto la teoria dell’origine di laboratorio senza condurre un’indagine reale.16,17 Tuttavia, il contraccolpo e l’incredulità sono stati così grandi,18 il direttore generale dell’OMS Tedros Ghebreyesus ha dovuto rapidamente tornare sui propri passi e promettere che sarebbe stato esaminato ulteriormente.

Chellaney prosegue osservando che mentre il presidente cinese Xi Jinping ha promesso di sottoporre a un controllo più attento i laboratori che gestiscono agenti patogeni mortali, “continua a denunciare qualsiasi insinuazione che il coronavirus potrebbe essere trapelato”.

“Nel frattempo, la Cina sta traendo profitto dalla pandemia”, scrive Chellaney.19 “Le sue esportazioni sono in aumento. Il paese ha sfruttato la crisi per portare avanti i suoi interessi geopolitici, anche intensificando la sua aggressione territoriale, dall’Asia orientale all’Himalaya.

Ma una resa dei conti potrebbe ancora arrivare. Quasi tre quarti degli americani ora credono che sia “probabile” che il COVID-19 sia trapelato dal WIV. Inoltre, quando le ambizioni neo imperialistiche della Cina sono diventate chiare, le opinioni sfavorevoli sulla Cina hanno raggiunto livelli record in molte economie avanzate.

Se i leader mondiali volevano un mandato per portare avanti ulteriori indagini sulle origini della pandemia, è sicuro di averlo. Questa non è la prima pandemia made in China: il paese ha anche prodotto la SARS nel 2003, l’influenza asiatica nel 1957, l’influenza di Hong Kong nel 1968 e l’influenza russa nel 1977. Se il mondo continua a lasciare la Cina fuori dai guai, non sarà l’ultimo”.


Le bugie sul COVID abbondano

Nel marzo 2021, ho pubblicato un articolo20 sul lavoro del dottor Malcolm Kendrick, un medico generico nel Cheshire, in Inghilterra, che ha fatto della sua missione di portare un po’ di equilibrio alla diffusa paura che si verifica per mano della lobby sanitaria e media, soprattutto negli ultimi due anni. Potete leggerlo qui.

In esso, ho riassunto le prime otto bugie sul COVID che Kendrick ha evidenziato, inclusa l’idea che l’immunità naturale di gregge non esiste e deve essere raggiunta attraverso la vaccinazione di massa, che i vaccini inducono un’immunità più forte e più duratura rispetto all’immunità da infezione naturale e che universale indossare la maschera previene la trasmissione virale.

L’articolo ha anche esaminato il modo in cui le statistiche sui decessi per COVID sono state gonfiate utilizzando un test PCR difettoso, perché la risposta svedese al COVID-19 non è stata affatto “un disastro” come affermato dai media, il mito che i blocchi hanno portato a tassi di casi più bassi e l’errore che la diffusione asintomatica stava guidando la pandemia.

Tutti questi miti sono stati seminati dalle autorità governative con un ulteriore motivo per fabbricare una pandemia per scopi geopolitici e sono stati attentamente curati da una stampa disonesta che si è rifiutata di porre anche le domande più ovvie.


La mancanza di onestà ha portato a credenze ridicole

Mai in vita mia ho pensato che avrei mai visto le persone accettare il tipo di sciocchezze che abbiamo visto negli ultimi due anni, e una delle ragioni di questa irrazionalità è, credo, perché le autorità sanitarie, i leader politici e i media hanno tutti mentito su fatti, dati e scienza. Creando una narrativa irrazionale e spingendola all’esclusione di tutto il resto, hanno fatto il lavaggio del cervello alle persone facendole rinunciare a ogni senso e sensibilità.

Ad esempio, entro la fine di novembre 2020, le comunità di pensionati stavano allestendo “muri avvolgenti” dove i visitatori potevano abbracciare i propri cari attraverso spessi fogli di plastica. L’AARP ha riferito21 che questa è un’invenzione geniale per aiutare i propri cari a connettersi, ma in realtà è solo un passo dalla follia. Nessuno pensava che un virus nell’aria potesse viaggiare sopra o sotto la tenda di plastica?

E non farmi nemmeno iniziare con le regole di camminata unidirezionale imposte dai negozi, in cui grandi frecce sul pavimento indicavano alle persone di camminare in un’unica direzione lungo i corridoi. Fortunatamente, era apparentemente così idiota ed esagerato che non è durato molto a lungo.

Purtroppo non si può dire lo stesso per tutte quelle barriere di plastica erette su banchi e casse. Indicibili somme di denaro sono state spese per questi aggeggi inutili che riducono le interazioni umane in modo molto più efficiente di quanto non blocchino i virus.

Ci è voluto ben più di un anno e mezzo prima che i media iniziassero a mettere in discussione l’utilità di queste barriere che succhiano l’anima. In un articolo del New York Times del 19 agosto 2021,22 Tara Parker-Pope ha evidenziato una ricerca che suggerisce che le barriere “possono interferire con la normale ventilazione” e il flusso d’aria,23 il che può rendere più probabile la diffusione del virus. Uno studio, non meno del CDC, ha rilevato che le barriere non avevano alcun impatto sul rischio di infezione,24 e un altro ha scoperto che lo peggioravano.25

“In condizioni normali nei negozi, nelle aule e negli uffici, le particelle del respiro esalato si disperdono, trasportate dalle correnti d’aria e, a seconda del sistema di ventilazione, vengono sostituite da aria fresca all’incirca ogni 15-30 minuti”, ha scritto Parker-Pope.

“Ma erigere barriere di plastica può modificare il flusso d’aria in una stanza, interrompere la normale ventilazione e creare “zone morte”, dove le particelle di aerosol virale possono accumularsi e diventare altamente concentrate.

“Se hai una foresta di barriere in una classe, interferirà con la corretta ventilazione di quella stanza”, ha affermato Linsey Marr, professoressa di ingegneria civile e ambientale presso Virginia Tech e uno dei massimi esperti mondiali di trasmissione virale. ‘Gli aerosol di tutti rimarranno intrappolati e bloccati lì e si accumulano, e finiranno per diffondersi oltre la tua stessa scrivania.'”


Le maschere ancora non funzionano

Una delle convinzioni irrazionali più persistenti generate durante questa pandemia è che le maschere prevengono la diffusione del virus. Prima del 2020, sarebbe stato difficile trovare un operatore sanitario che pensasse che una maschera chirurgica potesse bloccare un virus nell’aria. Bene, non ho bisogno di dirti cosa è successo. L’avete vissuto tutti.

Oltre ai numerosi studi che negli anni passati hanno dimostrato che le maschere non funzionano contro i virus, ora possiamo indicare un rapporto del Dipartimento dell’Istruzione del Regno Unito,26,27 che non ha trovato prove che le maschere universali indossate nelle scuole riducano le assenze dovute a malattia. Sarah Lewis, professoressa di epidemiologia molecolare all’Università di Bristol, ha detto a Bloomberg:28

“I mandati di maschere possono sminuire la qualità dell’istruzione ed escludere gli alunni con difficoltà di udito dalle discussioni. Laddove non vi siano prove sufficienti di un beneficio di una politica e prove di danni, l’inadempienza dovrebbe consistere nel non intervenire”.

Anche così, i ricercatori che apparentemente vogliono che le maschere siano la regola piuttosto che l’eccezione continuano a portare avanti “studi” che presumibilmente dimostrano che tutti stanno meglio con la faccia coperta. Ad esempio, nel gennaio 2022 è uscito uno studio a sostegno dell’uso della maschera29 nell’ambito di un’iniziativa della National Science Foundation per studiare la trasmissione delle malattie nelle classi. Lo studio era composto da sole 14 persone.

La follia della maschera è forse meglio illustrata dalle bande musicali scolastiche costrette a indossare maschere con un gigantesco foro alla bocca, attraverso il quale possono suonare i loro strumenti a fiato.

L’unica cosa positiva di questa triste storia è che la vendita di questi inutili bloccanti dei tratti del viso – secondo quanto riferito raccolti da università e scuole superiori negli Stati Uniti – aveva raccolto entro la fine di agosto 2020 $ 12.000 per il fondo di borse di studio musicali della New Mexico State University.30

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non costituiscono un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista sanitario qualificato. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti basati su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: