Perché gli atleti professionisti stanno crollando sul campo?

Source: February 18, 2022; analisi di Dr. Joseph Mercola [> Fact Checked <]

Sono crollati sul campo oltre 400 atleti professionisti e dilettanti, un numero di gran lunga superiore a quello di qualsiasi altro anno. Chi presta attenzione chiede un’indagine trasparente.

La storia in breve
  • La leggenda del calcio e commentatore sportivo del Regno Unito, Matt Le Tissier, ha parlato del gran numero di atleti che sono crollati o sono morti sul campo e di conseguenza ha perso il lavoro
  • Le Tissier dice di non aver mai visto niente di simile in 17 anni in cui ha giocato a calcio; chiede un’indagine sugli eventi e afferma che ignorarlo è una “massiccia negligenza al dovere” da parte dei funzionari
  • I fact-checker e i funzionari governativi stanno cercando di negare o screditare le informazioni che supportano la teoria secondo cui le iniezioni di mRNA sono dietro l’assalto improvviso di lesioni e morte, e stanno accuratamente ignorando le indagini sulle accuse
  • Il Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) riflette gli infortuni degli atleti nella popolazione generale, ma è possibile che i rapporti non siano affatto attuali

Ogni giorno che passa, l’elenco delle persone che subiscono tragiche conseguenze dai vaccini di mRNA COVID si allunga. I dati1 mostrano che 23.149 persone sono morte dopo un vaccino COVID al 28 gennaio 2022. Ci sono anche 13.575 segnalazioni di persone con paralisi di Bell, 41.163 disabili permanenti, 31.185 con miocardite, 11.765 che hanno avuto attacchi di cuore e 3.903 donne che hanno perso i loro bambini dopo aver ricevuto i vaccini.

Molte di queste persone e le loro storie sono rimaste nascoste alla vista del pubblico. YouTube, Instagram, Facebook e altre piattaforme di social media hanno censurato le storie personali e i video di individui che documentano le loro ferite e disabilità permanenti, quindi coloro che leggono solo i media mainstream non sono consapevoli del danno che viene fatto in nome della scienza.

Tuttavia, c’è una popolazione di persone le cui ferite e la cui morte sono state rese pubbliche. Negli ultimi sei mesi, una sfilza di atleti professionisti e dilettanti sono crollati e sono morti sul campo. Eppure, i media mainstream sembrano prendere questo passo avanti, agendo come se ciò che sta accadendo fosse del tutto normale.

Ma, come descritto da Matt Le Tissier nei primi secondi del video qui sopra, questo è tutt’altro che normale. Le Tissier era una leggenda del calcio2 (uno sport chiamato football nel Regno Unito). La sua abilità sul campo gli è valsa il soprannome di “Le God”3 prima di lasciare lo sport per diventare un commentatore sportivo, da ultimo con Sky Sports.

Come descrive nell’intervista, ha perso quel lavoro per aver parlato e portato l’attenzione sul gran numero di morti cardiache improvvise inspiegabili che accadono ad atleti professionisti e dilettanti in tutto il mondo.


Gli atleti muoiono in grande numero sul campo

Red Voice Media chiede in un titolo, “400 atleti che crollano e muoiono solo negli ultimi 6 mesi?”,4 quindi menziona “piccole storie che emergono su atleti perfettamente sani che muoiono misteriosamente”. Durante l’intervista, Le Tissier viene interrogato sul suo pensiero sull’impennata degli eventi cardiaci nel mondo sportivo, a cui risponde:5

“Non ho mai visto niente del genere. Ho giocato per 17 anni. Non credo di aver visto una persona in 17 anni uscire dal campo di calcio con difficoltà respiratorie, cuore stretto, problemi cardiaci…

L’anno scorso, è stato incredibile quante persone, non solo calciatori ma sportivi in ​​generale, giocatori di tennis, giocatori di cricket, giocatori di basket, quanti ne stiano semplicemente crollando. E ad un certo punto, sicuramente devi dire che questo non è giusto, questo deve essere indagato”
.

Le Tissier riconosce che potrebbero esserci altri fattori che hanno causato questo massiccio aumento degli eventi cardiaci negli atleti. Afferma che gli atleti potrebbero aver avuto il COVID, e questa potrebbe essere una conseguenza della malattia o potrebbe essere il vaccino. Ma il punto che sottolinea è che dovrebbe essere indagato e non lo è.

Ciò potrebbe farti chiedere perché gli esperti di salute non attribuiscono la colpa all’infezione, ma in realtà stanno ignorando completamente il problema. Si pone la domanda: sanno già la risposta?

Le Tissier continua parlando della sicurezza dei giocatori e di come lo sport protegga i giocatori dal giocare troppo a lungo o troppe partite, eppure stanno guardando i giocatori crollare sul campo e apparentemente si accontentano di agire come se fosse normale. Lo definisce una “massiccia negligenza al dovere” che nessuno in una posizione di potere richieda un’indagine.6

“È assolutamente disgustoso che possano sedersi lì e non fare nulla per l’aumento del numero di sportivi che stanno crollando sul campo di gioco. E non è solo quello che ho notato in questa stagione. Ancora una volta, nella mia carriera, non ricordo una sola partita interrotta a causa di un’emergenza in mezzo alla folla, un’emergenza medica in mezzo alla folla…

Vorrei che qualcuno lo esaminasse e andasse bene, aspetta un minuto, possiamo tornare indietro negli ultimi 15 o 20 anni e… dare un’occhiata e vedere quante volte è successo 10 anni fa e poi quante volte è successo nell’ultimo anno. Ho guardato molti sport e molti reportage sul calcio, e non ho mai visto niente del genere, la quantità di partite che sono state interrotte a causa di emergenze tra il pubblico”
.

L’intervistatore ha sottolineato che correlazione non significa necessariamente causalità, su cui Le Tissier era d’accordo, ma ha sottolineato che è necessaria un’indagine per scoprire se lo sia. “A occhio nudo, qullo che sta accadendo è molto più di quanto non sia accaduto in passato. Non posso essere l’unico a vedere questo.”7


Chi sono questi atleti?

Un numero schiacciante di atleti professionisti e dilettanti è crollato sul campo, non sono solo numeri. Hanno tutti un’alta probabilità di avere una cosa in comune: hanno avuto la vaccinazione COVID. Questo video di tredici minuti presenta una raccolta di atleti che “improvvisamente” sono crollati in un periodo di sei mesi.

Kyle Warner è uno di quegli atleti.8 Ha 29 anni ed è all’apice della sua carriera come corridore professionista di mountain bike. Dopo aver ricevuto una seconda dose del vaccino mRNA di Pfizer nel giugno 2021, ha subito una reazione così grave che a ottobre trascorreva ancora molte delle sue giornate a letto.

Nel tentativo di spargere la voce che i vaccini COVID-19 non sono sempre così sicuri come si è portati a credere, Warner ha condiviso la sua esperienza con l’infermiere educatore in pensione John Campbell nel novembre 2021. Warner, sui 20 anni e in condizioni fisiche ottimali , è stato gravemente danneggiato dal vaccino.

“Credo che dove c’è rischio, ci debba essere scelta”, dice.9 Ma in questo momento, le persone vengono fuorviate. “Le persone sono costrette a prendere una decisione basata sulla mancanza di informazioni anziché essere convinte di una decisione basata sulla totale trasparenza delle informazioni.”10

La storia di Warner non è diversa da quella di molti altri: come ha appreso Campbell in questa intervista, molti medici non sono disposti a riconoscere che i vaccini COVID-19 potrebbero essere correlati ai reclami per lesioni dei pazienti. Sebbene i funzionari sanitari abbiano iniziato a riconoscere che la miocardite può essere correlata alle iniezioni, continuano a ignorare altri eventi avversi.


Ferito da vaccino, improbabile ottenere aiuto

I fact-checker si affrettano a negare la possibilità che un numero schiacciante di morti e infortuni tra atleti professionisti e dilettanti non sia correlato ai vaccini COVID,11 ma gli imbalsamatori raccontano12 una storia diversa.

Il direttore delle pompe funebri Richard Hirschman è un imbalsamatore professionista certificato dal 2004 e attualmente si reca in diverse pompe funebri per imbalsamare i corpi. È apparso sul “Dr. Jane Ruby” per condividere alcune scoperte scioccanti che ha visto nel suo lavoro negli ultimi mesi.13

A metà del 2021, ha iniziato a notare che alcune persone morte per infarto e ictus avevano strani coaguli nelle vene e nelle arterie. Ha mostrato immagini di coaguli dall’aspetto fibroso che aveva estratto dal corpo dei pazienti, alcuni dei quali hanno la lunghezza di una gamba di una persona, e ha spiegato che i normali coaguli di solito si sfaldano quando vengono maneggiati. Questi coaguli fibrosi – che ha detto di vedere sempre di più – mantengono la loro integrità e possono essere manipolati senza disintegrarsi.

Sfortunatamente, indipendentemente dal fatto che muoiano o meno, quando si tratta di chiedere aiuto a qualcuno che crede di essere stato ferito dai vaccini COVID, è improbabile che lo ottengano senza sforzi intensi. Uno dei motivi è perché, mentre le persone chiedono sempre più sostegno per i feriti da vaccino, l’unico modo per ottenere un risarcimento è attraverso l’oscuro programma di compensazione degli infortuni contro le contromisure (CICP).14

Per dare un piccolo background, le richieste di risarcimento per i normali vaccini passano attraverso il National Vaccine Injury Compensation Program (NVICP).

Inizialmente istituito come un sistema “senza colpa” per risolvere le richieste di risarcimento danni, questa legge statunitense alla fine protegge le aziende farmaceutiche con uno scudo di responsabilità completo e, se vinci attraverso questo “tribunale” del vaccino, i pagamenti provengono da un fondo speciale istituito solo per tal fine, risparmiando ai produttori di vaccini, alle loro compagnie assicurative e ai fornitori di vaccini pagamenti costosi per lesioni e decessi da vaccino.15

Tuttavia, se ritieni di essere stato ferito da un vaccino COVID e desideri un risarcimento per questo, devi passare attraverso un “tribunale” per i vaccini diverso gestito da quello che Fortune descrive come un “ufficio oscuro all’interno dei servizi sanitari e umani degli Stati Uniti Dipartimento”. E questo sistema non solo protegge i produttori e gli operatori sanitari dalla responsabilità, ma ha ostacoli e limiti che rendono il risarcimento molto più difficile rispetto al NVICP.

La conclusione è che, anche se puoi provare di essere stato ferito da un colpo di COVID, non puoi citare in giudizio la compagnia farmaceutica e il risarcimento che ricevi dal programma è limitato a $ 50.000 per salario perso e $ 370.376 per omicidio colposo.16


I funzionari cercano di screditare VAERS

La legge che protegge Big Pharma dalle normali richieste di risarcimento danni da vaccino è il National Childhood Vaccine Injury Act.17 Il processo di richiesta del CICP per i vaccini COVID è condotto ai sensi della legge sulla preparazione al pubblico e sulla preparazione alle emergenze (PREP), approvata nel 2005,18 che autorizza il governo a prendere contromisure contro un’emergenza sanitaria. L’ultima dichiarazione ai sensi della presente legge è stata emessa il 17 marzo 2020, che prevedeva:19

“… immunità di responsabilità verso determinati individui ed entità (Persone assicurate) contro qualsiasi pretesa per danni causati da, derivanti da, relativi o risultanti dalla produzione, distribuzione, amministrazione o uso di contromisure mediche (contromisure coperte), fatta eccezione per le affermazioni relative a “condotta intenzionale” come definito nella legge PREP”.

In altre parole, a meno che non possa essere provata una condotta dolosa, chiunque sia soggetto all’atto ha anche un’indennità contro le pretese dei cittadini. Questo non è limitato ai produttori e Big Pharma, ma può includere anche funzionari governativi. Il fatto è che entrambi i sistemi di reclamo sono in realtà alla fine del processo e non riflettono tutte le possibili lesioni che potrebbero verificarsi.

Quindi, come puoi dire quante ferite effettive potrebbero verificarsi con un determinato vaccino?

È qui che entra in gioco un altro sistema: il National Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS).20 Come spiegherò più avanti, chiunque può fare una segnalazione a VAERS, ed è questo componente chiave che i critici usano per affermare che VAERS può contenere errori e anche false affermazioni.

Sebbene il sistema disponga di un meccanismo per eliminare le notizie false, alti funzionari del governo, come il direttore del NIAID, il dottor Anthony Fauci e il direttore del CDC, la dottoressa Rochelle Walensky, hanno tentato di screditarlo. In particolare, ciò si è verificato durante un’audizione al Senato quando entrambe le persone hanno insinuato che se una persona era stata vaccinata e poi è stata uccisa in un incidente d’auto, è possibile che potrebbe essere registrata nel VAERS come una lesione da vaccino.21

È importante notare che il sistema VAERS è co-amministrato dal CDC e dalla FDA.22 Tuttavia, come fa notare David Martin, il cui lavoro implica l’impegno etico e la gestione della comunità e degli interessi di valore basati sui beni comuni,23 in un’intervista estratta e pubblicata su Twitter:24,25

“Il fatto è che, per quanto il CDC e la FDA cerchino di nascondersi dietro quello che, secondo quanto riferito, è un errore nel database VAERS, il Vaccine Adverse Event Reporting System, quello che non sembrano rendersi conto è che dicendo che ci sono errori stanno violando la legge dal 1986…

Se torni indietro e leggi [l’ACT] scoprirai che i produttori di vaccini sono tenuti a mantenere il VAERS accurato. Questo è in realtà un requisito legale. Quindi, se ti stanno dicendo che non è accurato, stanno ammettendo di aver violato la legge”
.

Per legge, VAERS26 è un sistema di segnalazione obbligatorio per gli operatori sanitari. Il sistema non è impostato per analizzare la causalità, ma può essere utilizzato come dati grezzi per rilevare eventi avversi imprevisti che possono indicare un segnale di sicurezza.

In totale, il sistema deve essere mantenuto dagli operatori sanitari e dai produttori di farmaci come requisito legale per mantenere l’indennità contro i danni da vaccino, fa notare Martin:27

“E questo è il quid pro quo per ottenere l’immunità. Se VAERS ha torto, l’immunità viene trafitta perché è responsabilità legale del produttore assicurarsi che VAERS sia accurato”.


VAERS è sopraffatto dai rapporti

Chiunque può fare una segnalazione a VAERS: sia i pazienti che gli operatori sanitari possono utilizzare questo sistema per segnalare problemi di salute che sospettano possano essere collegati a qualsiasi vaccino, compresi i vaccini COVID. Ma poiché il sistema è passivo, il fatto che le segnalazioni vengano archiviate dipende interamente dal fatto che ogni individuo sia all’altezza di tale responsabilità.

I referti devono contenere tutte le cartelle cliniche ospedaliere e qualsiasi altra informazione medica rilevante. Sfortunatamente, come nota succintamente in un video Brittany Galvin, una giovane donna che afferma di essere stata ferita da un vaccino COVID,28 il sistema non è efficiente e i dati potrebbero essere tristemente obsoleti. Ciò ha un impatto significativo sul monitoraggio degli effetti del programma di vaccinazione COVID poiché è possibile che ciò che vedi in un dato giorno nel database VAERS non sia affatto attuale.

Galvin ha creato diversi video che parlano del viaggio che ha intrapreso nel tentativo di segnalare i suoi eventi avversi a VAERS. In un video pubblicato nel gennaio 2022,29 ha registrato la sua conversazione telefonica con un investigatore del VAERS per discutere del motivo per cui il suo rapporto presentato a fine maggio 2021 non era ancora stato conteggiato nel sistema.

In una conversazione ha appreso che il processo richiede molti passaggi attraverso diversi dipartimenti. La prima tappa per i rapporti VAERS è in un dipartimento con solo 50 dipendenti.30 Una volta che il pacchetto di informazioni è stato completato da questo dipartimento, viene inviato a un team di infermieri che leggono e rivedono ogni pagina.

Se il personale ha qualche dubbio o se ritiene di aver bisogno di maggiori informazioni, il pacco verrà rispedito al primo dipartimento per ulteriori informazioni.31 Galvin ha espresso la sua preoccupazione per il fatto che c’erano centinaia di migliaia di persone come lei e solo 50 dipendenti VAERS che cercano di elaborare questi rapporti.32

“Nel frattempo l’intero governo sta cercando di costringere tutti a ottenere questa cosa. Mentendo alle persone dicendo loro che “nessuno ha ottenuto GBS da esso” ma qui mi siedo a malapena in grado di camminare e il mio caso non verrà segnalato “tecnicamente” perché il CDC non ha ancora indagato perché gli ospedali si stanno trascinando i loro piedi … è come una porta girevole e a tutti noi umani su questo pianeta e in questo paese viene mentito, ed è ingiusto”.

Alla fine della conversazione con l’investigatore, Galvin ha appreso che mentre il suo rapporto è stato depositato nel maggio 2021, non è stato assegnato a qualcuno al VAERS fino a settembre o novembre 2021.33 Potrebbero passare molti mesi prima che il CDC riceva il rapporto sulle sue lesioni da vaccino che possono essere pubblicate.34

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Perché gli atleti professionisti stanno crollando sul campo?"

  1. io ho completato tutto il ciclo con la terza dose e per ora non ho avuto problemi, a parte la febbre nei primi giorni, ma quello ci stava. Certo leggendo questo articolo viene da toccarsi i cosi detti, io cerco di essere ottimista 👍

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: