Adattarsi alle mutevoli condizioni

Source: April 15, 2022; articolo di Cap Allon

  • Piccola era glaciale;
  • Previsione “Un lungo inverno freddo” per l’Argentina mentre cresce la carenza di cibo ed energia;
  • Negli Stati Uniti continuano a scendere i record
  • Sale a 137 il bilancio delle vittime del ciclone tropicale “Megi” (Agaton).
  • L’asteroide 2022 GQ5 ha sorvolato la Terra a soli 0,05 LD, il secondo più vicino dell’anno
  • La nuova temperatura più bassa del mondo del 2022 è stata fissata il 14 aprile alla stazione di Vostok, in Antartide

Piccola Era Glaciale

Inondazioni abbastanza potenti da portare via il bestiame, venti abbastanza forti da affondare flottiglie e gelate e tempeste di neve lunghe settimane abbastanza brutali da uccidere il bestiame e distruggere i raccolti: no, questi non sono gli scenari apocalittici incombenti causati dall’aumento delle emissioni di CO2 (es. CAGW ), sono infatti eventi documentati durante “La piccola era glaciale”, un periodo storico di bassa attività solare e aumento delle eruzioni vulcaniche.

La LIA (vera e propria) persistette dal 1300 al 1860. Allora, o almeno per un grande periodo, i termometri non erano stati inventati e il “tornado” non era entrato nel lessico. Il tempo era qualcosa che si sperimentava solo e non si misurava, e molti particolari climatici di quei giorni miserabili sono andati perduti nel tempo.

Ora, i ricercatori occidentali hanno portato questi dettagli nel presente perlustrando le narrazioni storiche, come diari e trattati politici, e hanno individuato specificamente quali eventi meteorologici estremi si sono verificati, quando e dove.

Questi dettagli fanno parte di un nuovo database mappato con il sistema di informazioni geografiche (GIS) pieno di storie di origine primaria che illuminano i dettagli quotidiani e le tendenze più ampie del clima estremo durante la piccola era glaciale in Inghilterra – e possono essere trovati in modo più dettagliato qui in un articolo intitolato I ricercatori della Western University per primi a mappare gli effetti della “piccola era glaciale” dell’Inghilterra.

Il takeaway: le cause della piccola era glaciale non sono note con certezza; tuttavia, i climatologi sostengono che potrebbe aver avuto le sue radici nella ridotta produzione solare, nell’aumento dell’attività vulcanica o in uno spostamento della circolazione atmosferica ad alta e bassa pressione. Inoltre, una lezione centrale per i ricercatori è stata che le persone che vivono questi tempi sono state costrette ad adattarsi alle mutevoli condizioni, piuttosto che essere ingannate nel pensare che le loro azioni e in effetti i sacrifici potessero impedirlo.

“Gran parte della risposta al cambiamento climatico oggi sembra essere, ‘beh, come lo controlliamo?’ E una delle cose interessanti che sto scoprendo in questa prima ricerca è che c’era molto meno interesse nel controllare il clima e molto più di un’accettazione di dover lavorare con esso, essere flessibile e adattarsi”, ha affermato la storica della letteratura Madeline Bassnett, professoressa occidentale nel dipartimento di inglese e studi di scrittura e direttrice del progetto.

Bassnett conclude: “Penso che ci fosse una concezione diversa allora dei rapporti umani con il clima e con il mondo naturale più in generale. Forse possiamo imparare dal passato e vedere cosa possiamo integrare oggi in termini del nostro modo di pensare e alle prese con il nostro futuro”.


“Tempeste così violente che non si sono viste né udite in questa epoca del mondo”.
Tradotto ad oggi: “Le emissioni di CO2 dell’uomo continuano a intensificare i sistemi temporaleschi”.

Previsioni “Un lungo inverno freddo” per l’Argentina mentre cresce la carenza di cibo ed energia

Il Sud America ha subito un inverno storicamente freddo nel 2021 che ha decimato i raccolti, in particolare il mais brasiliano. E ora quest’anno si preannuncia deprimentemente simile, solo con l’ulteriore miseria della carenza di carburante, che ritengo legata alla demolizione controllata della civiltà, da cui deriveranno le rovine The Great Reset e la formazione del totalitarismo globale.

Una carenza di carburante sta causando disordini politici e disordini sociali in Argentina e si prevede che si tradurrà in una carenza di cibo poiché i trasportatori di grano della nazione sudamericana chiedono uno sciopero di fronte ai prezzi del carburante alle stelle, riferisce oilprice.com.

Un colpo alle esportazioni di grano argentine avrebbe conseguenze radicali sia in patria che all’estero, poiché il paese è un importante esportatore su scala globale. Secondo gli analisti locali, “il secondo trimestre dell’anno è il momento in cui viene raccolta la maggior parte della soia e del mais”. Sebbene paralizzante, non è solo la carenza di carburante a ostacolare gli sforzi di raccolta. L’anno scorso, questa stagione cruciale è stata afflitta da gelate storiche che hanno decimato i raccolti non solo in Argentina, ma anche in Paraguay, Bolivia, Uruguay e anche in un altro importante esportatore sudamericano, il Brasile, e nelle ultime settimane le ondate di freddo hanno iniziato a invadere insolitamente l’estremo nord , uno scenario che sembra destinato a intensificarsi con l’avvicinarsi della stagione chiave del raccolto, forse suggerendo una ripetizione del 2021:

GFS Temperature Anomalies (C) April 14 – April 29 [tropicaltidbits.com].

Ironia della sorte, l’Argentina è uno dei paesi più ricchi di gas al mondo, continua il rapporto oilprice.com, ma nonostante le sue vaste riserve di gas naturale, il governo si trova di fronte alla possibilità molto reale che la risorsa naturale dovrà essere razionata come la crisi energetica globale [orchestrata] si intensifica.

L’Argentina sogna da tempo di diventare una centrale elettrica di scisto grazie alle vaste riserve dell’imponente Vaca Muerta shale play (la seconda riserva mondiale di gas di scisto e la quarta riserva mondiale di petrolio di scisto). Ma un’economia a corto di liquidità si traduce in un sottosviluppo del settore e in un’insufficiente capacità di gasdotti per trasportare il gas dalla remota Patagonia alle aree urbane e industriali, dove è sempre più disperatamente necessario. Di conseguenza, non solo l’Argentina non è diventata un importante esportatore di GNL, ma non è nemmeno stata in grado di stabilire l’indipendenza energetica, basandosi invece sulle importazioni di gas naturale (principalmente dagli Stati Uniti e dal Qatar). Ciò ha lasciato l’Argentina in competizione con economie molto più grandi per le preziose spedizioni di gas naturale liquefatto (GNL) sul mercato internazionale proprio mentre l’inverno inizia nell’emisfero meridionale e la domanda di energia si espande.

Il rapporto BNN Bloomberg, intitolato “La guerra trasforma il sogno del boom dello shale in Argentina in un incubo per l’acquisto di gas”, spiega che con ogni probabilità l’Argentina semplicemente non sarà in grado di permettersi la quantità di GNL di cui ha bisogno. Il paese soffre già della continua carenza di valuta forte utilizzata per pagare le importazioni e i prezzi alle stelle del carburante stanno lasciando l’Argentina tra una roccia e un luogo duro.

Se il suo settore dello shale fosse sviluppato per raggiungere il suo pieno potenziale, l’Argentina non solo potrebbe essere indipendente dal punto di vista energetico, ma potrebbe anche svendere il GNL in eccesso. Tuttavia, non c’è la volontà politica di raggiungere questo obiettivo. Richiederebbe un investimento enorme, in primo luogo, e in secondo luogo, c’è la convinzione diffusa che tutto quel gas sarebbe meglio lasciare sotto terra di fronte alla “crisi climatica”. E questo è il gioco qui. L’energia è abbondante sul pianeta Terra, ma TPTB semplicemente non vuole che vi accediamo. L’energia a prezzi accessibili allenta la loro presa di controllo sulle masse, che hanno istigato questa elaborata menzogna (CAGW) per giustificare questo insensibile razionamento.

“Sarà un inverno difficile per le forniture di carburante con il modo in cui l’accesso alla valuta forte in Argentina”, ha affermato Agustin Gerez, capo della compagnia energetica statale argentina Ieasa. E nel quadro più ampio, sarà un lungo inverno freddo per il mondo se l’attività solare continuerà il suo crollo multiciclo:


Negli Stati Uniti continuano a scendere i record

Centinaia di record di freddo continuano a cadere in tutto il Nord America mentre l’aria artica si espande verso sud e verso est:

GFS Temperature Anomalies (C) April 14 – April 19 [tropicaltidbits.com].

Seattle ha subito questa settimana i suoi due giorni di aprile consecutivi più freddi nella storia registrata.

La NWS ha confermato l’impresa, twittando che nei loro 77 anni di libri meteorologici, non ci sono mai stati giorni consecutivi così freddi. Il mercoledì, la massima a Seattle è stata di 6.7℃ (44°F), poi anche il giovedì di 6.7℃ (44°F): i giorni di aprile non avevano mai raggiunto in precedenza un massimo di meno di 7.2℃ (45°F).

La NWS ha aggiunto che era la mattina di aprile più fredda all’aeroporto internazionale di Seattle-Tacoma dal 1 aprile 2008 (minimo solare del ciclo 23); e anche che l’ultima volta che le temperature sotto lo zero sono state registrate così tardi nella stagione a Sea-Tac risale al 21 aprile 1985 (minimo solare del ciclo 21).

Mentre a Wenatchee, WA ha “vaporizzato” il suo record di nevicate di aprile questa settimana, e ha anche raggiunto la sua temperatura più fredda di aprile.

Prima di questa settimana, mezzo pollice era il record di nevicate di Wenatchee per il mese di aprile, ma solo giovedì i meteorologi del NWS hanno registrato ufficialmente 7-10 pollici in città, con 16 pollici che si stabilivano appena a sud della città.

Anche l’atmosfera rimane matura per una replica, solo in una parte diversa dell’Inland Northwest tra Spokane e Pullman.

E oltre alla neve da record, anche le temperature sono crollate fino a raggiungere un territorio rivale. Non dall’aprile del 1981 il Pangborn Memorial Airport, a East Wenatchee, non ha subito una lettura così bassa: mercoledì i termometri hanno lottato per raggiungere un record di -3.3℃ (26°F) all’aeroporto.


Sale a 137 il bilancio delle vittime del ciclone tropicale “Megi” (Agaton).


Credito immagine: Protezione civile PH

Source: Friday, April 15, 2022; articolo di The Watchers

Almeno 137 persone sono rimaste uccise in inondazioni e frane dopo che il ciclone tropicale “Megi” si è spostato nelle Filippine centrali dal 10 al 12 aprile 2022. Almeno altre 28 sono ancora disperse, secondo i rapporti ufficiali.

Megi ha fatto il suo primo approdo sulle Visayas orientali intorno alla mezzanotte UTC del 10 aprile come depressione tropicale e si è intensificata in una tempesta tropicale mentre si spostava a WNW sulle acque costiere di Guiuan, Samar orientale.1

Secondo il rapporto del National Disaster Risk Reduction and Management Council (NDRRMC) pubblicato il 15 aprile alle 00:00 UTC, almeno 137 persone sono state uccise e altre 28 sono ancora disperse.2 323.306 persone sono state sfollate in 1.033 centri di evacuazione.

Un totale di 676 aree nella Regione 5, Regione 6, Regione 8, Regione 10, Regione 11, Regione 12, CARAGA e BARMM hanno subito inondazioni. Sono stati segnalati altri 114 incidenti correlati, la maggior parte dei quali sono stati smottamenti causati dalla pioggia.


Depressione tropicale “Megi” (Agaton) e tifone “Malakas” alle 23:30 UTC dell’11 aprile 2022.
Credito: JMA/Himawari-8, zoom.earth, TW

Traccia delle previsioni del ciclone tropicale “Megi” JTWC alle 06:00 UTC dell’11 aprile 2022

Sono state segnalate interruzioni di corrente in 75 città, di cui solo 11 sono state ripristinate entro il 15 aprile.

9 622 abitazioni sono state danneggiate, di cui 570 totalmente. 6 439 ettari (15 911 acri) di colture sono stati danneggiati.

Megi, nota come Agaton nelle Filippine, è la seconda tempesta nominata della stagione dei tifoni del Pacifico del 2022 e la prima a colpire il paese.

Riferimenti:
  • 1 La tempesta tropicale “Megi” fa cadere forti piogge sulle Filippine, provocando inondazioni e smottamenti mortali – The Watchers – 11 aprile 2022
  • 2 Rapporto sulla situazione per TC AGATON (2022) – NDRRMC – 15 aprile 2022 08:00

L’asteroide 2022 GQ5 ha sorvolato la Terra a soli 0,05 LD, il secondo più vicino dell’anno


Credito immagine: Minor Planet Center

Source: Friday, April 15, 2022; articolo di The Watchers

Un asteroide appena scoperto designato GQ5 2022 ha sorvolato la Terra a una distanza di soli 0,05 LD / 0,00013 AU (19 447 km / 12 084 miglia) alle 16:20 UTC dell’8 aprile 2022. Questo è il cinquantesimo asteroide conosciuto a sorvolare Terra entro 1 distanza lunare dall’inizio dell’anno e la seconda più vicina dell’anno dopo il 2022 FD1.

Il GQ5 del 2022 è stato osservato per la prima volta al Catalina Sky Survey, in Arizona, l’8 aprile, lo stesso giorno in cui ha fatto il suo avvicinamento ravvicinato.

L’oggetto appartiene alla classe degli asteroidi Apollo e ha un diametro stimato tra 1,2 e 2,7 m (3,9 – 8,8 piedi).

Asteroids within 1 LD in 2022
ObjectClose-Approach (CA) DateCA Distance Nominal (LD | au)V relative (km/s)Diameter
(2022 GF3)2022-Apr-09 16:40 ± < 00:010.59 | 0.0015117.377.0 m – 16 m
(2022 GQ5)2022-Apr-08 16:20 ± < 00:010.05 | 0.0001314.181.2 m – 2.7 m
(2022 GQ1)2022-Apr-07 11:17 ± 00:410.58 | 0.001487.776.7 m – 15 m
(2022 GZ1)2022-Apr-06 11:58 ± < 00:010.62 | 0.0016011.224.4 m – 9.9 m
(2022 GN1)2022-Apr-06 03:02 ± < 00:010.33 | 0.0008415.507.2 m – 16 m
(2022 GQ)2022-Apr-01 16:59 ± < 00:010.14 | 0.000366.952.3 m – 5.1 m
(2022 GC)2022-Apr-01 01:48 ± < 00:010.14 | 0.0003515.604.0 m – 8.9 m
(2022 GB2)2022-Mar-30 18:42 ± < 00:010.58 | 0.001486.014.4 m – 9.8 m
(2022 GB)2022-Mar-30 18:19 ±    00:040.74 | 0.001898.223.7 m – 8.3 m
(2022 GX2)2022-Mar-30 11:37 ± 00:480.38 | 0.000989.813.6 m – 8.1 m
(2022 FB2)2022-Mar-28 15:58 ± < 00:010.39 | 0.0010013.7012 m – 26 m
(2022 FA1)2022-Mar-26 08:52 ± < 00:010.68 | 0.0017613.373.8 m – 8.5 m
(2022 FD1)2022-Mar-25 09:13 ± < 00:010.04 | 9.92e-518.511.7 m – 3.7 m
(2022 FZ3)2022-Mar-24 05:23 ±    00:250.79 | 0.002048.474.6 m – 10 m
(2022 FA)2022-Mar-15 01:52 ± < 00:010.49 | 0.0012610.1610 m – 23 m
(2022 ES3)2022-Mar-13 19:18 ± < 00:010.87 | 0.0022218.329.8 m – 22 m
(2022 EV3)2022-Mar-09 14:13 ± < 00:010.21 | 0.0005310.462.9 m – 6.4 m
(2022 EE5)2022-Mar-08 16:28 ± < 00:010.27 | 0.000684.412.6 m – 5.7 m
(2022 EF1)2022-Mar-04 01:40 ± < 00:010.73 | 0.0018810.714.3 m – 9.7 m
(2022 EQ)2022-Mar-03 04:34 ± < 00:010.38 | 0.0009711.453.1 m – 6.8 m
(2022 ET)2022-Mar-02 13:19 ± < 00:010.71 | 0.001827.322.4 m – 5.5 m
(2022 DM4)2022-Mar-02 03:10 ± < 00:010.68 | 0.001749.103.8 m – 8.4 m
(2022 DO3)2022-Feb-27 05:12 ± < 00:010.34 | 0.0008815.0311 m – 24 m
(2022 DY1)2022-Feb-24 17:55 ± < 00:010.58 | 0.0014914.267.0 m – 16 m
(2022 CO6)2022-Feb-15 08:53 ± < 00:010.58 | 0.001509.3417 m – 37 m
Grafici degli asteroidi LD

Asteroidi entro 1 LD nel 2022 (valido 15 aprile)

Asteroide entro 1 LD nel 2021

Asteroidi entro 1 LD nel 2020
Referenze:

Asteroid 2022 GQ5 at Minor Planet Center; at CNEOS


La nuova temperatura più bassa del mondo del 2022 è stata fissata il 14 aprile alla stazione di Vostok, in Antartide


Credito immagine: Michael Studinger/Lamont-Doherty Earth Observatory

Source: Friday, April 15, 2022; articolo di The Watchers

Una nuova temperatura più bassa del mondo del 2022 è stata fissata il 14 aprile alla stazione di Vostok (3.420 m / 11.220 piedi) in Antartide.

La temperatura è scesa a -76,8 °C (-106,2 °F), una temperatura rara per metà aprile, ha affermato il climatologo Maximiliano Herrera.


I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno stanno stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI


Una opinione su "Adattarsi alle mutevoli condizioni"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: