I super vaccini e le “pillole morali” possono porre fine al COVID?

Source: February 15, 2022; Analysis by Dr. Joseph Mercola [ > Fact Checked < ]

Per anni, Big Pharma ha tenuto d’occhio la tecnologia di trasferimento genico dell’mRNA. Nel 2019, un panel del Milken Institute ha discusso in modo specifico di come potrebbero raggiungere la transizione dallo sviluppo del vaccino convenzionale alla nuova tecnologia dell’mRNA.1

La storia in breve
  • Per anni, Big Pharma ha tenuto d’occhio la tecnologia di trasferimento genico dell’mRNA. Nel 2019, un panel del Milken Institute ha discusso in modo specifico di come potrebbero raggiungere la transizione dallo sviluppo di vaccini convenzionali alla nuova tecnologia dell’mRNA
  • A un anno dal lancio dei vaccini COVID, ci stiamo rendendo conto di quanto sia carente la comprensione da parte degli scienziati di questi colpi. O peggio, capiscono e non si preoccupano del danno che causano
  • I colpi di COVID non contengono l’identico mRNA trovato nel virus SARS-CoV-2. L’mRNA è stato manipolato geneticamente in un processo chiamato “ottimizzazione del codone” e questo processo è noto per creare effetti collaterali completamente imprevisti
  • L’ottimizzazione del codone può causare un ripiegamento errato delle proteine, che a sua volta è stato collegato a condizioni letali come malattie neuro-degenerative e insufficienza cardiaca
  • Pfizer sembra essere stato il più aggressivo nella loro ottimizzazione dei codoni. Nel suo piano di gestione del rischio presentato alla FDA, Pfizer ammette che l’ottimizzazione del codone ha portato a un’elevata gamma-glutamil transferasi (GGT), che è un marker precoce di insufficienza cardiaca
Dr. Alexandra Herion-Caude PhD | Full Interview Inside | Planet Lockdown

I partecipanti includevano il Dr. Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), e Rick Bright, Ph.D., ex direttore della US Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), ora vicepresidente senior di prevenzione e risposta alle pandemie presso la Fondazione Rockefeller.

Bright ha suggerito “Potrebbe esserci la necessità, anche una chiamata urgente, di un’entità di eccitazione là fuori che sia completamente dirompente, non soggetta a vincoli e processi burocratici”.

Leggendo tra le righe, sembra che Bright stia suggerendo che una pandemia potrebbe aiutarli a compiere questa transizione rischiosa, poiché aggirare “i processi e le catene burocratiche” sarebbe probabilmente più accettabile di fronte a una crisi acuta.

Bene, a quanto pare, Bright e Fauci hanno realizzato il loro desiderio, e la popolazione mondiale sta pagando il prezzo per la loro decisione di buttare al vento le catene burocratiche e le procedure, insieme al principio di precauzione. Molti medici e scienziati hanno avvertito che i “vaccini” a base di mRNA erano mal consigliati e prematuri.


Il peggior difetto di progettazione nella storia della medicina

Ora, a un anno dall’inizio di questo disastroso lancio, ci stiamo rendendo conto di quanto sia carente la comprensione da parte degli scienziati di questi vaccini. O peggio, capiscono e non si preoccupano del danno che causano.

In un articolo di Substack dell’agosto 20212, il ricercatore britannico sulla sicurezza informatica Ehden Biber ha esaminato il modo in cui sono stati realizzati i vaccini di mRNA, concentrandosi su quello che ritiene possa essere “il peggior difetto di progettazione nella storia umana”.

I vaccini COVID non contengono l’identico mRNA trovato nel virus SARS-CoV-2. L’mRNA è stato manipolato geneticamente in un processo chiamato “ottimizzazione del codone” e questo processo è noto per creare effetti collaterali completamente imprevisti. “Come mai Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Janssen ecc. stanno utilizzando una tecnologia che sia loro che le autorità di regolamentazione sanno causerà risultati sconosciuti?” chiede Biber. Ecco un estratto da questo articolo che apre gli occhi:

“Cercare di dire al tuo corpo di generare proteine ​​è difficile per molte ragioni. Uno di questi è il fatto che quando si tenta di eseguire le informazioni sulle proteine ​​tramite i ribosomi che elaborano quel codice e generano la proteina, può essere molto lento o può rimanere bloccato durante il processo.

Fortunatamente, gli scienziati hanno trovato un modo per superare questo problema, sostituendo il codice: invece di utilizzare il codice genetico originale per generare la proteina, hanno cambiato le lettere nel codice in modo che il codice fosse ottimizzato. Questo è noto come ottimizzazione del codone.


I codoni sono tre nucleotidi; i nucleotidi sono i mattoni del tuo DNA. Ecco un esempio di ottimizzazione dei codoni: il 60% dei codoni è stato alterato, il 22% dei nucleotidi è stato alterato. Eppure il risultato finale è che i ribosomi generano la stessa proteina! È lo stesso? Beh, non così tanto.


Nel 2011 la rivista Nature Medicine ha pubblicato un articolo3 intitolato “Breaking the Silence”. Descriveva come l’ottimizzazione del codone, che utilizza questo sinonimo di cambiamenti del DNA, può innescare la malattia in diversi modi.


Si scopre che la proteina che è stata prodotta quando l’ottimizzazione del codone ha diversi modi di piegarsi e una diversa forma 3D, e “potrebbe causare immunogenicità, ad esempio, che non sarebbe stata osservata fino a studi clinici in fase avanzata o anche dopo l’approvazione”. dichiarazione si riferisce al ciclo di approvazione NORMALE. I vaccini contro il COVID sono passati attraverso uno accelerato”
.

Biber cita una citazione di Chava Kimchi Sarfaty, Ph.D., ricercatore principale presso la Food and Drug Administration degli Stati Uniti:

“Non crediamo che tu possa ottimizzare i codoni e fare in modo che la proteina si comporti come nella sua forma nativa”.

In sintesi, l’ottimizzazione del codone può alterare il modo in cui le proteine ​​si ripiegano e funzionano, e Sarfaty ha avvertito che “La forma modificata potrebbe causare immunogenicità, ad esempio, che non sarebbe visibile fino a studi clinici in fase avanzata o anche dopo l’approvazione”.4 Se il La FDA sapeva tutto questo nel 2011, perché non ha sollevato obiezioni contro l’utilizzo dell’ottimizzazione dei codoni nella realizzazione dei colpi COVID?


Dispiegamento proteico legato a molte patologie

Biber prosegue citando una serie di studi che collegano il ripiegamento errato delle proteine ​​a una varietà di patologie gravi, come la neurodegenerazione osservata nell’Alzheimer, nel morbo di Parkinson e nell’insufficienza cardiaca.5 Come spiegato nel documento del 2017, “Protein Misfolding Diseases”:6

La maggior parte delle molecole proteiche deve ripiegarsi in strutture tridimensionali definite per acquisire attività funzionale. Tuttavia, le catene proteiche possono adottare una moltitudine di stati conformazionali e la loro conformazione biologicamente attiva è spesso solo marginalmente stabile.
Le proteine ​​​​metastabili tendono a popolare specie mal ripiegate che tendono a formare aggregati tossici, inclusi oligomeri solubili e depositi di amiloide fibrillare, che sono legati alla neurodegenerazione nell’Alzheimer e nel morbo di Parkinson, e molte altre patologie.

“Se è così problematico, perché i produttori lo usano?” chiede Biber.

La risposta è perché affinché l’iniezione funzioni, hanno bisogno di livelli di espressione proteica più elevati di quanto sia naturalmente possibile.

Nel suo piano di gestione del rischio BNT162b2/Comirnaty presentato alla FDA per ottenere l’autorizzazione all’uso di emergenza, Pfizer ammette che l’ottimizzazione del codone ha portato a un’elevata gamma-glutamil transferasi (GGT), che è un marker precoce di insufficienza cardiaca.

Pfizer sembra essere stata la più aggressiva nella loro ottimizzazione del codone e non è un segreto che la pesante alterazione dell’mRNA potrebbe causare il ripiegamento errato delle proteine ​​​​e “anomalie di splicing”. Come notato in un documento di marzo 2021:7

“Il vaccino BNT162b2 contro il COVID-19 è composto da un RNA con 4284 nucleotidi, divisi in sei sezioni, che portano le informazioni per creare una fabbrica di proteine ​​S spike, quelle usate da SARS-CoV-2… per infettare l’ospite. Successivamente, queste proteine ​​vengono dirette all’esterno della cellula, innescando la reazione immunitaria e la produzione di anticorpi.

Il problema è la pesante alterazione dell’mRNA: l’uracile viene sostituito per ingannare il sistema immunitario con la pseudo-uridina; le lettere di tutte le triplette di codoni sono sostituite da una C o una G, per aumentare notevolmente la velocità di sintesi proteica; la sostituzione di alcuni amminoacidi con prolina; aggiunta di una sequenza (3′-UTR) con alterazione sconosciuta


Un’eventuale traduzione errata ha conseguenze sulla fisiopatologia di una varietà di malattie. Inoltre, l’mRNA iniettato è pre-mRNA, che può portare a più mRNA maturi; si tratta di “anomalie di splicing alternative”, fonte diretta di gravi danni a lungo termine per la salute umana.


In sostanza, ciò che verrà creato potrebbe non essere identico al picco della proteina S; solo un errore di decodifica traslazionale, la lettura errata dei codoni, la produzione di diversi aminoacidi, quindi proteine, a causare gravi danni a lungo termine alla salute umana, nonostante il DNA non sia modificato, trovandosi invece nel nucleo cellulare e non nel citoplasma, dove arriva l’mRNA modificato”
.


Il vaccino Pfizer alza l’indicatore di morte prematura

Nel suo piano di gestione del rischio BNT162b2/Comirnaty presentato alla FDA per ottenere l’autorizzazione all’uso di emergenza, Pfizer ammette anche che l’ottimizzazione del codone che hanno portato a un’elevata gamma-glutamil transferasi (GGT),8 che è un marker precoce di insufficienza cardiaca.

Un GGT elevato è anche un indicatore di insulino-resistenza, malattie cardiometaboliche,9 malattie del fegato10 e malattie renali croniche.11 Quando il tuo GGT è elevato, significa anche che il tuo fegato è sotto stress. Il livello ideale di GGT è inferiore a 16 unità per litro (U/L) per gli uomini e inferiore a 9 U/L per le donne. Al di sopra di 25 U/L per gli uomini e 18 U/L per le donne, il rischio di malattie croniche aumenta in modo significativo.

Inoltre, quando il tuo livello di GGT aumenta, il tuo glutatione diminuisce. Questo fa parte dell’equazione che spiega come un GGT elevato danneggia la tua salute. Aumentando il tuo livello di glutatione, abbasserai il tuo GGT.

Tuttavia, nonostante il fatto che Pfizer riconosca questi rischi, non ha condotto studi per valutare la sicurezza farmacologica, la genotossicità o la cancerogenicità. “Come sono riusciti a evitare i test?” si chiede Biber.12 La risposta è a dir poco scioccante.


Gli studi cruciali sono stati saltati

In circostanze normali, durante gli studi sugli animali vengono condotti studi di sicurezza farmacologica, genotossicità o cancerogenicità. Non sono stati condotti studi sugli animali per il colpo COVID; quindi nessuno di questi studi è stato eseguito, punto. Grazie al rilevamento rapido, i jab di mRNA sono entrati direttamente nelle prove umane. E apparentemente la FDA non ha intenzione di richiedere a Pfizer di condurre test per determinare gli impatti sulla salute della loro ottimizzazione dei codoni. Come fa notare Biber:

“I produttori conoscono il potenziale rischio. Le autorità di regolamentazione conoscono il potenziale rischio. Tuttavia, i regolatori non testano i prodotti V come terapia genica e non mettono in atto un piano di mitigazione del rischio di ottimizzazione del codone. SE NON MISURI IL RISCHIO NON VA VIA”.

È semplicemente sbalorditivo che abbiano lanciato questi scatti a miliardi di persone in tutto il mondo, sapendo benissimo che gli scatti hanno la capacità di causare seri problemi.

Un altro problema sollevato nell’articolo di Biber è il fatto che i tipi cellulari differiscono ampiamente nell’uso del codificatore, quindi determinare come l’mRNA viene tradotto in un tipo di tessuto non rivela nulla sulla cinetica traslazionale in un tessuto diverso. Nessuno dei produttori di jab COVID ha testato il proprio prodotto su tutti i tipi di tessuto disponibili (51 in tutto).

“La cinetica traslazionale può portare a pause traslazionali, che hanno un ruolo nella modulazione della conformazione proteica, possono portare a cambiamenti strutturali, aumentare l’immunogenicità e modificare le prestazioni. Questo è stato segnalato dagli anni ’90. Sicuro, giusto?”
Scrive Biber.13


Quindi, per riassumere nel modo più conciso possibile, Pfizer, Moderna e Janssen hanno tutti modificato il codice genetico del loro RNA per garantire che la proteina spike risultante prodotta dal tuo corpo fosse più stabile e per bypassare i meccanismi protettivi nelle cellule che prevengono il replicare del virus.

Senza questo cambiamento, il tuo sistema immunitario distruggerebbe semplicemente l’mRNA prima che le tue cellule possano iniziare a produrre la proteina spike. Il problema è che questa ottimizzazione del codone, questa riscrittura genetica, causa errori di traduzione quando i tuoi ribosomi, i “macchine” all’interno delle tue cellule che sintetizzano le proteine, elaborano il codice.

Questi errori di traduzione possono causare proteine ​​mal ripiegate e malfunzionamenti. Sappiamo già che alcune proteine ​​​​mal ripiegate sono implicate in malattie neuro-degenerative e insufficienza cardiaca improvvisa. Ma non abbiamo davvero idea di cosa potrebbero fare le proteine ​​​​mal ripiegate create dai vaccini COVID. Le conseguenze potrebbero essere identiche a quelle di altre proteine ​​​​mal ripiegate o potrebbero causare condizioni completamente nuove.

Per saperne di più, assicurati di ascoltare l’intervista “Planet Lockdown” con Alexandra Henrion-Caude, Ph.D., genetista e ricercatrice presso l’Istituto francese di salute, descritta all’inizio di questo articolo. Spiega cos’è l’RNA, la teoria su come dovrebbero funzionare i jab COVID e alcune delle principali preoccupazioni relative al loro utilizzo.

Sottolinea che, se si desidera creare un vaccino, non si prende di mira la parte del virus che è più soggetta a mutazioni (la proteina spike). Si selezionerebbe una parte del virus che ha meno probabilità di mutare. Prendendo di mira la proteina spike, si sono preparati per produrre più vaccini per stare al passo con le mutazioni, quindi la scelta della proteina spike potrebbe essere stata una decisione finanziaria.

Inoltre, selezionando la proteina spike come bersaglio, hanno scelto di programmare il tuo corpo per produrre la parte più tossica del virus. Sappiamo che la sola proteina spike è patogena, producendo coaguli di sangue e sanguinamenti anormali, ad esempio, anche senza il resto del virus. La coagulazione e/o l’emorragia sono dovute al fatto che il tuo sistema immunitario attaccherà e distruggerà le cellule all’interno del tuo sistema vascolare che producono la proteina spike.


Cosa puoi fare se hai fatto il vaccino COVID?

Come discusso in precedenza, a causa della modifica dell’mRNA della proteina spike che è stata utilizzata nel vaccino per renderlo “più efficace”, gli errori di traduzione possono causare proteine ​​​​mal ripiegate con complicazioni per la salute molto gravi.

Fortunatamente, il tuo corpo ha un processo progettato per correggere questo ripiegamento errato, perché circa un terzo delle proteine ​​​​prodotte dal tuo corpo sono ripiegate in modo errato dal momento in cui vengono prodotte.

Esistono due semplici strategie che puoi utilizzare per indirizzare queste proteine ​​​​per il ripiegamento o l’eliminazione. Il primo di cui ho parlato frequentemente in passato, è il mangiare a tempo limitato, che si ottiene consumando tutti i pasti entro una finestra di sei-otto ore che termina almeno tre ore prima di coricarsi. Questo stimolerà un processo chiamato autofagia mentre dormi e al mattino, quando il tuo tempo di digiuno supera le 14 ore.

La seconda, e una strategia meno nota, è quella di fare regolarmente il bagno in sauna. Se la sauna è abbastanza calda, il tuo corpo produrrà proteine ​​​​da shock termico che rispiegheranno o elimineranno le proteine ​​​​mal ripiegate. Devi solo assicurarti che sia abbastanza caldo e che stai davvero sudando copiosamente. La biometria che puoi misurare consiste nell’aumentare la temperatura con un termometro orale da circa ~38℃ (101°F) a ~39℃ (102°F).

Inoltre, probabilmente perderai da 0.5kg (1lb) a ~1kg (2lb) di sudore. Assicurati solo di bere abbastanza acqua e di sostituire il sale che perdi. Inoltre, molte saune sono cariche di campi elettromagnetici elevati, quindi scegli con attenzione la tua sauna. Molte nuove saune a infrarossi hanno eliminato i campi magnetici ma praticamente tutte hanno campi elettrici elevati che possono essere problematici.


Pillole morali per domare il dissenso?

Sapendo ciò che sappiamo già, c’è chiaramente motivo di profonda preoccupazione per i vaccini COVID. Sembra indubbio che possano causare problemi di salute molto seri, sia acuti che a lungo termine. Nonostante ciò, i produttori di vaccini, le agenzie sanitarie nazionali e i leader politici stanno portando avanti, chiedendo che ogni uomo, donna e bambino venga vaccinato più volte.

Semplicemente non c’è dubbio che i vaccini COVID siano il più grande esperimento umano della storia. Le ramificazioni sono già oltre il devastante, ma non abbiamo davvero idea di quale sarà l’intera portata.

Lo stesso si può dire per ogni altra misura pandemica impiegata, dal mascheramento universale e il distanziamento sociale ai blocchi. Nessuno è supportato da prove scientifiche che dimostrino l’efficacia e abbiamo solo scalfito la superficie quando si tratta di valutare il danno che hanno causato.

Per reprimere il dissenso contro questa sperimentazione non etica sul pubblico, almeno una persona ha suggerito un’idea scandalosamente radicale: “Pillole della moralità”. Fondamentalmente, drogare la popolazione alla sottomissione. Come riportato da Forbes nell’agosto 2020:14

“… il bioeticista Parker Crutchfield ha suggerito un approccio controverso per combattere la pandemia,15 vale a dire una ‘pillola della moralità’; norme come indossare mascherine e aderire alle linee guida sul distanziamento sociale…

Crutchfield [nota] che coloro che “hanno bisogno di un miglioramento morale sono anche i meno propensi a sottoscriverlo”. Esplora quindi metodi involontari, come richiedere legalmente alle persone di assumere la pillola della moralità o somministrare la droga segretamente attraverso la rete idrica.


In altre parole, obbligare le persone a prendere una “pillola della moralità” non altera il calcolo morale fondamentale di qualsiasi proposta politica. Semplicemente rende più facile far rispettare le leggi buone (o cattive) per le autorità”
.

Il suggerimento di Crutchfield sembra uscito direttamente da un romanzo distopico, ma si sposa perfettamente con l’ideologia tecnocratica, che fondamentalmente afferma che i tecnocrati – una piccola e potente élite che crede di poter raggiungere l’immortalità attraverso il transumanesimo – sono più intelligenti e più degni della vita di chiunque altro altrimenti, e quindi hanno il diritto di dettare la verità morale alle masse.

Nota del redattore: dopo le critiche diffuse al suo commento sulle pillole morali di Crutchfield, Forbes ha cambiato il titolo dell’articolo nel febbraio 202216 in “No, non usare una ‘pillola morale’ per fermare la pandemia di COVID” e ha aggiunto una nota dell’autore in cui spiegava che il titolo era cambiato in “dichiarare più chiaramente” la posizione personale dell’autore.


Alla ricerca di un Super-Vaccino universale

Molti esperti ora ammettono che la pandemia è finita,17 ma il complesso industriale della pandemia non è disposto a lasciar andare la sua nuovissima oca d’oro. Come discusso nella riunione del Milken Institute del 2019, sono alla ricerca di “super-vaccini” universali basati su mRNA.

Nel 2019, l’obiettivo di Fauci era un vaccino antinfluenzale universale. Oggi, l’obiettivo è un vaccino COVID universale per la protezione da ceppi vecchi e nuovi.18 Un modo per raggiungere questo obiettivo potrebbe essere quello di colpire la proteina nucleo-capside (n-proteina), situata all’interno del virus, piuttosto che il picco, come è attualmente fatto.

Prendendo di mira una parte del virus che non muta molto da un ceppo all’altro, potresti ottenere una protezione più ampia. La domanda è: perché non l’hanno fatto dall’inizio? Oppure, forse una domanda migliore potrebbe essere: questo ha qualcosa a che fare con il “promettente” vaccino per l’HIV mRNA che il direttore del NIAID, il dottor Anthony Fauci, ha annunciato nel dicembre 2021?

Come coautore del documento di ricerca su questo vaccino, Fauci ha spiegato che funziona come i vaccini mRNA COVID, ma non contiene istruzioni per la proteina spike. Piuttosto, fornisce istruzioni codificate per insegnare a due proteine ​​chiave dell’HIV a produrre particelle di se stesse simili a virus nelle cellule muscolari.19

Indipendentemente dal motivo per cui funziona l’imminente vaccino mRNA dell’HIV, nonostante decenni di sforzi, i vaccini polivalenti sono tutti falliti. E considerando l’approccio apatico adottato con gli attuali vaccini COVID, ci si deve chiedere se ci si possa fidare degli sviluppatori di vaccini e delle autorità di regolamentazione per produrre un vaccino polivalente sicuro ed efficace.

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non costituiscono un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista sanitario qualificato. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti basati su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: