Equinozio di Primavera

Source: March 21, 2022; articolo di Cap Allon

  • Il Nord America ha appena subito il suo inverno più freddo degli ultimi anni;
  • L’equinozio di primavera ha visto un “freddo invernale” afferrare gran parte dell’Europa;
  • Cipro ha stabilito la sua temperatura più bassa mai registrata a marzo
  • Intenso sciame sismico sotto il vulcano São Jorge, nelle Azzorre
  • Meteo Italia, freddo agli sgoccioli, da martedì 22 sole e temperature in aumento

Il Nord America ha appena subito l’inverno più freddo degli ultimi anni

Temperature insolitamente gelide hanno inghiottito il Canada e gli Stati Uniti negli ultimi tre mesi. Anche secondo quei venditori ambulanti della NOAA che ignorano l’UHI, l’inverno meteorologico è diventato il più freddo del Nord America dal 2014.

E guardando solo a gennaio e febbraio del 2022, è stato “il periodo più freddo dal 1996”, ha aggiunto NOAA (minimo solare del ciclo 22).

Mappa delle anomalie della temperatura globale per febbraio 2022 [NOAA].

Prendendo i dati della NOAA come letti, con tutto il suo glorioso pregiudizio sull’Urban Heat Island (UHI), ciò che viene anche rivelato è che una forte tendenza al raffreddamento negli Stati Uniti e in Canada è prevalsa dal 2016 al 2022 (a marzo).

Utilizzando lo stesso strumento di dati citato dalla NOAA nel suo ultimo rapporto (rilasciato a gennaio 2020) e un arco temporale di 5 anni simile, è stato rivelato che le temperature in Nord America sono diminuite a un tasso di 1,29°C per decennio tra gennaio 2016 fino a febbraio 2022.

Questo è un calo mostruoso delle temperature, uno ca. 19 volte il tasso di aumento medio ufficiale della Terra dal 1880, almeno secondo il rapporto NOAA: “La temperatura annuale globale è aumentata in media. tasso di 0,07°C (0,13°F) per decennio dal 1880.

Anomalie della temperatura del Nord America rispetto alla media del 20° secolo [NOAA].

Ma perché i dati mostrano che il Nord America si sta raffreddando mentre il pianeta in generale si sta riscaldando? Bene, una risposta potrebbe essere che la copertura delle stazioni meteorologiche è molto buona negli Stati Uniti e in Canada, mentre è molto scarsa in gran parte del resto del pianeta e dove la copertura è scarsa (come in Africa e in Siberia, ad esempio) NOAA semplicemente indovina la temperatura.

Questo riempimento delle lacune sarà giustificato dicendo che le letture delle stazioni di temperatura più vicine sono state utilizzate come proxy, ma

  1. questo metodo non fornirà un record di temperatura globale accurato poiché la stazione termica più vicina potrebbe essere a centinaia o addirittura migliaia di miglia di distanza e
  2. queste stazioni saranno il più delle volte situate in aree cosmopolite e tali aree hanno una comprovata tendenza all’isola di calore urbano e quindi ovviamente distorceranno il quadro generale.

Quando la vegetazione naturale viene sostituita con edifici, marciapiedi e fonti di calore spurie come condizionatori d’aria e automobili, il microclima attorno a un sito di termometri cambia. Questa espansione delle letture dei centri urbani per coprire intere nazioni è probabilmente, ora, l’unico motore del riscaldamento globale antropogenico.

Con queste congetture, la NOAA – in collaborazione con alcune piccole frazioni di altre organizzazioni (come il Goddard Institute for Space Studies della NASA) – è riuscita a creare una tendenza della temperatura del tutto innaturalmente lineare che presumibilmente è in procinto di provocare una “catastrofe climatica senza precedenti” entro i prossimi mesi/anni/decenni nessuno può essere d’accordo sui tempi; ma di una cosa puoi essere certo, stiamo tutti per “friggere” a meno che non limitiamo la libertà di parola, rovesciamo la democrazia e il capitalismo e revisioniamo l’energia a prezzi accessibili a favore di energie rinnovabili costose e fallimentari (vedi l’opinione dei fisici William Happer QUI).

In conclusione, il fatto che il Nord America abbia una buona copertura del termometro potrebbe effettivamente limitare le “congetture” della NOAA, ovvero la tendenza al raffreddamento del continente potrebbe effettivamente fornirci un quadro molto più vicino alla verità globale (non ho altre spiegazioni). Ma inoltre, anche prendendo i dati globali grezzi della NOAA, quindi prima che passino attraverso i filtri scaldavivande dell’agenzia governativa, è possibile distinguere anche qui una tendenza al raffreddamento: le anomalie della temperatura globale, terrestre e oceanica, tendono a -0,14°C per decennio rispetto allo stesso periodo di tempo:

Anomalie della temperatura del Nord America rispetto alla media del 20° secolo [NOAA].

Questo raffreddamento globale è ancora più pronunciato se si osservano i dati satellitari con temperature in calo di circa 0,71°C dal 2016 e in ulteriore calo:


L’equinozio di primavera ha visto il “freddo invernale” afferrare gran parte dell’Europa

Con l’equinozio di primavera sono arrivate condizioni simili a una giornata invernale piena per l’Europa centrale e orientale.

Il termometro è sceso a -15,8°C (3,5°F) nelle montagne greche; forti gelate hanno devastato la Bulgaria e la Romania, con Sofia che ha subito -8,7°C (16,3°F); mentre pesanti nevicate continuano a cadere su gran parte del Caucaso (quindi parti della Russia meridionale, Georgia, Armenia, ecc.), anche a basse quote.

La neve si è diffusa anche in profondità nella Russia centro-occidentale, cadendo su Chelyabinsk (situata vicino al confine con il Kazakistan) dove sono state notate condizioni di bufera di neve, descritte come “inaspettate” e “infernali”:

Marzo è stato eccezionalmente freddo anche nel Mediterraneo orientale.

Complete condizioni invernali sono ancora presenti in Grecia e Turchia, dove la neve fresca sta cadendo persino sulle regioni costiere intorno al Mar Nero:

La forte nevicata continua a ricoprire anche la città bassa di Istanbul:

Mentre le nevicate primaverili sono davvero sorprendenti e stanno colpendo artisti del calibro di Sarıkamış, nella provincia di Kars:


Cipro ha stabilito la sua temperatura più bassa mai registrata a marzo

Soggiornando nel Mediterraneo orientale, domenica 20 marzo è stata un’altra giornata storica in tutta Cipro.

Un minimo di -11,6°C (11,1°F) è stato ufficialmente registrato alla stazione del monte Trodos Square, la lettura di marzo più fredda mai osservata nel paese. Faceva anche un freddo pungente in tutta l’isola: il villaggio di Kyperounda ha rotto il proprio minimo regionale con -7,6°C (18,3°F).

Come riportato da cyprus-mail.com, piazza Troodos è attualmente al di sotto di circa 44 cm (17 in) di neve, “che in genere non è stata registrata a marzo da prima degli anni ’70 o addirittura ’60”, ha affermato il direttore dei servizi meteorologici statali Kleanthis Nicolaides.

Ulteriori letture:


Intenso sciame sismico sotto il vulcano São Jorge, nelle Azzorre

Source: March 21, 2022; Posted by Teo Blašković

Un intenso sciame sismico sta scuotendo il sistema di fessure vulcaniche di Manadas nella parte nord-ovest dell’isola di Sao Jorge (8 200 abitanti), Azzorre, Portogallo. L’ultima eruzione di questo vulcano avvenne nel 1808.

Secondo il Center for Seismovulcanic Information and Surveillance of the Azzorre (CIVISA), lo sciame è iniziato alle 17:19 LT (16:19 UTC) del 19 marzo. Tre terremoti sono stati registrati nei successivi 2 minuti, con magnitudo che vanno da 2,8 a 2.9.

I primi terremoti sono stati avvertiti con intensità massima IV/V (Scala Mercalli Modificata) nella parrocchia di Manadas, con intensità IV a Urzelina e Norte Grande, e con intensità III a Calheta.1

Nelle successive 24 ore nella regione sono stati registrati più di 700 terremoti. Tutti avevano magnitudini basse e solo 48 sono state avvertite, ha detto CIVISA.

Il capo della CIVISA, Rui Marques, ha affermato che il sistema di fessure vulcaniche di Manadas, che coincide con i principali coni vulcanici dell’isola, è ancora attivo e ora registra un rilascio di energia che non era comune negli ultimi anni.2

“Tutti i terremoti avvertiti a São Jorge da sabato sono di origine tettonica”, ha detto Marques, aggiungendo che il terremoto più grande è stato M3.2 alle 01:43 UTC del 20 marzo. Il terremoto è stato avvertito dalle popolazioni di São Jorge e dell’isola di Pico.

“Stiamo ancora valutando il modello comportamentale di questa crisi sismica, che ora si trova in una fase di rilascio di energia inferiore”, ha affermato Marques. Gli eventi sismici stanno ora procedendo verso il villaggio di Velas.

Image credit: EMSC

“L’attuale sciame sismico fa ricordare a molti gli sciami sismici che hanno preceduto l’eruzione del 2021 alla Palma nelle vicine Isole Canarie”, ha affermato il dottor Tom Pfeiffer del VolcanoDiscovery.3

Riassunto geologico

L’isola lineare di São Jorge è lunga 54 km (33 miglia) e larga solo 6 km (3,7 miglia). Era formato da eruzioni di fessure iniziate nella parte orientale dell’isola.

I due terzi occidentali di São Jorge, prevalentemente basaltica, contengono flussi di lava giovanili alimentati da fessure simili a quelli della vicina isola di Pico.

Nel 1580 la lava si è diffusa da tre località al di sopra della costa centro-meridionale, producendo flussi che hanno raggiunto l’oceano.

Nel 1808 si verificò una serie di esplosioni da bocchette lungo la cresta centro-meridionale dell’isola; una delle bocche ha prodotto una colata lavica che ha raggiunto la costa meridionale.

In diverse occasioni sono state segnalate eruzioni sottomarine da bocche al largo delle coste S e SW. Questo vulcano si trova all’interno delle Azzorre, una proprietà del Geoparco mondiale dell’UNESCO.4

Riferimenti:
  • 1 Crise sísmica in São Jorge (em atualização) – RTP
  • 2 Cerca di 700 sismos registados na ilha de São Jorge in 24 ore, mas só 48 foram sentidos – Publico
  • 3 Isola di São Jorge (Azzorre): lo sciame sismico potrebbe essere dovuto all’intrusione di magma, possibile precursore di un’eruzione vulcanica? – Scoperta del vulcano
  • 4 São Jorge – Riassunto geologico – GVP

Meteo, freddo agli sgoccioli, da martedì 22 sole e temperature in aumento

L’alta pressione impedirà l’arrivo delle perturbazioni atlantiche aggravando la siccità al Nord. Temperature in aumento con valori più primaverili, fino 20 gradi

Un robusto, vastissimo e pertanto anomalo anticiclone occuperà a partire da martedì 22 marzo, gran parte del nostro continente: le uniche zone di maltempo saranno la Penisola Iberica, l’area del Mediterraneo orientale e il nord della Scandinavia. L’alta pressione impedirà l’arrivo sull’Italia delle perturbazioni atlantiche, di conseguenza sulle nostre regioni settentrionali si aggraverà ulteriormente l’attuale e già pesante siccità iniziata a dicembre.

Il flusso di correnti orientali di aria fredda che ancora insiste sul nostro Paese, a partire da metà settimana si interromperà e verrà sostituito da una massa d’aria più mite che favorirà un generale rialzo termico; nella seconda parte della settimana infatti le temperature raggiungeranno valori più primaverili, con punte vicine ai 20 gradi.

Alla fine della settimana un vortice di bassa pressione dalla penisola Iberica potrebbe muoversi verso est e il Mediterraneo, avvicinandosi al Centro-Sud dove potremmo assistere al ritorno delle nuvole e di qualche pioggia. Si tratta però solo di una tendenza, ancora incerta.

Previsioni meteo per martedì 22 marzo

Giornata di tempo stabile e con cieli in prevalenza sereni, a parte della residua nuvolosità sull’Appennino meridionale, in Calabria, Sicilia e Sardegna, ma senza precipitazioni.

Temperature minime vicine o poco sopra lo zero al Centro-Nord; massime in lieve rialzo, con valori però che restano inferiori alla norma ovunque.
Venti moderati di Maestrale e Tramontana sul medio a basso Adriatico, in Puglia, in Calabria e nello Ionio; venti orientali in Sardegna. Mari: mossi o localmente molto mossi Ligure occidentale, basso Adriatico, Ionio, Tirreno sud-occidentale, Mare e Canale di Sardegna; per lo più poco mossi gli altri bacini.

Previsioni meteo per mercoledì 23 marzo

Giornata ben soleggiata nelle regioni del Centro-Nord e in Sardegna con un cielo sereno  praticamente ovunque. Prevalenza di sole anche al Sud e in Sicilia dove però nel corso del giorno ritroveremo qualche innocuo annuvolamento, principalmente nelle zone interne montuose.

Temperature in generale aumento, specie al Centro-Nord dove le massime si porteranno oltre le medie stagionali fino a sfiorare localmente i 20 gradi. Venti tesi orientali nel Canale di Sardegna, fino a moderati da nord o nord-ovest su medio-basso Adriatico, Puglia e Ionio; altrove venti deboli. Mossi il medio-basso Adriatico, Ionio, Mare e Canale di Sardegna, Mare di Corsica e Ligure occidentale.


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno stanno stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

Ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: