Nubifragio da record colpisce Rio de Janeiro

Source: April 4, 2022; articolo di Cap Allon

  • Una storica ondata di freddo colpisce il sud-est asiatico;
  • Crollano i record mensili di bassa temperatura in tutta Europa;
  • MSM incolpa il “cambiamento climatico” per la riduzione del numero di grancevole delle nevi nel Mare di Bering… Poi è arrivato il 2022
  • In Brasile un nubifragio da record colpisce Rio de Janeiro, provocando gravi inondazioni e smottamenti
  • A Vanuatu un terremoto poco profondo M6.0 colpisce vicino alla costa di Port-Vila

Una storica ondata di freddo colpisce il sud-est asiatico

Un’ondata di freddo davvero storica sta investendo il sud-est asiatico all’inizio di aprile, in particolare la Thailandia.

Dopo una serie di giornate eccezionalmente fredde, i record di basse temperature per aprile stanno iniziando a diminuire, in particolare nella parte orientale del Golfo di Thailandia.

In un certo numero di casi sono state registrate le prime notti di aprile non tropicali (sotto il 18°C). Ciò include un 17,7°C (64℉) senza precedenti a Koh Sichang, un distretto della provincia di Chonburi, la prima lettura in assoluto al di sotto dei 20°C in aprile.

È stato anche storicamente fresco (e piovoso) nel nord-est della Thailandia, con massime giornaliere inferiori a 20°C in molti Paesi e città. L’aria polare è entrata attraverso il Vietnam centrale e ha portato le temperature a livelli record. Il massimo giornaliero di 17,7°C (64℉) registrato nella provincia di Buriram è il massimo di aprile più basso mai registrato a un’altitudine così bassa in Thailandia.

Negli ultimi tempi il freddo ha invaso la maggior parte del sud-est asiatico, non solo la Thailandia.

Il 3 aprile, il termometro nella città laotiana di Phongsal è precipitato a 6,5°C (43,7°F), una lettura che è generalmente accettata come la temperatura più bassa mai registrata in Laos ad aprile, battendo il precedente benchmark, i 7,1°C (44.8°F) a Nong Het risale al 1929.


I record mensili di bassa temperatura crollano in tutta Europa

L’Europa centrale e occidentale, dopo aver goduto di un inverno mite (con il suo freddo concentrato a est, più evidente in Turchia), sta ora soffrendo di gelate da record per aprile e potrebbe andare avanti per un altro anno senza una primavera perché c’è poca tregua in vista:


GFS 2m Temperature Anomalies (C) April 4 [tropicaltidbits.com].
Paesi Bassi

Potrebbe essere ufficialmente primavera in tutto l’emisfero settentrionale, ma nel comune di Winterswijk, in Olanda, il freddo record che ha colpito sabato sera ha permesso ai locali di pattinare sul ghiaccio di formazione naturale domenica mattina.

“Abbiamo pensato a lungo e duramente, ma abbiamo deciso che dovevamo provarci”, ha detto il maestro del ghiaccio locale Hendrik ten Prooije sull’opportunità o meno di preparare la pista di pattinaggio per il pattinaggio. “Questo è unico”, ha continuato: “per la prima volta, stiamo pattinando sul ghiaccio naturale ad aprile”.

Nella vicina Deelen, il mercurio è sceso a -6,3°C (20,7°F) durante la notte di sabato, la temperatura più bassa mai registrata il 3 aprile.

L’Olanda si sta abituando sempre più alle forti gelate di aprile negli ultimi anni, con l’aprile del 2021 che fornisce letture sotto lo zero termico in 18 notti record a Eelde, vicino a Groningen, ad esempio.

Germania

Anche i minimi in Germania domenica hanno visto usurpare una serie di record mensili.

I più longevi sono stati i -10°C (14°F) a Eslohe; i -9°C (15.8°F) a Burgwald-Bottendorf; i -7,8°C (18°F) a Genthin; e i -7,5°C (18,5°F) a Kyritz.

Spagna

La Spagna ha stabilito un nuovo record mensile nazionale durante il fine settimana.

Pamplona, ​​capoluogo della provincia della Navarra, nel nord della Spagna, ha osservato -3,6°C (25,5°F).

Francia

Negli ultimi tempi le temperature incredibilmente fredde hanno colpito la Francia e tutto il resto.

Recentemente, -20,3°C (-4,5°F) sono stati subiti all’Aiguille du Midi (il terzo sotto-20°C mai registrato dalla stazione); -15,5°C (4,1°F) ha colpito Ristolas; -9,6°C (14,7°F) è stato rilevato ad Arbent; -5,1°C (22,8°F) a Bergerac; -3,6°C (25,5°F) ad Albi; e 0,3°C (32,5°F) di Tolone — tutti questi sono nuovi record mensili (molto più significativi dei benchmark giornalieri) e sono anche solo 6 selezionati dei 25 infranti solo domenica (con altri 6 in parità).

Uno dei record caduti risale al 1958 (vedi tabella sotto); ma, cosa più interessante, molti sono stati fissati solo un anno fa, con la maggior parte degli altri fissati durante il precedente minimo solare (del 2008) o il minimo prima di quello (del 1996/7):

Sorprendentemente, il 2 aprile è stato dichiarato un “giorno di ghiaccio” (massimo giornaliero pari o inferiore a 0 °C) in gran parte della Francia, quindi anche a basse quote.

La stazione meteorologica di Courpiere, a est di Clermont-Ferrand (455 m/1.493 piedi), ha registrato un massimo giornaliero di soli -0,9°C (30,4°F), che è solo la quarta volta nella storia registrata che la Francia ha registrato una lettura così bassa a tale una bassa quota nel mese di aprile.

Andorra

Il 1 aprile ha portato con sé la temperatura mensile più bassa mai registrata ad Andorra.

Un agghiacciante -17.1°C (1.2°F) è stato registrato a Les Font d’ Arinsal e, sebbene questa stazione sia relativamente nuova, la lettura è stata supportata da una stazione di vecchia data situata a Port d’ Envalira che ha registrato la propria benchmark storico simile di -16,3°C (2,6°F).

UK

Anche il Regno Unito è stato colpito da brividi record di aprile, con forti nevicate che hanno anche causato interruzioni in alcune parti.

In particolare per il freddo, l’impresa più degna di nota è stata probabilmente la capitale dell’Inghilterra, Londra che ha registrato il suo minimo di aprile più freddo in almeno 70 anni (con alcuni rapporti che affermano di tutti i tempi), battendo il record precedente di -3,1°C (26,4°F).

Ma in tutto il Regno Unito, gelate e gelate hanno prevalso dall’ultimo giorno di marzo, quando minime di -10°C (14°F) hanno colpito le Highlands scozzesi, -7°C (19.4°F) hanno colpito il Galles e -5°C (23°F) in Cumbria. L’aria artica molto più fredda è scesa da allora, portando le temperature fino a -5°C (23°F) (e oltre) anche nel sud-ovest dell’Inghilterra.

In effetti, è stato un inizio di aprile così freddo che il record di temperatura dell’Inghilterra centrale (CET) ha una lettura media di soli 4,3°C (39,7°F). Per contestualizzare, il CET risale all’anno 1659, e in tutti quei secoli 4,7°C (40,5°F) è l’aprile più freddo mai registrato (a pari merito degli anni 1701 e 1837). Naturalmente, mancano solo pochi giorni ad aprile e la media non rimarrà a 4,7°C (40,5°F), ma mostra quanto sia stato insolitamente freddo l’inizio di aprile 2022 dell’Inghilterra.


MSM incolpa il “cambiamento climatico” per la riduzione del numero di grancevole nel mare di Bering…


Il peschereccio Pinnacle si fa strada attraverso un lastrone di ghiaccio il 25 gennaio nel Mare di Bering a sud-ovest dell’isola di St. Matthew. Il Pinnacle, che è più grande della maggior parte dei pescherecci del Mare di Bering, può viaggiare attraverso del ghiaccio marino non consolidato, sebbene a una velocità notevolmente ridotta. Un lastrone di ghiaccio con pezzi come questo può danneggiare le boe, aumentando il rischio di perdere una nassa di granchio. (Loren Holmes / Anchorage Daily News)

…Poi è arrivato il 2022

C’è un articolo sconclusionato sul Seattle Times del 3 aprile che lamenta la bassa copertura del ghiaccio del Mare di Bering nel 2018 e nel 2019 che afferma sia dovuto al riscaldamento catastrofico degli oceani e anche il fattore chiave alla base della riduzione del numero di grancevole.

Il ghiaccio invernale è un alleato fondamentale della grancevola, si legge nell’articolo. Aiuta nella crescita delle alghe alla base della catena alimentare ed è vitale per la formazione di una vasta pozza fredda sul fondo del mare che funge da rifugio sicuro per le grancevole per sfuggire ai predatori che preferiscono temperature più calde. Gli scienziati del clima prevedono che la copertura di ghiaccio di Bering sarà in ritiro a lungo termine in un 21° secolo in cui le emissioni di gas serra, stimolate dalla combustione di combustibili fossili sulla terra, nell’aria e in mare, riscaldano in modo non uniforme il pianeta, tuttavia, nessun meccanismo per questo ‘riscaldamento irregolare si spiega, tuttavia, ed è probabilmente un altro caso di ipotesi modellato per adattarsi a una realtà inaspettata. Le temperature stanno aumentando nelle regioni artiche e subartiche del Mare di Bering molto più velocemente rispetto alle regioni più meridionali, aggiunge l’articolo e, sebbene i dati sembrino supportarlo, paradossalmente sembra essere un segno di un Grande Minimo Solare; perché i GSM vedono la regione artica (così come il Nord Atlantico e l’Alaska) riscaldarsi durante periodi di raffreddamento altrimenti “globale” (vedere il grafico della NASA di seguito o leggere l’articolo qui sotto per ulteriori informazioni).


Cambio di temperatura tra il 1780 (un anno di normale attività solare) e il 1680 (un anno entro le profondità del minimo di Maunder)— NASA.

“Questi sono eventi causati dall’uomo”, ha detto Mike Litzow, un biologo federale della pesca che dirige un laboratorio di molluschi in Alaska, riguardo al catastrofico riscaldamento degli oceani: “Siamo noi”.

Tuttavia, nonostante il tono tipicamente umano che ti aspetteresti da una testata mainstream, l’articolo del Seattle Times termina con i paragrafi scomodi di seguito, che sembrerebbero andare direttamente contro la grana carica di sventura del pezzo.

La raccolta del granchio delle nevi del 2022 è iniziata in condizioni molto più fredde… Il ghiaccio si è formato presto e ha minacciato di chiudere il mare aperto in alcune delle migliori aree di granchio… Anche il ghiaccio invernale è stato uno spettacolo gradito, un segno tangibile di speranza almeno per un breve periodo -ripresa a termine delle popolazioni di grancevole e della pesca che sostengono.

Quindi l’articolo era semplicemente uno schifo di paura allora…?

Nel febbraio 2022, la copertura di ghiaccio galleggiante nel Mare di Bering ha raggiunto la sua massima estensione dal 2013. La mappa sottostante mostra l’estensione del ghiaccio marino nel Mare di Bering a metà febbraio. Il ghiaccio copriva più di 846.000 chilometri quadrati (327.000 miglia quadrate), superando di gran lunga la media 1981-2010:


Estensione del ghiaccio marino di Bering, 16 febbraio 2022 [NSIDC].

Per ulteriori informazioni, leggere:


In Brasile un nubifragio da record colpisce Rio de Janeiro, provocando gravi inondazioni e smottamenti


Credito immagine in primo piano: NASA/NOAA Suomi NPP/VIIRS, TW. Acquisito il 1 aprile 2022

Source: April 4, 2022; articolo di The Watchers

Almeno 16 persone sono state uccise e altre 16 rimangono disperse dopo che piogge da record hanno innescato gravi inondazioni improvvise e smottamenti nelle regioni della Baixada Fluminense e della Costa Verde nello stato di Rio de Janeiro, in Brasile.

Le forti piogge in tutto lo stato sono iniziate giovedì sera, 31 marzo, e sono continuate fino a sabato 2 aprile. I vigili del fuoco hanno confermato la morte di sei persone ad Angra, a circa tre ore di auto dalla città di Rio de Janeiro, e altre sei morti nelle vicinanze comuni di Paraty e Mesquita. Almeno 16 persone erano ancora disperse, al 3 aprile 2022.1

Entro lunedì 4 aprile, il numero delle vittime è salito a 16.

La più colpita è stata la popolare località turistica di Paraty, situata sulla Costa Verde (Costa Verde), un lussureggiante corridoio verde che corre lungo la costa dello stato di Rio de Janeiro.

Sabato una frana distruttiva ha colpito il quartiere di Ponta Negra, uccidendo una madre e cinque dei suoi figli, di due, cinque, otto, 10 e 15 anni. Un sesto bambino è stato salvato vivo e portato in ospedale, hanno detto i funzionari. In tutto, sette case sono state spazzate via da frane in città e altre quattro persone sono rimaste ferite. 71 famiglie sono state costrette a lasciare le loro case, hanno detto i funzionari.2


🚨RIO DE JANEIRO inondazioni e smottamenti 🇧🇷 Una forte pioggia colpisce il Brasile, 1 aprile 2022 – Guarda su Youtube

Altre due vittime sono state uccise nelle città di Mesquita e Angra dos Reis, dove restano disperse altre 13 persone, ha affermato il membro del Congresso Marcelo Freixo.

Il comune di Angra dos Reis ha ricevuto 809 mm (31,8 in) di pioggia in 48 ore fino al 2 aprile, provocando inondazioni e smottamenti mortali.

Il volume di pioggia registrato in 48 ore è stato il più alto mai registrato ad Angra dos Reis, secondo il governo municipale della città.

Domenica 3 aprile, il sindaco di Angra dos Reis, Fernando Jordão, ha chiesto alle autorità federali di chiudere l’unica centrale nucleare del Brasile, affermando che le strade vicine erano state colpite da frane e inondazioni, mettendo a repentaglio i piani di emergenza dell’impianto.

Le ultime inondazioni e smottamenti arrivano appena sei settimane dopo che inondazioni improvvise e smottamenti hanno ucciso almeno 233 persone a Petropolis.3

Riferimenti:
  • 1 Il bilancio delle frane di Rio de Janeiro sale a 12 – AP
  • 2 Brasile: inondazioni e smottamenti uccidono otto, 13 dispersi – AFP
  • 3 Il bilancio delle frane di Petropolis sale a 152, più di 120 ancora dispersi, Brasile – The Watchers

A Vanuatu un terremoto poco profondo M6.0 colpisce vicino alla costa di Port-Vila


Credito immagine: TW/SAM, Google

Source: April 4, 2022; articolo di The Watchers

Un terremoto forte e poco profondo registrato dall’USGS come M6.0 ha colpito Vanuatu alle 16:06 UTC del 4 aprile 2022. L’agenzia segnala una profondità di 33,1 km (20,5 miglia). L’EMSC segnala M6.0 a una profondità di 40 km (24,8 miglia).

L’epicentro si trovava a circa 55 km (34 mi) a nord-ovest di Port-Vila (35 901 abitanti), Shefa, Vanuatu e 230 km (143 mi) a SSE di Luganville, Sanma, Vanuatu.

Ci sono circa 90.000 persone che vivono nel raggio di 100 km (62 miglia).

L’USGS ha emesso un avviso verde per vittime e perdite economiche legate allo scuotimento. C’è una bassa probabilità di vittime e danni.

Nel complesso, la popolazione di questa regione risiede in strutture altamente vulnerabili alle scosse sismiche, sebbene esistano alcune strutture resistenti. I tipi di edifici vulnerabili predominanti sono i tipi sconosciuti/vari e le costruzioni in legno.

I recenti terremoti in quest’area hanno causato rischi secondari come frane che potrebbero aver contribuito alle perdite.


Credito immagine: TW/SAM, Google

Esposizione stimata della popolazione allo scuotimento del terremoto

Città selezionate esposte

Sismicità regionale


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno stanno stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI


Una opinione su "Nubifragio da record colpisce Rio de Janeiro"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: