Crisi della salute mentale guidata dal trauma delle politiche di salute pubblica

Source: April 21, 2022; analisi del Dr. Joseph Mercola [>Fact Checked<]

Gli Stati Uniti stanno affrontando una crisi di salute mentale, affermano gli esperti, sottolineando che abbiamo un disperato bisogno di più professionisti.


La storia in breve
  • Gli Stati Uniti stanno affrontando una crisi di salute mentale, affermano gli esperti, sottolineando che abbiamo un disperato bisogno di più professionisti della salute mentale
  • Quasi 1 su 3 — il 27,3% — degli adulti americani ora lotta con depressione e/o ansia
  • Questo è il prezzo che la società sta pagando per misure pandemiche mal concepite e irrazionali e per una continua paura
  • Per curare tutti, ciascuno dei 33.000 psichiatri praticanti negli Stati Uniti dovrebbe vedere circa 3.000 pazienti all’anno, un carico di pazienti che semplicemente non è fattibile
  • Quelli di noi che non hanno ceduto alla paura irrazionale (o non sono riusciti a uscirne) possono agire come un’ancora di salvezza per gli altri condividendo informazioni che rafforzano anziché imporre la paura e essendo modelli nel modo in cui viviamo le nostre vite

Christin Drake, professore associato clinico di psichiatria presso la NYU Grossman School of Medicine, scrive:1

Ogni giorno, le persone chiamano il mio ufficio in cerca di aiuto: una persona cara non lascia il letto da una settimana. Un padre ha sintomi di panico mentre prepara i suoi figli per la scuola. Una giovane donna sta usando sostanze in un modo che le sembra pericoloso. Questi non sono i preoccupati bene. Sono persone in crisi.

Le loro condizioni sono complesse e acute e richiedono l’esperienza di uno psichiatra che può parlare con loro, valutare le possibili cause mediche dei loro problemi, gestire l’astinenza, prescrivere farmaci quando necessario e connettersi con altri fornitori … Prima della pandemia, potevo quasi sempre aiutare. Sarei in grado di trovare il tempo per incontrare qualcuno per una consulenza o fare alcune chiamate per assicurarmi il giusto rinvio.

Ma ora, ogni ora a mia disposizione, anche quelle che riguardano la mia capacità di adempiere ai miei obblighi nei confronti della mia famiglia, è piena. I miei colleghi mi dicono lo stesso. Stanno iniziando a lavorare prima, lavorando più tardi, lottando con lunghe liste d’attesa e con i propri limiti. Per tutto il tempo, i pazienti in crisi restano senza assistenza psichiatrica. »


Depressione e ansia sono ai massimi storici

Secondo il più recente Household Pulse Survey,2 condotto dal National Center for Health Statistics degli Stati Uniti, il 27,3% degli adulti americani ora lotta con depressione e/o ansia, e questo si aggiunge ai 40 milioni di americani che riferiscono disturbi da uso di sostanze3 e al 14 milioni di persone che hanno malattie mentali più gravi.4

Ci sono circa 33.000 psichiatri praticanti negli Stati Uniti.5 Secondo i miei calcoli, se tutti noi trattassimo solo persone con depressione o ansia, ognuno di noi dovrebbe vedere più di 3.000 pazienti all’anno

Note di Drake.6

In breve, non ci sono abbastanza psichiatri praticanti per gestire il nascente tsunami di americani malati di mente. Inoltre, non ci sono abbastanza posizioni di residenza disponibili per espandere in modo significativo la professione in qualunque momento presto.


Il prezzo della paura

Sebbene Drake non entri nelle cause alla base della crisi della salute mentale, è abbastanza ovvio che questo è il prezzo che la società sta pagando per le misure pandemiche mal concepite e irrazionali del nostro governo e per la paura incessante. La collaboratrice di NPR Kat Lonsdorf descrive la costante paura della paziente trapiantata di rene Jullie Hoggan:7

« Anche se l’intervento ha avuto successo e Hoggan è ora vaccinato e potenziato, è ancora gravemente immuno-compromessa e deve adottare misure di sicurezza significative.

‘Sono così nervoso. Ad esempio, il mio battito cardiaco è alle stelle quando sono fuori per qualsiasi cosa “, ha detto. «E mi chiedo se sarò mai in grado di uscire di nuovo in sicurezza, di essere normale e di andare in un negozio. Lo sentirò per sempre?’

Hoggan lavora da casa, raramente esce di casa e quando lo fa è incredibilmente stressante. Suo marito e sua figlia in età universitaria indossano entrambi maschere a casa e devono stare estremamente attenti a chi vedono e cosa fanno.

L’esperienza della pandemia di Hoggan non comporta violenza e non ci sono state esplosioni o aggressioni, motivo per cui ha difficoltà a chiamarlo trauma. Ma Arthur Evans, CEO dell’American Psychological Association (APA), afferma che vedere il mondo come non sicuro può essere un sintomo di trauma. »


Un trauma nebuloso e difficile da definire

Come notato da Lonsdorf, il trauma in genere comporta un qualche tipo di evento pericoloso per la vita o qualcosa che ti fa sentire spaventato e/o impotente. Molti di coloro che hanno seguito religiosamente le notizie mainstream negli ultimi due anni sono stati chiaramente traumatizzati, sentendosi come se la morte fosse imminente e non ci fosse via di scampo. Il colpo mortale – sotto forma di un virus invisibile – potrebbe venire da chiunque, compresi i propri cari. Nessuno era “sicuro” in giro.

Inoltre, la pandemia non è stata un incidente isolato da cui poter essere elaborato e recuperato. Roxane Cohen Silver, una psicologa esperta in traumi collettivi, paragona la pandemia a un “disastro lento” che “aumentò di intensità nel tempo” e fino ad oggi non ha un chiaro punto finale.8

Tuttavia, non tutti sono d’accordo sul fatto che ciò che stiamo vedendo sia il risultato di un trauma collettivo. Il dottor Bessel van der Kolk, autore di “The Body Keeps the Score” – uno dei libri più venduti su Amazon durante la pandemia – esita a classificare la pandemia come un trauma collettivo.

Dice a Lonsdorf,9 “Dobbiamo essere molto precisi… perché se non sappiamo cosa stiamo trattando, potremmo dare il trattamento sbagliato”. Crede che abbiamo bisogno di “un nuovo termine, un nuovo linguaggio” per definire con precisione le nostre circostanze. “Questo è davvero ciò che sto incoraggiando a fare: identificare davvero ciò che ci fa sentire tutti come se fossimo a malapena aggrappati”, ha dice.


I funzionari non sono disposti a lasciar andare la paura

Qualunque cosa finiamo per chiamarla, è chiaro che la risposta del nostro governo e dei media alla pandemia è stata un fattore causale chiave alla base di questa crisi di salute mentale. È anche degno di nota il fatto che, anche se il COVID-19 è diventato endemico nella maggior parte del mondo, causando pochi decessi, la pandemia non è stata ufficialmente dichiarata “finita”.

All’inizio di marzo 2022, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato che erano in corso discussioni su quando e come dichiarare la fine della pandemia, ma che “non ci siamo ancora”.10

Danimarca, Paesi Bassi e Regno Unito hanno dichiarato funzionalmente la fine delle loro emergenze nazionali revocando tutte o la maggior parte delle restrizioni, ma altri paesi, come la Nuova Zelanda e Hong Kong, si stanno muovendo nella direzione opposta, rinnovando gli ordini di blocco in mezzo a nuove ondate di COVID casi (cioè test PCR positivi, il che non significa che le persone muoiono o addirittura si ammalano gravemente).11

Nel frattempo negli Stati Uniti, il 13 aprile 2022, il CDC ha prorogato per altri 90 giorni l’emergenza sanitaria in vigore dall’inizio della pandemia. In tandem, il presidente Biden ha esteso i mandati della maschera per aerei e trasporti pubblici fino al 3 maggio.12

Nei circoli dei media alternativi, la paura del virus è stata mitigata da analisi più lucide di statistiche e dati, dimostrando che il rischio nel mondo reale è in realtà piuttosto limitato e che sono disponibili trattamenti precoci altamente efficaci anche se si viene infettati.

La mia ipotesi è che coloro che ora, dopo due anni, stanno ancora lottando con sentimenti opprimenti di paura e ansia per il virus siano quelli che per qualsiasi motivo non sono stati esposti a questi dati confortanti, o hanno scelto di respingerli (che è ciò che i media mainstream gli hanno detto di fare).

E, se persistono nel seguire i media legacy, non c’è davvero alcun sollievo in vista per loro. Mentre molti ora accettano il COVID-19 come un’altra versione o aggiunta all’influenza stagionale e stanno vivendo le loro vite più o meno come al solito, i media mainstream stanno cercando di aumentare ancora una volta il livello di paura con – hai indovinato — un’altra variante.13

Questo si chiama “Xe”. Si dice che sia una combinazione di due precedenti sottovarianti di Omicron e la forma più contagiosa di sempre. “Il COVID-19 potrebbe essere in aumento negli Stati Uniti in questo momento e potremmo non saperlo”, ha annunciato un titolo per la rivista Time l’11 aprile 2022, aggiungendo:14

« … mentre il paese cerca di uscire dalla pandemia, la domanda di test di laboratorio è diminuita e le priorità di finanziamento federali sono cambiate. Il cambiamento ha costretto alcuni centri di test a chiudere mentre altri hanno aumentato i prezzi in risposta alla fine dei programmi di test sovvenzionati dal governo.

Le persone fanno sempre più affidamento sui test rapidi a casa se decidono di fare il test. Ma questi risultati vengono riportati raramente, fornendo ai funzionari della sanità pubblica poche informazioni su quanto sia veramente diffuso il virus. »


La verità è una parte importante del rimedio

Questa paura si basa ancora una volta sulla menzogna che il test PCR può identificare un’infezione attiva (non può) e la falsa idea che la diffusione asintomatica sia un driver di infezione (non lo è). La rivista Time promuove anche la falsa idea che il vaccino COVID sia “estremamente efficace nel prevenire malattie gravi” e che Omicron causi sintomi più lievi solo in “persone sane e vaccinate”, anche se i dati del mondo reale suggeriscono il contrario su entrambi i conti.

Non si fa menzione del fatto che i vaccini COVID potrebbero essere responsabili di oltre 1,2 milioni di feriti15 e sono, in ogni caso, i farmaci più pericolosi mai rilasciati. Inoltre, non si fa menzione del fatto che la maggior parte delle persone è probabilmente immune a Xe a questo punto, poiché è sorto proprio sulla scia di un’importante ondata di Omicron.

Anche le domande sul remasking sono tornate a galla. “È ora di ricominciare a mascherarsi?” The Atlantic ha chiesto l’8 aprile 2022.16 Secondo The Atlantic, di fronte a nuove varianti, dovremmo prepararci “avendo buone mascherine a portata di mano ed essere mentalmente pronti a indossarle di nuovo”.

È quel tipo di preparazione mentale per affrontare la morte ogni giorno e l’inutile rituale di indossare una maschera che sta portando le persone sull’orlo della loro resistenza mentale. Il mascheramento è stato inutile fin dall’inizio, ma ciò non impedisce ai media mainstream – che traggono i suoi punti di discussione da coloro che cercano di capire come spingere The Great Reset nella gola collettiva – dal spingere questa narrativa logora e del tutto non scientifica.


Il totalitarismo è costruito attraverso la paura

Ammettiamolo, hanno bisogno che noi abbiamo paura perché, altrimenti, sanno che non ci atterremo a ciò che verrà dopo: identità digitali, biosensori e monitor emotivi, passaporti per i vaccini, il nuovo accordo verde (che eliminerà virtualmente la tua capacità di viaggiare per qualsiasi distanza significativa), valute digitali programmabili della banca centrale (che daranno agli emittenti il ​​controllo completo sulla tua spesa) e molto altro.

Affinché il Grande Reset e la Quarta Rivoluzione Industriale si realizzino, le grandi masse devono essere disposte a rinunciare alle loro libertà e sottomettersi ad una sorveglianza e un controllo più invasivi e, per questo, la loro paura di una morte imminente deve eclissare tutte le altre preoccupazioni. Per una descrizione di come vaste fasce della società possano essere rese malate di mente, di proposito, vedere la produzione After Skool sopra.

La buona notizia è che circa la metà della popolazione (secondo me) si è fatta strada attraverso la propaganda e non si preoccupa più inutilmente. Negli Stati Uniti, le persone si oppongono alle misure tiranniche e irrazionali del COVID, che si tratti di mascherine e vaccini o regole disumane del COVID negli ospedali.

Nel Tennessee, ad esempio, una nuova legge statale costringerà gli ospedali a consentire le visite di fine vita per i pazienti affetti da COVID, in modo che non debbano affrontare la morte da soli.17 Come notato dal dottor Jason Martin, un medico di terapia intensiva che è è stato in prima linea dall’inizio della pandemia, “L’assistenza di fine vita in una terapia intensiva con COVID è terribile” e vedere i pazienti morire da soli, separati dalle loro famiglie “è un’esperienza che cambia la vita”.


Sii un modello

Non ci sono risposte semplici alla crisi di salute mentale che dobbiamo affrontare, ma porre fine all’inutile spargimento di paura, penso, sia un compito che deve essere sostenuto da coloro che hanno ancora scelto di lavorare nei media mainstream. A livello individuale, potrebbe significare chiudere del tutto le notizie su MSM.

Quelli di noi che non hanno ceduto alla paura irrazionale (o che hanno lavorato per uscirne) possono anche fungere da ancora di salvezza per un numero incalcolabile di persone condividendo informazioni che rafforzano piuttosto che imporre la paura, ed essendo modelli di ruolo nel modo in cui andiamo sulle nostre vite.

Non indossare una maschera per placare le paure delle persone. Lascia che le persone ti vedano sorridere. Sii amichevole e ottimista quando sei in pubblico. Non puoi sapere come vederti goderti la vita possa giovare a qualcuno che sente che il mondo è diventato un posto pericoloso e spaventoso.

A lungo termine, abbiamo bisogno di soluzioni aggiuntive – abbiamo bisogno di psichiatri e terapisti più qualificati, per esempio – ma nel frattempo, dobbiamo fare ciò che possiamo, a livello individuale, per allentare la pressione collettiva, e possiamo iniziare semplicemente dimostrando che una realtà diversa è possibile.

Il collettivo è stato schiacciato, sbranato e portato al precipizio da pochi al potere. Molti sono stati scomposti in questo processo. È giunto il momento per il resto di noi di prendere le redini e guidare i nostri simili alla realtà, alla sanità mentale, essendo fermi ma gentili, di principi, etici, sinceri, razionali e ottimisti.

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: