Ukraine on Fire: 2016 Documentario di Oliver Stone

Source: March 26, 2022; Analysis by Dr. Joseph Mercola [>Fact Checked<]

L’Ucraina è una terra antica e fiera, una terra di confine dove l’Oriente incontra l’Occidente. La sua bandiera blu e gialla rappresenta il cielo e i campi di grano, e la sua ricca e ambita terra è stata utilizzata come percorso – durante la prima e la seconda guerra mondiale – per le potenze occidentali mentre tentavano di conquistare l’est.


La storia in breve
  • La ricca terra dell’Ucraina è stata storicamente utilizzata come percorso per le potenze occidentali mentre tentavano di conquistare l’Oriente
  • Di conseguenza, l’Ucraina, essendo circondata da maggiori poteri su tutti i lati, ha dovuto padroneggiare l’arte di cambiare lato
  • L’Organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN), fondata nel 1929, aveva l’obiettivo finale di creare un’Ucraina etnicamente pura e indipendente
  • Le agenzie di intelligence statunitensi hanno tenuto d’occhio le organizzazioni nazionaliste ucraine come fonte di controspionaggio contro l’Unione Sovietica; documenti declassificati della CIA mostrano stretti legami tra l’intelligence statunitense e i nazionalisti ucraini dal 1946
  • L’ingerenza degli Stati Uniti durante la rivoluzione di Maidan ha incoraggiato i manifestanti a rovesciare il governo democraticamente eletto dell’Ucraina
  • Una telefonata trapelata, intercettata dall’intelligence russa, tra Victoria Nuland, l’assistente segretario di Stato per gli affari europei ed eurasiatici, e l’ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina Geffey Pyatt hanno discusso apertamente del loro piano per un nuovo governo ucraino

Ukraine On Fire – Guarda su Rumble

Ma, come notato in “Ukraine on Fire”, un documentario del 2016 prodotto da Oliver Stone, “ogni volta il popolo ucraino ha finito per pagare il prezzo più alto per questi grandi giochi di potere”.1 poteri da tutte le parti, dovettero padroneggiare l’arte di cambiare schieramento.

A partire dalla metà del XVII secolo, il leader ucraino Bogdan Khmelnitskiy ruppe un accordo di tregua con la Polonia e si schierò con la Russia più potente. Cinque decenni dopo, durante la guerra russo-svedese, il leader ucraino Ivan Mazepa ruppe l’unione con la Russia e unì le forze con gli invasori svedesi. L’Ucraina si trasformò in un protettorato tedesco nel 1918, dopo che la Russia aveva accettato le condizioni del Trattato di Brest-Litovsk.

Il destino dell’Ucraina è stato spesso scritto da terze parti e, osserva il film, “La verità è che l’Ucraina non è mai stata un paese unito. Quando è scoppiata la seconda guerra mondiale, gran parte della popolazione dell’Ucraina occidentale ha accolto i soldati tedeschi come liberatori dal recentemente imposto loro il governo sovietico e ha collaborato apertamente con i tedeschi”.2


L’organizzazione dei nazionalisti ucraini ha commesso un genocidio

Sebbene l’intera scala della collaborazione non sia stata rivelata per molti anni, intere divisioni e battaglioni furono formati da collaboratori ucraini e, all’inizio della guerra, più di 80.000 persone si arruolarono volontariamente nella divisione “Galicia”, nota per l’estrema crudeltà verso ebrei, polacchi e russi nel territorio dell’Ucraina.

Molti membri di questi gruppi militari provenivano dall’Organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN), fondata nel 1929 e aveva l’obiettivo finale di creare un’Ucraina etnicamente pura e indipendente. La loro bandiera ufficiale era nera e rossa, per rappresentare la terra e il sangue. Nel 1940, Stepan Bandera, che era antisemita e anticomunista, divenne il leader della sezione più radicale dell’OUN e nel 1941 dichiarò l’Ucraina indipendente.

L’atto ha portato i suoi alleati tedeschi a metterlo in prigione per la maggior parte della guerra, ma ha comunque diffuso le sue ideologie da dietro le sbarre. “Molti storici indipendenti stimano che la milizia dell’OUN abbia sterminato da 150.000 a 200.000 ebrei sul territorio ucraino occupato dai tedeschi entro la fine del 1941”.3

L’OUN alla fine finì per combattere allo stesso modo contro le forze tedesche e sovietiche, ma nel 1943 le forze dell’URSS respinsero le truppe tedesche e iniziarono a liberare l’Ucraina. L’Ucraina occidentale, che era detenuta dai tedeschi, fu finalmente liberata nel 1944, ma il regime di Bandera continuò a condurre la guerriglia nei villaggi ucraini fino agli anni ’50.

Nel 1945 la Germania si sottomise agli alleati e l’Ucraina rimase parte dell’Unione Sovietica, ma la pace ebbe vita breve. Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, alleati per sconfiggere i nazisti, divennero nemici all’inizio della Guerra Fredda, lasciando il mondo sotto la costante minaccia di una guerra nucleare per 45 anni.


La CIA ha protetto i leader nazisti ucraini

Le agenzie di intelligence statunitensi hanno tenuto d’occhio le organizzazioni nazionaliste ucraine come fonte di controspionaggio contro l’Unione Sovietica. I documenti declassificati della CIA mostrano stretti legami tra l’intelligence statunitense e i nazionalisti ucraini dal 1946.

Dopo la seconda guerra mondiale, Bandera e altri leader nazisti ucraini fuggirono in Europa e la CIA li aiutò a proteggerli. La CIA in seguito informò il servizio di immigrazione e naturalizzazione di aver nascosto Bandera e altri ucraini ai sovietici.

Mentre i processi di Norimberga rendevano giustizia ai leader della Germania fascista, “ai nazisti ucraini fu risparmiata la stessa sorte e ad alcuni furono persino concesse indulgenze dalla CIA”.4 Secondo il film, “Nel 1951, l’Agenzia [CIA] scuse le attività illegali del ramo di sicurezza dell’OUN in nome della necessità della Guerra Fredda».5 Poi, con un controverso trasferimento, nel 1954, il leader sovietico Nikita Khrushchev donò la Crimea all’Ucraina.


Ucraina scossa da molteplici rivoluzioni

Nel 1989 è emerso Narodniy Rukh, o Movimento popolare, che ha sostenuto l’indipendenza dell’Ucraina dall’URSS ed è diventato un incubatore per i leader del neonazismo ucraino. Uno di loro, Oleh Tyahnybok, ha fondato nel 1991 il gruppo radicale Svoboda, che predicava gli ideali di Bandera. Seguirono altri gruppi.

Sempre nel 1991, il crollo dell’Unione Sovietica significava che era la prima volta nella storia moderna che l’Ucraina era veramente indipendente. Nuove imprese sono emerse come risultato della nuova economia libera. Gli oligarchi sono emersi apparentemente dall’oggi al domani, creando un sistema di classi con poche élite ricche e molte altre che lottano per sopravvivere.

Seguirono molteplici rivoluzioni, inclusa la Rivoluzione arancione del 2004, innescata dalle elezioni presidenziali di quell’anno. Il sostegno ai due candidati – Viktor Yushchenko e Viktor Yanukovich – ha diviso nuovamente il paese, est contro ovest. La moglie di Yushchenko, Kateryna Yushchenko, è un’ex funzionaria del dipartimento di stato americano che ha lavorato alla Casa Bianca durante l’amministrazione Reagan.

Yushchenko ha perso, ma molti non erano d’accordo e hanno accusato di frode. Proteste di massa, con manifestanti vestiti con il colore arancione della campagna di Yushchenko, si sono verificate per ribaltare i risultati. Le elezioni sono state annullate e Yushchenko ha vinto le elezioni successive, dopo essere guarito da una misteriosa malattia da avvelenamento, che si dice sia stata portata avanti dal Servizio di sicurezza dello Stato ucraino.6


L’ingerenza degli Stati Uniti ha incoraggiato il colpo di stato

Yushchenko non è stato eletto per un secondo mandato, ma ha concesso a Bandera lo “status di eroe” alla sua uscita dall’incarico. Yanukovich è diventato il prossimo presidente e ha rimosso lo status di eroe di Bandera, ma nel 2013 il governo ha annunciato che avrebbe sospeso i piani per firmare un accordo di associazione con l’Unione Europea, favorendo invece un’offerta dalla Russia.

Risultarono di nuovo proteste, che divennero note come la Rivoluzione Maidan. Giorni di proteste pacifiche si sono trasformati in violenza e l’ingerenza degli Stati Uniti ha alimentato le fiamme, incoraggiando i manifestanti a rovesciare il governo democraticamente eletto dell’Ucraina. Come notato dall’Istituto CATO:7

«Un rispetto decente per le istituzioni e le procedure democratiche significava che [Yanukovich] avrebbe dovuto essere in grado di scontare il suo legittimo mandato di presidente, che sarebbe terminato nel 2016… Né l’opposizione interna né Washington e i suoi alleati dell’Unione Europea si sono comportati in quel modo.

Invece, i leader occidentali hanno chiarito di aver sostenuto gli sforzi dei manifestanti per costringere Yanukovich a invertire la rotta e approvare l’accordo con l’UE o, se non lo avesse fatto, a rimuovere il presidente prima della scadenza del suo mandato.

Il senatore John McCain (R-AZ), il repubblicano di grado nella commissione per i servizi armati del Senato, si è recato a Kiev per mostrare solidarietà agli attivisti di Euromaidan. McCain ha cenato con i leader dell’opposizione, compresi i membri del partito di estrema destra Svoboda, e in seguito è apparso sul palco in piazza Maidan durante una manifestazione di massa. È stato spalla a spalla con il leader di Svoboda Oleg Tyagnibok.»

Una telefonata trapelata, intercettata dall’intelligence russa, tra Victoria Nuland, l’assistente segretario di Stato per gli affari europei ed eurasiatici, e l’ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina Geoffey Pyatt hanno anche discusso apertamente il loro piano per un nuovo governo ucraino:8

«I candidati favoriti dagli Stati Uniti includevano Arseniy Yatsenyuk, l’uomo che divenne primo ministro una volta estromesso dal potere Yanukovich. Durante la telefonata, Nuland ha dichiarato con entusiasmo che “Yats è il ragazzo” che avrebbe fatto il lavoro migliore.

Nuland e Pyatt erano impegnati in tale pianificazione in un momento in cui Yanukovich era ancora il legittimo presidente dell’Ucraina. È stato sorprendente che i rappresentanti diplomatici di un paese straniero – e di un paese che pubblicizza regolarmente la necessità di rispettare i processi democratici e la sovranità di altre nazioni – complottino per rimuovere un governo eletto e sostituirlo con funzionari meritevoli dell’approvazione degli Stati Uniti.»


Gli Stati Uniti hanno installato il nuovo governatore a Odessa

Alcuni giorni dopo che Yanukovich fu destituito dall’incarico e fuggì da Kiev, sorsero ulteriori polemiche sul referendum in Crimea. I funzionari hanno affermato che oltre il 95% degli elettori ha scelto di unirsi alla Russia, ma gli Stati Uniti l’hanno dipinta come un’invasione russa.9 Poi, il 30 maggio 2015, l’ex presidente georgiano Mikheil Saakashvili — “un vecchio amico degli Stati Uniti”. — è stato nominato governatore dell’Odessa meridionale dell’Ucraina.

“Una rapida occhiata alla sua biografia dà l’idea che sia stato preparato per una missione speciale”, afferma il film.10 Saakashvili aveva ricevuto una borsa di studio dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e aveva lavorato per uno studio legale di New York. Fu coinvolto nella Rivoluzione delle Rose in Georgia, che rovesciò il presidente legittimamente eletto.

Subito dopo, la Georgia ha annunciato l’intenzione di entrare a far parte della NATO e di impiantare nuove basi militari proprio al confine con la Russia. Saakashvili fu successivamente accusato di abuso di potere, appropriazione indebita e altre accuse penali, ma fuggì negli Stati Uniti, dove i suoi amici a Washington gli trovarono un altro incarico come governatore di Odessa.

Poco prima aveva rinunciato alla cittadinanza georgiana per diventare cittadino ucraino. Alla retorica anti-russa si è aggiunto l’incidente aereo della Malaysian Airlines del 2014, che è stato abbattuto da un missile sopra l’Ucraina, uccidendo 298 persone.

Gli Stati Uniti e l’Ucraina hanno accusato la Russia, portando a sanzioni immediate contro il paese. Ma un rapporto russo ha trovato una conclusione diversa: l’aereo è stato abbattuto da una nave ucraina. Secondo il film:11

«Ci si aspetterebbe che questi risultati controversi susciti nuovamente l’interesse del pubblico nelle indagini, ma la tragedia del volo malese MH17 aveva già giocato il suo ruolo nel grande gioco geopolitico.

Pertanto, fu presto dimenticato. L’obiettivo è stato raggiunto. Dopo che la terza ondata di sanzioni ha colpito la Russia, le tensioni tra i due paesi sono salite alle stelle, quindi la domanda si pone, stiamo davvero assistendo all’inizio della Guerra Fredda 2.0 e, in tal caso, quali sono le nostre possibilità di sopravvivere questa volta?»


Ukraine Officially Adopts Nazi Slogan For Military – Guarda su YouTube

2022: Doomsday Clock a 100 secondi fino a mezzanotte

Il Bulletin of Atomic Scientists ha introdotto il Doomsday Clock nel 1947. Rappresenta un conto alla rovescia per l’annientamento nucleare globale. Durante il culmine della Guerra Fredda, si è avvicinato alla mezzanotte – 2 minuti – poi si è raffreddato, estendendosi a 17 minuti nel 1991.

Nel 2015, nel periodo in cui è uscito il film, la maggiore instabilità aveva riportato l’orologio indietro di 3 minuti a mezzanotte, a causa della modernizzazione delle armi nucleari globali e degli “arsenali di armi nucleari fuori misura”, con i leader mondiali che non hanno “agito con la velocità o sulla scala richiesta per proteggere i cittadini da potenziali catastrofi”.12 All’epoca, il Bollettino degli scienziati atomici diceva:

«L’orologio ticchetta ora a soli tre minuti dalla mezzanotte perché i leader internazionali non stanno adempiendo al loro dovere più importante: garantire e preservare la salute e la vitalità della civiltà umana.»

In un aggiornamento rilasciato il 20 gennaio 2022, tuttavia, il Bollettino ha riferito che il mondo è “alle porte del destino”, con l’orologio che si sposta a soli 100 secondi a mezzanotte:13

«L’orologio rimane il più vicino che sia mai stato all’apocalisse che pone fine alla civiltà perché il mondo rimane bloccato in un momento estremamente pericoloso. Nel 2019 lo abbiamo chiamato il nuovo anormale, e purtroppo è persistito… I leader di tutto il mondo devono impegnarsi immediatamente a rinnovata collaborazione nei tanti modi e sedi disponibili per ridurre il rischio esistenziale.

I cittadini di tutto il mondo possono e devono organizzarsi per chiedere che i loro leader lo facciano — e rapidamente. La soglia del destino non è un posto dove indugiare… Senza un’azione rapida e mirata, eventi veramente catastrofici – eventi che potrebbero porre fine alla civiltà come la conosciamo – sono più probabili. Quando l’orologio si ferma a 100 secondi a mezzanotte, siamo tutti minacciati. Il momento è sia pericoloso che insostenibile, e il momento di agire è adesso.»

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: