Gli imbalsamatori trovano vene e arterie piene di grumi gommosi

Source: February 19, 2022; analisi del Dr. Joseph Mercola [> Fact Checked <]

Richard Hirschman, un imbalsamatore e direttore funebre certificato con oltre 20 anni di esperienza, ha presentato alcune scoperte misteriose e inquietanti.

La storia in breve
  • Richard Hirschman, un imbalsamatore certificato dal consiglio di amministrazione, ha trovato “strani coaguli” nei corpi dei defunti da quando sono stati lanciati i vaccini COVID-19
  • Hirschman descrive e ha fotografato coaguli fibrosi innaturali che stanno riempiendo vasi e vene, rendendo difficile il verificarsi dell’imbalsamazione; i suoi colleghi hanno avuto esperienze simili nel trovare i coaguli fibrosi
  • Si dice che molte delle persone colpite siano morte per infarto o ictus
  • Da novembre Hirschman afferma che oltre il 50% dei corpi che imbalsama sono colpiti dagli strani coaguli
  • Se ti è stato iniettato, considera gli enzimi fibrinolitici a stomaco vuoto, che digeriscono la fibrina che porta a coaguli di sangue, ictus ed embolie polmonari
Attenzione: questo video contiene contenuti forti

Nel periodo di tempo da quando sono stati lanciati i vaccini COVID-19, a partire dalla metà del 2021, Hirschman afferma di aver trovato “strani coaguli” nei corpi del defunto.

In un’intervista esclusiva mondiale con il Dr. Jane Ruby Show, Hirschman descrive coaguli fibrosi innaturali che stanno riempiendo i vasi, rendendo difficile l’imbalsamazione.1 Nel video qui sopra, puoi vedere i lunghi coaguli gommosi in prima persona. Attenzione: alcune delle foto sono grafiche. “Ne ho visti una manciata”, dice Hirschman, riferendosi a un coagulo che ha estratto dall’area inguinale di un corpo, che è quasi la lunghezza della gamba.

Il coagulo era così allarmante che Hirschman scattò una foto, spiegando che pensava: “Devo fare una foto a questo perché nessuno crederà a come sarà”. Al momento della foto, aveva già estratto alcuni altri coaguli di dimensioni simili da altri corpi.2

Le osservazioni di Hirschman sono state confermate da colleghi, tra cui Cary Watkins, che ha più di 50 anni di esperienza nell’imbalsamazione. Non solo Watkins conosce personalmente Hirschman, ma ha detto che è un credibile imbalsamatore. Watkins ha visto Hirschman rimuovere gli strani coaguli da un corpo e ha detto di non aver mai visto coaguli come loro nella sua carriera di cinque decenni.3


Strani coaguli bianchi e fibrosi: “semplicemente non è normale”

Steve Kirsch sta facendo un ottimo lavoro nel raccogliere un sacco di informazioni per confutare la narrativa dei media mainstream. Se sei interessato a conoscere le ultime novità su COVID, devi iscriverti alla sua newsletter gratuita di Substack. Le due video interviste in questa sezione sono un buon esempio del tipo di contenuto che riceverai quando ti iscrivi.

“Quando faccio l’imbalsamazione, devo entrare in vena. E per il processo di imbalsamazione, devo permettere che il sangue venga drenato. Quindi in realtà ho estratto questo enorme e lungo coagulo – un coagulo dall’aspetto fibroso – prima di un’imbalsamazione”, ha detto Hirschman.4

L’inizio del coagulo, che ricorda un verme bianco e gommoso, appare rosso e come un normale coagulo. Ma la maggior parte del coagulo è diversa; è composto da un materiale bianco e fibroso. “Semplicemente non è normale”, ha detto, aggiungendo:5

“In genere, un coagulo di sangue è liscio; è sangue che si è coagulato. Ma quando lo strizzi, o lo tocchi o provi a raccoglierlo, generalmente si sfalda… puoi quasi strizzarlo tra le dita e riportarlo di nuovo al sangue. Ma questa roba fibrosa bianca è piuttosto forte. Non è affatto debole. Puoi manipolarlo, è molto flessibile. Non è difficile… non è normale. Non so come si possa vivere con qualcosa del genere dentro di sé”.

La persona da cui è stato estratto il lungo coagulo nel video aveva ricevuto colpi di COVID-19 ma aveva comunque contratto il COVID-19. Sono stati dimessi da un ospedale dopo essere risultati negativi per SARS-CoV-2, ma sono morti pochi giorni dopo, “probabilmente perché era pieno di coaguli di sangue”, ha detto Hirschman.6

Aveva anche informazioni da una fonte affidabile che i membri della famiglia erano sconvolti perché l’uomo era stato dimesso dall’ospedale nonostante si sentisse ancora male, tra cui soffriva di difficoltà respiratorie e mancanza di respiro.

Una seconda foto nel video mostra come apparivano i coaguli una volta sciacquati via da Hirschman. “Per avere un’idea di cosa c’è dentro, potrei letteralmente sciacquare questi coaguli, strofinare via il sangue e questa roba bianca tiene forte. Non si dissolve. Puoi romperlo, ma è elastico”.7 Quando ha parlato con i suoi colleghi, hanno confidato che anche loro stanno vedendo la stessa cosa.

Un altro aspetto insolito dei coaguli è che si trovano sia nelle vene che nelle arterie. In genere, i coaguli non si trovano nelle arterie a meno che una persona non sia morta da diversi giorni, cosa che non avveniva quando Hirschman li trovò.


“Sembra filariosi cardiopolmonare per le persone”

Hirschman e un collega hanno estratto numerosi fili fibrosi dai corpi, un fenomeno che non aveva mai visto prima nei suoi oltre 20 anni di carriera. Li ha descritti come somiglianti ai vermi mentre un collega ha detto: “Sembrano i vermi per le persone”. Tuttavia, questi non sono vermi o parassiti. Come ha detto Hirschman, non ha mai visto una mossa. In un commento, il dottor Robert Jay Rowen ha spiegato:8

“Ho visto questo video ed è spaventoso. Questo becchino non poteva prelevare sangue dalle vene delle gambe per iniettare formaldeide per preservare il corpo. Ha esplorato e non solo trovato coaguli, che possono essere naturali, ma alla fine del coagulo ha trovato materiale denso e bianco filante che ha descritto come a forma di verme, ma non voglio che tu sia fuorviato dal fatto che potrebbe esserci un parassita.

Sembrava una corda attorcigliata. Non ci crederai a meno che non lo vedi. Peggio ancora, ne ha trovati alcuni nelle arterie che non dovrebbero mai avere niente di simile a causa dell’alto flusso. I suoi colleghi stanno segnalando risultati simili dall’avvento del vaccino contro il COVID”
.

Hirschman ha affermato che gennaio 2021 è stato il periodo più impegnativo della sua carriera, il che coincide con il lancio dei colpi di COVID-19. Non ha visto subito le strutture bianche “verme”, ma poiché ora le vede sempre più spesso, è diventato preoccupato per il futuro.

Si dice che molte delle persone colpite siano morte per infarto o ictus. “La maggior parte delle persone non vedrà quello che vedo io. Dottori, quando prelevano sangue, non possono vedere questa roba”. Hirschman intende far analizzare chimicamente la sostanza, aggiungendo che è diventato così comune che se imbalsama quattro corpi in un giorno, due di loro avranno i coaguli fibrosi.


Maggioranza degli organismi ora interessati

Da novembre Hirschman afferma che oltre il 50% dei corpi che imbalsama è affetto da strani coaguli e la tendenza sembra essere in aumento:9

“Se questo è causato dal vaccino, che il mio intestino mi dice che è – non posso provarlo – se è causato dal vaccino, immagina la quantità di persone che moriranno in futuro, perché le persone possono” Vivono con questo tipo di sostanza che galleggia nei loro vasi.

Ed è incredibile quante persone muoiono di infarto e ictus ultimamente. Se uno di questi piccoli tessuti fibrosi sale nel cervello, avrà un ictus. Se ti entra nel cuore, ti porterà a un infarto”
.

Un individuo sulla cinquantina, che Hirschman ha imbalsamato, è morto di infarto e aveva i coaguli fibrosi bianchi. Il suo portafoglio era su di lui e, mentre Hirschman controllava gli effetti personali, ha notato la scheda del vaccino COVID-19 dell’uomo lì.

“È stato molto impegnato con la sua attività di imbalsamazione sin dal lancio del vaccino”, ha detto Rowen. “Non l’ha mai visto prima del 2020 in 20 anni di lavoro. Non sa se sono stati tutti vaccinati. Il tasso di questo evento sembra aumentare negli ultimi mesi dal 50% all’80% dei corpi”.10

Nell’ultimo mese, ha detto Hirschman, su 35 persone che ha imbalsamato, 24 hanno avuto i coaguli. È riluttante a rivelare i risultati ai familiari delle vittime, poiché non vuole scatenare il panico. Tuttavia, se la composizione del materiale fibroso può essere scoperta, spera che si possa fare qualcosa per evitare il danno e salvare la vita delle persone.


Vaccinati a doppio rischio di sindrome coronarica acuta

I coaguli di sangue rari continuano a essere segnalati come reazioni avverse ai colpi di COVID-19.11 In un esempio, il diciassettenne Everest Romney ha ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer e quella notte ha manifestato un gonfiore estremo al braccio e al collo.12 Due giorni dopo, l’atleta precedentemente sano non è stato in grado di alzare la testa a causa del dolore e del gonfiore. Un pediatra ha respinto le preoccupazioni, incolpandole di un infortunio sportivo.

Sua madre ha insistito per una TAC, che ha rivelato un coagulo di sangue all’interno della sua vena giugulare dallo stesso lato in cui è stato colpito. Successivamente sono stati rivelati anche rari coaguli di sangue nel suo cervello. Finì in terapia intensiva, dove i medici si rifiutavano ancora di riconoscere che i coaguli potessero essere collegati al colpo.

Anche uno studio pubblicato nel numero del 16 novembre 2021 della rivista Circulation è particolarmente rilevante data la testimonianza di Hirschman. Lo studio ha concluso che “l’mRNA vacs aumenta notevolmente l’infiammazione dell’endotelio e l’infiltrazione delle cellule T del muscolo cardiaco e possono spiegare le osservazioni di aumento della trombosi, cardiomiopatia e altri eventi vascolari dopo la vaccinazione”.

Le persone che erano state colpite hanno più che raddoppiato il rischio di sindrome coronarica acuta (SCA), un termine generico che include non solo attacchi di cuore, ma anche una serie di altre condizioni che comportano una brusca riduzione del flusso sanguigno al cuore. Segni e sintomi di SCA in genere iniziano molto improvvisamente e includono:13

Dolore/disagio toracico, spesso descritto come sensazione di dolore, pressione, senso di costrizione o brucioreDolore che si irradia dal petto alle spalle, alle braccia, alla parte superiore dell’addome, alla schiena, al collo e/o alla mascella
Nausea e/o vomitoIndigestione
Fiato cortoSudorazione improvvisa e pesante
Vertigini, mancamenti e/o svenimentiFatica insolita o inspiegabile

I pazienti che hanno ricevuto un regime a due dosi di mRNA hanno più che raddoppiato il rischio di SCA a cinque anni, portandolo da una media dell’11% al 25%. In un tweet del 21 novembre 2021, il cardiologo Dr. Aseem Malhotra ha scritto:14

“Straordinario, inquietante, sconvolgente. Ora abbiamo prove di un plausibile meccanismo biologico di come il vaccino mRNA possa contribuire all’aumento degli eventi cardiaci. L’abstract è pubblicato sulla rivista di cardiologia a più alto impatto, quindi dobbiamo prendere molto sul serio questi risultati”.


Gli enzimi fibrinolitici possono aiutare

Se hai ricevuto un’iniezione di COVID-19 e soffri di sintomi indotti da iniezione, il protocollo I-RECOVER15 del Front Line COVID-19 Critical Care Working Group (FLCCC) per la sindrome COVID a lungo raggio è stato utilizzato per trattare il colpo- sintomi indotti con successo simile.

Il protocollo può essere scaricato per intero16 e fornisce istruzioni dettagliate su come trattare la sindrome da COVID a lungo raggio e/o le reazioni da iniezioni di COVID-19. Inoltre, se ti è stato iniettato e vuoi ridurre il rischio di potenziali complicazioni, ci sono alcune strategie di base che consiglierei.

  1. Assicurati di misurare il tuo livello di vitamina D e di assumere abbastanza vitamina D per via orale (in genere circa 8.000 unità al giorno per la maggior parte degli adulti) e/o di ottenere un’esposizione solare ragionevole per assicurarti che il tuo livello sia compreso tra 60 e 80 ng/ml (da 150 a 2000 nmol/l).
  2. Elimina tutti gli oli vegetali (di semi) nella tua dieta, il che comporta l’eliminazione di quasi tutti gli alimenti trasformati e la maggior parte dei pasti nei ristoranti a meno che tu non possa essere sicuro che lo chef stia cucinando solo con il burro. Evita le salse o i condimenti per l’insalata nei ristoranti, poiché sono carichi di oli di semi.

    Evita anche pollo e maiale, poiché sono ricchi di acido linoleico, il grasso omega-6 di cui quasi tutti ne consumano troppo e contribuisce allo stress ossidativo che causa malattie cardiache.
  3. Prendi in considerazione l’assunzione di circa 500 milligrammi al giorno di NAC, poiché aiuta a prevenire la formazione di coaguli di sangue ed è un precursore per il tuo corpo per produrre l’importante antiossidante glutatione.
  4. Hirschman raccomandava l’aspirina quotidiana, ma considera invece gli enzimi fibrinolitici, che digeriscono la fibrina che porta a coaguli di sangue, ictus ed embolie polmonari. La dose è in genere due, due volte al giorno, ma deve essere assunta a stomaco vuoto, un’ora prima o due ore dopo un pasto. Altrimenti, gli enzimi digeriranno il cibo e non la fibrina nel coagulo di sangue.

Per ulteriori opzioni, il Consiglio mondiale per la salute, una coalizione mondiale di organizzazioni focalizzate sulla salute e gruppi della società civile che cercano di ampliare le conoscenze sulla salute pubblica, ha pubblicato una guida alla disintossicazione proteica spike piena di rimedi naturali che possono aiutare a sostenere la tua salute.17

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: