Il Vortice Polare sta per portare una Nor’Easter negli Stati Uniti

Source: March 10-11, 2022; articolo di Cap Allon

  • La tempesta di neve di marzo spazza la Grecia;
  • Il Vortice Polare sta per portare basse temperature record ed una Nor’Easter “Monster” negli Stati Uniti;
  • Soldati russi dovrebbero morire a -20°C (-4°F) di freddo mentre i loro carri armati si trasformano in “congelatori blindati”
  • Storica nevicata colpisce Istanbul;
  • -44.7℃ (-48.5°F) Registrato a Peter Sinks, Utah;
  • Un’espulsione di massa coronale sta per colpire la Terra

La tempesta di neve di marzo spazza la Grecia

Questa settimana le minime fuori stagione stanno investendo gran parte della Grecia, poiché l’arrivo della tempesta Filippos fa cadere neve rara e pesante su gran parte dell’Europa sudorientale, anche alle quote più basse della regione, anche su Atene (20 m / 65 piedi):

Secondo l’Osservatorio nazionale di Atene, il congelamento è causato da un afflusso di aria gelida proveniente dal nord Europa che viaggia insolitamente all’estremo sud sul retro di un flusso di corrente a getto debole e ondulato. La neve è arrivata lunedì nell’Europa sudorientale, con nazioni come Macedonia, Kosovo e Bulgaria che hanno chiuso le scuole mentre il mercurio è sceso sotto lo zero. Le condizioni invernali sono continuate a sud, espandendosi in Tessaglia, nella Grecia centrale e anche nelle montagne di Creta entro mercoledì.

Sul monte greco Pilio, così come nella vicina città di Volos, è stato consigliato agli automobilisti di utilizzare le catene da neve. Mentre in Attica, la polizia ha impedito ai camion di utilizzare la principale autostrada greca Atene-Lamia a causa della forte nevicata,

Dato che il calendario si avvicina a metà marzo, la neve, in particolare la neve pesante, è un fenomeno incredibilmente raro in questa parte del mondo e ha molti locali completamente confusi:


“Polar Vortex” porterà basse temperature record e “Monster” Nor’Easter negli Stati Uniti

La primavera si rifiuta di arrivare anche in Canada e in gran parte degli Stati Uniti. La grande tempesta invernale Quinlan sta scendendo a sud nel CONUS, destinata a raggiungere la costa del Golfo, in Florida e la costa orientale venerdì. Si prevede che inizieranno forti nevicate in tutto il sud prima che il sistema diventi il ​​prossimo grande Nor’Easter sabato.

Questa tempesta invernale sarà estrema per metà marzo, e quindi minaccia centinaia di record di bassa temperatura dal Canada alle Grandi Pianure e dalla Florida fino al New England. Le temperature in Minnesota, ad esempio, dovrebbero mantenersi di quasi 40°F al di sotto del normale. Mentre il Kansas orientale, l’Oklahoma, il Missouri e l’Arkansa settentrionale possono aspettarsi minimi di circa 25-35°F al di sotto della media. Il Texas centrale soffrirà di circa 25°F in più rispetto al normale, con la costa del Golfo che subirà 20°F al di sotto della media.

A precedere il peggio del freddo da record, tuttavia, e a dimostrare la massima preoccupazione per le autorità, è il minimo in rapido sviluppo. Il sistema è emerso giovedì sulle Montagne Rocciose, dove ha iniziato a ricoprire le pianure centrali e meridionali con la neve di fine stagione: al termine di venerdì, si prevede che le nevicate avranno ricoperto il nord del Texas, l’Oklahoma, l’Ohio, il Kentucky, il Tennessee e anche al nord, con parti del Mississippi e dell’Alabama.

La tempesta è quindi destinata a intensificarsi mentre attraversa il sud-est e si intensificherà rapidamente quando si dirigerà verso nord-est sabato. Il sistema dovrebbe diventare il prossimo ciclone bomba quando si avvicina alla costa orientale, dove è probabile che si sviluppi una grande tempesta di neve quando il fronte si scontra con l’aria artica gelida. I forti venti, la neve alta e le condizioni di bufera di neve avranno probabilmente un impatto su milioni di persone in tutto il nord-est durante il fine settimana, raggiungendo il New England alla fine di sabato. Questo è un violento Nor’Easter. Non prenderla alla leggera. Anche l’MSM sta etichettando questo evento con “esplosivo” e “mostro” di tempesta di neve.

GFS Total Snowfall (inches) March 10 – March 16 [tropicaltidbits.com].

Come accennato in precedenza, una significativa esplosione di freddo seguirà la tempesta, mettendo gli Stati Uniti centrali e settentrionali in un profondo gelo mentre fornirà temperature prossime allo zero lungo la costa del Golfo del Texas, della Louisiana e del Mississippi, prima che il sistema venga espulso più a est.

GFS 2m Temperature Anomalies (C) March 9 – March 14 [tropicaltidbits.com].

E guardando più avanti – e certamente nel lasso di tempo inaffidabile – i modelli stanno anche assistendo all’ennesimo focolaio artico mentre il calendario si avvicina ad aprile. Il GFS ha guadagnato fiducia negli [ultimi giorni, e ora sta raddoppiando su una massa di freddo polare che scende in profondità nel CONUS dal 23 al 25 marzo (uno da tenere d’occhio, almeno):

GFS 2m Temperature Anomalies (C) March 23 – March 25 [tropicaltidbits.com].
GFS Total Snowfall (inches) March 15 – March 25 [tropicaltidbits.com].

Il gelo estremo di questa settimana può essere probabilmente legato a eventi al di sopra dell’Artico, dove una massa di aria fredda solitamente bloccata in posizione dal vortice polare stratosferico si è liberata. Questo vortice era rimasto forte per tutta la stagione invernale, ma ora, e come riportato alla fine di febbraio, sta finalmente perdendo forza. L’impatto del vortice sul tempo atmosferico/latitudine inferiore è stato messo in dubbio di recente – una contesa supportata dagli Stati Uniti che hanno sperimentato una serie di epidemie artiche in questa stagione nonostante il vortice sia rimasto forte – ma è ancora ampiamente accettato che ci sia una connessione.


Soldati russi dovrebbero morire a -20°C (-4°F) di freddo mentre i loro carri armati si trasformano in “congelatori blindati”

La guerra in Ucraina è una questione geopolitica. È il risultato inevitabile – e sventato – di anni di manovre aziendali e politiche tra Stati Uniti e Russia all’interno del paese.

“Putin bad man” è una semplificazione eccessiva che i media corporativi occidentali stanno vendendo con successo a un pubblico sempre intorpidito – un pubblico che lecca tutto allegramente con il gusto del cavallo su un albero di tasso, grazie, in non piccola parte, a una fabbrica – sistema scolastico modellato volto a produrre droni conformi piuttosto che spiriti liberi di pensare. La sofferenza di civili e soldati allo stesso modo è disgustosa e inutile e, ancora una volta, gli umani sono considerati carne da cannone in un gioco politicizzato più ampio, il più grande mai giocato: The Great Reset.

Le truppe russe all’interno di quel famigerato convoglio di 40 miglia appena fuori Kiev si trovano ad affrontare temperature minime di -20°C (-4°F) e oltre, perché il freddo polare attanaglia gran parte del continente europeo, in particolare le regioni centrali, meridionali e orientali.

Si prevede che un minimo sotto lo zero vedrà le truppe congelare a morte nei loro carri armati, così dice un ex capo dell’esercito britannico. I veicoli diventeranno “congelatori da 40 tonnellate” per quelli ancora all’interno, il che distruggerà il morale, afferma l’ex maggiore dell’esercito britannico Kevin Price. E un certo numero di punti vendita di MSM hanno seguito le affermazioni di Price, riferendo che i carri armati saranno “tombe ghiacciate per i soldati russi nei prossimi giorni” poiché le basse temperature record attanagliano la regione (allora i timori dell’AGW sono sospesi? Inoltre, nessuna possibilità che i soldati contrarre e morire di COVID nei carri armati? La narrazione è andata avanti, chiaramente). Considerando che Glen Grant, esperto di difesa senior presso la Baltic Security Foundation, si aspetta che i russi si arrendano per evitare di morire congelati, dicendo a Newsweek: “Non sono stupidi”.

Il convoglio di 40 miglia è rimasto bloccato su strade situate a circa 30 miglia dalla capitale ucraina per quasi una settimana a causa di problemi meccanici e serbatoi di carburante vuoti. Tuttavia, tali rapporti dovrebbero essere letti con un sano scetticismo poiché sono scritti dagli stessi media occidentali i cui sostenitori sono direttamente coinvolti nella lotta per la proprietà dell’Ucraina.

Caso in questione, dovremmo credere alle fonti militari britanniche quando affermano che “i combattenti di Mosca di Vladimir Putin non sono equipaggiati per la guerra fredda”. Dov’è che si sono allenati per combattere allora…? I Caraibi…?

Sono tutti idioti.


Storica nevicata colpisce Istanbul

Questa settimana l’Europa sud-orientale e l’Asia sud-occidentale stanno subendo storiche raffiche di freddo e neve. Le bufere di neve hanno colpito la città turca di Istanbul da giovedì a venerdì, portando la grande metropoli quasi a un punto morto.

Le condizioni dovrebbero estendersi anche fino a lunedì, con i minimi notturni che scendono al di sotto di 0°C (32℉), un’impresa incredibilmente rara per il periodo dell’anno.

Questo non è il primo assaggio di neve debilitante della Turchia in questa stagione. Lontano da esso. È stato un inverno di proporzioni davvero storiche, con continui tondi di neve pesante che hanno colpito allo stesso modo le montagne, le metropoli e le coste della nazione, condizioni che hanno contribuito alla più grande interruzione di corrente mai registrata nel paese.

Giovedì, e fino alle prime ore del venerdì, sono state notate bufere di neve in una miriade di distretti turchi. Di conseguenza, molte scuole, aziende e strade sono state chiuse e funzionari pubblici sono stati messi in congedo amministrativo per contribuire a ridurre il traffico.

Di seguito è riportato il filmato della famosa Torre di Galata di Istanbul distrutta da forti nevicate primaverili:

Il Governatorato di Istanbul ha anche annunciato che tutti i veicoli pesanti, come i camion, sono stati banditi dalle strade. Anche le motociclette, i corrieri e gli e-scooter dovevano essere bloccati su ordine del governatorato, iniziato giovedì alle 19:00 ora locale.

Questa tempesta si preannuncia essere la peggiore per la sua città in almeno 25 anni:

Le squadre di sgombero sono al lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per cercare di mantenere aperta la Turchia, ma è un compito senza fine:

Mentre sono in montagna, gli equipaggi stanno lavorando per eliminare le derive che si avvicinano a 30 piedi (9 m) di altezza:

Spazzaneve a Van Turkey, dove i cumuli sono alti quasi 9 metri.

Mentre anche al livello del mare, le temperature sono abbastanza fredde da vedere le precipitazioni cadere sotto forma di neve, anche nella vicina Grecia:

Come accennato in precedenza, la maggior parte della Turchia soffre di questo anomalo fronte artico: un totale di 38 province sono attualmente colpite. Nel lontano distretto di Arnavutköy, ad esempio, la fitta neve che ricopre le strade avrebbe gettato nel caos i pendolari mattutini. Ci sono segnalazioni di passeggeri che abbandonano le navette per raggiungere a piedi i loro luoghi di lavoro, mentre alcuni autobus gestiti dall’IBB sono rimasti intrappolati sulle strade poiché i conducenti non potevano avanzare su percorsi ghiacciati.

Anche i voli in entrata e in uscita dal Paese sono stati ostacolati. Turkish Airlines, e la sua controllata di bilancio AnadoluJet, hanno annunciato oltre 200 voli cancellati solo giovedì, con molti altri cancellati venerdì, in particolare dall’aeroporto di Istanbul e dall’aeroporto Sabiha Gökçen.

L’Autorità turca per la gestione dei disastri e delle emergenze (AFAD) sta esortando le persone a rimanere al chiuso mentre le basse temperature gelate e le abbondanti nevicate primaverili spazzano il paese, dal Mediterraneo orientale alla capitale Ankara, e da Smirne a ovest fino all’estremo angolo orientale dell’Anatolia. E centinaia di villaggi sono stati tagliati fuori dal mondo esterno, in particolare quelli situati nelle parti orientali e sudorientali, ma il numero dovrebbe aumentare con l’intensificarsi del sistema nel fine settimana:

GFS 2m Temp Anomalies (C) Sat, March 12 [tropicaltidbits.com].
GFS Total Snowfall (cm) March 11 – March 22 [tropicaltidbits.com].

-44.7℃ (-48.5°F) registrati a Peter Sinks, Utah

Il freddo eccezionale sta inghiottendo gli Stati Uniti, freddo più abituato alle profondità dell’inverno rispetto a metà marzo. Centinaia di record di bassa temperatura sono già stati rovesciati: di seguito è riportata un’istantanea dei benchmark caduti finora (fino alle 08:00 UTC):

Ma con l’arrivo di un freddo più anomalo, nei prossimi giorni verranno battuti molti altri record di bassa temperatura:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) March 9 – March 14 [tropicaltidbits.com].

Il minimo più freddo finora va a Peter Sinks, nello Utah – nessuna vera sorpresa lì; tuttavia, la ferocia del gelo è degna di nota. Una lettura di -48,5°F (-44,7°C) è stata registrata ieri nella dolina, secondo il sito web ufficiale dello Utah Climate Center. “Questo è un valore notevole per metà marzo”, scrive @ThierryGooseBC su Twitter, e uno che è solo 3,5°F al di sotto della temperatura più fredda mai registrata di marzo di tutti i tempi del Lower -48 (52°F) stabiliti a Middle Sink, Utah il 10 marzo 2002).

E con l’arrivo di aria artica aggiuntiva, quel record di tutti i tempi potrebbe essere nuovamente minacciato venerdì e sabato.

Da segnalare anche la previsione a neve…

GFS Total Snowfall (inches) March 12 – March 28 [tropicaltidbits.com].

…con tutta questa polvere fresca destinata ad aggiungersi alla già impressionante stagione della neve nell’emisfero settentrionale: la massa totale della neve dell’NH, escluse le montagne, è attualmente di circa 300 Gigaton sopra la media 182-2012 e tiene forte:


Un’espulsione di massa coronale sta per colpire la Terra

Un CME pieno di alone si sta dirigendo direttamente verso la Terra. DATA: domenica 13 marzo.

I coronagrafi a bordo dell’Osservatorio solare ed eliosferico hanno registrato la nuvola temporalesca che ha lasciato il sole poche ore fa:

Questo CME è il risultato di un brillamento solare di classe C2 di lunga durata vicino alla macchia solare AR2962, spiega il dottor Tony Phillips di spaceweather.com. Normalmente, i razzi di classe C non sono considerati potenti. Tuttavia, data la forza del campo magnetico in costante diminuzione della Terra, oltre al fatto che questo bagliore è durato quasi 12 ore, il che ha permesso di pompare molta energia nella CME, vale la pena prestare attenzione.

Quando il CME colpisce sono probabili tempeste geomagnetiche di classe G2 moderatamente forti.

Si spera che il team SpaceX non lanci alcun satellite Starlink durante il fine settimana:


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno stanno stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Una opinione su "Il Vortice Polare sta per portare una Nor’Easter negli Stati Uniti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: