Gli autori della Dichiarazione di Barrington parlano chiaro

Source: February 11, 2022; Analisi del Dr. Joseph Mercola [>Fact Checked<]

Il 4 ottobre 2020, tre scienziati della salute pubblica hanno lanciato The Great Barrington Declaration, una proposta di salute pubblica che richiede una protezione mirata dei più vulnerabili lasciando che il resto del mondo riprenda la vita normale. Da allora la dichiarazione ha raccolto più di 920.000 firme di medici, scienziati e altri professionisti sanitari che concordano con le sue premesse.

La storia in breve
  • Il 4 ottobre 2020, tre scienziati della salute pubblica hanno lanciato la Dichiarazione di Great Barrington, una proposta di salute pubblica che richiede una protezione mirata dei più vulnerabili lasciando che il resto del mondo riprenda la vita normale
  • La Grande Dichiarazione di Barrington è stata firmata da più di 920.000 individui, inclusi 46.412 medici e 15.707 scienziati
  • È stato recentemente rivelato che il dottor Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases, e il suo ex capo, ora in pensione direttore del National Institutes of Health Francis Collins, si sono messi d’accordo dietro le quinte per annullare la dichiarazione del primo giorno
  • La protezione mirata si basa su principi di base di lunga data della salute pubblica che seguiamo da decenni, mentre i blocchi sono nuove strategie sperimentali senza storia di utilità
  • Fauci e Collins non avevano nulla in termini di scienza reale. Non potevano difendere i blocchi o qualsiasi altra cosa basata solo sulla scienza. Quindi, si sono rivolti alla propaganda, alle pubbliche relazioni e alle tattiche diffamatorie

Doctors Smeared By Fauci SPEAK OUT Against Lockdowns & Mandates

Il 4 ottobre 2020, tre scienziati della salute pubblica hanno lanciato The Great Barrington Declaration1, una proposta di salute pubblica che richiede una protezione mirata dei più vulnerabili lasciando che il resto del mondo riprenda la vita normale. Da allora la dichiarazione ha raccolto più di 920.000 firme di medici, scienziati e altri professionisti sanitari che concordano con le sue premesse. Il trio fondatore include:

  • Martin Kulldorf, Ph.D., biostatistico, epidemiologo con esperienza nella rilevazione e nel monitoraggio di focolai di malattie infettive e valutazioni sulla sicurezza dei vaccini, e professore di medicina all’Università di Harvard
  • Sunetra Gupta, Ph.D., professore all’Università di Oxford, epidemiologo con esperienza in immunologia, sviluppo di vaccini e modelli matematici di malattie infettive
  • Jay Bhattacharya, MD, Ph.D., professore alla Stanford University Medical School, medico, epidemiologo, economista sanitario ed esperto di politiche di salute pubblica che si occupa di malattie infettive e popolazioni vulnerabili

Nel video sopra, Jimmy Dore intervista Kulldorf e Bhattacharya sulla dichiarazione e sulla recente rivelazione che il dottor Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) e il suo ex capo, ora in pensione National Institutes of Health ( Il regista di NIH) Francis Collins, si è unito dietro le quinte per annullare la dichiarazione dal primo giorno.2


Protezione mirata

La Grande Dichiarazione di Barrington sottolinea alcuni fatti fondamentali fondamentali. Innanzitutto, sottolinea che le misure pandemiche come i blocchi “causano danni irreparabili, con danni sproporzionati ai meno privilegiati”. In secondo luogo, evidenzia il fatto che il rischio di morte per COVID non è uguale a tutti.

Sappiamo che la vulnerabilità alla morte da COVID-19 è più di mille volte superiore negli anziani e negli infermi rispetto ai giovani. Infatti, per i bambini, il COVID-19 è meno pericoloso di molti altri malanni, compresa l’influenza.3

Inoltre, con l’aumento dell’immunità naturale all’interno di una popolazione, il rischio complessivo di infezione diminuisce. Quindi, consentire alle persone a basso rischio di complicazioni e morte di vivere normalmente, e potenzialmente ammalarsi ma guarire, aiuta in realtà a proteggere le persone a maggior rischio.

Facendo isolare tutti in casa ed evitare il contatto con gli altri, l’immunità di gregge viene posticipata e la pandemia si prolunga. “Il nostro obiettivo dovrebbe … essere quello di ridurre al minimo la mortalità e il danno sociale fino a raggiungere l’immunità di gregge”, spiega la dichiarazione, aggiungendo:4

“L’approccio più compassionevole che bilancia i rischi e i benefici del raggiungimento dell’immunità di gregge consiste nel consentire a coloro che sono a rischio minimo di morte di vivere normalmente la propria vita per sviluppare l’immunità al virus attraverso l’infezione naturale, proteggendo al contempo meglio coloro che sono a rischio più elevato di morte. Noi chiamiamo questa: protezione focalizzata.

L’adozione di misure per proteggere i più vulnerabili dovrebbe essere l’obiettivo centrale delle risposte di salute pubblica al COVID-19. A titolo di esempio, le case di cura dovrebbero utilizzare personale con immunità acquisita ed eseguire frequenti test su altro personale e tutti i visitatori. La rotazione del personale dovrebbe essere ridotta al minimo.

I pensionati che vivono a casa dovrebbero ricevere generi alimentari e altri beni essenziali consegnati a casa loro. Quando possibile, dovrebbero incontrare i membri della famiglia all’esterno piuttosto che all’interno. È possibile implementare un elenco completo e dettagliato di misure, inclusi approcci alle famiglie multigenerazionali, che rientra ampiamente nell’ambito e nelle capacità dei professionisti della salute pubblica.

Coloro che non sono vulnerabili dovrebbero essere immediatamente autorizzati a riprendere la vita normalmente. Semplici misure igieniche, come lavarsi le mani e restare a casa in caso di malattia, dovrebbero essere praticate da tutti per ridurre la soglia di immunità di gregge. Le scuole e le università dovrebbero essere aperte all’insegnamento di persona.

Le attività extrascolastiche, come lo sport, dovrebbero essere riprese. I giovani adulti a basso rischio dovrebbero lavorare normalmente, piuttosto che da casa. Dovrebbero aprire ristoranti e altre attività.

Le arti, la musica, lo sport e le altre attività culturali dovrebbero riprendere. Le persone più a rischio possono partecipare se lo desiderano, mentre la società nel suo insieme gode della protezione conferita ai vulnerabili da coloro che hanno sviluppato l’immunità di gregge”
.


Il falso consenso di Fauci

Come notato da Bhattacharya nell’intervista sopra, mentre Fauci ha fatto del suo meglio per creare l’illusione del consenso scientifico – che la maggior parte degli scienziati era d’accordo con blocchi, mascheramento, distanziamento sociale e così via – c’erano e sono altrettanti, se non di più, che non sono d’accordo .

La Grande Dichiarazione di Barrington è stata firmata da oltre 920.000 persone, inclusi 46.412 medici e 15.707 scienziati. “Abbiamo posto loro un problema significativo”, dice Bhattacharya, “perché non potevano liquidarci come marginali”. Beh, Collins ha certamente provato. Infatti, in un’e-mail dell’8 ottobre 2020 a Fauci, Collins ha scritto:5,6,7,8

“La proposta dei tre epidemiologi marginali che si sono incontrati con il Segretario sembra ricevere molta attenzione… Occorre una rapida e devastante rimozione pubblicata delle sue premesse…”

“Non preoccuparti, ho questo”, rispose Fauci. Successivamente, Fauci ha inviato a Collins collegamenti ad articoli appena pubblicati che confutavano la soluzione di protezione mirata, incluso un editoriale sulla rivista Wired e un articolo su The Nation, intitolato “Protezione focalizzata, immunità al gregge e altre delusioni mortali”.

Busted! The Great Fauci/NIH Anti-Science Conspiracy!


Quando non riescono a vincere una discussione, diffamano

Come notato da Bhattacharya, Fauci e Collins non avevano nulla in termini di scienza reale. Non potevano difendere i blocchi o qualsiasi altra cosa basata solo sulla scienza. Quindi, si sono rivolti alla propaganda, alle pubbliche relazioni e alle tattiche diffamatorie.

“La protezione mirata si basa su principi di base di lunga data della salute pubblica che abbiamo seguito per decenni”, afferma Kulldorf. “Il blocco è una nuova cosa sperimentale. Quindi, il problema per il dottor Fauci e Collins è che non hanno davvero buoni argomenti di salute pubblica.

Collins è un genetista e Fauci è un immunologo, quindi la loro esperienza con l’epidemiologia e la salute pubblica è limitato.

Puoi vederlo in questa e-mail in cui Fauci citava la rivista Wired come una rimozione della Grande Dichiarazione di Barrington. Non avevano davvero buone argomentazioni sulla salute pubblica. Non ci sono stati argomenti per tenere chiuse le scuole.

Quindi, l’unica cosa che rimane è usare la calunnia, o diffamare, o definire erroneamente i tuoi avversari, ed è quello che hanno fatto. Hanno chiamato la protezione focalizzata una “strategia lasciati strappare”, anche se è l’esatto opposto [di quella]”
.

La stessa tattica è stata utilizzata per chiudere anche tutte le altre contronarrative, che si tratti di prove che dimostrano che le maschere non funzionano, che i colpi di COVID causano danni o che i passaporti per i vaccini sono discutibili poiché i colpi non ti impediscono di ottenere infetta o trasmette il virus e quindi non può proteggere gli altri, non può conferire “immunità di gregge” indotta dal vaccino e non può porre fine alla pandemia.


Analisi rischio-beneficio del vaccino COVID

Sfortunatamente, Dore, Kulldorf e Bhattacharya affermano tutti che il vaccino contro il COVID è benefico, o almeno può esserlo per alcuni, e sta salvando vite. Kulldorf arriva al punto di dire che “le persone anziane che non hanno avuto il COVID dovrebbero certamente – un gioco da ragazzi – prendere questo vaccino”.

Pur rispettando la loro esperienza, non sono assolutamente d’accordo con tali affermazioni. È importante sottolineare che non stanno confrontando l’efficacia e la protezione che si ottiene dallo sparo, alla protezione e all’efficacia delle misure preventive e del trattamento precoce aggressivo.

Non ho mai visto nessun professionista formulare questa raccomandazione e confrontarla con l’alternativa di ottimizzare i livelli di vitamina D e fornire un trattamento precoce, idealmente il primo giorno. Lo stanno paragonando al non fare nulla, il che non ha senso perché dovrebbe essere paragonato a un altro intervento.

Se non fai il tiro, il rischio di contrarre il COVID non è del 100%. Se fai il tiro, tuttavia, sei esposto al 100% ai suoi rischi, che sono significativi. Visto che abbiamo diversi protocolli di trattamento precoce con efficacia dimostrabile, che riducono dell’80% il rischio di morte anche tra i malati gravi, perché fare un’iniezione sperimentale che può devastare la tua salute, se non in modo acuto, a lungo termine?

Ora, non sono indifferente alla posizione chiaramente delicata in cui si trovano. È almeno possibile (sebbene tutt’altro che certo) che la loro posizione entusiastica pro-jab sia una concessione per evitare l’etichetta anti-vax per poter impegnarsi nella conversazione più ampia su altre misure pandemiche. Se non avessero preso questa posizione sarebbero probabilmente ancora più censurati.

È facile per l’establishment attaccare e diffamare coloro che esprimono preoccupazione per il colpo di COVID. È più difficile affondare la reputazione di coloro che sono d’accordo sul fatto che il jab sia “fantastico” ma hanno preoccupazioni su altre misure.

Detto questo, Bhattacharya indica alcuni dati di base – pubblicati dall’Organizzazione mondiale della sanità – per chiarire per chi il beneficio del jab potrebbe superare i suoi rischi sconosciuti:

  • Un 53enne ha un tasso di mortalità dello 0,2% per COVID, ovvero ha una probabilità del 99,8% di sopravvivere all’infezione
  • Per ogni sette anni di età superiore ai 53 anni, il tasso di mortalità raddoppia, quindi un 60enne ha lo 0,4% di rischio di morire per COVID, un 67enne il rischio è dello 0,8% e per un 74enne, è l’1,6%
  • Per ogni sette anni di età inferiore ai 53 anni, il tasso di mortalità si dimezza, quindi un 46enne ha un rischio dello 0,1% di morire per COVID e si riduce allo zero statistico per adolescenti e bambini
  • L’80% dei decessi per COVID negli Stati Uniti si verifica in persone di età superiore ai 65 anni
  • L’età media dei decessi per COVID è superiore all’aspettativa di vita nazionale

Perché i mandati sui vaccini non hanno senso

Come sottolinea Dore, i fatti semplicemente non supportano i mandati sui vaccini. “Non vedo come puoi essere per i mandati dopo aver ottenuto queste informazioni”, dice.

  • I vaccini COVID non impediscono la trasmissione e le persone vaccinate hanno una carica virale altrettanto alta o superiore di quella dei non vaccinati, il che le rende altrettanto contagiose, o più
  • Anche se il vaccino riduce i sintomi, non ti impediscono di contrarre il virus
  • Dato che Omicron è così altamente contagioso, il consenso sembra essere che quasi tutti saranno esposti e lo contrarranno, producendo così l’immunità di gregge

“Se tutti lo riceveranno, che importanza ha da chi lo prendi, una persona vaccinata o non vaccinata?” chiede Dore. “Allora, come possono giustificare un mandato?”


I mandati di vaccinazione COVID sono crudeli e non etici

Secondo Kulldorf, l’establishment che spinge per i mandati dei vaccini sta ignorando la scienza della salute pubblica di base. Stanno anche agendo in modo non etico. Pretendere che un 25enne che già aveva il COVID prenda il vaccino sperimentale che non fornirà loro un chiaro beneficio non è etico dal punto di vista medico.

Nel frattempo, gli anziani nei paesi sottosviluppati che potrebbero beneficiarne non sono in grado di ottenerlo e anche questo, dice Kulldorf, non è etico. Bhattacharya è d’accordo, dicendo “è una cosa crudele che abbiamo fatto con i mandati”. Le persone che hanno rischiato la vita durante il primo anno della pandemia, quando si sapeva poco dell’infezione, ora vengono licenziate perché non vogliono un colpo di cui non hanno bisogno.

Il vaccino non interrompe la trasmissione. Detto questo, che logica c’è per un mandato? Non ce n’è. È solo crudele e immorale.

~ Dott. Jay Bhattacharia

Medici, infermieri, soccorritori, camionisti, impiegati di negozi di alimentari: hanno tutti lavorato fino al 2020 e sono stati esposti in prima linea. Coloro che si sono ripresi e hanno un’immunità naturale ora vengono scartati come spazzatura di ieri senza una buona ragione.

Naturalmente, gli operatori sanitari immunitari, ad esempio, sarebbero normalmente inestimabili. Ora vengono licenziati e sostituiti con lavoratori che hanno nel migliore dei casi una protezione fragile e temporanea, il che è oltre irrazionale se stai cercando di prevenire le epidemie.

“Il vaccino non interrompe la trasmissione”, afferma Bhattacharya. “Dato questo, che logica c’è per un mandato? Non ce n’è. È solo crudele e immorale.”


La bizzarra scomparsa dell’immunità naturale

Kulldorf sottolinea che conosciamo l’immunità naturale da 2.500 anni e non c’è assolutamente alcun motivo per presumere che questo virus sia completamente diverso da qualsiasi altro virus e non riesca a conferire una solida immunità dopo che ti sei ripreso.

Ma anche se non fossi sicuro, i dati del mondo reale confermano che conferiscono l’immunità. Cita dati provenienti da Israele, che mostrano che le persone che hanno ricevuto il vaccino hanno 27 volte più probabilità di contrarre un’infezione sintomatica rispetto a coloro che hanno avuto una precedente infezione da COVID. Quindi, sappiamo che l’immunità naturale è di gran lunga migliore del vaccino.

È un fenomeno molto curioso che si è verificato, e Bhattacharya e Kulldorf ammettono entrambi di esserne molto confusi, e cioè che apparentemente centinaia di scienziati si sono schierati con narrazioni che tutti sanno essere false, come la negazione dell’immunità naturale.

Bhattacharya descrive di essere stato completamente scioccato leggendo una dichiarazione firmata da 100 scienziati che dichiaravano che l’immunità naturale non si è verificata dopo l’infezione da COVID. Crede che la comunità scientifica fosse così presa dalla paura di essere “cancellata” che si sono zittiti o hanno accettato cose che sapevano non vere.

Sottolinea inoltre che l’Organizzazione Mondiale della Sanità è arrivata al punto di cambiare la definizione di immunità di gregge dopo la pubblicazione della Dichiarazione di Great Barrington. La nuova definizione sostanzialmente nega l’esistenza di un’immunità naturale di gregge e pretende che possa essere raggiunta solo attraverso la vaccinazione di massa, cosa che non è mai stato il caso.

“È uno strano potere che abbiamo”, dice Bhattacharya, ironico. “Abbiamo rilasciato [La Grande Dichiarazione di Barrington] e abbiamo reso più stupida l’Organizzazione Mondiale della Sanità”.


Vengono raccontate bugie sfacciate sul rischio di COVID per i bambini

Dore mette in evidenza anche altre palesi bugie. Due terzi dei genitori sono molto riluttanti a dare ai propri figli il jab COVID, quindi la macchina della propaganda è in pieno svolgimento cercando di far sì che i genitori abbiano più paura del COVID di quanto non lo siano del colpo. Riproduce una clip di notizie in cui si afferma che:

  • Dall’inizio della pandemia, più di 8.000 bambini sono stati ricoverati in ospedale con il COVID, un terzo dei quali è finito in terapia intensiva
  • Dall’inizio della pandemia sono 146.000 i bambini morti a causa del COVID
  • Il COVID è ora tra le prime 10 cause di morte tra i bambini

“Questo è solo falso”, dice Bhattachary. La clip di notizie prosegue affermando che:

  • Il colpo si è dimostrato sicuro per i bambini
  • Che non ci sono “effetti collaterali” nei bambini
  • Gli effetti collaterali si verificano solo entro i primi due mesi dopo il jab e
  • “Le preoccupazioni a lungo termine sono molto teoriche” e sarebbero “al massimo rare” mentre gli effetti del COVID stesso “potrebbero essere devastanti”

“Ha appena detto che non ci sono effetti collaterali dal vaccino”, dice Dore. “[Questa è] anche una bugia!” Bhattacharya ha commentato la clip definendola “assolutamente scioccante, piena di bugie assolute”. A parte la mancanza di provata sicurezza, hanno anche mentito sul fatto che COVID causasse problemi a lungo termine nei bambini. Bhattacharya cita un recente studio su larga scala che ha concluso che “il COVID lungo nei bambini era di breve durata”.

Stanno creando questo senso di panico nei genitori, ed è semplicemente malvagio. Quello che succede è che i genitori finiscono per prendere decisioni per i loro figli che finiscono per danneggiarli, sulla base di queste false informazioni.

~ Bhattacharya

Il trattamento precoce aggressivo è fondamentale

Spero che ti prendi il tempo per ascoltare l’intervista completa, poiché copre molto più di quanto ho recensito qui. È una conversazione interessante e Jimmy è profondamente divertente mentre ci istruisce sui fatti. Nella seconda metà dell’intervista, discutono anche della questione del trattamento e della posizione irrazionale secondo cui discutere e utilizzare un trattamento efficace farà sì che le persone non ricevano il vaccino COVID.

Bhattacharya esprime esasperazione per questo, osservando che quando un paziente è malato, devi fare tutto ciò che è in tuo potere per curarlo. Non puoi ignorare il trattamento per paura che non vogliano un vaccino in seguito. E non puoi non curare le persone semplicemente perché altri potrebbero decidere che non vogliono il vaccino perché sanno che possono essere curati se si ammalano.

In effetti, la soppressione e il rifiuto di un trattamento precoce è forse la bugia più eclatante e mortale di tutte. Ai primi segni di sintomi, è necessario iniziare il trattamento. Ora sappiamo che un trattamento precoce e aggressivo impedirà alla stragrande maggioranza di aver bisogno di cure ospedaliere o di morire. Il trattamento precoce riduce anche radicalmente il rischio di COVID lungo. A questo punto, abbiamo diversi protocolli di trattamento precoce con efficacia dimostrata, tra cui:

  • Il protocollo di prevenzione e trattamento precoce domiciliare della Front Line COVID-19 Critical Care Alliance (FLCCC). Hanno anche un protocollo ospedaliero e una guida alla gestione a lungo termine per la sindrome COVID-19 a lungo raggio. È possibile trovare un elenco di medici che possono prescrivere l’ivermectina e altri farmaci necessari sul sito Web dell’FLCCC
  • Il protocollo AAPS
  • Protocollo del Consiglio Mondiale per la Salute di Tess Laurie
  • Medici in prima linea d’America

Sulla base della mia revisione di questi protocolli, ho sviluppato il seguente riassunto delle specifiche del trattamento che ritengo siano le più semplici ed efficaci.

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non costituiscono un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista sanitario qualificato. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti basati su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: